Referendum e comunali, si vota fino alle 15

Alle ore 23 l’affluenza alle urne in Abruzzo per il referendum costituzionale sulla riduzione del numero dei parlamentari si e’ attestata al 36,47 per cento per cento. Lo si apprende dai dati diffusi dal Viminale sul totale dei 305 comuni.

 

Sono 61 in Abruzzo i comuni chiamati alle urne alle elezioni amministrative per eleggere, nella due giorni elettorale per il referendum costituzionale, sindaco e consiglieri a cominciare dalle dalle 7 alle 23 di domani, domenica 20 settembre e dalle 7 alle 15 di lunedì 21. Lo spoglio inizierà alle 9 di martedì 22 settembre. Possibile ballottaggio solo a Chieti (unico capoluogo in cui si vota) e Avezzano (L’Aquila), dove, come prevede la legge elettorale per i comuni al di sopra dei 15mila abitanti, se nessuno dei candidati raggiungerà il 50 per cento più uno dei voti, i primi due candidati si sfideranno il 4 e 5 ottobre. In provincia dell’Aquila si vota in 47 comuni, in provincia di Pescara in 4, mentre sia nella provincia di Chieti che in quella di Teramo sono 5 i comuni al voto. Molto attesa la sfida di Chieti, dove sono in campo cinque candidati a sindaco, sostenuti da 19 liste, mentre gli aspiranti consiglieri comunali sono 592. Il sindaco uscente Umberto Di Primio (centrodestra) che ha guidato la città per due mandati e che non può ricandidarsi a primo cittadino, ha scelto di non presentarsi per il consiglio comunale. Questi i candidati a sindaco per il Comune di Chieti: Fabrizio Di Stefano, Bruno Di Iorio, Diego Ferrara, Paolo De Cesare e Luca Amicone.

 

Schema dei comuni in dettaglio (da https://www.tuttitalia.it/elezioni-italiane/elezioni-comunali-abruzzo-2020/ )

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Posti letto, Verì: ad oggi la situazione e’ sotto controllo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *