Studio Bankitalia, peggiorano le aspettative delle imprese sulla situazione economica generale

Peggiorano le aspettative delle imprese sulla situazione economica generale e sulle condizioni di accesso al credito. Secondo l’indagine condotta dalla Banca d’Italia tra il 25 maggio e il 17 giugno 2020 sulle imprese italiane con almeno 50 addetti, i giudizi sulla situazione economica generale nel secondo trimestre del 2020 sono peggiorati rispetto alla precedente indagine condotta in marzo. Le imprese riportano “una ampia flessione della domanda corrente”. Le attese a breve termine sulle vendite sono invece meno pessimistiche, cosi’ come quelle sulle proprie condizioni operative. La maggioranza delle imprese indica che “il proprio fatturato ha subito una riduzione a causa della pandemia e prefigura che la propria attivita’ torni ai livelli prevalenti prima della crisi sanitaria in poco meno di un anno; solo il 3 per cento delle aziende ritiene di non poter piu’ tornare a livelli di fatturato pari a quelli precedenti la diffusione del Covid-19”

I giudizi delle imprese sulle condizioni di accesso al credito sono “lievemente peggiorati” nel secondo trimestre rispetto al trimestre precedente(il saldo si e’ ridotto di 3 punti percentuali, da -5). E’ quanto emerge dall’indagine della Banca d’Italia sulle aspettative di inflazione e di crescita. In merito alle misure di supporto alla liquidita’ introdotte dai recenti decreti governativi, il 47 per cento delle imprese ha avanzato richiesta di liquidita’, che e’ stata accordata a circa il 70 per cento di esse in forma totale o parziale.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Turismo, l’allarme degli operatori Cna: intero comparto a rischio con le nuove restrizioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *