Nel 2022 la Pubblica amministrazione italiana ha speso oltre 7 miliardi di euro in Ict

 Nel 2022 la Pubblica amministrazione italiana ha speso oltre 7 miliardi di euro in Ict (Tecnologie dell’informazione e della comunicazione), registrando un aumento del 5,8 per cento rispetto al 2021. Un dato che secondo le stime continuera’ a crescere nel prossimo triennio, anche grazie ai fondi del Pnrr. Piattaforme e Infrastrutture rappresentano i principali macro-ambiti in termini di spesa, rispettivamente con il 49 per cento e il 20 per cento del totale, seguiti da servizi (14 per cento), dati (8 per cento), sicurezza informatica (4 per cento), governance (3 per cento) e interoperabilita’ (2 per cento). Ormai pienamente diffuso e’ l’uso del cloud: ne fanno ricorso il 100 per cento delle Pa locali, il 95 per cento delle Regioni e Province autonome e l’89 per cento delle Pa centrali; l’utilizzo di nome utente e password proprie per l’accesso da parte dei cittadini ai servizi di alcune PA continua invece a scendere, a favore delle identita’ digitali Spid, Cie e Cns. Aumenta e migliora, infine, anche l’indice di digitalizzazione complessivo delle Pa: rispetto alle scorse rilevazioni, infatti, e’ cresciuta la percentuale di Amministrazioni appartenenti ai cluster dei Digital leader (12 per cento) e degli Advanced (66 per cento), mentre cala quello delle Pa classificate come Digital starter (21 per cento) e Growing (1 per cento). Questi alcuni dei dati contenuti nei due Report “La spesa Ict nella Pa italiana 2022” e “La spesa Ict5 nella sanita’ territoriale 2022”, pubblicati oggi dall’Agenzia per l’Italia digitale nell’ambito delle attivita’ relative al “Piano triennale per l’informatica nella Pubblica amministrazione”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Made in Italy, 2mila richieste di assistenza su anticontraffazione

Nell’ultimo anno sono state circa 2mila le richieste di assistenza gestite dalla Linea Diretta Anticontraffazione, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *