Incredibile ma vero

Ha un machete nel portabagagli dell’auto, scoperto dopo incidente sulla A24 

La Sezione Polizia Stradale dell'Aquila ha denunciato in stato di liberta' un 27enne tunisino alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avezzano per violazione delle norme che regolano il possesso e il porto delle armi da punta e da taglio. Il giovane extracomunitario e' stato trovato in possesso di un machete con una lama d'acciaio di 50 centimetri, nascosto nel portabagagli della sua auto, del quale e' stato in grado di giustificare la presenza e il trasporto. All'ispezione dell'auto si e' arrivati in seguito a i rilievi di un incidente stradale, che aveva visto coinvolto, tra gli altri, anche il cittadino tunisino, accaduto nei giorni scorsi, sul tratto autostradale A/24, all'altezza del comune di Carsoli. Gli agenti hanno effettuato il controllo dopo aver trovato il tunisino alla guida in stato di alterazione psico-fisica, sotto gli effetti di sostanze stupefacenti, condizione per la quale e' stato denunciato. Ad una ispezione piu' dettagliata si e' proceduto alla luce dello stato particolarmente ansioso del conducente. La Sezione Polizia Stradale dell'Aquila, con i propri reparti, assicura giornalmente il rispetto del Codice della Strada sulle Autostrade A/24 e A/25 e concorre, per gli specifici aspetti di "Specialita'", al sistema "Sicurezza" della provincia. Nel corso degli ultimi 12 anni, durante l'ordinaria attivita' di Vigilanza Stradale, sono state arrestate 10 persone e denunciate in stato di liberta' oltre 121: 37 sono stati i conducenti denunciati all'Autorita' giudiziaria per guida sotto l'influenza di sostanze stupefacenti e 103 quelli segnalati per guida in stato di ebbrezza alcolica nell'intera provincia. 

Leggi Tutto »

Teramo, figlio geloso ferisce un amico della madre

Una lite per gelosia sarebbe all'origine del ferimento, la scorsa notte, di un ambulante pakistano di 27 anni, operato questa mattina dai chirurghi dell'ospedale Mazzini di Teramo per una profonda ferita alla testa e un ematoma cranico. A procuraglieli un colpo sferrato con il collo di una bottiglia rotta da un 17enne teramano, in preda a un vero e proprio raptus, dopo aver notato la madre in strada in compagnia dello straniero. La drammatica discussione e' scoppiata la scorsa notte in via Po, alla periferia della citta'. E' stato questa mattina, a oltre 10 ore dal ferimento (che si e' verificato dopo la mezzanotte), che dal pronto soccorso del Mazzini e' arrivata la segnalazione del trauma subi'to dal pakistano, che ai medici ha raccontato come si era procurato quel profondo taglio tra tempia ed orecchio.

In base alla prima ricostruzione si era ipotizzato che alla discussione avessero partecipato altre persone ma dal racconto frammentario del giovane ferito, della donna che era con lui, e dai rilievi sul luogo dell'aggressione, i carabinieri della compagnia di Teramo diretti dal tenente colonnello Riziero Asci sono riusciti a delineare la dinamica della lite, il cui movente sarebbe da ricondurre alla violenta reazione del minorenne alla vista della madre in compagnia dell'ambulante. Nel pomeriggio il minorenne e' stato rintracciato e ascoltato: nei suoi confronti e' scattata la denuncia a piede libero per lesioni personali gravi, secondo quanto deciso dal magistrato della procura per i minorenni

Leggi Tutto »

Truffe agli anziani, la Polizia fa prevenzione in chiesa

Dopo gli ultimi episodi di truffe e tentate truffe commesse ai danni di anziani a Pescara, soprattutto nel quartiere di S. Donato, Rancitelli e Villa del Fuoco, gli agenti della Squadra Mobile della Polizia di Stato, proprio per raggiungere in maniera semplice e capillare le potenziali vittime di questi crimini, ha avviato una iniziativa che mira a fornire consigli pratici su come difendersi da ladri e truffatori. Un primo incontro si e' tenuto domenica scorsa presso la chiesa dei Santi Angeli Custodi di Via Lago di Posta, in una nelle zone piu' colpite negli ultimi tempi dai malviventi, al termine della messa mattutina, quella piu' frequentata dai cittadini maggiormente bersagliati da questo genere di reati. Appena terminata la funzione religiosa, i poliziotti hanno affiancato il sacerdote, Don Massimiliano De Luca per mettere in guardia le persone dai comportamenti dei malviventi, soffermando l'attenzione in particolare sulle truffe piu' diffuse nella zona, come quella dei finti medici incaricati dall'Inps di effettuare visite mediche per l'aumento della pensione, mostrando anche gli "attrezzi del mestiere" utilizzati dai truffatori, quali finti tesserini di riconoscimento, sequestrati in precedenti operazioni. Dopo l'incontro di domenica scorsa, altri ne seguiranno in altre zone e quartieri cittadini sempre per sensibilizzare le "vittime" di questi reati.

Leggi Tutto »

Sventata la truffa con la finta rivista della polizia

 La Polizia di Stato di L'Aquila ha sequestrato 273 riviste di una sedicente Associazione Poliziotti Italiani al centro di una truffa ideata da una banda di Vasto, in provincia di Chieti. Le indagini condotte dai poliziotti della Squadra Mobile, sono state avviate in seguito a una denuncia presentata presso la Questura di L'Aquila da parte del rappresentante di un istituto religioso che ha raccontato di insistenti telefonate ricevute dall'Ente ecclesiastico da parte di una donna, qualificatasi quale funzionaria della Polizia di Stato. La donna aveva richiesto un contributo in favore dell'Associazione Poliziotti Italiani, quantificato in 90 euro previo invio di un adesivo e di una rivista della predetta Associazione. Nel corso della perquisizione locale dell'appartamento utilizzato per stoccare le riviste, sono stati altresi' rinvenute 6 pacchi pronti per essere spediti ad altrettanti destinatari, rilevati in istituti religiosi e scuole dell'intero territorio nazionale. La rivista stampata dalla predetta sedicente associazione e' titolata "Noi cittadini per la sicurezza" ed e' edita da F.C.R. 

Leggi Tutto »

Nasce a Pescara il primo negozio dei derivati della cannabis 

E' nato a Pescara, in via Nicola Fabrizi 68, il primo Enecta CBD Store. Nel punto vendita e' possibile trovare tutti i prodotti derivati dalla coltivazione della cannabis da utilizzare a scopo terapeutico e nella cosmesi. "Nonostante sempre piu' persone fanno acquisti online, l'idea di un negozio ha una valenza importante - afferma Marco Cappiello, socio fondatore della Enecta -. Vogliamo sensibilizzare anche coloro che hanno maggiori difficolta' a raggiungere informazioni online, pensiamo a una fascia di popolazione ben precisa, a coloro che non usano la Rete come mezzo primario per l'acquisizione di notizie. Un contatto diretto per conoscere e provare il CBD, su cui cresce in maniera importante l'interesse da parte sia dei consumatori che della comunita' scientifica, grazie alle sue potenzialita' terapeutiche e alla capacita' di rivelarsi un ottimo alleato nella vita di tutti i giorni". Il primo Enecta CBD Store nato in Italia, come sottolinea lo stesso Marco Cappiello e' uno "strumento per diffondere una nuova realta', tutta italiana che si propaghera' sempre di piu' e che noi siamo molto orgogliosi di di portare avanti". Tra gli oltre 100 Fitocannabinoidi finora identificati nella pianta di canapa indiana, i piu' conosciuti e maggiormente usati con finalita' terapeutiche sono il THC e il CBD. Il CBD pero', a differenza del THC, non ha effetti psicoattivi. 

Leggi Tutto »

Avezzano, la bimba si ferisce a scuola e il padre si offre per riparare i problemi dell’aula

La figlioletta è tornata dall'asilo con una ferita a una mano e il padre si offre per effettuare la manutenzione completa dell'aula. E' successo ad Avezzano nella scuola dell'infanzia "Montessori". La piccola si era graffiata con un chiodo affisso a una parete ricoperto da plastica evidentemente sfuggito ai controlli. Il padre della bambina, recatosi nell'asilo ha constatato possibili altri elementi di pericolo che lo hanno spinto a offrirsi volontario per riparare l'aula. Pur ammettendo qualche criticita' nella struttura, il sindaco di Avezzano, Gabriele De Angelis ha rimarcato come la scuola dell'infanzia sia a norma e munita anche di cassetta per il pronto soccorso.

Leggi Tutto »

Stop alle fake news sui ristoranti grazie a una startup di Pescara

Una piattaforma per garantire l'attendibilita' delle recensioni sui ristoranti, "vaccinata" contro possibili contraffazioni, false indicazioni, e tutto il campionario che delle fake news. Con questa idea la startup Foodiestrip di Colonnella ha vinto il premio Cambiamenti 2017, assegnato a Pescara nella facolta' di Economia aziendale, e si e' conquistata l'accesso alla finale nazionale della manifestazione che si terra' il 30 novembre prossimo a Roma. Foodiestrip ha creato un software che certifica l'effettiva presenza nel locale dell'autore della recensione. "e' nata tre anni fa da un gruppo di trentenni, appassionati di viaggi e di gastronomia", che di fronte alla crescita senza precedenti su internet di siti dedicati alle recensioni di ristoranti, trattorie e luoghi di ristorazione, cui si rivolge un pubblico vastissimo, si sono posti il problema di mettere a punto un sistema di certificazione delle recensioni.

Leggi Tutto »

Adescava clienti e simulava violenze sessuali, prostituta in cella

Dopo aver pattuito la prestazione sessuale ed ottenuto il corrispettivo in denaro, scendeva in tutta fretta dall'auto del cliente mettendosi a gridare e accusando il malcapitato di turno di volerla violentare. Protagonista della 'trovata' per estorcere denaro ai suoi amanti è una 50enne di San Benedetto Del Tronto che, alla fine, e' stata arrestata dai carabinieri di Alba Adriatica a Bologna. Gli episodi di presunta tentata violenza sessuale sono andati avanti per un po' di tempo fino a quando qualcuno ha vinto il comprensibile imbarazzo e si e' rivolto all'Arma. La donna infatti puntava sul fatto che i clienti non avrebbero mai denunciato l'estorsione per non dovere dare troppe spiegazioni. Lo stratagemma non ha pero' funzionato con due clienti, tra cui un 60enne di Martinsicuro, che si sono quindi decisi a varcare la soglia della caserma per presentare regolare denuncia ai carabinieri consentendo cosi' ai militari dell'Arma di porre fine alla carriera, almeno dal punto di vista delle estorsioni, dell'intraprendente cinquantenne nei confronti della quale e' scattato, puntuale, il provvedimento restrittivo emesso dal Gip del Tribunale diTeramo.

Leggi Tutto »

I lavoratori italiani sono i piu’ attenti in pausa pranzo a seguire un’alimentazione bilanciata

Secondo una ricerca dell'Unione europea, i lavoratori italiani sono i piu' attenti in pausa pranzo a seguire un'alimentazione bilanciata, piu' degli altri cittadini europei. E' il risultato del sondaggio Food (Fight Obesity through Offer and Demand) 2017, presentato al Parlamento europeo. Il progetto, cui aderiscono ong, imprese, istituzioni e universita' di tutta l'Ue, raccoglie interviste dal 2012, e nel 2016 ha coinvolto oltre 20mila lavoratori e 1.300 ristoratori in Austria, Belgio, Repubblica ceca, Francia, Italia, Portogallo, Slovacchia e Spagna. Nel 2016, l'87% degli intervistati italiani ha dichiarato di considerare l'equilibrio nutrizionale dei pasti serviti un criterio importante per la selezione di un ristorante.

Leggi Tutto »

Ladri scoperti dai carabinieri lasciano la refurtiva e fuggono a piedi 

Intercettati dai carabinieri, ladri sono costretti a lasciare la refurtiva e a fuggire a piedi. E' accaduto la notte scorsa quando i carabinieri della Compagnia di Penne, nel corso dell'attivita' notturna di controllo del territorio, la notte scorsa notte alle 3.30 hanno intercettato in localita' Villa Cupoli di Farindola un'autovettura sospetta. Alla vista dei militari dell'Arma 3 persone sono state costrette a fuggire a piedi per i campi circostanti facendo perdere momentaneamente le proprie tracce, e lasciando sul posto un Golf rubata in provincia dell'Aquila nei giorni scorsi. I tre pero' dopo aver rubato successivamente una Fiat 500 in provincia di Teramo, sono riusciti a far perdere le tracce, abbandonando il veicolo a Cappelle Sul Tavo. Impossessati infine di un'Audi, i malviventi sono stati intercettati dai Carabinieri di Pescara che hanno iniziato un inseguimento anche lungo la A14, arrivando poi ad Agnone in Molise, dove i ladri hanno abbandonato anche la terza auto, scappando a piedi per le campagne. Nella prima auto abbandonata i carabinieri, coordinati dal Maggiore Alessandro Albano hanno recuperato 600 pacchetti di sigarette, 2.200 euro in contanti, i gruppi ottici anteriori di una Porsche Cayenne e dolciumi vari, tutta merce risultata rubata nella notte in alcuni esercizi commerciali della zona di Penne.

Leggi Tutto »