Redazione Notizie D'Abruzzo

Castel di Sangro, indagini su un feto abbandonato sulla terrazza di un albergo

I carabinieri di Castel di Sangro hanno avviato un'inchiesta sul feto abbandonato la sera di Capodanno in una terrazza di un albergo di Castel di Sangro, trasformato in un centro di accoglienza per rifugiati. Ad abbandonarlo in quel posto sarebbe stata una ragazza nigeriana ospite dell'albergo la quale dopo aver abortito avrebbe nascosto il feto in una busta l'avrebbe lasciato in un angolo della terrazza. La ragazza potrebbe essere stata indotta da terze persone ad abortire. I sanitari del 118 hanno trovato la ragazza sofferente a letto e sul balcone un sacchetto con il feto di 18 settimane con ancora il cordone ombelicale attaccato. La donna e' stata trasferita all'ospedale di Sulmona intorno alle 22,30 e sottoposta a un delicato intervento chirurgico fortunatamente riuscito. Sono stati gli stessi operatori del 118 a informare i carabinieri. I militari dovranno ora capire se la ragazza ha avuto un aborto spontaneo o se e' stata aiutata da qualcuno a farlo con l'intenzione di nascondere il feto

Leggi Tutto »

Santa Croce, al via l’iter per la nuova concessione

Comincera' domani l'iter per l'assegnazione della nuova concessione della sorgente Sponga di Canistro in seguito al bando emanato dalla Regione Abruzzo, scaduto lo scorso 15 dicembre, alla quale hanno risposto quattro imprese. Domani pomeriggio a Pescara e' in programma l'insediamento della commissione di gara che dara' vita alla prima riunione pubblica nel corso della quale verra' vagliata la correttezza formale e l'ammissibilita' delle quattro proposte giunte alla Regione: terminata questa fase entrera' in scena la commissione di valutazione che dovra' esaminare nel merito i progetti e le offerte economiche per poi arrivare all'assegnazione provvisoria e successivamente definitiva. L'organismo presieduto dal dirigente del servizio Risorse del territorio e attivita' estrattive della Regione, Iris Flacco, e' costituito dai funzionari regionali Dario Ciamponi, Alessia Parlatore, Silvio Iervese e Marcello Ippoliti. Due delle quattro concorrenti sono ufficiali: si tratta della Aqua srl e della Italiana Beverage, quest'ultima del gruppo Colella, societa' che controlla la santa Croce spa che aveva la concessione prima del nuovo bando e che ha in corso un braccio di ferro con la regione. Le altre due non sono note non essendo stato apposto il mittente nel plico di presentazione della domanda.

Non si conoscono i tempi per la definizione della gara, in tal senso, nessuno fa previsioni: "Faremo al piu' presto, il che significa che vogliamo arrivare alla decisione con meno riunioni possibili'', spiega la dirigente del servizio Risorse del territorio e attivita' estrattive della Regione, Iris Flacco.

Sicuramente i tempi del bando si incroceranno con l'udienza di merito del Tar dell'8 febbraio prossimo, relativa al ricorso contro il bando della Regione presentato dalla Santa Croce spa del patron, Camillo Colella, che ha segnalato delle illegittimita'. Il Tar aveva ordinato alla regione di ricevere le domande ma di bloccarne l'esame prima dell'udienza del 21 dicembre scorso, quando la santa croce ha rinunciato alla sospensiva alla luce del meri fissato l'8 febbraio. Il 7 febbraio, inoltre, ci sara' il consiglio di stato al quale si e' rivolto la Santa Croce in merito al bando di circa due anni fa vinto dalla stessa azienda, ma impugnato dal comune di Canistro di fronte al Tar e annullato dai giudici amministrativi per irregolarita' da parte della Regione. Tra l'altro, la stessa Santa Croce ha diffidato la Regione a procedere all'assegnazione della concessione alla luce dell'udienza dell'8 febbraio. La Flacco non entra nel merito delle controversie, chiarisce solo che la Regione va avanti, che "la priorita' per noi e' tutelare gli interessi dei lavoratori, e l'utilizzo del bene acqua". 

Leggi Tutto »

Cerri svolge il primo allenamento col Pescara

Prima giornata biancazzurra oggi al Poggio degli Ulivi per Alberto Cerri, l'attaccante di proprieta' della Juventus, che da domani, giorno di riapertura della finestra invernale del calciomercato, diventera' un giocatore del Pescara. Il ventenne bomber, quest'anno nella prima parte di stagione in forza alla Spal, ha sostenuto una partitella a campo ridotto con i nuovi compagni, agli ordini di Massimo Oddo davanti ad una cinquantina di tifosi biancazzurri presenti sulle tribune del centro sportivo di Marina di Citta' S. Angelo. Cerri e' il secondo neo biancazzurro dopo Guglielmo Stendardo.

Leggi Tutto »

Aumento pedaggi, Confartigianato: inaccettabile

"Inaccettabile l'aumento dei pedaggi sulle autostrade A24 e A25". Lo afferma Confartigianato Abruzzo, dopo che il ministero dei Trasporti ha autorizzato Strada dei Parchi ad applicare un incremento delle tariffe dell'1,62%, mentre la media dei rincari autorizzati alle altre concessionarie non supera lo 0,77%. "I pedaggi di A24 e A25 - sottolineano il direttore dell'associazione, Daniele Giangiulli, e il presidente di Confartigianato Trasporti Abruzzo, Gabriele Sillari - negli ultimi 13 anni sono aumentati del 187%; rincari del 42,88% se si considera solo il periodo 2009-2006. Gia' lo scorso anno c'erano stati aumenti del 3,45%".

Leggi Tutto »

Pedaggi autostradali e bollo, la Cna chiede l’intervento della Regione

Sull'aumento del pedaggio dell'auostrada per Roma, interviene con una nota la Fita-Cna. "Adesso la Regione deve intervenire perche' e' forte il rischio che l'intero sistema economico regionale perda competitivita'". Cosi' il presidente della Fita-Cna Abruzzo, Gianluca Carota, bolla il rincaro del 1,62% che, a partire da ieri, devono sopportare automobilisti e camionisti che percorrono le autostrade A24 e A25 gestite dalla Strada dei Parchi SpA in direzione della Capitale. Si tratta di un aumento piu' che doppio rispetto a quello accordato dal governo mediamente per le altre autostrade che e' stato dello 0,77% e che e' ormai diventato l'appuntamento fisso di ogni Capodanno.

"E' bene ricordare - spiega Carota - come abbiamo fatto piu' volte in questi anni, che la tariffa applicata su A24 e A25 e' molto alta, e tra le piu' care di Italia e i pedaggi della stessa autostrada hanno avuto negli ultimi sei anni, aumenti - del 4,78% nel 2010; dell'8,14% nel 2011; dell'8,06% nel 2012; dell'8,28% nel 2014 e del 3,45% nel 2015. Si tratta, naturalmente, di aumenti autorizzati dal governo ma questo non toglie che, a fronte di una situazione di deflazione e di una crisi molto forte che continua a pesare soprattutto sulla micro impresa, questi aumenti abbiano inciso e continuano ad incidere in maniera molto negativa sulla competitivita' del sistema delle imprese della nostra regione. A questo si aggiunga che non sempre e' possibile ribaltare questi aumenti sulla committenza e quindi gli autotrasportatori abruzzesi si trovano a subire un doppio danno". Da qui l'appello alla Giunta Regionale e al Presidente Luciano D'Alfonso "perche' intervengano rapidamente e con decisione sul governo con cui va fatto un accordo pluriennale che blocchi gli aumenti per un certo numero di anni in modo da dare certezze a imprese e cittadini ed eviti questo teatrino che si ripete ogni fine anno, da troppi anni". "Alla Regione chiediamo inoltre - aggiunge Carota - di abbassare il costo del 'bollo auto' che e' tra i piu' alti d'Italia e che non trova piu' giustificazione visto che siamo usciti dal commissariamento della sanita'"

Leggi Tutto »

L’elenco dei beneficiari del Fondo Unico Regionale per la Cultura

La giunta regionale ha approvato il piano di riparto del Fondo Unico Regionale per la Cultura relativo all'annualita' 2016, che ammonta complessivamente a un milione e 58mila euro. Per le assegnazioni sono stati utilizzati criteri oggettivi basati sull'entita' dei finanziamenti che ciascuna istituzione riceve dal Fondo Unico per lo Spettacolo nazionale, i cui beneficiari sono individuati da un decreto ministeriale. Si e' tenuto conto anche degli obblighi di cofinanziamento in capo agli enti territoriali. Sulla base di questi parametri, sono stati riconosciuti i seguenti contributi: 429mila euro all'Istituzione Sinfonica Abruzzese, 13mila ad Harmonia Novissima, 42mila ai Solisti Aquilani, 84mila alla Societa' Aquilana dei Concerti "Barattelli", 10mila alla Camerata Musicale Sulmonese, 20mila alla Societa' del Teatro e della Musica "Luigi Barbara", 6mila all'Accademia Musicale Pescarese, 5mila all'Associazione Orchestrale da Camera "Benedetto Marcello", 8mila al Comune di Tagliacozzo, 199mila al Teatro Stabile d'Abruzzo, 16mila all'Associazione "Teatro dei Colori", 14mila al Teatrozeta, 64mila al Florian Metateatro, 9mila a e-Motion Gruppo Phoenix, 22mila ad Abruzzo Circuito Spettacolo, 28mila e 500 euro all'Ente Manifestazioni Pescaresi. Nello stesso provvedimento sono stati inseriti due contributi straordinari 'una tantum', validi solo per il 2016: 49mila euro come cofinanziamento al Teatro Marrucino di Chieti (che gia' beneficia dei contributi previsti da una specifica legge regionale) e 40mila euro per l'Estate Musicale Frentana di Lanciano, per consentire un ampliamento dell'offerta culturale e didattica dei seminari di formazione orchestrale. La giunta ha anche approvato l'elenco degli eventi sostenuti direttamente dalla Regione, per i quali sono stati stanziati circa 130mila euro: Festival Internazionale del Benessere di Caramanico Terme (4mila euro), Premio "Citta' di Penne" (4mila), Premio "Dean Martin" di Montesilvano (4mila), Museo d'Arte dello Splendore di Giulianova (4mila euro), Premio "Scanno" (4mila), Premio "Benedetto Croce" di Pescasseroli (4mila), Sulmona Film Festival (8mila), Indierocket Festival Pescara (8mila), Festival del Giallo di Pescara (4mila), Controsenso di Sante Marie (3mila 200 euro), Casa Editrice Rocco Carabba Lanciano (4mila euro per la riproduzione di testi di economia regionale del 17esimo e 18esimo secolo), Festival internazionale del Teatro comico di Sant'Omero (3mila 200 euro). In base alle prescrizioni dettate dalla normativa regionale vigente, che prevede specifiche misure di sostegno per le attivita' corali e per le iniziative legate al cinema, 50mila euro sono stati assegnati all'Associazione Cori d'Abruzzo di Spoltore, 10mila al Premio "Gianni Di Venanzo" di Teramo, 5mila alla Lanterna Magica dell'Aquila, 5mila al Garage Lab di Pescara e 5mila all'Associazione Movimentazioni di Pescara .

Leggi Tutto »

Studio Regione-Univaq per monitorare l’effetto delle calamit√†

E' stata sottoscritta la convenzione tra l'Agenzia Sanitaria Regionale e il Dipartimento di Medicina Clinica e Sanita' Pubblica dell'Universita' dell'Aquila, per la realizzazione di un progetto di studio - tra i primi in Italia - che punta alla creazione di un sistema di sorveglianza per il monitoraggio degli effetti sulla salute delle popolazioni colpite da calamita' naturali.

"La comunicazione sullo stato di salute e sui rischi per la salute della popolazione esposta a un evento disastroso - commenta l'assessore alla programmazione sanitaria Silvio Paolucci - e' di importanza strategica per il buon esito dell'assistenza. Noi vogliamo prefigurare in Abruzzo un modello che dovra' essere oggetto di riflessione e di organizzazione in ambito nazionale. L'Abruzzo, con l'Aquila, e' il candidato ideale per ospitare un Osservatorio prima regionale e poi nazionale sulla salute delle popolazioni esposte a disastri naturali". Il progetto mettera' a sistema i dati delle ospedalizzazioni, del consumo dei farmaci, della morbilita' nelle aree geografiche colpite da eventi calamitosi, per operare un'approfondita analisi delle variabili anagrafiche e sanitarie di interesse, rilevanti ai fini della tutela delle popolazioni esposte a catastrofi. "L'idea di un osservatorio epidemiologico - aggiunge la professoressa Leila Fabiani, coordinatrice del progetto per conto dell'Universita' dell'Aquila - e' nata dal documento di intenti sottoscritto in occasione del convegno nazionale dell'AIE (Associazione Italiana di Epidemiologia), che si e' svolto all'Aquila ad aprile dello scorso anno e dove si sono confrontati studiosi e ricercatori di tutta Italia. Nonostante l'epidemiologia italiana possa vantare una consolidata esperienza nella sorveglianza di popolazioni esposte a catastrofi ambientali, si ravvisa l'esigenza della elaborazione di un protocollo di sorveglianza dei danni precoci alla salute, propedeutico alla possibile istituzione di un Osservatorio delle popolazioni esposte a disastri".

Leggi Tutto »

Misiti nuovo questore di Pescara

E' Francesco Guglielmo Misiti, 59 anni, agrigentino, il nuovo questore di Pescara. Succede a Paolo Passamonti, nel capoluogo adriatico per sei anni. Misiti dopo la sua esperienza alla guida dell'Antimafia di Palermo arriva dalla questura di Massa-Carrara. Oggi la presentazione ufficiale: il nuovo questore ha parlato di una "bella realta', una citta' molto viva, sara' una bella sfida".

Misiti, dopo l'insediamento, ha incontrato i suoi collaboratori ed e' al lavoro per studiare le dinamiche del territorio, anche per capire "a che livello sono le infiltrazioni criminali in provincia".

"Pescara e' una sede impegnativa, ma sono contento e felice di essere qui", ha detto il nuovo questore, ricordando di aver conosciuto l'attuale capo della Mobile del capoluogo adriatico negli anni alla guida dell'Antimafia di Palermo. Oltre al lavoro svolto in Sicilia, soprattutto in materia di lotta alla criminalita' organizzata, Misiti ha parlato anche della sua attivita' come questore di Massa Carrara, "con problemi relativi ai centri sociali non indifferenti". "Mi sembra di capire che qui la Questura abbia un ottimo rapporto con i cittadini - ha detto il questore - So che sul territorio uno dei problemi principali e' quello dei furti: faremo il possibile e l'impossibile per limitare al minimo un fenomeno non di facile soluzione". "Il sistema sicurezza - ha aggiunto - negli ultimi tempi e' stato rafforzato moltissimo, vuoi per i profili antiterrorismo vuoi per tranquillizzare il cittadino quotidianamente. E' chiaro che Pescara e' una grossa realta', risente della vicinanza dell'Albania e quindi verificheremo l'andamento del fenomeno di ingresso dei cittadini. Dobbiamo anche verificare eventuali aspetti criminogeni che riguardano sia la presenza dei rom sia profili criminali di piu' ampia portata". "Come criminalita' organizzata - ha aggiunto - non ho in questo momento elementi tali che mi consentano di dire che Pescara risenta delle infiltrazioni criminali: non posso dirlo e non posso neanche smentirlo, ma su questo lavorero'. Per quanto riguarda il profilo dell'immigrazione e' sotto gli occhi di tutti il sistema di sicurezza messo in campo a Capodanno che ha impegnato le forze di polizia. Il fenomeno va attenzionato a tutti i livelli e quello dell'immigrazione clandestina va visto anche sotto il profilo antiterrorismo. E' una sfida grossa a livello nazionale, che chiaramente poi si riflette anche a livello provinciale". 

Leggi Tutto »

Ragazza 26enne investita a Pescara

Una ragazza di 26 anni di Collecorvino e' rimasta ferita dopo essere stata investita da un'auto in viale Gabriele d'Annunzio a Pescara, all'altezza di piazza Garibaldi e l'incrocio con via Lago di Scanno. La giovane secondo le prime informazioni, in prossimita' delle strisce pedonali sarebbe stata urtata da un'auto in transito in direzione sud e poi sbalzata contro il parabrezza della vettura. Subito soccorsa dai sanitari del 118, la giovane e' stata trasportata poi in ambulanza all'ospedale civile. La giovane che ha battuto la testa, al momento dei soccorsi era pero' cosciente. Alla guida della vettura c'era una donna di 70 anni residente a Pescara che si e' immediatamente fermata dopo l'impatto. Sulla ricostruzione dell'accaduto indagano gli agenti della Sezione Infortunistica della Polizia Municipale. La giovane rimasta ferita non sarebbe in pericolo di vita.

Leggi Tutto »

Dalla Regione Abruzzo 400 mila euro per il piano neve

La Giunta regionale ha disposto un intervento finanziario di 400mila euro a favore delle Province per l'attuazione del Piano neve 2016-2017, e ne ha previsto la ripartizione al fine di ridurre i disagi sulla viabilità del territorio regionale. Nel dettaglio, sono stati destinati 120mila euro alla Provincia di Chieti, 100mila a quella di Teramo, 90 mila a quella di Pescara e 90mila alla Provincia dell'Aquila. Inoltre, alle stesse ammministrazioni provinciali la Giunta regionale ha concesso un contributo straordinario per l'anno 2016, pari a 100 mila euro al fine di garantire la fruibilità delle strade provinciali dei comprensori sciistici, così di seguito ripartito: 60 mila euro da suddividere equamente tra le Provincie di Chieti e Pescara per la viabilità che conduce agli impianti sciistici di Passolanciano, 25mila a favore della Provincia dell'Aquila per la viabilità che conduce agli impianti presenti nella stessa Provincia e 15mila a favore della Provincia di Teramo per la viabilità che conduce agli impianti sciistici di Prati di Tivo. Infine, la Giunta regionale ha stabilito che le predette somme saranno erogate alle Amministrazioni provinciali con le seguenti modalità: il 50% dell'importo complessivo a conclusione degli atti di impegno conseguenti all'adozione della deliberazione ed il restante 50% successivamente all'invio al Servizio "Reti Ferroviarie, Viabilità e Impianti Fissi" della rendicontazione delle spese sostenute.

Leggi Tutto »