Il nuovo prefetto di Pescara Di Vincenzo: primo obiettivo e’ fare squadra

“Sono molto contento di essere qui. Vengo a Pescara con grande umilta’ e disponibilita’, anche per mettere a disposizione l’esperienza che ho accumulato in questi anni in altre realta’ e soprattutto al ministero, negli uffici di diretta collaborazione dei diversi ministri che si sono succeduti dal 2003”. Cosi’ il nuovo prefetto di Pescara, Giancarlo Di Vincenzo, nel corso di un incontro con la stampa. Originario di Chieti e vissuto a Rosciano, 55 anni, Di Vincenzo e’ laureato in Giurisprudenza ed e’ abilitato all’esercizio della professione di avvocato. Il neo prefetto stamani ha incontrato il presidente della Provincia di Pescara, Antonio Zaffiri, e il sindaco del capoluogo adriatico, Carlo Masci. Nel pomeriggio ha incontrato l’arcivescovo di Pescara, monsignor Tommaso Valentinetti. Nei prossimi giorni incontrera’ il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, e le altre autorita’. “In questi anni – ha detto – ho imparato che da soli non si va nessuna parte, quindi il mio primo obiettivo e’ fare squadra sia all’interno della Prefettura sia all’esterno con le altre autorita’ territoriali”. “Questo proprio perche’ – ha aggiunto – credo sia fondamentale lavorare insieme, fare rete, nell’interesse di questa citta’ e di questa provincia. Pescara ha un ruolo assorbente nella provincia, ma il mio obiettivo e’ dare anche grande attenzione a tutto il territorio, a tutti i comuni”. Tra gli obiettivi del Prefetto c’e’ quello di “sostenere la ripartenza e la ripresa economica, dopo questo periodo difficile legato all’emergenza coronavirus. Stiamo gia’ lavorando su iniziative finalizzate all’attivazione di alcuni sportelli per sostenere imprenditori, piccoli commercianti o semplici cittadini in difficolta’, per proteggerli anche dal fenomeno dell’usura”. Il prefetto ha parlato inoltre della tutela dell’economia legale “attraverso un progetto di monitoraggio dei trasferimenti degli esercizi commerciali, delle cariche sociali e anche dei trasferimenti immobiliari, per evitare che qualche furbo in questo contesto se ne possa approfittare”. Tra le priorita’ anche la “semplificazione della vita dei cittadini, senza fare tanti proclami, ma cercando di portare avanti iniziative concrete, specifiche, che possono anche nelle piccole cose semplificare il rapporto tra cittadini, impresa e pubblica amministrazione. In Prefettura – ha detto – c’e’ un organismo che si chiama ‘conferenza permanente’ e, in tale ambito, e’ mia intenzione attivare un tavolo per cercare di sviluppare iniziative di questo tipo”.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Pronto soccorso a Pescara, l’appello di Albani: non andare per tamponi o patologie banali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *