Dpcm, l’Abruzzo è nell’area gialla. Tutte le novità

L’Abruzzo rientra in “area gialla”. Lo ha annunciato il premier Giuseppe Conte. A partire da venerdi’, in regione saranno in vigore – senza ulteriori restrizioni – le misure introdotte con il Dpcm firmato nella notte dal presidente del Consiglio. Previsto, tra l’altro, il divieto di circolazione dalle ore 22 alle ore 5, salvo comprovati motivi di lavoro, necessita’ e salute. Chiunque si spostera’ in quella fascia oraria dovra’ avere con se’ l’autocertificazione. I centri commerciali saranno chiusi nei giorni festivi e prefestivi. Bar e ristoranti dovranno chiudere alle ore 18; l’asporto e’ consentito fino alle 22, mentre per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni. Per i trasporti pubblici e’ previsto un tasso di affollamento massimo del 50 per cento. Chiusi i “corner scommesse e giochi” nei bar e nelle tabaccherie.

Il piano studiato dal governo e dagli esperti per il contrasto dell’epidemia Covid “e’ la bussola che ci indica dove intervenire e con quali misure”. Lo ha detto il presidente del consiglio, Giuseppe Conte, in conferenza stampa. “Piu’ elevata e’ la circolazione del virus, piu’ restrittive sono le misure che andiamo a introdurre”, ha aggiunto
“La situazione appare particolarmente critica, il virus sta correndo forte ed e’ violento. Nell’ultima settimana il numero di nuovi casi e’ raddoppiato rispetto alla settimana precedente, e l’indice Rt e’ arrivato a 1,7. Sale il numero degli asintomatici, diminuisce in percentuale il numero di chi va in terapia intensiva, ma i numeri sono in aumento ed e’ possibile che alcune regioni raggiungono il livello critico delle terapie intensive”.
“Se avessimo misure uniche su tutto il territorio nazionale avremmo prodotto un duplice effetto negativo: non adottare misure realmente adeguate ed efficaci per le regioni a maggior rischio e di costringere a misure irragionevolmente restrittive le regioni in cui la situazione è meno grave”.

“Tutte queste misure” scatterano “insieme da venerdì” e poi “con future ordinanze del ministro della Salute sulla base dell’aggiornamento sulle condizioni di rischio. Si tratta di ordinanze non arbitrarie e discrezionali perchè recepiranno l’esito del monitoraggio periodico che vien fatto congiuntamente dell’Istituto superiore di Sanità, ministero della Salute e rappresentanti delle Regioni e condivisi anche con Cts”

Nell’area gialla, con criticita’ moderata, ci sono Abruzzo, Basilicata, Campania, Sardegna, Veneto, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Toscana, Province autonome di Trento e Bolzano. In queste zone sara’ vietato circolare dalle 22 alle 5. Lo ha annunciato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in conferenza stampa a palazzo Chigi sul nuovo Dpcm.

Puglia e Sicilia rientrano nell’area arancione. Nell’area rossa sono comprese le regioni Calabria, Lombardia, Piemonte e Valle d’Aosta.

“Da noi, ma in tutta Europa, il virus sta correndo forte, anche violento”. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte. “L’Rt e’ aumentato sino a 1,7 come media nazionale, in alcune regioni vuol dire che e’ anche superiore”, ha aggiunto.

“Con il governo siamo determinati. Se ci fosse necessita’ di disporre di ulteriori risorse, saremmo pronti se del caso a presentarci in Parlamento per un ulteriore scostamento di bilancio, ma non abbiamo ancora deciso”. Lo ha sottolineato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in conferenza stampa a palazzo Chigi sul nuovo dpcm.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Orientamento on-line per gli aspiranti volontari del Servizio Civile Universale del Parco Nazionale della Majella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *