Pescara, si sblocca la realizzazione del “Corridoio verde” della zona sud

Il “Corridoio verde” nella zona a sud di Pescara diventerà a breve realtà. La realizzazione dell’infrastruttura, necessaria a favorire lo snellimento della mobilità leggera ma anche ad allineare la direttrice parallela alla stessa viale Pindaro, tra via Plauto e la rotonda del Tribunale, era stata prevista nella convenzione firmata tra Comune e Università il 21 giugno 2021.

A seguito delle delibera approvata un anno fa e dopo aver eseguito il necessario e finora mancante frazionamento delle particelle catastali interessate, questa mattina si è potuta comunicare la data dell’atto notarile che consentirà all’amministrazione di cedere le aree del Corridoio verde all’università. Giovedì 7 luglio l’atto ci sarà la firma presso un noto studio notarile, che sarà apposto dal Rettore Sergio Caputi e dal dirigente del Patrimonio Federica Mansueti.
Subito dopo la “d’Annunzio” potrà procedere alla gara per assegnare le opere.
Il Corridoio Verde assume un valore strategico per la sostenibilità ambientale e la mobilità in quella parte di Pescara, ricadendo tra la parte retrostante il polo universitario di Viale Pindaro e via Plauto-Rotonda del Tribunale.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Riforma della giustizia tributaria, D’Alfonso: essenziale per il rapporto col contribuente

“La giustizia tributaria è un capitolo essenziale del rapporto tra contribuente e il fisco”. Lo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.