Informazione, il 83,5 per cento degli italiani cerca sul web

Cresce il bisogno di informazione, soprattutto online. Oggi circa 47 milioni di italiani, il 93,3% del totale, si informa abitualmente su almeno una delle fonti disponibili, l’83,5% sul web e il 74,1% sui media tradizionali. Sul versante opposto, sono circa 3 milioni e 300mila (il 6,7% del totale) gli individui che hanno rinunciato ad avere un’informazione puntuale su cio’ che accade, mentre 700.000 italiani non si informano affatto. E’ quanto emerge dal terzo Rapporto Ital Communications-Censis ‘Disinformazione e fake news in Italia. Il sistema dell’informazione alla prova dell’Intelligenza Artificiale’ presentato oggi al Senato. In relazione alle fonti utilizzate e a quella che viene definita la ‘rassicurante dimensione social’, la ricerca rivela che il 64,3% degli italiani utilizza un mix di fonti informative, tradizionali e online, il 9,9% si affida solo ai media tradizionali e il 19,2% (circa 10 milioni di italiani in valore assoluto) alle fonti online. Social media, blog, forum, messaggistica istantanea sono espansioni del nostro io e del modo di vedere il mondo, spiega il report: e’ il fenomeno delle ‘echo chambers’, cui sono esposti tutti quelli che frequentano il web e soprattutto i piu’ giovani, tra i quali il 69,1% utilizza la messaggistica istantanea e il 76,6% i social media per informarsi. Il 56,7% degli italiani e’ convinto che, di fronte al disordine informativo che caratterizza il panorama attuale dell’informazione, sia legittimo rivolgersi alle fonti informali di cui ci si fida di piu’.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Lavoro, 507mila contratti offerti a luglio dalle imprese

Oltre 507mila i contratti di assunzione offerti dalle imprese a luglio e 1,3 milioni nel …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *