Zona economica speciale, Del Vecchio: l’Abruzzo potrà andar da solo

 La Regione Abruzzo potrà attivare la procedura a livello “regionale” per la ZES nella condizione, esclusa la contiguità con altre regioni destinatarie di ZES, di poter garantire la presenza di un’area portuale aventi le caratteristiche di cui al Regolamento UE n. 1315/2013 quale quella di Ancona, sede dell’Autorità di Sistema Portuale ricomprendente i porti abruzzesi di Ortona e Pescara. In tal senso la comunicazione odierna del Capo di Gabinetto del Ministro per il Sud, Dott.ssa Valeria Capone, interessata della vicenda dal Presidente ff della Regione Abruzzo, Giovanni Lolli, con propria nota del 6 settembre che esprime grande soddisfazione per il chiarimento fornito che definitivamente mette a tacere le improvvide e maldestre voci disfattiste che si erano levate da esponenti del centrodestra della nostra regione. A renderlo noto è il Responsabile Ufficio Diretta Collaborazione Presidente, Enzo Del Vecchio. “Una notizia attesa – spiega in una nota – ma non inaspettata che non ha rallentato il programma dei lavori avviati e ulteriormente sollecitati dal Presidente Lolli, dalle strutture regionali e dell’ARAP, incaricate di elaborare una proposta di massima da sottoporre poi al confronto con tutti gli stakeholder direttamente interessati alla definizione della ZES. Con la programmazione delineata ed il confronto che ne scaturirà ci si avvierà alla approvazione della Giunta regionale, entro il corrente anno, del Piano di Sviluppo Strategico più confacente alle attese del nostro sistema economico-produttivo in uno scenario capace di consolidare l’esistente e/o intercettare nuove opportunità. Un obiettivo, quello della ZES, maturato avendo visione, coerenza, trasparenza e lungimiranza in prospettiva di una occasione capace di consolidare e/o intercettare nuovi insediamenti produttivi legati anche alla complessiva infrastrutturazione dei collegamenti fisici e digitali e per i quali sono stati previsti importanti investimenti di risorse finanziarie a cominciare dal programma “Patti per il Sud – Masterplan”. 

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Sanità, parte la riorganizzazione della medicina sportiva sul territorio

“Un provvedimento imprescindibile per consentire una corretta programmazione dei fabbisogni e per procedere al riordino …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *