Primo Piano

Aumento di 192mila occupati nel 2018, superati i livelli pre-crisi

 Il 2018 si caratterizza per un nuovo aumento dell'occupazione (+192 mila unita' rispetto al 2017), superando i livelli pre-crisi. Lo rileva l'Istat nell'Annuario. Nello specifico, il tasso di occupazione 15-64 anni sale al 58,5 per cento (+0,6 punti) sfiorando il livello massimo del 2008, ma si allontana ancora dalla media Ue (68,6 percento). La crescita dell'occupazione interessa soltanto i dipendenti (+215 mila), esclusivamente a tempo determinato, mentre torna a calare il tempo indeterminato. Prosegue la riduzione dei disoccupati (-151 mila) e del tasso di disoccupazione (-0,6 punti), in particolare per i giovani, che si associa alla complessiva diminuzione dell'inattivita'.

Piu' la citta' e' ricca maggiori sono le disuguaglianze. E' quanto emerge da un'analisi dell'Istat su dati del 2017 contenuta nell'Annuario statistico. "All'aumentare del reddito familiare, si acuiscono anche le disuguaglianze: i comuni centro area metropolitana registrano sia il piu' alto reddito netto medio familiare sia il piu' alto rapporto di disuguaglianza Andamento opposto per i comuni fino a 50 mila abitanti che si caratterizzano per avere il reddito piu' basso accompagnato dalla disuguaglianza dei redditi piu' bassa". Relazione opposta a quella che si registra invece su base regionale: "nel Nord-est, caratterizzato dal reddito netto medio familiare piu' elevato (41.019 euro a fronte di 36.293 euro dei residenti in Italia), si osserva - viene spiegato - una disuguaglianza dei redditi piu' bassa rispetto alle altre aree".

Nell'Annuario l'Istat riprende anche i principali dati diffusi nel corso dell'anno. Ecco che nel volume si riporta come nei primi mesi del 2018 il quadro della soddisfazione generale della popolazione di 14 anni e piu' mostri "una lieve crescita rispetto al 2017 e torna ai livelli del 2016". In media, si ricorda, "su un punteggio da 0 a 10, le persone danno un voto pari a 7". La quota di persone soddisfatte per la propria situazione economica, dopo la stasi dell'anno precedente, riprende ad aumentare "leggermente" in tutto il Paese e in particolare al Sud e nelle Isole. Rimane poi "molto elevato" il numero di persone soddisfatte per le proprie relazioni con i familiari ed e' in aumento la percentuale di chi e' soddisfatto per le relazioni con gli amici e il tempo libero. In lieve crescita anche la soddisfazione per la propria situazione lavorativa tra gli occupati. L'Istituto riprende anche i dati relativi al 2018 sulle "famiglie in condizione di poverta' assoluta sono un milione 822 mila (7,0%), per un totale di oltre 5 milioni di individui poveri. Le famiglie che, rispetto al 2017, vedono peggiorare la loro situazione sono quelle dove e' presente un solo genitore, (dal 9,1% all'11,4 del 2018), soprattutto se con minori (dall'11,8% al 16,8 del 2018). "L'incidenza della poverta' assoluta rimane elevata fra i minori (12,6% pari a un milione 260 mila minori) e raggiunge il minimo fra gli ultrasessantaquattrenni (4,6%)", ricorda sempre l'Istat.

Leggi Tutto »

Wwf traccia il bilancio dell’attività 2019 in Abruzzo, si punta al raddoppio del numero di orsi marsicani

"Un anno di grande impegno per le quattro organizzazioni locali, le sei Oasi, i Centri di Educazione Ambientale e i nuclei di vigilanza del Wwf presenti nella nostra regione. Diversi obiettivi importanti sono stati centrati, ma permangono questioni di fondo irrisolte, mentre continua a mancare un impegno reale e concreto nella lotta ai cambiamenti climatici e verso uno sviluppo veramente sostenibile". Lo afferma il Wwf Abruzzo nel fare un bilancio per l'ambiente e la natura del 2019. "Il bilancio - sottolineano all'associazione - non puo' non iniziare da uno dei simboli della nostra regione: l'Orso bruno marsicano. Il 2019 e' stato l'anno del lancio, con un convegno nazionale a Roma, della campagna Wwf 'Orso 2x50' che punta al raddoppio dell'esigua popolazione di orso marsicano entro il 2050". Altro simbolo della natura abruzzese su cui si e' impegnato il Wwf e' il fratino, "piccolo trampoliere che sopravvive sul litorale della nostra regione minacciato dalle attivita' dell'uomo sempre piu' invasive. Nel 2019 - ricorda l'associazione - e' proseguito il progetto Salvafratino Abruzzo promosso dall'Area Marina Protetta Torre del Cerrano e dal Wwf Abruzzo. Tantissime le attivita' di promozione e conservazione a favore della specie che ha segnato nel 2019 un miglioramento rispetto all'anno precedente: 43 nidi individuati lungo gli oltre 100 km di costa con un successo di schiusa del 51%. Numeri tuttavia ancora troppo bassi che impongono anche nei prossimi anni un lavoro sempre piu' intenso". 

Ricordando che e' stata consolidata la propria rete di guardie volontarie, il Wwf ripercorre le "grandi battaglie ambientali" portate avanti, come quella sul Metanodotto Snam e sulla centrale di Sulmona, quella a tutela dell'acquifero del Gran Sasso, quella su Bussi, la cui bonifica "resta ferma", quella contro le nuove costruzioni nella zona del Megalo' e quella contro la terza discarica in contrada Santa Lucia ad Atri (Teramo). "Non sono stati risolti i problemi di inquinamento ed erosione dei corsi d'acqua cosi' come quella dell'operativita' di tanti depuratori", sottolinea l'associazione, cosi' come "nelle ultime settimane dell'anno le mareggiate hanno inoltre messo a nudo la fragilita' della costa". "Tante altre sono state le vertenze che hanno visto impegnato il Wwf abruzzese nel 2019 e ancora di piu' le attivita' di promozione, formazione ed educazione ambientale - dice il vicepresidente nazionale, Dante Caserta - Sommando tutte le iniziative, possiamo dire con orgoglio che sono stati organizzati almeno due o tre eventi a settimana: convegni, incontri pubblici, giornate di pulizia delle spiagge, laboratori didattici, corsi di formazione, escursioni, viste guidate, attivita' di campo. Il tutto svolto grazie al lavoro dei volontari. Senza gli attivisti non potremmo fare tutto quello che da anni realizziamo in questa regione".

Leggi Tutto »

Bilancio, Marsilio: tante nuove norme per il sociale

Una manovra complessiva per l'esercizio 2020 pari a 6.052.121.301 euro, 3,6 dei quali destinati alla sanita'. E' il bilancio di previsione 2020 approvato nella notte dal Consiglio regionale dell'Abruzzo. Cifre e contenuti della manovra sono sintetizzati in un opuscolo diffuso oggi dalla Giunta regionale in conferenza stampa. Il bilancio si compone di una prima componente (entrate finali - spese finali) di euro 3.833.768.301,07 che misura la spesa effettiva e di una seconda di 2.218.353.000,00 che evidenzia partite compensative. Per poter sostenere la spesa corrente la Regione prevede di acquisire risorse da cittadini e imprese (2,8 miliardi di euro), tra entrate tributarie ed extratributarie, dallo Stato (396 mln di euro) e da avanzo e Fondo pluriennale vincolato (166 mln di euro). Tra le principali entrate tributarie vi sono la compartecipazione all'Iva (1,9 mld), l'Irap (481 mln), l'addizionale Irpef (250 mln) e le tasse automobilistiche regionali (157 mln). Per quanto riguarda gli investimenti, le risorse previste in bilancio sono di 435 milioni di euro: tra le missioni vi sono lo sviluppo sostenibile e tutela del territorio e dell'ambiente (105 mln), trasporti e diritto alla mobilita' (93 mln), servizi istituzionali, generali e di gestione (85 mln), politiche per il lavoro e la formazione professionale (32 mln). "Il Bilancio di previsione - scrive l'assessore regionale al Bilancio, Guido Liris - rappresenta lo strumento operativo nel quale sono riassunti e sintetizzati in termini finanziari gli obiettivi e i programmi che la Giunta e il Consiglio si propongono di porre in essere nell'esercizio. La sua lettura pero' non risulta agevole per i non addetti ai lavori. Per tale ragione con questo opuscolo l'Amministrazione regionale si propone di diffonderne i contenuti attraverso un modo semplice e comprensibile con lo scopo di mettere i cittadini nelle condizioni di acquisire tutti gli elementi di giudizio necessari per valutarne l'operato. Pertanto esso e' stato pensato non come una sintesi di dati finanziari, ma come una breve pubblicazione che sia in grado di fornire indicazioni sulle principali entrate dell'Ente, sulle spese necessarie per l'erogazione di servizi alla collettivita' e sulle opere pubbliche che si prevedono di realizzare".

"Erano tanti anni ormai che non si vedeva un bilancio cosi' trasparente. Quest'anno c'e' un bilancio che permettera' dal primo gennaio al 31 dicembre di coprire le spese, tutte le spese prevedibili; naturalmente ci saranno emergenze e urgenze, sopravvenienze. Lavoreremo con delle variazioni, ma certo quest'anno i fondi per la cultura ci sono e ci sono dall'inizio della stagione; tutte le nostre istituzioni culturali potranno programmare per tempo". Lo ha detto il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, a Pescara a margine della conferenza stampa di presentazione del bilancio approvato la scorsa notte in Consiglio all'Aquila. "E' un bilancio che contiene tanti soldi e tante nuove norme che riguardano il sociale - ha proseguito Marsilio - riguardano l'attenzione verso gli ultimi: dallo scorrimento della graduatoria che andra' a coprire tutti i caregiver, ai fondi per sfrattare dalle case popolari i delinquenti e restituire serenita', sicurezza e legalita' a chi vive nelle case popolari. Sono molto soddisfatto anche della forza e della coesione che la maggioranza tutta intera ha saputo dimostrare, superando questa prova importante e un ostruzionismo a volte becero e comico, come e' avvenuto in commissione e per certi versi anche in consiglio, dimostrando che l'Abruzzo puo' davvero cambiare passo".

 

 

Leggi Tutto »

Approvato il Milleproroghe in Consiglio regionale

 Il Consiglio regionale, riunito per la seduta del bilancio regionale, ha approvato il progetto di legge cosiddetto "Milleproroghe" che contiene la proroga di termini previsti da disposizioni legislative e ulteriori disposizioni urgenti. Approvato anche un progetto di legge per il riconoscimento della legittimità di un debito fuori bilancio a seguito di una sentenza della Corte d'Appello di L'Aquila. 

Nel dettaglio alcune delle norme contenute nel provvedimento “Milleproroghe”: Prorogati i termini dei Commissari per le Comunità Montane che dovranno predisporre il piano di successione nella titolarità del patrimonio e dei rapporti giuridici attivi e passivi già facenti capo a ciascuna Comunità montana soppressa, finalizzato alla emissione del decreto di estinzione delle Comunità montane,  entro e non oltre il termine del 31 dicembre 2022 (vecchio termine era 31 dicembre 2019). I Commissari straordinari restano in carica fino al completamento di tutte le operazioni di liquidazione e decadono da detta carica alla data del 31 marzo 2023 (vecchio termine era 31 marzo 2020) e diventano rinnovabili (la legge precedente, L.R. 9 luglio 2016, n. 20, non prevedeva il rinnovo). Prorogati di un anno i termini previsti dall’articolo 55 dalla legge regionale 2/2013, ovvero le domande di sanatoria edilizia  presentate e ancora pendenti alla data di entrata in vigore della presente legge, sono definite dai Comuni entro il 31 dicembre 2021(vecchio termine era 31 dicembre 2020); contestualmente i soggetti che hanno la disponibilità degli immobili per i quali e' stata richiesta la sanatoria trasmettono all'ufficio comunale competente, entro il 31 dicembre 2020(vecchio termine era il 31 dicembre 2019), una dichiarazione sostitutiva redatta ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445. Approvata la “novella” della legge regionale 15/2004 che precisa le modalità e le possibilità con cui Regione e Azienda regionale per le Attività Produttive (Arap) che ha ereditato le problematiche relative al Consorzio ASI Teramo, continuano ad intrattenere le loro relazioni operative.  Prorogati il termine delle concessioni demaniali marittime a carattere stagionale o temporaneo per attività turistiche sino a tutto il 2020 (termine precedente era il 2019). Prorogati i termini per la frequenza obbligatoria ai corsi di formazione sulla biologia della fauna ittica per i quali la Giunta regionale sta proseguendo l’iter di definizione dei criteri e delle modalità attuando la collaborazione con l’IZS “G.Caporale ” di Teramo e le associazioni di pesca sportiva. L’obbligo del conseguimento dell’attestato di partecipazione slitta al 1 marzo 2022. Consentito il pieno rientro della proprietà della Regione Abruzzo dell’immobile sito in Vasto dove svolgeva la sua attività il Cotir, attualmente in scioglimento e liquidazione. Inserita nuova norma che consente agli operatori commerciali titolari di più autorizzazioni amministrative sul commercio di aree pubbliche, che rinunciano ad una delle autorizzazioni, di chiedere al Comune competente la trascrizione nell’autorizzazione scelta delle presenze maturate nei mercati e nelle fiere che si svolgono nella Regione Abruzzo

Sostituita parzialmente la previsione normativa regionale 42/2011 (la lettera b) del comma 2 dell’articolo 9) con la quale si prevede che: “All'interno del Parco naturale regionale del Sirente-Velino sono consentiti, anche se difformi dalle previsioni del Piano per il Parco, gli interventi previsti dai Piani paesistici. In ogni caso, sono vietati i seguenti interventi: la nuova lettera b) dispone che le :“ Modificazioni del regime delle acque, fatti salvi gli interventi che assicurano il deflusso minimo vitale previa autorizzazione dell’Ente Parco. Sono consentiti altresì interventi di restauro e difesa ambientale con opere di bioingneria naturalistica”. Modificate anche la norma sul Personale dell’Ente Parco: il nuovo comma 3 dell’articolo 10 della legge regionale 42/2011 dispone che: ”il Direttore del Parco è nominato dal Presidente del Parco, con contratto di diritto privato di durata non superiore a cinque anni, scelto tra gli iscritti nell’elenco aggiornato dell’albo degli idonei all’esercizio delle attività di Direttore di Parco nazionale del Ministero dell’Ambiente della Tutela del Territorio e del Mare, con esperienza nella gestione e coordinamento di Aree protette regionali, ed esercita tutte le funzioni previste dal Dlgs 165/2001, dai vigenti CCNL della Dirigenza Regione/Enti locali. L’incarico di Direttore può essere riconfermato con specifica motivazione dal Presidente con proprio atto per una sola volta e per la stessa durata.”. Approvato un emendamento che consente ai Comuni di fare fronte alle spese per interventi urgenti conseguenti ad avversità atmosferiche: la Giunta regionale e' autorizzata ad adottare uno specifico provvedimento di concessione di contributi da destinare al rimborso delle spese sostenute o da sostenere dai medesimi Comuni per l'adeguamento ed il recupero della funzionalità delle infrastrutture urbane. Ogni comune potrà presentare istanza al Dipartimento competente per un importo massimo di 100 mila euro fino ad esaurimento dello stanziamento. Modificata la norma sui “Sottotetti” ovvero la legge regionale numero 40/2017, con la quale si dispone che Ai fini dell'applicazione della presente legge, si definiscono “Vani e locali accessori: i vani e i locali esistenti o in corso di costruzione per i quali è stato rilasciato un titolo edilizio e presentato l’inizio dei lavori al Comune prima del 30 giugno 2019 ”. Con un emendamento è stato eliminato il limite massimo di età per accedere al fondo per la Vita Indipendente e sarà possibile utilizzare l'ISEE sociosanitario per calcolarne l'importo”. 

Leggi Tutto »

Infortuni domestici, tutele rafforzate

Contro gli infortuni che possono colpire casalinghe e casalinghi esiste una polizza "oggi molto simile a quella che vale per i lavoratori dell'industria, dell'artigianato o dei servizi". Ma, su una platea potenziale che puo' superare i sette milioni, gli iscritti si fermano a un milione. L'Inail lancia una campagna di comunicazione contro gli incidenti che si verificano tra le mura domestiche. "Bastano due euro al mese, come un paio di caffe', per avere tutele che ora si sono rafforzate in caso di infortunio domestico", dice il presidente Franco Bettoni. La realta' descrive migliaia di episodi, anche mortali. Con immagini, spot video e radio l'Istituto punta sia a "fare prevenzione" - allertando sui rischi che si corrono quando si e' alle prese con gas, corrente o prodotti chimici - sia "a far conoscere le prestazioni garantite dalla polizza". L'obiettivo e' sensibilizzare gli interessati e far crescere il numero degli iscritti, "magari del 25% in un anno", viene spiegato. La campagna partira' tra qualche giorno, il 30 dicembre, e andra' avanti fino al 31 gennaio del 2020, data di scadenza del premio (pari a 24 euro l'anno). La rendita mensile e' proporzionata all'invalidita' subita e arriva fino a 1.292,90 euro. Grazie alla legge di Bilancio per il 2019 le prestazioni erogate sono migliorate. E' stata ampliata l'eta' fino ai 67 anni, e' stato abbassato il tasso di invalidita' sopra cui scatta la rendita mensile (fissato al 16%), ma c'e' anche una somma una tantum per inabilita' inferiori e il risarcimento puo' riguardare i superstiti se l'incidente e' stato mortale. La mamma che bada ai fornelli tenendo il bebe' con un braccio, la ragazza che sale su uno sgabello per pulire i vetri delle finestre, le mani di un uomo che sfiorano la lama appuntita di un coltello da cucina mentre si taglia della verdura. Di questo raccontano gli spot dell'Inail sotto lo slogan "Mi prendo cura della mia casa ogni giorno. Inail si prende cura di me". E visto che i video circoleranno anche sui social media e' stato messo a punto un hashtag: "#Perunavoltapensoame". In realta' l'assicurazione contro gli infortuni domestici e' obbligatoria per legge da circa vent'anni ma "il nostro intento non e' di farla percepire come una tassa, non vogliamo sanzionare chi non e' iscritto visto che gia' si sta penalizzando, perche' non versando il premio resta senza tutele. E in tanti ci vengono a chiedere il risarcimento solo dopo aver subito l'incidente", dice il direttore del rapporto assicurativo, Agatino Cariola. Ecco perche', prosegue, "si e' sentita la necessita' di informare i cittadini sulla possibilita' di avere delle tutele aderendo alla polizza".

Leggi Tutto »

Premiata a L’Aquila Antonella Santuccione Chadha

Il Presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri durante i lavori dell'Assemblea ha salutato a L'Aquila Antonella Santuccione Chadha, originaria di Cepagatti, nominata dalla rivista svizzera "Woman in Business" donna dell'anno 2019. Santuccione in precedenza è stata premiata con il bracciale "I love Abruzzo" (realizzato dall'orafo Giuliano Montaldi) dal CRAM Abruzzo, rappresentato dal Presidente della Giunta Marco Marsilio e dai Consiglieri regionali Sabrina Bocchino e Sara Marcozzi oltre che dal rappresentante dell'Osservatorio regionale sull'emigrazione Antonio Innaurato. Cofondatrice e CEO del Women's Brain Project (WBP), medico con profonda esperienza in patologie cliniche, neuroscienze e disturbi psichiatrici Antonella Santuccione attualmente lavora come Global Medical Manager per la ricerca sulla malattia dell'Alzheimer presso Roche Diagnostic. Come medico ha decenni di esperienza nella ricerca preclinica, nel trattamento dei pazienti, nello sviluppo clinico e nella creazione del quadro normativo internazionale per la malattia dell'Alzheimer. Sempre concentrata sulla risoluzione di enigmi legati all'Alzheimer e ad altre malattie psichiatriche, ha lavorato con Swissmedic, la Bill and Melinda Gates Foundation, diverse università europee, la Commissione europea per la salute e la sicurezza alimentare, l'Organizzazione mondiale della sanità e diverse organizzazioni di ricerca sulla malattia dell'Alzheimer. Nel 2018, la manager è stata nominata nella TOP 100 Women in Business in Svizzera e nel 2019 è stata insignita come una delle persone più importanti della città di Basilea. Sospiri nel suo saluto ha sottolineato come: "Questa eccellenza abruzzese nel campo medico-scientifico è fortemente interessata a rimuovere tutti i pregiudizi esistenti, in modo che la medicina di precisione e le nuove tecnologie possano essere consegnate ai pazienti con la dovuta tempestività". Santuccione Chadha quarantacinque anni, marito indiano e due figli, nel ringraziare l'Assemblea regionale si è detta: "Privilegiata per essere stata accolta nell'Aula Consiliare abruzzese, nella consapevolezza che i traguardi raggiunti restano il viatico per il lavoro fin qui condotto".

Leggi Tutto »

Coldiretti: Niente regali per 6 milioni di italiani

 Sono 6 milioni gli italiani che non hanno fatto regali a Natale a causa principalmente delle difficoltà economiche che vedono nel Paese aumentare la forbice tra le fasce della popolazione benestanti e quelle a rischio povertà. E’ quanto emerge dall’analisi Coldiretti-Ixe’ dalla quale si evidenzia la situazione di difficoltà in cui si trovano molte famiglie.La punta dell’iceberg della situazione di disagio in Italia sono i 2,7 milioni di persone che nel 2019 sono stati addirittura costretti a chiedere aiuto per il cibo da mangiare, sulla base dei dati sugli aiuti alimentari distribuiti con i fondi Fead attraverso dall’Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura (Agea). La stragrande maggioranza di chi è stato costretto a ricorrere agli aiuti alimentari lo ha fatto attraverso la consegna di pacchi alimentari che rispondono maggiormente alle aspettative dei nuovi poveri (pensionati, disoccupati, famiglie con bambini) che per vergogna prediligono questa forma di sostegno piuttosto che il consumo di pasti gratuiti nelle strutture caritatevoli.Infatti sono appena 113mila quelli che si sono serviti delle mense dei poveri a fronte di 2,36 milioni che invece hanno accettato l’aiuto delle confezioni di prodotti Ma ci sono anche 103mila persone - aggiunge la Coldiretti - che sono state supportate dalle unità di strada, gruppi formati da volontari che vanno ad aiutare le persone più povere incontrandole direttamente nei luoghi dove trovano ricovero.

Leggi Tutto »

Tre morti sul Gran Sasso in due incidenti in montagna

Due valanghe dovute all'innalzamento delle temperature hanno provocato tre vittime sul Gran Sasso, lato Teramo. A un'escursionista data per dispersa ieri e trovata morta stamane si sono aggiunti due alpinisti precipitati al Paretone. La prima vittima e' stata ritrovata senza vita verso le 8 di questa mattina, sul Vallone dei Ginepri, a 2.500 metri di altitudine: era un escursionista di Roseto, 49 anni, ed e' stata uccisa da una slavina. Le e' stata fatale la caduta di alcune pietre. I tecnici del Soccorso alpino e speleologico Abruzzo, con l'ausilio di un elicottero dell'Aeronautica militare e i vigili del fuoco, l'avevano cercata senza esito per tutta la notte.

Stando alle prime informazioni raccolte, la donna e' partita alle 7 del mattino di ieri, probabilmente sola, con il suo camper, per scattare delle foto. Il rientro era previsto per l'ora di pranzo. Una volta arrivata a Piano Del Laghetto (1.650 metri di altitudine), l'escursionista verso le 8.10 avrebbe dovuto avvertire dell'arrivo il compagno. L'uomo, dopo numerose telefonate tutte senza risposta, alle 16 ha deciso di dare l'allarme. E proprio durante le fasi di recupero del corpo dell'escursionista che a breve distanza si e' avuta notizia di una seconda, duplice tragedia. Due scalatori sono precipitati sulla verticale dell'Anticima, ad alcune centinaia di metri in direzione del Rifugio Franchetti (2.433 metri). I due facevano parte di un gruppo di quattro alpinisti partiti ieri sera dai Prati di Tivo, in provincia di Teramo. L'allarme e' stato lanciato verso le 9.30 da un ragazzo del gruppo. I quattro sarebbero stati travolti da una slavina e per due di loro non c'e' stato scampo. Il resto del gruppo e' stato soccorso e portato in sicurezza dagli uomini del corpo nazionale di soccorso alpino. Uno dei ragazzi e' stato accompagnato al vicino rifugio, l'altro sara' raggiunto a breve dai soccorritori.

Leggi Tutto »

Coldiretti, 85% italiani a casa, a tavola spesi 2,6 miliardi

Gli italiani hanno speso a tavola quasi 2,6 miliardi di euro per i cibi e le bevande consumati tra la cena della vigilia e il pranzo di Natale che quasi nove italiani su dieci (85%) hanno trascorso a casa con parenti o amici. E' questo il bilancio stimato dalla Coldiretti dal quale emerge un aumento del 9% rispetto allo scorso anno. "Se nel menu' della vigilia - continua la Coldiretti in un comunicato - sara' servito soprattutto il pesce presente in 8 tavole su 10 (81%), a Natale prevale la carne e vincono bolliti, arrosti e fritti, dall'agnello ai tacchini, ma anche minestre, zuppe, paste ripiene, cappelletti in brodo e pizze rustiche e i dolci fatti in casa, con il record di una media di 3,8 ore trascorse in cucina per la preparazione dei piatti, secondo l'indagine Coldiretti/Ixe' dal quale si evidenzia il ritorno delle grandi tavolate con in media 9 persone a condividere il menu piu' importante dell'anno"

Leggi Tutto »

Raffica di provvedimenti approvati in Giunta, rinviate le scelte sulle nomine

Su proposta dello stesso Marsilio, l'esecutivo ha licenziato il Nuovo Prontuario "Prezzi Informativi delle Opere Edili nella Regione Abruzzo". Aggiornamento 2020. Il relativo provvedimento, individua gli organismi tecnici competenti per le procedure: CO.RE.MO.CO. (Centro regionale di monitoraggio e controllo) ed il CRTA (Comitato regionale tecnico amministrativo). Il prontuario si compone di parti contenenti le avvertenze generali, le norme di misurazione delle note di contabilizzazione, della nano d'opera e dei noli. Su proposta del vice presidente Emanuele Imprudente, l'esecutivo ha approvato il documento relativo all'approvvigionamento idrico di emergenza mediante l'utilizzo delle fonti idriche aggiuntive dal potabilizzatore di Montorio al Vomano. La proposta prevede di porre in essere le misure atte a rendere possibile un approvvigionamento idrico in caso di carenza o emergenza idrica che puo' determinarsi nell'ambito del sistema acquedottistico del Ruzzo, con conseguente necessita' di attivare in tempi brevi il potabilizzatore di Montorio al Vomano mediante il prelievo di acqua dalle condotte ENEL in localita' Venaquila, al fine di garantire l'uso idrico potabile del comprensorio provinciale. A tal fine, l'esecutivo ha autorizzato l'Ente Regionale del Servizio Idrico Integrato alla captazione di acqua, nei periodi di massima necessita' idrica, dalle condotte ENEL richiamate, per la distribuzione idrica-potabile, previo trattamento nel potabilizzatore. Sono, comunque, preliminarie all'operazione le necessarie autorizzazioni sanitarie sull'uso potabile dell'acqua. L'esecutivo ha poi dato il disco verde all'approvazione dell'Avviso Pubblico per la nomina del direttore generale dell'Agenzia Regionale per la Tutela dell'Ambiente (A.R.T.A. Abruzzo). Con la proposta, si procede all'avvio della procedura necessaria alla nomina del Direttore Generale dell'ARTA Abruzzo, approvando l'allegato testo dell'avviso pubblico. L'Avviso ha lo scopo di creare una lista di soggetti idonei a ricoprire la suddetta carica. Su proposta dell'assessore all'Edilizia Residenziale, Guido Quintino Liris, l'esecutivo ha deciso che il fondo disponibile riservato alle finalita' previste dall'art. 11 della Legge n. 431/1998 relativa al fondo nazionale per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione, ammonta a 1.950.000 euro. Sempre su iniziativa dell'assessore al Bilancio Liris, l'esecutivo ha licenziato il provvedimento relativo alla iscrizione di entrate e di spese derivanti da assegnazioni vincolate sul Bilancio di previsione finanziario 2019-2021. La proposta approva la variazione al bilancio di previsione finanziario 2019-2021, in termini di competenza e cassa, in base alle richieste pervenute dai vari Servizi e Dipartimenti, di iscrizione di entrate e di corrispondenti spese derivanti da assegnazioni vincolate. Sempre di tema di bilancio, la Giunta ha approvato il documento relativo alle variazioni al Documento tecnico di accompagnamento e al bilancio finanziario gestionale 2019-2021. Su proposta dell'assessore all'Energia, Nicola Campitelli, la Giunta regionale ha licenziato il Regolamento recante la definizione delle disposizioni regionali in materia di esercizio, conduzione, controllo, manutenzione e ispezione degli impianti termici a norma della L.R. n.18/2015. La proposta e' in linea con la Direttiva europea 2010/31/UE del 2010 sul miglioramento energetico nell'edilizia. Sempre su proposta di Campitelli, l'esecutivo ha approvato il testo del disegno di legge regionale concernente Variazione di Bilancio 2019/2021 ai fini della copertura degli oneri derivanti dalla Convenzione per la fornitura di attivita' di supporto al settore Energia stipulata con Abruzzo Engineering Spa. La Regione Abruzzo, con normativa regionale e deliberazioni di Giunta ha regolamentato i rapporti giuridici ed economici con la Societa' Abruzzo Engineering, societa' in house e, come tale, destinataria di affidamenti diretti di servizi e prestazioni. La proposta riguarda un progetto di legge regionale di variazione di bilancio ai fini della copertura degli oneri derivanti dalla Convenzione per la fornitura di attivita' di supporto al settore Energia stipulata con Abruzzo Engineering Spa. Il progetto di legge propone la variazione di bilancio (per competenza e cassa) per l'importo di euro 60.000. Su proposta dell'assessore all'Istruzione, Piero Fioretti, l'esecutivo ha approvato il provvedimento relativo alla fornitura gratuita e semigratuita dei libri di testo per l'anno scolastico 2019/2020. La proposta recepisce il piano di riparto a favore dei Comuni delle somme destinate alla fornitura di libri di testo per gli alunni della scuola dell'obbligo e della scuola secondaria superiore. La dotazione finanziaria e' resa disponibile dal MIUR. All'attenzione dell'esecutivo regionale, anche due distinti provvedimenti in materia di Ordinamento della professione di guida alpina-maestro di alpinismo, di aspirante guida alpina, di accompagnator di media montagna-maestro di escursionismo e di corsi per maestri di sci. La proposta non prevede oneri a carico del Bilancio regionale. In materia di sanita', su proposta dell'assessore Nicoletta Veri', la Giunta regionale ha approvato il provvedimento relativo alla quantificazione del numero operatori socio sanitari da formare nell'anno 2020. Con la proposta e' stato determinato il numero complessivo di operatori socio-sanitari da formare nell'annualita' 2020, pari a 390 operatori, ripartendoli tra le quattro Aziende Sanitarie della Regione. (n. 120 - Avezzano Sulmona L'Aquila ; n.120 - Chieti Lanciano Vasto; n. 90 - Pescara; n. 60 - Teramo).

Ancora su proposta di Nicoletta Veri' l'esecutivo ha approvato lo schema di accordo di collaborazione tra la Regione Abruzzo e ANCI Abruzzo, al fine di avviare una collaborazione per la realizzazione di azioni di formazione, informazione e prevenzione di carattere regionale contenute nel Piano regionale di attivita' per il contrasto al Gioco d'Azzardo patologico. In questo modo la Regione si impegna ad attuare su tutto il territorio regionale le necessarie attivita' di collaborazione con tutti gli attori diversamente impegnati nella prevenzione e nel contrasto al fenomeno della diffusione del gioco d'azzardo e del fenomeno della dipendenza grave. Sono state inoltre avviate le procedure per la identificazione del logo regionale "No slot" e il relativo regolamento di utilizzo da parte delle Asl, dei Comuni, dei pubblici esercizi e delle Associazioni. 

Leggi Tutto »