Ricostruzione, servono altri 5,7 miliardi di euro

Facendo il punto della situazione nelle aree colpite dal terremoto dell’Aquila del 2009, “le ulteriori risorse che necessitano per il completamento della ricostruzione sono state quantificate in circa 5 miliardi e 700mila – 5 miliardi e mezzo”. Lo ha ricordato il capo Dipartimento Casa Italia, Fabrizio Curcio, in Commissione Ambiente, durante l’audizione sulla ricostruzione nelle aree colpite da eventi sismici. E – ha sottolineato – “sono cifre a livello di valutazioni ancora macroscopiche, e comunque noi riteniamo che devono essere reperite in forma pluriennale”. Il tema del reperimento di queste risorse “sicuramente sarà oggetto di un’analisi approfondita nella prossima legge di stabilità”

“All’Aquila il processo di ricostruzione privata sta avanzando”, ha sottolineato il capo Dipartimento Casa Italia, Fabrizio Curcio, in Commissione Ambiente, durante l’audizione sulla ricostruzione nelle aree colpite da eventi sismici. Rispetto alle precedenti comunicazioni del 9 giugno sullo stato dei processi di ricostruzione nelle aree colpite dal sisma del 2009 “non ci sono stati dei particolari aggiornamenti”, ha detto Curcio, “fatto salvo un ulteriore piccolo incremento dell’attività della ricostruzione privata nel comune dell’Aquila che sta avanzando”. In particolare “su più di 29mila pratiche presentate, per un contributo di quasi 8 miliardi e mezzo, ne sono state concluse più di 28mila. Quindi rispetto alle pratiche presentate siamo saliti al 96% riguardo alla ricostruzione privata, che è un elemento importante”. “Se – ha aggiunto Curcio – facciamo questa analisi delle percentuali relativamente ai contributi, siamo intorno al 80%, in termini di ricostruzione”

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Ancora casi nelle scuole di Pescara, oltre 800 persone in quarantena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *