Educazione Ambientale: l’offerta formativa per l’anno 2020-2021 nel Parco Nazionale della Majella

Il Parco Nazionale della Majella, aspirante Geoparco UNESCO, pur consapevole che la difficile situazione che stiamo vivendo per il Covid-19 impone anche al mondo scolastico di attenersi a ben precise restrizioni e precauzioni, ha annunciato a tutte le scuole della Regione Abruzzo (statali e non) la pubblicazione sul sito web dell’offerta formativa dei propri CEA e Centri Informazioni per l’a. s. 2020-2021. Per far conoscere e sostenere la candidatura del Parco a Geoparco Mondiale UNESCO, questo sarà il tema centrale delle attività di Educazione Ambientale proposte che puntano soprattutto a stimolare la curiosità degli alunni, per favorirne l’apprendimento e quindi la voglia di saperne di più, ma anche ad accrescere la loro sensibilità verso questioni ambientali come i cambiamenti climatici o la perdita di biodiversità. La geologia, quindi, farà da filo conduttore ma si parlerà anche di archeologia, storia, artigianato, tradizioni, agricoltura, fauna, flora ed altro ancora. Se necessario, comunque, nel rispetto delle normative sanitarie vigenti, saranno privilegiate forme di intervento sostitutive delle ordinarie attività solitamente svolte in presenza come incontri di didattica a distanza (videolezioni) o webinar tematici.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Natura e cultura del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. Gli itinerari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *