Coronavirus, l’Abruzzo verso la zona rossa da martedì

Da martedì l’Abruzzo potrebbe essere praticamente in lockdown, con l’istituzione di una ‘zona rossa’ su tutto il territorio regionale: la decisione e’ maturata nel corso della riunione del Comitato tecnico scientifico regionale, presieduto da Alberto Albani, che si e’ tenuta nel pomeriggio di oggi. Si avviano ad essere chiuse, dunque, scuole di ogni ordine e grado e negozi, fatta eccezione per quelli che forniscono servizi essenziali. Il governatore, Marco Marsilio, firmera’ i provvedimenti nella giornata di domani. Oggi ha appreso le valutazioni del Cts e poi ha voluto poi riunire informalmente gli assessori per informarli dell’evolversi della situazione. Ancora in corso di discussione i dettagli e la durata dei provvedimenti che saranno assunti. Possibili restrizioni anche agli spostamenti personali, nell’ottica di evitare assembramenti anche all’aperto.

Il governatore dell’Abruzzo, Marco Marsilio, e gli assessori domani (lunedì) incontreranno le parti sociali, i sindacati, le categorie produttive e l’Anci per illustrare la situazione. Conclusa la fase di confronto, nel corso della giornata verra’ predisposta l’ordinanza, che sara’ condivisa con il Governo. Il Cts, si apprende, ha chiesto all’unanimita’ le nuove misure restrittive. Solo sul tema della scuola non c’e’ stata convergenza totale.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Coronavirus, si registrano 199 nuovi casi (di età compresa tra 1 e 96 anni)

Sono complessivamente 54664 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza. Rispetto a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *