Un milione e 350 mila ricerche di personale per assenza di candidati

A fronte di un fabbisogno di circa 4,3 milioni di lavoratori c’è il rischio che restino disattese 1 milione e 350 mila ricerche di personale per assenza di candidati. E’ quanto evidenzia l’indagine “Il lavoro che c’e’, i lavoratori che non ci sono”, realizzata dalla Fondazione Studi Consulenti del Lavoro e presentata in vista della XIII edizione del Festival del Lavoro, organizzata dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro e dalla Fondazione Studi a Bologna dal 23 al 25 giugno. Complesso – spiega la Fondazione – rintracciare i motivi di questa tendenza, che sta diventando allerta alla vigilia della stagione estiva nei comparti a piu’ alta stagionalita’ come le attivita’ ricettive e la ristorazione. Il calo dell’offerta di lavoro (-838 mila persone attive di 15-64 anni tra 2018 e 2021), dovuta allo sfavorevole quadro demografico (636 mila residenti in meno tra 2018 e 2021, di cui 262 mila giovani), ma anche alla crescita degli inattivi (+194 mila nello stesso periodo), interessa anche le componenti della popolazione tradizionalmente piu’ dinamiche, come gli immigrati (14,4% di inattivi in piu’).

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Monachesimo, spiritualità, e luoghi di culto. Convegno a Caramanico Terme

La chiesa di San Tommaso Becket a Caramanico Terme “Monachesimo, spiritualità, e luoghi di culto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.