Incidente mortale sulla A14, ancora critiche le condizioni del 12enne ferito nello scontro

Risultano ancora “critiche” la condizioni cliniche del figlio 12enne di Andrea Silvestrone ricoverato, in “prognosi riservata” ad Ancona nel reparto di Rianimazione pediatrica dell’ospedale materno infantile Salesi dopo l’incidente in A14 in cui sono morti il fratello 14enne, la sorella di 8 anni, e il padre Andrea Silvestrone, 51 anni, tennista paralimpico. Lo scrive nel bollettino medico il direttore Sod Anestesia e Rianimazione Pediatrica, dott. Alessandro Simonini.

“Il bambino è giunto cosciente e ha raccontato gli eventi”, si legge in una nota che dà comunque conto di “condizioni cliniche che al momento si mantengono stabili e soddisfacenti sul piano emodinamico, respiratorio e metabolico. Il paziente è sedato e in ventilazione meccanica, sottoposto a terapia antibiotica per la prevenzione di possibili complicanze infettive; eseguite emotrasfusioni”. “Al momento non vi è indicazione chirurgica per le lesioni emorragiche cerebrali che saranno monitorate con controlli Tc. – riferisce ancora la Rianimazione Pediatrica – Attualmente il paziente è stato trasportato nel blocco operatorio dove è sottoposto a intervento chirurgico ortopedico. Nella mattinata di domani il paziente sarà sottoposto a intervento chirurgico maxillo-facciale”.

“Ieri sono stato a casa di Andrea, ho parlato con la moglie Barbara, ho provato a portare un po’ di conforto ma è molto dura. La moglie è devastata, aveva bisogno di riposare, piangeva per il marito e per i figli, con unica forza a cui agganciarsi il pensiero del figlio in ospedale”. Le parole del sindaco di Montesilvano, Ottavio De Martinis, dopo una visita alla famiglia seguita alla tragedia che si è consumata ieri sull’autostrada A14

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Dal primo ottobre arriva la patente a punti per la sicurezza sul lavoro

Dal 1° ottobre 2024 scatta l’obbligo di possedere la patente a punti per le imprese …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *