Di Giuseppantonio (Udc): riaprire le chiese

L’Udc Abruzzo chiede al Governo di “garantire la liberta’ di culto” e quindi di “riaprire le chiese per pregare”. È il segretario regionale Enrico Di Giuseppantonio, a nome della direzione abruzzese del partito, del capogruppo al Consiglio regionale Marianna Scoccia e dei segretari provinciali Andrea Buracchio, Marco Cozzi, Carlo Giolitto e Berardo De Simplicio, a rivolgersi al presidente della Regione, Marco Marsilio, chiedendo di “far sentire la voce del territorio”. “Come dimostra l’ultima comunicazione- afferma- diramata dalla presidenza del Consiglio dei ministri, il Governo anche nel suo ultimo Dpcm non sembra aver dato giusto peso alla liberta’ di culto, da tempo fortemente ridotta. Per tale ragione si stigmatizza l’ulteriore proroga sine die dell’illogica e discriminatoria limitazione ai fondamentali diritti costituzionali volti a garantire la dignita’ ed il pieno sviluppo della persona. Cio’ a difesa della nostra fede, ma anche della nostra democrazia e della Costituzione, che sulla dignita’ e il pieno riconoscimento della persona umana si fonda”. Pertanto il Governo, conclude Di Giuseppantonio, ascolti l’appello della Conferenza Episcopale Italiana e “garantisca il diritto delle persone di partecipare alle Sante Messe e di accostarsi alla preghiera e ai Sacramenti. Nelle chiese si trovera’ una soluzione in sicurezza, nel rispetto vero delle misure di distanziamento tra le persone”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Ricostruzione, vertice Legnini – Unioncamere

Il punto sugli interventi attuati a favore delle imprese dei territori colpiti dal terremoto del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *