Pescara battuto dal Chievo 2-0

Il Pescara è battuto dal Chievo in una gara dominata dai veneti. Al Bentegodi, infatti, il solo Bizzarri ha opposto una ferma resistenza ai veneti, evitando a piu’ riprese un passivo piu’ rotondo ai danni degli abruzzesi. Mai in discussione il risultato. Nei padroni di casa, orfani del capitano Pellissier (infortunato), Rolando Maran ha puntato in avvio sul collaudato schema 4-3-1-2, inserendo Cacciatore, Dainelli, Spolli e Gobbi a protezione di Sorrentino; Hetemaj, De Guzman e Castro a presidio del centrocampo; con Birsa a sostegno del duo offensivo, composto da Meggiorini e Inglese (sostituito a fine primo tempo, dopo una botta alla testa, da Gapke’). Negli ospiti, privi degli indisponibili Campagnaro, Bahebeck e Gilardino, Zdenek Zeman ha risposto con il “suo, solito” 4-3-3, schierando Zampano, Stendardo, Coda e Biraghi davanti a Bizzarri; Verre, Bruno e Memushaj lungo la linea mediana; con Benali, Cerri e Caprari nel tridente d’attacco. Il match, dopo una breve fase di studio, e’ entrato nel vivo al 12′: Birsa ha controllato la sfera e dal limite dell’area ha lasciato partire un perfetto sinistro a girare, col quale ha battuto l’incolpevole Bizzarri (ex turno, molto applaudito dai tifosi ), portando in vantaggio il Chievo. Sei minuti dopo, su un bel cross da sinistra di Gobbi, Meggiorini ha tentato la rovesciata spettacolare, spedendo pero’ il pallone oltra la traversa.

La risposta del Pescara arriva al 24′: Memushaj ha servito un ottimo assist a Caprari, il suo tiro potente e’ stato respinto da Sorrentino. Al 39′ ci ha provato nuovamente Caprari, direttamente da calcio di punizione, ma il portiere dei veneti ha bloccato la palla in due tempi. All’ultimo minuto del primo tempo, sugli sviluppi di un corner, De Guzman ha concluso a colpo sicuro da due passi ma Bizzarri (con l’aiuto del palo) ha salvato i suoi compagni. Intensa la seconda frazione, fin dalle prime battute. Al 1′ Bizzarri si ha risposto presente su un bel tiro di Castro. Al 2′ Sorrentino e’ stato molto bravo, con un gran colpo di reni, ad anticipare Cerri, pronto a colpire a porta sguarnita. Un minuto piu’ tardi l’estremo difensore degli abruzzesi si e’ opposto ancora a Castro, il cui colpo di testa era stato leggermente deviato da Bruno. Al 4′ sempre Bizzarri protagonista con una bella parata su un tiro violento da posizione defilata di Hetemaj. Al 12′ ci provato, di testa, Cacciatore: palla al lato. Quattro minuto dopo il Chievo ha firmato il 2-0: Bizzarri ha chiuso in uscita disperata su Gapke’ ma la palla e’ carambolata sui piedi di Castro per il piu’ facile dei tap in a porta vuota. A seguire i padroni di casa hanno rischiato di dilagare. Al 21′ Birsa ha colpito in pieno la traversa con un preciso colpo di testa; subito dopo Meggiorini ha calciato al volo, trovando la pronta di risposta del solito Bizzarri. Il portiere degli ospiti si e’ ripetuto un minuto piu’ tardi, su un gran colpo di testa di Gobbi; sulla ribattuta Birsa ha insaccato da due passi ma il gioco e’ stato fermato per il chiaro fuorigioco dello stesso trequartista clivense. Qui, di fatto, si sono chiuse le ostilita’. Solo, all’ultimo minuto, Cerri ha impensierito Sorrentino, sfiorando la traversa dopo una dormita della difesa dei veneti. 

“Non servono i miracoli; serve fare calcio ma oggi non ci siamo riusciti. Eravamo troppo preoccupati e non abbiamo fatto il nostro gioco. E’ giusto, infatti, che abbia vinto il Chievo”. Cosi’, ai microfoni di Sky, al termine di Chievo-Pescara, il tecnico degli abruzzesi, Zdenek Zeman. “Abbiamo creato troppo poco in fase offensiva; per il resto, dietro ci siamo allungati e abbiamo lasciato troppi spazi ai loro attacchi. Potevamo fare soltanto il gol dell’1-1 con Caprari; forse li’ la squadra si e’ seduta. Sono convinto, comunque, che riusciremo a fare del calcio propositivo e a costruire qualche cosa di buono”, ha aggiunto l’allenatore boemo. “Problemi fisici? Non credo. I problemi oggi sono stati evidenti piu’ sotto il profilo tattico. Non eravamo messi al meglio in campo e quindi abbiamo corso male e sciupato troppe energie. Io credo di sapere quello che ci manca: faro’ lavorare la squadra su queste cose”, ha concluso l’ermetico Zeman

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

ARAN Cucine Panthers Roseto testimonial di Komen Italia per la lotta a tumori del seno

Presentata la partnership ufficiale tre la ARAN Cucine Panthers Roseto e la Susan G. Komen Italia, una delle …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *