Renzi: brucia la sconfitta al referendum

La sconfitta al referendum “brucia eccome se brucia”, ha detto l’ex premier Matteo Renzi in un’intervista sulle pagine di Repubblica, ammettendo che “il vero dubbio è stato se continuare o lasciare. Ma poi uno ritrova la voglia e riparte”. Alla domanda se davvero ha pensato di uscire dalla politica, Renzi ha risposto: “Sì, nei primi giorni. Mi tentava… un po’ per curiosità, un po’ per arroganza”. Poi però qualcosa è cambiato: “Ho pensato che solo il vigliacco scappa nei momenti di difficoltà. Ho ripensato alle migliaia di lettere ricevute, al desiderio di futuro espresso da milioni di persone. La nostra battaglia è appena incominciata”

“Non e’ che il 59 per cento e’ un voto politico e il 41 no. O siamo al paradosso per cui Renzi conta solo nei voti contrari e non in quelli a favore? Il 59 per cento e’ molto diviso al proprio interno, il 41 no. Temo che qualcuno faccia i conti senza l’ oste”. Matteo Renzi, in una lunga intervista a Repubblica, rivendica la natura politica del voto al referendum costituzionale. Il segretario del Pd tuttavia ravvisa proprio nel “non aver colto il valore politico del referendum” l’errore piu’ grave compiuto. “Mi sono illuso che si votasse su province, Cnel, regioni. Errore clamoroso. In questo clima la parola riforma e’ suonata vuota, meccanica, artificiale. Nel 2014 il Paese sapeva di essere a rischio Grecia, l’efficienza aveva presa, funzionava perche’ serviva. Tre anni dopo avrei dovuto metterci piu’ cuore, piu’ valori, piu’ ideali. Insomma, meno efficienza e piu’ qualita’”, spiega il leader dem

Poi ha aggiunto: “Certo, adesso c’è da fare. Lanceremo una nuova classe dirigente, gireremo in lungo e largo l’Italia, scriveremo il programma dei prossimi cinque anni in modo originale. Siamo ammaccati dal referendum ma siamo una comunità piena di idee e di gente che va liberata dai vincoli delle correnti. Ci sarà da divertirsi nei prossimi mesi dalle parti del Nazareno”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Coronavirus, si registrano 395 nuovi casi (di età compresa tra 1 e 95 anni)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *