Porto di Pescara, avanzano i lavori del dragaggio 

Proseguono regolarmente, nonostante la festivita’ di Ognissanti, i lavori di dragaggio al porto di Pescara. Dall’alba gli operai incaricati stanno provvedendo alla rimozione dei fanghi nella zona sud del Porto. A seguire i lavori sulla banchina anche il segretario particolare del presidente della Regione Enzo Del Vecchio: “In linea con quelle che sono state le previsioni di un lavoro di somma urgenza per la mareggiata che ha prodotto l’incagliamento di alcuni pescherecci, e per evitare conseguenze anche alle persone, si e’ intervenuti con una attivita’ urgente come si puo’ vedere anche questa mattina, 1 novembre, e nel rispetto del programma che abbiamo concordato con i rappresentanti della marineria”. “Si tratta di lavori urgenti che presuppongono il trasferimento di 5mila metri cubi di fanghi allocati nelle vasche provvisorie e al trasferimento a discarica, in quanto classificati nelle categorie D ed E dall’ Arta, e quindi non utili al ripascimento diversamente dai primi 5mila metri cubi”.Poi si procedera’ – ha spiegato Del Vecchio – come si sta facendo, al dragaggio di ulteriori 10mila metri cubi. Tutto cio’ in previsione anche dell’intervento che riguarda i lavori strutturali qui al porto. La quantita’ dragata consentira’ di mettere in sicurezza le attivita’ portuali per un certo periodo di tempo. Certo, le mareggiate, in assenza di infrastrutture portuali, potrebbero continuare ad insabbiare il porto, ma l’8 novembre si firmera’ il contratto fra il Provveditorato e l’impresa, per la realizzazione e della soffolta, che e’ un altro lavoro che va di pari passo con il taglio della diga foranea, e che precedono la realizzazione dei moli. Il completamento di tutte queste infrastrutture ci fa sperare che i lavori di dragaggio, sempre necessari in un porto, saranno sempre effettuati in misura ridotta nel prossimo futuro, pero’ c’e’ bisogno di correre nei tempi realizzativi di una infrastruttura che e’ garantita da una copertura finanziaria attraverso il Masterplan e i fondi regionali messi a disposizione per questa infrastruttura”. 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Campitelli: il ritardo sulla bonifica a Bussi è un danno per Abruzzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *