Pil area euro +0,4% nel quarto trimestre 2016

Nel quarto trimestre del 2016 si prevede un aumento del Pil dell’Area Euro (+0,4%). La fase di crescita è attesa proseguire allo stesso ritmo nel corso del primo semestre del 2017. La domanda interna costituirà il principale motore della crescita. E’ quanto stimano l’Istituto di studi e previsione economica tedesco Ifo, dall’Istituto francese Insee e dall’Istituto nazionale di statistica italiano Istat nell’Eurozone economic outlook. Il miglioramento dei consumi delle famiglie beneficerebbe delle condizioni favorevoli del mercato del lavoro e dell’aumento del potere di acquisto, solo parzialmente limitato dalla ripresa dell’inflazione. Gli investimenti sono attesi continuare a crescere ad un ritmo sostenuto, supportati dalle condizioni favorevoli sul mercato del credito. Sotto l’ipotesi che prezzo del petrolio Brent rimanga stabile a 56 dollari per barile e che il tasso di cambio euro/dollaro oscilli intorno 1,05 dollari per euro l’inflazione è prevista in accelerazione nel periodo di previsione (+0,7% in T4 2016 e +1,5% nei primi due trimestri del 2017). Ma l’incertezza politica “rimane elevata sia negli Stati Uniti sia in Europa dove alla fase di indeterminazione degli effetti della Brexit e del referendum italiano, si aggiungono le attese per i risultati delle prossime elezioni in Francia, Germania e Paesi Bassi”. L’alto livello di incertezza potrebbe avere un effetto negativo sulle decisioni di investimento delle imprese condizionando l’intensità della ripresa del processo di accumulazione del capitale.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Pesca, Coldiretti lancia l’allarme sul pesce italiano

 La drastica riduzione delle giornate di pesca ad appena 109 giorni all’anno imposta dall’Unione Europea …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *