Mercato immobiliare, casa +5,2% prezzi 2° trimestre e record per le nuove abitazioni +12,1%

casa appartamento

Nel secondo trimestre dell’anno si conferma e accelera la crescita tendenziale dei prezzi delle case in atto ormai da tre anni, con quelli delle abitazioni nuove che registrano il tasso di crescita piu’ alto da quando e’ disponibile la serie storica dell’indice dei prezzi delle abitazioni stilato dall’Istat (Ipab), il +12,1%. Secondo le stime preliminari dell’istituto di statistica, nei primi tre mesi dell’anno l’indice dei prezzi delle abitazioni acquistate dalle famiglie, per fini abitativi o per investimento, aumenta del 2,3% rispetto al trimestre precedente e del 5,2% nei confronti dello stesso periodo del 2021 (era +4,5% nel primo trimestre 2022). L’aumento tendenziale e’ trainato proprio dal dato record sulle nuove case, in forte accelerazione rispetto al +5,0% del primo trimestre; crescono anche i prezzi delle abitazioni esistenti: +3,8% in lieve rallentamento dal +4,4% del trimestre precedente.
In attesa dei dati del terzo trimestre – sottolinea l’istat – questa dinamica dei prezzi, insieme con la rinnovata vivacita’ dei volumi di compravendita (+8,6%), mostra “un mercato immobiliare residenziale ancora in espansione tra aprile e giugno di quest’anno, nonostante le tensioni internazionali e le difficolta’ derivanti dall’elevata inflazione”.

Anche su base congiunturale, l’aumento dell’Ipab (+2,3%) e’ imputabile sia ai prezzi delle abitazioni nuove che crescono del 6,8% sia a quelli delle esistenti che aumentano dell’1,4%. Il tasso di variazione acquisito dell’IPAB per il 2022 e’ pari a +4,4% (+3,6% per le abitazioni esistenti, +8,3% per quelle nuove). In tutte le ripartizioni geografiche si registra una crescita dei prezzi delle abitazioni sia su base congiunturale sia su base annua.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Lavoro, il 28 per cento degli italiani pensa a cambiare occupazione

Il 28% degli italiani sta pensando di cambiare lavoro col nuovo anno. Le percentuali salgono …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *