Economia

Tomei (Cna) chiede misure urgenti per rilanciare il turismo in Abruzzo

Misure rapide e straordinarie per il rilancio del turismo abruzzese, a cominciare da quello invernale, che coinvolgano operatori e istituzioni. A lanciare un appello alle Istituzioni è il responsabile di Cna Turismo, Cristiano Tomei, per mettere in campo subito proposte vincenti per superare il momento difficile che l'Abruzzo sta vivendo. "La scelta dell'assessore al Turismo, Giovanni Lolli, di convocare nei giorni scorsi un tavolo aperto a tutte le associazioni del settore si e' rivelata giusta; ma adesso occorre tradurre questa disponibilita' manifestata da tutte le parti in proposte concrete. A detta di Tomei, gli operatori turistici abruzzesi (albergatori, gestori di impianti di risalita, ristoratori) - pur fortemente penalizzati dalla caduta degli incassi provocata dall'emergenza maltempo, potrebbero mettere subito in campo pacchetti promozionali legati alle loro strutture, venendo fortemente incontro soprattutto alle famiglie; mentre alla Regione, da parte sua, dovrebbe competere il coordinamento degli interventi, la promozione sui media, l'incentivo all'uso del trasporto pubblico, la messa a punto di accordi con strutture culturali e del tempo libero". "Solo in questo modo, conclude Tomei, sara' possibile imprimere una sterzata positiva a una stagione partita male, e nello stesso tempo gettare le basi per un metodo da applicare, di qui a pochi mesi, anche all'offerta estiva".

 

Leggi Tutto »

Fondi Ue, Cretu: risultati deludenti

"I risultati dei progetti finanziati o cofinanziati con le risorse europee, specie nel Mezzogiorno, sono deludenti". Lo ha detto la commissaria Ue alle politiche regionali Corina Cretu prima di partire in visita in Italia. Cretu visitera' le zone colpite dal terremoto in centro Italia e Pompei. "C'e' un problema di capacita' amministrativa" nel Meridione, "non vediamo davvero la crescita e il lavoro che ci aspettiamo", ha commentato la commissaria. Cretu ha ammesso che negli ultimi mesi l'utilizzo dei fondi strutturali europei da parte dell'Italia e' migliorata - i progetti italiani selezionati come beneficiari di fondi Ue sono passati dal 13,6% di ottobre 2016 al 33% di gennaio 2017 - tuttavia la commissaria ha aggiunto: "Siamo preoccupati per il Mezzogiorno". Domani Cretu incontrera' i presidenti di Sicilia, Abruzzo, Campania, Molise, Puglia, Calabria, Sardegna e Basilicata, e interverra' anche il presidente dell'Anci Antonio Decaro

Leggi Tutto »

Interreg Med 14-20, al via progetto europeo ‘New Finance’

Si e' tenuto nei giorni scorsi a Zagabria il primo meeting del progetto europeo 'New finance for energy efficiency measures in public buildings' con l'intento di dare avvio al coordinamento delle attivita' previste. Lo rende noto il dirigente del Servizio Energia della Regione Abruzzo, Iris Flacco, la quale ha precisato che durante l'incontro sono stati presentati i principali obiettivi, i pacchetti di lavoro contemplati, i rispettivi ruoli dei partner e i risultati attesi, nonche' sono state concordate le prime attivita' da porre in essere nei prossimi mesi. Il progetto verte sulle forme di investimento e finanziamento innovative per misure di efficienza energetica negli edifici pubblici a livello transnazionale. "In particolare - spiega Flacco - l'obiettivo del progetto e' quello di accrescere le forme di partenariato pubblico-private attraverso un coinvolgimento attivo degli stakeholder dei territori coinvolti". I risultati attesi sono: la realizzazione di una piattaforma virtuale che raccoglie modelli innovativi di implementazione e strumenti per supportare il processo di networking tra i proprietari di edifici pubblici e gli istituti finanziari; attivita' di raccolta e studio di 24 modelli di business innovativi in tema di efficienza energetica e di 5 modelli basati sulla combinazione di fondi pubblici e privati che saranno replicati in almeno 3 diversi paesi con il coinvolgimento di 5 diverse autorita' locali; implementazione di attivita' di training. L'Agenzia Regionale per l'Energia (Araen) e' stata individuata quale responsabile delle attivita' di comunicazione del progetto, con il compito di definire la strategia di comunicazione e realizzare il 'communication tool kit' per le amministrazioni con il fine di organizzare e gestire le attivita' di networking. Il progetto e' coordinato da North-West Croatia Regional Energy Agency (Croazia) ed e' stato presentato in partenariato con Catalan Institute for Energy (Spagna); Malta Intelligent Energy Management Agency (Malta); Energy Agency of Savinjska, Saleska and Koroska Region (Slovenia); Development Agency of the Una - Sana Canton (Bosnia ed Herzegovina); Ministry for Construction, Spatial Planning and Environmental Protection of the Una-Sana Canton (Bosnia ed Herzegovina) in qualita' di partner associato. Il budget del progetto, che ha una durata pari a mesi 18 con chiusura lavori prevista al 30 aprile 2018, ammonta a 931 mila euro. 

Leggi Tutto »

Coldiretti Abruzzo stima in 52 milioni di euro i danni del maltempo

Coldiretti Abruzzo, nel documento inviato al presidente della Regione Abruzzo Luciano D'Alfonso e all'assessore alle Politiche Agricole Dino Pepe, analizza e quantifica le conseguenze indirette delle calamita' che si sono susseguite a partire dal 5 gennaio scorso fino alla meta' di gennaio abbattendosi su tutta la comunita' abruzzese e, da un punto di vista economico, sull'agricoltura in particolare. Basandosi sulle medie storiche di produzione regionale e sulle segnalazioni effettuate dalle aziende agricole, Coldiretti stima un danno indiretto al settore di 52 milioni di euro relativi all'interruzione dell'attivita' agricola e al tempo necessario per il ripristino della normale attivita'. "Un dato che non ha bisogno di commenti - spiega Coldiretti Abruzzo - e che di certo si ripercuotera' su tutta l'economia regionale, non sono agricola"

Nel dettaglio, il settore piu' colpito e' sicuramente quello zootecnico con un danno indiretto stimato cosi' ripartito: per i bovini da latte la perdita e' stimata in 6milioni di euro tra mancato reddito relativo al tardivo o omesso ritiro del latte e una perdita di reddito (la normale funzionalita' di un'azienda agricola potra' riprendere solo in estate inoltrata) quantificabile in via presuntiva in circa 5 milioni; per gli ovini da carne e da latte il danno e' quantificabile in circa 9milioni di euro per le mancate nascite mentre per le morti premature in circa 6 milioni; per i suini da carne il danno consiste nella perdita del capo e di fatto di tutto il ciclo produttivo dell'anno a cui si devono aggiungere ingenti danni alle strutture il cui ripristino potra' avvenire solo dopo la ricostituzione della consistenza di stalla. Valore stimato del danno e' circa 2 milioni e 500mila euro. Oltre al settore zootecnico, sono stati registrati danni al settore olivicolo con una stima presunta dei danni, diretti e indiretti, che si aggira introno al 35% della produzione lorda aziendale ed e' quantificabile all'incirca in quindici milioni di euro. Per il settore ricettivo (agriturismo), va considerato che nelle zone particolarmente interessate dagli eventi gli agriturismi sono circa 160, molti dei quali gia' fortemente colpiti dal sisma del 2009 e negli ultimi anni in ripresa, con un danno ad oggi quantificabile in termini di mancate presenze in circa nove milioni.

Leggi Tutto »

Bando per la mobilità degli apprendisti

Un progetto pilota per potenziare le competenze e favorire prospettive di occupazione dei giovani impegnati nei tirocini all'estero. E' una delle iniziative decise dalla Commissione europea nell'ambito del programma sulla mobilita' per i giovani che svolgono apprendistato fuori dal proprio paese di origine. Il piano di attivita', per il quale sono stati stanziati 2 milioni e 841 mila euro, intende rimuovere le difficolta' e gli ostacoli amministrativi che impediscono ai tirocinanti lunghi soggiorni nei paesi dell'Unione, diffondendo, al contempo, le buone pratiche e i fattori di successo legati a tali esperienze. Al bando, che scadra' il 28 marzo 2017, possono partecipare le organizzazioni e la istituzioni competenti, attraverso la formulazione di appositi protocolli di intesa. Per tutte le informazioni si puo' fare riferimento ai seguenti link https://ec.europa.eu/education/policy/vocational-policy/ecvet_en. htm; http: //www.ecvet-secretariat.ue.

Leggi Tutto »

Decreto Salva-Banche, appello Fiaip al Governo e ai Senatori

La FIAIP chiede al Presidente del Consiglio dei Ministri On. Paolo Gentiloni di fare proprio l’emendamento 7.0.1 al decreto Salva – banche, depositato e firmato da 56 Senatori della Repubblica e fa appello a tutti i Senatori della Repubblica Italiana affinchè possano votare unitariamente per la tutela del mercato immobiliare e per far rispettare le più basilari regole concorrenziali.

Dopo un primo appello lanciato nei giorni scorsi da Fiaip ai parlamentari, che oggi viene pubblicato su alcuni quotidiani nazionali, tra cui La Repubblica e La Stampa, sono infatti già 56 le adesioni trasversali dei senatori all’emendamento presentato dal Senatore Vincenzo Gibiino (FI), Presidente dell’OPMI - Osservatorio parlamentare sul mercato immobiliare e dal Sen. Antonio D’Alì (FI) affinché si possa introdurre nel disegno di legge di conversione del decreto legge 273/2016 il divieto per le banche di esercitare, attraverso l’acquisizione di partecipazioni societarie, l’attività di intermediazione immobiliare.

Tra i 56 aderenti compaiono i nomi del Sen. Paolo Romani (FI), del Sen. Stefano Candiani (LEGA NORD), della Sen. Erika Stefani (LEGA NORD), della Sen. Maria Spillabotte (PD), del Sen. Stefano Esposito (PD), della Sen. Camilla Fabbri (PD), del Sen. Piero Aiello (NCD – Cpi), del Sen. Gaetano Quagliariello (GAL), del Sen. Luigi Compagna (CoR), del Sen. Luis Alberto Orellana (AUT), del Sen. Antonio Milo (ALA), della Sen. Serenella Fucksia (Gruppo Misto), del Sen. Gabriele Albertini (AP), e del Vice presidente del Senato Sen. Maurizio Gasparri (FI).

Il presidente nazionale Fiaip, Paolo Righi, che firma l’appello al Governo e ai Senatori, afferma come sono già “Cinquantasei i Senatori della Repubblica, che trasversalmente a quasi tutti i partiti, hanno sottoscritto un emendamento a firma Gibiino-D’Alì, che vieta alle banche di essere proprietarie di agenzie immobiliari, mutuandolo proprio dall’atto del Congresso Americano e proprio per evitare che la commistione Immobiliare-Finanza, possa causare in futuro quanto già accaduto nel 2008. Commistione peraltro già vietata dal D.Lgs. 141/2010, ma che a mio parere viene puntualmente disapplicata proprio dai comportamenti di alcune banche italiane”.

“Si aggiunga a questo – continua Righi - che noi imprenditori e professionisti italiani siamo sottoposti ad una pressione fiscale complessiva ormai vicina al 65% e che svolgiamo le nostre attività combattendo ogni giorno senza che nessuno pensi di fare un decreto “Salva-Imprenditori”. Pur rispettosi delle fondamenta dell’economia, che vedono nella libera concorrenza il vero volano della crescita, non riusciamo a comprendere come le banche che ricevono aiuti di Stato possano svolgere la nostra stessa professione, senza appunto, violare i più elementari canoni della libera concorrenza. La proprietà immobiliare e la trasparenza delle transazioni immobiliari sono alla base della pace sociale e del benessere delle famiglie, per cui, illustrissimo Presidente del Consiglio, illustrissimi Senatori, non consegnate questi valori fondamentali per la nostra economia alla cattiva finanza, con l’ennesimo favore concesso ad alcune banche. Vi sono nel nostro Paese grandi e piccole banche che ogni giorno fanno il loro lavoro con un occhio sempre attento alle esigenze dei cittadini e delle imprese, questi istituti svolgono la loro attività meritoria pensando esclusivamente a fare bene il loro lavoro, senza minimamente pensare di sostituirsi a coloro i quali dovrebbero finanziare”.

La FIAIP, Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali, chiede al Presidente del Consiglio dei Ministri di fare proprio l’emendamento 7.0.1 depositato e firmato da 56 Senatori della Repubblica e altresì si appella a tutti i Senatori della Repubblica Italiana affinché possano votare unitariamente per la tutela del mercato immobiliare e per far rispettare le più basilari regole concorrenziali.

Leggi Tutto »

Porto di Pescara, aiuti alle società di servizio

Potranno essere presentate da lunedi' 13 febbraio le domande di finanziamento per aderire all'avviso pubblico, per contributi in de minimis, dal titolo: "Aiuto alle imprese che svolgono attivita' di servizio ai traffici marittimi operanti nel porto di Pescara". Venerdi' prossimo, infatti, verra' pubblicato sul Burat l'Avviso pubblico che di fatto apre la finestra per la presentazione delle domande dal 13 febbraio al 15 marzo 2017.

Le domande potranno essere presentate unicamente sulla piattaforma informatica della Regione Abruzzo. Obiettivo dell'Avviso e' accompagnare il processo di reintegrazione sul mercato delle imprese che svolgono attivita' di servizio ai traffici marittimi e che operano nel Porto di Pescara. La misura e' stata assunta a seguito delle difficolta' operative e dei minori introiti registrati da queste societa' a seguito dei lavoro di insabbiamento dei fondali del porto. La dotazione finanziaria dell'Avviso e' di 200 mila euro; possono presentare domanda: le agenzie marittime, gli spedizionieri e agenti doganali della Capitaneria di Porto di Pescara. L'aiuto previsto per ciascuna impresa e' determinato in proporzione alla differenza del fatturato 2013 e la media dei fatturati nel periodo 2008-2010

Leggi Tutto »

Quasi 250 stalle crollate nel teramano

Ammonta a quasi 250 il numero di stalle crollate nel Teramano a seguito della recente ondata di maltempo che ha colpito l'intera provincia, dato che costituisce oltre l'87% del totale di 282 registrato nell'intera regione Abruzzo nei giorni tra il 17 e il 21 gennaio scorsi. Sono alcuni dei numeri illustrati dai componenti del Tavolo di coordinamento delle emergenze zootecniche e veterinarie, al quale hanno contribuito personale dei Comando Carabinieri Forestale, dell'Istituto zooprofilattico "G. Caporale", Asl, Cives Protezione Civile, Guardie ambientali, Oipa, Gran Sasso Laga Park e Servizi veterinari della Regione Abruzzo. Le conseguenze del maltempo hanno provocato grandi difficolta' agli allevatori in particolare, che lamentano pesantissime perdite di capi, deceduti e menomati sotto il crollo di tettoie e capannoni, o che registrano un drammatico calo della produzione di latte e carne, per lo stress cui sono stati sottoposti i capi superstiti. Soltanto nel settore avicolo si conta la mori'a di oltre 150 mila polli, cosi' come e' ancora in corso il calcolo dei suini uccisi dai crolli provocati dall'eccezionale nevicata: in un allevamento di Castel Castagna, su una popolazione presente di oltre 11mila maiali, almeno 3mila non sono scampati ai danni. Analogo discorso per i bovini (151 decessi) e gli ovi-caprini (1.157 decessi).

Leggi Tutto »

Confesercenti avvia la conta dei danni alle imprese per il maltempo

Al via il censimento dei danni alle imprese. Dopo l'iniziativa Sos Confesercenti, che ha raccolto decine di segnalazioni da parte delle imprese in tutta la regione, ora l'associazione invita le imprese a rispondere ad un censimento che consentira' una piu' precisa stima dei danni. "In questo modo - spiega Lido Legnini, direttore regionale di Confesercenti - riusciremo ad assistere meglio le imprese nei confronti di Enel, Stato ed enti locali sia nei piani di risarcimento concordati che in eventuali procedimenti giudiziari". L'associazione sta inoltre attivando sportelli per aiutare le imprese a beneficiare delle prime misure introdotte dal decreto.

Leggi Tutto »