Uccise l’anziana madre malata, condannato a 14 anni

La Corte d’Assise di Lanciano ha condannato a 14 anni Francesco Rotunno, 65 anni, difeso dall’avvocato Silvana Vassalli per l’omicidio della madre, Cesira Bambina Damiani, 88 anni, avvenuto a Casoli il 12 febbraio 2023. L’uomo era accusato di avere strozzato la madre con un laccio ruvido o un foulard mentre la donna era a letto. Il procuratore capo Mirvana Di Serio aveva chiesto una condanna a 21 anni. Sono state riconosciute le attenuanti generiche prevalenti sulle aggravanti. Il difensore Vassalli ha rinnovato alla Corte la richiesta dell’infermità mentale e l’incapacità di intendere e di volere con una memoria che intendeva dimostrare la situazione emotiva che aveva coinvolto Rotunno, tra i disagi per la salute della madre e i problemi economici.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Controlli a Montesilvano, 7 patenti ritirate

Ben 7 sono state le patenti ritirate durante i controlli a Montesilvano ad altrettanti conducenti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *