Piu’ di tre italiani su quattro (76%) hanno rinunciato a vedere i parenti durante le feste di Natale

Piu’ di tre italiani su quattro (76%) hanno rinunciato a vedere i parenti durante le feste di Natale a causa delle restrizioni imposte dal lockdown e del timore dei contagi. E’ quanto emerge da un sondaggio di Coldiretti sulle aspettative e sui rimpianti degli italiani divulgata in occasione dell’avvio della campagna di vaccinazione. Sono infatti in media 4 le persone che – sottolinea la Coldiretti – si sono sedute insieme a tavola per Natale, piu’ che e dimezzate rispetto allo scorso anno quando in media si contavano 9 commensali, per rispettare i limiti previsti dalle misure anti Covid. Il risultato è che sono stati esclusi parenti, amici e ospiti abituali dell’appuntamento che ha registrato quindi complessivamente un crollo della spesa a 1,8 miliardi di euro per i cibi e le bevande consumati tra la cena della vigilia e il pranzo di Natale con un calo del 31% rispetto allo scorso anno. Il divieto alle feste private e alle tradizionali tavolate ma anche i limiti posti agli spostamenti, dal coprifuoco, l’invito a festeggiare tra conviventi e a tagliare drasticamente il numero delle persone a tavola, sono il principale rimpianto degli italiani in un Natale blindati, come dimostra il fatto che ben il 63% afferma che proprio la possibilità di vedere parenti e amici è la cosa che manca di più delle feste pre – Covid, secondo l’indagine Coldiretti/Ixe’. Ma c’è anche un altro 6% che – prosegue la Coldiretti – rimpiange la possibilità di frequentare locali, con la chiusura forzata di ristoranti, bar e agriturismi, e un altro 6% lo shopping. A seguire c’è il blocco delle feste, nei desideri di un 3%

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Conti pubblici, peggiora il fabbisogno e in due mesi tocca 14,1 miliardi

Nel mese di febbraio il saldo del settore statale si e’ chiuso, in via provvisoria, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *