Quasi 50mila donne accolte in Centri antiviolenza nel 2018

Le donne che si sono rivolte ai CAV sono 49.394 nel 2018, il 13,6% in più dell’anno precedente, pari a 17,2 ogni 10mila donne (15,5 per 10mila nel 2017). L’aumento è dovuto all’ingresso di nuovi Centri e alla nuova utenza. Ogni Centro ha accolto in media 207 donne, ma le differenze sono importanti: il 21,8% ha meno di 40 utenti, il 25,7% tra 41 e 99, il 21,4% tra 100 e 199, il 22,6% tra 200 e 500, mentre sono 22, l’8,6%, i Centri più grandi a cui nel 2018 si sono rivolte più di 500 donne. Minore la quota di Centri, il 2,3%, che presenta più di 500 donne con un percorso personalizzato di uscita dalla violenza. E’ quanto emerge dall’indagine condotta dall’Istat “sulle prestazioni e i servizi offerti” rispettivamente dai Centri antiviolenza e dalle case rifugio, in collaborazione con il Dipartimento per le pari opportunità (Dpo) presso la Presidenza del Consiglio e le Regioni. La variabilità territoriale è elevatissima: da 19,9 per 10mila donne nel Nord-est, a 19,7 nel Centro, a 8,9 nel Sud. I livelli di accoglienza più elevati, superiori a 21 per 10mila donne, si riscontrano in Friuli Venezia Giulia, Abruzzo, Sardegna, Toscana, Liguria, Provincia di Bolzano, Lazio.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Coldiretti, il taglio dei ‘brindisi’ nelle feste farà perdere 1,4 miliardi di euro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *