Spazio Lavoro Futuro, si cercano enti e aziende per tirocinanti

Un avviso per la costituzione di un Borsino di soggetti ospitanti disponibili all’inserimento in percorsi di tirocinio extracurricolare, è stato pubblicato dall’Ambito distrettuale sociale n. 24 “Gran Sasso-Laga” – E.C.A.D. Comunità Montana Gran Sasso, capofila dell’Associazione temporanea di scopo (Ats) promotrice del progetto “Spazio Lavoro Futuro”, che mira a implementare un progetto di innovazione sociale e, in particolare, realizzare un centro di aggregazione per l’erogazione di servizi sociali, educativi/formativi e per il lavoro mediante il coinvolgimento di un partenariato pubblico-privato.

Le figure professionali per la quali è possibile fare richiesta di tirocinanti sono: addetto alle vendite prodotti alimentari; cuoco/chef; manutentore del verde; operatore amministrativo segretariale; operatore di fattoria didattica; operatore di promozione e accoglienza turistica; tecnico dell’amministrazione economico-finanziaria; web designer. Altre figure potranno essere indicate dall’impresa/Ente richiedente nell’apposito spazio sul modello di domanda. Il matching D/O tra Soggetto ospitante e tirocinante verrà effettuato a cura di Eventitalia e del soggetto promotore dei tirocini, PD Formazione Srl.

I tirocini avranno una durata complessiva di 3 mesi con una calendarizzazione di almeno 20 ore settimanali ed 80 ore mensili. L’indennità di partecipazione riconosciuta ai tirocinanti, pari a 600,00 euro mensili, verrà erogata direttamente da Eventitalia. Resteranno a carico del soggetto ospitante esclusivamente i costi per le coperture assicurative Rc ed Inail.

A presentarlo, nella sede del Consorzio Bim a Teramo, sono stati il responsabile di progetto, Piergiorgio Possenti, e Domenico Palombieri, responsabile progettazione di Eventitalia, che in una conferenza stampa hanno illustrato lo stato di avanzamento del progetto, che ha lo scopo di ridurre l’elevato numero di persone e famiglie in situazione di povertà ed esclusione sociale adottando un approccio multifattoriale e sviluppando soluzioni stabili nel tempo che, tramite articolate azioni di sistema, consentano di sviluppare e testare un modello sostenibile.

Il centro di aggregazione sociale – che sorgerà presso il centro turistico polivalente di Tossicia – sarà uno spazio fisico, un luogo di comunità, dove si vive la relazione, l’incontro, la socialità, in cui si fruisce e si promuove cultura; un ambito in cui una comunità possa identificarsi, esprimersi, riunirsi e, all’interno del quale, si possano trovare opportunità di formazione professionale e per ricercare lavoro o promuovere l’autoimprenditorialità.

L’intervento è rivolto a 100 utenti presi in carico dai Servizi sociali professionali degli Ambiti “Gran Sasso-Laga”, “Teramo”, “Val Vibrata” e “Tordino-Vomano”, disoccupati/inoccupati ed in condizione di svantaggio e prevede azioni di presa in carico ed orientamento, percorsi formativi per il conseguimento di una qualifica professionale, tirocini formativi extracurriculari retribuiti ed erogazione di voucher per la fruizione di servizi sostitutivi di cura e assistenza in favore dei destinatari con persone a carico ricomprese nel nucleo familiare.

Di Redazione Notizie D'Abruzzo

Controllate anche

Casa, gli affitti calano del 2,3% a novembre

In Italia, a novembre i canoni di affitto calano del 2,3% a novembre, per attestarsi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *