Presentato il lungometraggio ‘Le Brigantesse’ ambientato anche in Abruzzo

Presentato a Pescara, a Palazzo di Citta’, il lungometraggio “Le Brigantesse”, prodotto dalla Adriatica Production Arts e ambientato in diverse localita’ abruzzesi. Il regista napoletano Bruno Tarallo ha illustrato la genesi del film. “Gran parte del merito va a Gabriella Rapposelli, appassionata di storia meridionalista, che mi parlo’ di queste 55 brigantesse diverso tempo addietro – spiega Tarallo -. La cosa mi affascino’ fin da subito ed e’ cosi’ che e’ iniziato questo percorso. Originariamente avevamo pensato di realizzare un corto – ha rimarcato il regista – ma poi, alla luce di riprese belle, piacevoli e stancanti, abbiamo pensato fosse un peccato tagliare e quindi ne e’ uscito film di un’ora e dieci, ambientato in diversi luoghi incantati di questa regione, che probabilmente neanche molti abruzzesi conoscono”. Tarallo ha poi evidenziato che “si tratta di un lavoro autoprodotto e senza alcun contributo pubblico”. La stessa Gabriella Rapposelli, ispiratrice del progetto, recita nel film, che e’ basato su notizie e documenti tratti dagli archivi di Stato e in particolare da quello di Chieti. Il lungometraggio, a meta’ tra finzione cinematografica e ricostruzione storiografica, e’ incentrato sulla vicenda di 55 brigantesse che nel marzo del 1861, a cavallo della caduta definitiva del Regno delle due Sicilie e dei Borboni, portarono avanti in terra d’Abruzzo un’ideale di liberta’ e di ferrea e drammatica opposizione a quella che ai loro occhi era un’invasione da parte dei Savoia e dei poteri forti delle diplomazie europee, di quella inglese in particolare. Le scene sono state girate a Chieti, Francavilla al Mare, Cisterna di Bolognano, Bosco di S.Antonio, Parco Lavinio di Scafa, Badia di S.Liberatore a Majella e Cascata di Serramonacesca, Pretoro, Piana del Legname di Manoppello.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Notizie d’Abruzzo sostiene Navelli, candidato come miglior borgo d’Italia nella trasmissione Il borgo dei borghi 2022. Ecco come votare

“Come in una grande orchestra, c’è bisogno dell’aiuto di tutti per onorare questa rara bellezza. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.