Porto di Pescara, al via cantiere per il taglio della diga foranea 

Conclusa la stagione balneare, potra’ essere reso immediatamente operativo il cronoprogramma dei lavori riguardanti il porto di Pescara e, in particolare, da una parte il taglio della diga foranea ad opera dell’impresa RCM Costruzioni srl di Sarno e dall’altra la progettazione e successiva cantierizzazione dei lavori per realizzare i moli guardiani. La Conferma giunge dalla riunione convocata per oggi convocata dal Presidente della Giunta regionale, Luciano D’Alfonso. All’incontro, presieduto da D’Alfonso, erano presenti il direttore marittimo di Pescara, Ammiraglio Enrico Moretti, l’ingegner Enrico Bentivoglio del Provveditorato alle Opere pubbliche, Giampiero Leombroni, presidente Arap, il Presidente dell’Autorita’ di sistema portuale del mare Adriatico centrale, Rodolfo Giampieri, oltre ai tecnici regionali ed ai rappresentanti dell’impresa RCM. Contestualmente al taglio della diga foranea, “nell’ambito degli interventi volti a tutelare la locale marineria – si legge in una nota della Regione -, e’ previsto l’avvio dei lavori riguardanti la realizzazione della soffolta a nord della darsena commerciale il cui scopo e’ quello di garantire il blocco dell’interrimento della darsena stessa a parziale sicurezza del complesso dei lavori”. Il presidente dell’Arap Leombroni, poi, ha fatto il punto sulle attivita’ riguardanti la progettazione dei moli a partire da quello a sud per un importo di circa 15 milioni di euro, gia’ previsti nel Masterplan, rispetto al costo complessivo degli interventi pari ai circa 35 milioni di euro ad oggi preventivati. Si tratta di un fabbisogno finanziario ulteriore di circa 20 milioni di euro che il presidente della Giunta regionale si e’ impegnato a reperire con le prossime risorse finanziarie disponibili. 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Fina (Pd): mai più divisi alle elezioni amministrative

Il segretario regionale del Partito Democratico Michele Fina traccia un bilancio delle elezioni amministrative e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.