Economia

Unioncamere, finanziati progetti per 2 milioni nelle aree colpite dal sisma

Assistenza tecnica per lo sviluppo commerciale ed il marketing, aiuti all'acquisto di software e applicazioni ICT, azioni di promozione del patrimonio culturale e quindi del turismo, contributi per la riparazione dei danni ai beni mobili strumentali ed il ripristino delle scorte. Sono alcuni degli interventi progettati e, in parte, gia' realizzati dalle Camere di commercio delle aree colpite dal terremoto del 24 agosto 2016. Il sistema camerale, grazie soprattutto al contributo concesso dalle Camere di commercio della Lombardia attraverso l'Unioncamere Regionale, ha potuto finanziare, una serie di progetti destinati ad aiutare le imprese di quelle aree a ripartire. Ognuna delle Camere di commercio nel cui territorio figurano comuni del cratere sismico (Ancona, Ascoli Piceno, Fermo, L'Aquila, Macerata, Perugia, Pescara, Rieti, Teramo, Terni) ha individuato specifiche linee di azione per dare sostegno al tessuto produttivo e contribuire al rilancio delle economie locali. I progetti presentati al Fondo di solidarieta' di Unioncamere, il cui ammontare complessivo supera i 2 milioni di euro, puntano sia all'emissione di voucher, erogazione di incentivi o contributi a fondo perduto destinati al ripristino delle attivita' economiche danneggiate, sia alla valorizzazione dei territori, promuovendone luoghi, eventi ed eccellenze culturali e turistiche e contribuendo, cosi', a rilanciare le imprese della ricettivita', del commercio e dell'artigianato. 

Leggi Tutto »

Dayco, sciopero negli stabilimenti di Chieti e Manoppello

Le Rsu della Dayco di Chieti e Manoppello hanno indetto per oggi uno sciopero unitario a ogni fine turno dopo aver constatato che "l'azienda continua con comportamenti e azioni contrarie a quanto concordato in sede di Confindustria il 28 luglio". Secondo la Rsu, dal nuovo organigramma aziendale Europe Finance Organization si evince il trasferimento di attivita' lavorative da Chieti a Ivrea del Controller Aftermarket e quello di impiegati presso il plant di Colonnella. La Rsu, inoltre, contesta all'azienda di aver contattato personalmente, fuori dalla struttura lavorativa, gruppi di dipendenti al fine di anticipare il loro rientro alle ore 22 del 20 agosto, violando lo stato di agitazione indetto il 3 agosto scorso. La Rsu evidenzia anche il depotenziamento delle strutture abruzzesi a favore di Ivrea per mansioni impiegatizie, di Burolo per la logistica e di fornitori esterni per materie prime e semilavorati e il continuo depotenziamento delle strutture della Ricerca e Sviluppo.

Leggi Tutto »

Turismo, Confesercenti dice no al catastrofismo 

 "Il turismo in Abruzzo deve fare ancora tanti passi avanti, ma chi in questi giorni parla di un calo del 40% non si riferisce a tutto l'Abruzzo e sicuramente non rappresenta il 90% della categoria". La Confesercenti aspetta la chiusura della stagione per i bilanci. Scrivono Rivo Ciabattoni (Assohotel), Gianluca Grimi (Federazione pubblici esercizi Fiepet) e Giuseppe Susi (balneari Fiba) che "la stagione si sta svolgendo con alti e bassi e non tutti i territori stanno vivendo lo stesso trend". "La balneabilita' delle acque, finalmente senza le criticita' degli anni passati, e il bel tempo, stanno aiutando la costa, colmando molti dei ritardi registrati da hotel e camping dopo la paura generata dagli eventi invernali. Non tutto e' stato recuperato, ma rispetto ai timori il calo non e' catastrofico". Per Confesercenti l'Abruzzo "ha bisogno certamente di una fase nuova nel turismo, con un progetto strutturale e un'immagine radicalmente modificata capace di farla diventare appetibile per nuove fasce di utenza". Il contributo "dato dagli attuali strumenti organizzativi - prosegue la nota dell'associazione di categoria - e' molto scarso e vanno rivisti subito: serve invece una progettualita' forte che coinvolga anche il sistema dei trasporti e della mobilita', e gia' dalla fine di questa stagione occorre fermarsi e ragionare insieme". 

Leggi Tutto »

Pepe: allarghiamo il periodo di caccia al cinghiale 

L'assessore regionale alle Politiche agricole, della regione Abruzzo Dino Pepe, va avanti con la sua battaglia per l'allargamento del periodo utile per la caccia al cinghiale. Oltre alla lettera ai ministri Maurizio Martina e Gian Luca Galletti ed ai Parlamentari abruzzesi con la richiesta di "modificare la Legge quadro sulla caccia numero 157, ampliando il periodo di caccia in braccata per il cinghiale da settembre a gennaio" l'assessore si farà promotore di una serie di iniziative per ottenere il risultato auspicato anche da migliaia di agricoltori abruzzesi, che ogni anno devono fare i conti con un fenomeno, quello della crescita e proliferazione incontrollata dei cinghiali che sta assumendo, in Abruzzo dimensioni pericolose.

"Ad oggi il cinghiale, al pari del merlo, può essere cacciato solo tre mesi l'anno", spiega Pepe.

A Bomba organizzato dall'associazione delle vittime da animali selvatici (Avas), i risultati delle attività di contenimento dei cinghiali messe in atto dalla Regione Abruzzo a tutela dei campi agricoli. Le attività di selezione e controllo hanno consentito di abbattere 1.875 capi, così ripartiti su base provinciale: Chieti 983 capi; L'Aquila 662 capi; Teramo 139 capi; Pescara 91 capi. Alle azioni di abbattimento, eseguite dalla Polizia Provinciale insieme con le squadre di sele-cacciatori, si sono aggiunte anche le azioni di prevenzione coordinate dagli Ambiti Territoriali di Caccia.

Eclatante il dato rilevato nella sola provincia di L'Aquila dove il danno si è ridotto del 70%. Importanti anche i risultati ottenuti a Teramo e Pescara con flessioni rispettivamente del 33% e 49%. 

Leggi Tutto »

Gironi Divini, 26 cantine tra vicoli e palazzi a Tagliacozzo 

Torna Gironi divini, tra gli eventi piu' attesi dell'estate. Da giovedi' 17 fino a sabato 19 agosto, sara' il centro storico di Tagliacozzo, con vicoli e palazzi storici, a fare da cornice all'evento che per la prima volta vede la partecipazione di 26 cantine vinicole abruzzesi, con oltre 130 vini in rappresentanza di tutte le provincie. L'appuntamento dedicato a Dante Alighieri e alla battaglia di Tagliacozzo (tra i ghibellini sostenitori di Corradino di Svevia e le truppe angioine di Carlo I) citata nella Divina Commedia, sara' l'occasione per conoscere meglio le tradizioni e la storia della citta', ma anche scorci caratteristici fuori dai tradizionali percorsi. Il binomio tra storia ed enologia ancora una volta la fara' da padrone a Gironi divini dove saranno presenti punti food di qualita', selezionati in base a diverse tipologie di gastronomiche. L'evento e' organizzato con la collaborazione di Terrextra Dmc Marsica. L'obiettivo e' presentare a turisti e visitatori che arriveranno da Marsica e Abruzzo uno spaccato della migliore produzione vinicola abruzzese, fatto di nomi noti ma anche di nuove e piccole aziende che spesso non hanno la visibilita' che meriterebbero. Per fare questo sono state attrezzate le "stazioni del vino", dislocate lungo il percorso e dedicate ognuna a un vitigno autoctono della regione che apriranno i battenti ogni sera dalle 19.30. Ci sara' poi lo spazio "Enoteca Abruzzo", nel Palazzo Ducale, dove poter assaggiare tutti i vini presenti selezionati per catturare tutti i palati e diversi punti food dove fermarsi per degustare prodotti tipici abruzzesi preparati sul momento. Poi, degustazioni a tema, riservate agli operatori di settore in cui verranno coinvolti oltre cinquanta tra ristoratori ed enotecari. Infine, parte centrale dell'evento sara' il piccolo "Torneo del vino" (il vino di Dante) che chiamera' il pubblico a eleggere i migliori tre vini della manifestazione nelle categorie bianco, rosato e rosso. Questo evento e' su prenotazione e si svolgera' nelle tre sere in programma dalle 22.15 nella sala delle carceri del Palazzo Ducale

Leggi Tutto »

Confartigianato, in Abruzzo e’ boom prodotti tipici 

"La dieta mediterranea fa bene alla linea e alla salute. Qualita' e geninuita' dei prodotti artigiani, caratteristiche tipiche della tradizione enogastronomica dell'Abruzzo, sono aspetti che i consumatori tengono ben presenti anche durante l'estate. Tra gelati, birre, street food, pizza e olio d'oliva, le famiglie abruzzesi spendono diverse centinaia di milioni di euro". Lo rivela Confartigianato Abruzzo, che ha analizzato i dati contenuti in un'elaborazione della Confederazione nazionale. La spesa maggiore - una media di 118 euro a famiglia - e' dedicata al condimento per eccellenza: l'olio d'oliva. Per la pizza, simbolo del cibo 'made in italy' la cifra scende a 115 euro. Immancabile d'estate il gelato, per cui ogni famiglia spende in media 72 euro. Subito dopo c'e' la birra, per cui gli abruzzesi spendono mediamente 71 euro. L'alimentazione abruzzese, evidenzia Confartigianato, fa bene anche all'economia e all'occupazione del territorio. A custodire i segreti del gusto 'made in Abruzzo', garantendo la qualita' e la varieta' del cibo sempre piu' apprezzato da turisti italiani e stranieri, sono i produttori artigiani: Confartigianato ha calcolato che per soddisfare la domanda di gelati, birre, pizza, street food, olio si muove un esercito di 1.114 imprese, con 2.156 addetti. Del totale, 645 imprese sono attive nel settore dello street food, pizza e cibo da asporto, 347 in quello della gelateria e della pasticceria, 111 in quello della produzione di olio d'oliva e olii vegetali e 11 in quella della produzione di birra. In testa c'e' la provincia di Chieti, con 324 imprese, seguita da Pescara (299), Teramo (258) e L'Aquila (233). "La qualita' e la genuinita' dei prodotti 'made in Abruzzo' - afferma il direttore regionale di Confartigianato, Daniele Giangiulli - fanno bene alla salute, fanno muovere l'economia e rappresentano uno dei biglietti da visita della nostra regione in Italia e nel mondo. L'invito ai cittadini e' quello di consumare abruzzese e agli esercenti di vendere abruzzese. La 'ricetta' dei prodotti artigiani e' il rispetto delle materie prime e delle tecniche di lavorazione tradizionali. Non manca - conclude Giangiulli - un'attenzione sempre piu' diffusa a soddisfare particolari esigenze dietetiche o legate a intolleranze alimentari della clientela". 

Leggi Tutto »

Sull’autostrada A24 app per scoprire ristoranti e prodotti 

Il viaggio di chi va in vacanza puo' diventare un'ottima occasione per conoscere i prodotti tipici del territorio attraversato. E' questo lo spirito con cui nasce CaselloTypico, una app per buongustai che consente a chi viaggia di conoscere i ristoranti tipici, prodotti tipici certificati e aziende che producono le tipicita' enogastronomiche italiane. CaselloTypico, che in futuro sara' disponibile per l'intera rete autostradale, attualmente e' consultabile nella maggiori autostrade delle vacanze, tra cui la A24 e A25 (Roma-L'Aquila-Teramo e Roma-Pescara), che collegano il Lazio con l'Abruzzo, gestite dalla concessionaria strada parchi spa. E' consultabile anche su A14 (Bologna-Taranto), A12 (Genova-Roma) e A22 (Modena-Brennero). In sostanza, CaselloTypico e' una guida interattiva per chi viaggia in autostrada e, nel raggio massimo di dieci chilometri da un qualsiasi casello, "vuole concedersi una sosta in cui coniugare curiosita' turistica e gusto per il prodotto tipico italiano". Una deviazione di pochi minuti dal percorso autostradale, con tutte le indicazioni di CaselloTypico sia in forma testuale che vocale, consente all'utente di conoscere i ristoranti piu' caratteristici, i prodotti certificati di qualita' e le aziende dove e' possibile acquistare le migliori produzioni del settore. La app puo' essere usata con la geolocalizzazione da chi si trova a passare in un determinato tratto ma anche da chi - volendo pianificare il viaggio - programma in anticipo le soste lungo il percorso. "Pensiamo di aver realizzato uno strumento utile e anche divertente che puo' contribuire a valorizzare il territorio italiano e le sue specialita'" spiega Edoardo Fedele, amministratore delegato di Typimedia, la societa' editoriale che ha prodotto e messo online la app scaricabile per tutti i tipi di device, attraverso Apple Store e Google Play. Presto la app sara' integrata da una versione web consultabile anche da desktop.  Ad oggi sono state censite piu' di 1.000 strutture, fra aziende e ristoranti, nel raggio di 10 km dai primi 158 caselli, per ognuno dei quali e' disponibile una mappa interattiva della zona circostante con i luoghi d'interesse, le migliori opportunita' gastronomiche e la possibilita' di lasciare i propri commenti.

Leggi Tutto »

Aumenta il numero delle imprese in provincia dell’Aquila

Aumenta il numero delle imprese in provincia dell'Aquila, nel secondo trimestre del 2017 e la crescita, pari a +0,63%, segna un aumento rispetto all'incremento evidenziato nello stesso periodo del 2016 (+0,5%). I dati di Movimprese, l'analisi trimestrale condotta da InfoCamere, induce la Camera di Commercio dell'Aquila a parlare di "segnali positivi" per l'economia del comprensorio. Tra aprile e giugno scorsi nell'Aquilano si sono iscritte 464 imprese e ne sono cessate 275, con un saldo positivo di 86 imprese. Il tasso di crescita, nel periodo considerato, ha portato ad avere uno stock imprenditoriale di 30.158 imprese e 36.951 localizzazioni. Ampliando il raggio, il tasso di incremento della provincia aquilana e' superiore sia a quello delle altre tre province abruzzesi (+0,60% Teramo, +0,42% Pescara, +0,55% Chieti) sia alla media regionale (+0,55%) e sia alla media nazionale a (+0,59%). I settori piu' dinamici, nell'Aquilano, sono stati l'agricoltura e i servizi alle imprese.

Leggi Tutto »

Farindola, ‘Pecorino e Pecorini’ festeggia i 10 anni

Pecorino & Pecorini, rassegna enogastronomica festeggia il decennale e immerge nuovamente Farindola in tre serate di delizia e divertimento e si propone come “sfida resiliente e positiva” per il rilancio di un territorio tristemente segnato.

 

Da venerdì 11 a domenica 13 agosto, il borgo ai piedi del Gran Sasso orientale darà vita per tre serate a un viaggio nel gusto e nella tradizione: sapori antichi che si incontrano e si sposano tra i vicoli del centro storico, all’insegna del connubio tra il formaggio Pecorino, tesoro farindolese unico al mondo, e la selezione del miglior vino Pecorino prodotto da oltre 20 cantine della regione. Una kermesse apprezzata, lo scorso anno, dalle circa 5mila persone che hanno affollato Farindola in 3 serate.

 

Un format improntato all’alta qualità, al centro anche del convegno che questa mattina, mercoledì 9 agosto, si è tenuto sul lungomare di Pescara, al Saturno Beach Club. “Accoglienza e qualità: strumenti per lo sviluppo del turismo abruzzese”, è il titolo del dibattito, moderato dall’esperto enogastronomo Gianluca Marchesani, che ha visto gli operatori del settore turistico discutere le possibilità di sviluppo derivanti da un’accoglienza orientata all’eccellenza, dalle cime del Gran Sasso fino alle rive dell’Adriatico.

 

«Pecorino & Pecorini – ha rimarcato Luca Labricciosa, presidente dell’Associazione Culturale La Zanzara, organizzatrice dell’evento – è l’esempio di ciò che dovrebbe essere l’esperienza globale da far vivere a chi visita i borghi d’Abruzzo: un tour del centro storico di Farindola accompagnato dalle degustazioni dei prodotti più tipici del territorio, mentre nei ristoranti e nelle strutture alberghiere ci sarà un’accoglienza vera e propria, mirata a far innamorare i turisti dei luoghi e delle persone. Un turismo d’alta qualità, ben lontano da modelli purtroppo attuali che lasciano il turista privo di un itinerario, libero anche di creare danni all’ambiente e al paesaggio. Eventi come questo propongono un modello nuovo che possa dare quello slancio che il turismo regionale non ha mai avuto, dedicato sia agli stranieri che a quegli abruzzesi che non conoscono bene l’Abruzzo. È assurdo che il solo il 7% del PIL regionale sia prodotto dal turismo: bisogna andare oltre la semplice scampagnata e accompagnare la visita turistica con attività quali degustazioni e visite guidate nei borghi o escursioni in trekking o a cavallo».

 

Una filosofia che supera il low-cost e punta all’offerta d’eccellenza, così come ha insegnato con successo l’esempio dell’Hotel Rigopiano, la cui ferita rimane nei cuori di tutti i farindolesi e a cui viene simbolicamente dedicata l’edizione del decennale di Pecorino & Pecorini. Un modello capace di lasciare un ricordo migliore a chi visita l’Abruzzo e un riscontro economico migliore agli operatori dei territori visitati.

 

Tematiche condivise anche dagli altri relatori del convegno: è stato Angelo D’Ottavio, presidente del Circuito di Credito Commerciale Abrex,partner della manifestazione e in rappresentanza del GAL-DMC Terre Pescaresi, a sottolineare che «manifestazioni come Pecorino & Pecorini vanno sostenute per guardare con ottimismo a un futuro positivo: sono una sfida resiliente per il rilancio di territori, segnati da maltempo e catastrofi, come quelli di Rigopiano e Farindola, e da replicare in tanti borghi d’Abruzzo».

 

A testimoniare la volontà di risorgere, Federica Giuliani, rappresentante del Tour Operator Wolftour e della Cooperativa TU.TE.VE (Turismo Terre Vestine), ha sottolineato la partecipazione tra le attività partner dell’evento de La Cuccumella, ristorante e ostello recentemente riaperto da 7 ex dipendenti dell’Hotel Rigopiano, rimasti senza lavoro dopo la tragica valanga del 18 gennaio: «Eventi come Pecorino  & Pecorini sono l’emblema di un territorio che vuole rinascere -  ha concluso la giovane operatrice turistica – e anche grazie a queste manifestazioni che le 5 camere de La Cuccumella sono prenotate fino al 20 agosto, soprattutto da stranieri».

 

IL PROGRAMMA DI PECORINO & PECORINI

Divenuto ormai un must tra gli eventi enogastronomici estivi, contraddistinto dall’alta qualità delle degustazioni proposte e dagli spettacoli che animano le piazzette del borgo di Farindola, prediligendo la buona musica a quella più chiassosa, Pecorino & Pecorini offre un percorso degustativo attraverso il centro storico di Farindola.

Quattro piazze ospiteranno i caseifici del Consorzio di Tutela del Pecorino di Farindola e maestri sommelier professionisti, pronti a consigliare l’abbinamento ideale tra vino e formaggio. Tutto accompagnato da esibizioni musicali live, ogni sera e in tutte le location a partire dalle 21:15.

I palati più fini saranno coccolati da numerose altre tipicità d’eccellenza abruzzese: miele, biscotti, cioccolato e birre artigianali, olio autoctono e pane casereccio. E per i più golosi, i ristoranti convenzionati con l’evento offriranno menù a tema.

Tra storia e leggenda, infine, l’apertura di Pecorino & Pecorini sarà affidata nuovamente al Viaggio del Formaggio: venerdì alle 22:30, dalla casera consortile, verrà rievocato il percorso che il Pecorino percorre dai pascoli sui monti fino alla tavola, con una folkloristica sfilata che attraverserà tutto il paese e terminerà in piazza Marconi, culminando in un cerimoniale celebrato dal maestro cioccolatiere Ezio Centini.

 

Le cantine

Cantina Galasso (Loreto Aprutino-PE), Cantina Collefrisio (Frisa-CH), Masseria Coste di Brenta (Camicie-CH), Azienda agricola Ciavolich (Miglianico-CH), Chiusa Grande (Nocciano-PE), Azienda agricola Costantini (Città Sant’Angelo-PE), Azienda agricola Centorame (Atri-TE), Cantina Anfra (Pineto-TE), Tenuta I Fauri (Chieti), Azienda agricola Contesa (Collecorvino-PE), Tenute Barone di Valforte (Silvi-TE), Cantine Mucci (Torino di Sangro-CH), Azienda agricola San Lorenzo (Castilenti-TE), Cantina sociale Sincarpa (Torrevecchia Teatina-CH), Azienda vinicola Torre Zambra (Villamagna-CH), Casal Thaulero (Ortona-CH), Vini Marchesi de Cordano (Loreto Aprutino-PE), Azienda Agricola Torri Cantine (Torano Nuovo-TE), Citra Vini (Ortona-CH), Azienda vinicola Cascina del Colle (Villamagna-CH), Tenimenti Gianluca Orsini (Chieti), Marramiero Vini (Rosciano-PE).

 

Il Pecorino di Farindola

Azienda agricola D’Agostino Daniele, Azienda agricola Astolfi Raffaele, Azienda agricola Martinelli Pietro Paolo, Azienda agricola Marcella Mirko, Cooperativa Agricola Masseria del Parco.

 

Le tipicità

Olio Azienda agricola Cantagallo Marcello, Oleificio Gentile, Salumi Azienda agricola Di Mascio, Panificio Villa Cupoli, Panficio Vecchio Forno, Birrificio Lacu, Centini Chocolate, Miele apicoltura Colle Ranieri.

 

Le band

Piazza Marconi

Venerdì 11 agosto, ore 22:30 GIANLUCAVOX WITH JOS&FAB-Tribute band David Bowie & Pink Floyd;

Sabato 12 agosto, ore 22:30 PRENDILA COSÌ-Tribute band Lucio Battisti

Domenica 13 agosto, ore 22:30 NONAME -Rock, elettronica, pop, cover italiane e internazionali

Tutte le sere live music in piazza Mazzocca, piazzale Trieste e largo S.Cesidio dalle 21:15.

 

APPecorino

Pecorino & Pecorini diventa anche un'applicazione per dispositivi iOS e Android: basterà scaricarla gratuitamente da AppStore di Apple e PlayStore di Google per vivere l'applicazione in modalità multimediale. Arrivati a Farindola attivate il Bluetooth e, grazie alla tecnologia iBeacon, il vostro smartphone e il vostro tablet rileveranno automaticamente tutte le piazze che ospitano Pecorino & Pecorini, informandovi al vostro passaggio sulle aziende e i prodotti in degustazione e sugli eventi in programma. Oltre a tutte le informazioni, attivando il GPS troverete anche la mappa interattiva dei ristoranti partners.

 

Leggi Tutto »

Imprese innovative, al via la seconda edizione del ‘Premio Cambiamenti’

C'è tempo fino al 20 settembre prossimo per partecipare alla seconda edizione di "Cambiamenti", il premio al pensiero innovativo delle nuove imprese italiane indetto dalla Cna Nazionale, insieme ad Artigiancassa e ai colossi del web Google e Facebook. Il riconoscimento verrà assegnato il prossimo 30 novembre a Roma. "Obiettivo del premio – dice il presidente dei Giovani Imprenditori di Cna Abruzzo, Luca Lecce, che è anche componente della presidenza nazionale - è promuovere il merito e offrire occasioni di confronto e visibilità a quelle imprese che con la loro attività rappresentano ogni giorno il meglio dell'Italia e rendono il Paese competitivo".

Le candidature al premio, riservato ad imprese costituite dopo il 1° Gennaio 2014, devono essere fatta attraverso il portale dedicato, all'indirizzo www.premiocambiamenti.it. Dopo il successo dell'edizione passata, con oltre 600 imprese candidate, 304 comuni coinvolti e 23 eventi territoriali con 22 finalisti premiati, tra cui il vastese Fabrizio Lucci, la Cna rilancia così una manifestazione che vanta una "dote" piuttosto interessante riservata al vincitore: 20mila euro in denaro o come primo investimento in una campagna di crowdfunding; 2mila euro in voucher di servizi di consulenza presso la sede Cna territoriale più vicina; due anni di adesione al sistema Cna; quattro ore di consulenza dei migliori esperti di Facebook su temi di social marketing, advertising e brand content; quattro ore di consulenza degli esperti di Google su temi di marketing, mobile, export, measurement; viaggio e ospitalità a Dublino; due giornate di studio/consulenza sui temi dell'ibridazione della manifattura, della digitalizzazione dei processi con un'attività di prototipazione (Desktop Fabrication) realizzata nel laboratorio di Roland DG Italia. Il tutto, senza dimenticare incontri con investitori, acceleratori e altre strutture legate alla rete di Italia start-up, consulenza sulle potenzialità del crowdfunding, supporto per la costruzione di campagne "ad hoc".

Per la seconda e terza classificata il premio in denaro o come primo investimento è di 5mila euro, oltre a 2mila euro in voucher di servizi di consulenza presso la sede Cna, sostegno all'azienda per lo sviluppo di una campagna di advertising su Facebook del valore di 1500 euro oltre alla consulenza di Google, Roland DG e Italia Startup. "L'iniziativa di Cna lanciata lo scorso anno proprio dall'Abruzzo - aggiunge Lecce - ha riscosso un ottimo successo. Quest'anno abbiamo deciso di affidare la promozione dell'edizione 2017 ai gruppi di Giovani imprenditori di Avezzano, L'Aquila, Teramo, Pescara e Chieti per la loro naturale propensione ad intercettare start-up ed aziende innovatrici nel nostro territorio, e per questo a settembre daremo vita a una attività di animazione sul territorio. Una opportunità da non perdere per le imprese abruzzesi non solo per il contributo in denaro, ma anche per le possibilità di formazione, specializzazione e servizi di consulenza, fondamentali per alimentare il successo anche di una buona idea imprenditoriale".

Leggi Tutto »