Farmaci, il mercato online cresce del 124 % nel 2022

Il mercato online dei farmaci da banco cresce nel 2022 del 124% rispetto all’anno precedente. A rivelarlo è l’ultima indagine di Idealo -portale internazionale leader in Europa nella comparazione prezzi- secondo cui diventano sempre di più gli italiani che si avvalgono dei canali digitali per acquistare farmaci da banco.

Il boom nel 2022 è stato quello degli antidolorifici, che hanno fatto registrare un interesse di oltre il +200% rispetto al 2021. Risultati particolarmente sorprendenti anche per i farmaci antiallergici (+198%), preparati per pelle, capelli e unghie (+143%), farmaci per tosse, raffreddore e influenza (+131%), farmaci per occhi, orecchie e naso (+119%), farmaci gastrointestinali (+91%), preparati per muscoli e articolazioni (+57%) e prodotti dimagranti (+40%). Questi ultimi sono balzati ulteriormente in cima alle ricerche degli italiani nella prima settimana di gennaio 2023, passato il periodo delle festività natalizie in cui abitualmente si esagera con il cibo, segnando un aumento del 56% delle intenzioni di acquisto rispetto alla settimana precedente. Secondo un sondaggio condotto da Kantar per idealo, più del 22% degli utenti italiani ha effettuato un acquisto online in ambito salute & farmacia negli ultimi tre mesi, con una percentuale che sfiora il 31% quando si parla di acquisti effettuati da un pubblico femminile e che invece si contiene al 15% in riferimento al pubblico maschile. Da notare come l’interesse per il comparto farmaci cresca con l’avanzare dell’età, coinvolgendo (negli ultimi tre mesi presi in esame) il 13% dei giovani tra i 16 ed i 24 anni, il 19% del pubblico tra i 25 e i 34 anni, il 24% tra i 35 e i 44 anni, il 26% tra i 45 e i 54 anni ed il 33% tra gli over 55. Dunque, la categoria solitamente meno avvezza agli acquisti online, si conferma la più interessata a comprare farmaci attraverso i canali digitali.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Cresce il contenzioso tributario nel primo semestre

Nei primi sei mesi del 2024 è notevolmente cresciuto il contenzioso tributario, secondo quanto riportato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *