Sport

Teramo calcio, rientra Zauli

 Ribaltone tecnico nel Teramo (Lega Pro, girone B): la sconfitta interna del turno infrasettimanale con la Maceratese (0-1) ha portato all'esonero dell'allenatore Federico Nofri. Torna cosi' sulla panchina biancorossa Lamberto Zauli che aveva iniziato la stagione e che sara' presentato nel pomeriggio. "La S.s. Teramo Calcio - si legge in una nota della societa' - comunica di aver ufficialmente sollevato dai rispettivi incarichi, l'allenatore Federico Nofri Onofri e il suo collaboratore Roberto Stefanelli. La societa' biancorossa, nel ringraziarli per l'impegno profuso in questi mesi, contestualmente, rende noto che il nuovo tecnico della prima squadra sara' Lamberto Zauli che torna sulla panchina biancorossa dopo tre mesi".

Leggi Tutto »

Oddo: “Col Crotone ci giochiamo una fettina di campionato”

"Anche in questa partita di Crotone l'importante e' non perdere. Ho fatto il calciatore e so che in questi momenti non si puo' giocare con spensieratezza. Dobbiamo rimanere noi stessi ma mantenendo l'equilibrio. Questo non significa che andremo a cercare il pareggio, andiamo a Crotone a cercare di vincerla come facciamo sempre. Squadre come la nostra devono mettere sempre aggressivita' e cattiveria, noi proviamo a giocare a calcio ma non sempre e' possibile e questo tipo di armi diventano fondamentali. Dovremo giocare con lo stesso furore che mettera' in campo il Crotone".

Massimo Oddo appare determinato per la gara di domani dei biancazzurri allo Scida. Il tecnico abruzzese ha poi riconosciuto l'importanza del match con i pitagorici: "Ci giochiamo una fettina di campionato. Il Crotone ha raccolto piu' o meno come noi ma e' in salute, sara' una gara difficile anche perche' giocano in casa in un campo caldo. Partiranno forte per cercare di colpirci subito. Il Crotone di Juric era molto aggressivo, quello di Nicola piu' attendista ma ordinato, e capace di sfruttare le ripartenze. Dovremo stare molto attenti". In conferenza stampa Oddo ha poi fornito buone notizie su alcuni giocatori che erano in dubbio. A sorpresa Campagnaro e' disponibile, cosi' come Aquilani e Pepe che ha smaltito la virosi intestinale.

Leggi Tutto »

Incompiute, De Martinis: “Consegneremo alla citt√† la pista di atletica leggera di via Senna”

«Tra pochissimi giorni consegneremo alla città un'altra opera attesa da anni. Una struttura che consentirà a Montesilvano di divenire punto di riferimento nel mondo sportivo internazionale». Così l'assessore allo sport, Ottavio De Martinis, annuncia l'inaugurazione ufficiale della pista di atletica leggera di via Senna che si terrà sabato 10 dicembre alle ore 10.

«Nell'ambito dell'appuntamento con la Mezza Maratona sul Km lanciato, la gara podistica organizzata in collaborazione con l'associazione nazionale Bersaglieri, abbiamo voluto inserire anche un momento cruciale per la città che ci vedrà mettere a disposizione dei montesilvanesi una nuovissima struttura sportiva». Il progetto della pista risale al 2009. I lavori, affidati alla ditta De Leonibus Costruzioni, presero il via a marzo del 2012, per poi procedere tra diverse sospensioni fino a novembre 2014. Il 7 agosto 2015 la FIDAL ha rilasciato il Certificato di Omologazione dell'impianto sportivo di atletica leggera, inserendolo nella classe IE "Esercizio", con la possibilità di classificarlo come Impianto Parziale nel momento in cui verrà dotato di regolare attrezzatura conforme alla normativa federale. La pista potrà quindi ospitare gare agonistiche. L'opera ha avuto un costo complessivo di circa 500.000 euro. Di questi oltre 430.000 euro sono stati spesi tra la realizzazione della pista e la riqualificazione generale dello Stadio, con la collocazione di arredi, quali panchine, reti e porte nuove. Altri 30.000 euro circa sono stati spesi per la pavimentazione dei lati della nuova pista di atletica, e 16.000 euro circa per il ripristino degli spogliatoi e delle tribune.

«L'omologazione della Fidal - afferma l'assessore - e il progetto di potenziamento delle attrezzature che abbiamo già avviato ci permetteranno di rendere la pista una delle sedi di gare agonistiche di atletica leggera. Questo significa sviluppare il turismo sportivo e dunque destagionalizzare l'offerta della città, che deve avere nel settore a tutto tondo il suo principale comparto di crescita».

A partire dalle 9:30 di domenica 11 dicembre prenderà il via la Mezza Maratona sul km lanciato, la gara podistica per atleti di carattere, giunta alla sua seconda edizione, che si sarebbe dovuta svolgere lo scorso 30 ottobre ma che venne annullata a causa della violenta scossa di terremoto che flagellò il centro Italia.

Due le gare previste. Quella di 21 km prenderà il via dal lungomare, per svilupparsi poi su Corso Umberto, via Cavallotti, via Vestina sino a via Biagi, via D'Antona, girerà intorno allo stadio Aldo Mastrangelo per immettersi in via Senna, tornerà su via Vestina sino a Cappelle sul Tavo. Altre strade interessate saranno Strada Comunale San Paolo, S.P. Montesilvano Spoltore, C.da Colle Vento fino a Montesilvano Colle, corso Vittorio Emanuele, centro storico di Montesilvano Colle, via Togliatti, via Chiarini, via Sospiri, via Di Vittorio, via Cavallotti, e viale Aldo Moro sino a viale Europa per poi tornare indietro e concludere la gara al centro di intrattenimento Porto Allegro.

La competizione di 10 km interesserà le seguenti strade: partenza da viale A. Moro, direzione ovest, intersezione con C.so Umberto SS 16 per il solo attraversamento, via Cavallotti direzione ovest fino all'intersezione con via Vestina direzione ovest sino all'intersezione con via Barbato, via Togliatti, via Chiarini, via Sospiri, via Di Vittorio, via Cavallotti, viale Aldo Moro sino a viale Europa per poi tornare indietro e concludere la gara al centro di intrattenimento Porto Allegro. La circolazione verrà parzialmente interrotta dalle 9 alle 12 circa.

 

Leggi Tutto »

Sebastiani: Djordjevic sarebbe il profilo ideale per noi

"In questo delicato momento, il Pescara tutto, insieme al suo allenatore Massimo Oddo e alla squadra, e' totalmente concentrato sulle prossime tre gare di campionato, quelle che condurranno alla sosta di Natale e soprattutto al periodo di riflessione al quale ci dedicheremo in relazione alla finestra del calciomercato invernale". Cosi' il presidente del Pescara, Daniele Sebastiani, parlando ai microfoni di Radio Incontro Olympia di un possibile ritocco della sua rosa nella sessione invernale del mercato. "A gennaio, se il Pescara si muovera', lo fara' per migliorare immediatamente il suo organico, andando sulle certezze e non sulle scommesse - spiega il numero uno degli abruzzesi - Djordjevic? Sarebbe il profilo ideale per noi, l'attaccante giusto, il colpo perfetto... Nel reparto avanzato abbiamo avuto numerosi problemi relativi all'infortunio di Bahebeck e ai problemi di Manaj, indi per cui, in caso di movimenti in entrata, andremo su quella tipologia di giocatori che garantiscono prontezza, esperienza e qualita'. Al momento non esiste nessuna trattativa fra Pescara e Lazio, in futuro chissa'... Gabigol? Proprio per quanto appena detto, il giovane attaccante brasiliano dell'Inter non rientra nei piani del Pescara. Se dovessi e potessi scegliere, indubbiamente preferisco Djordjevic". 

Leggi Tutto »

Sebastiani: “Se mi salvo faccio spogliare bella ragazza”

"Non ho cambiato allenatore perche' sono convinto che e' molto bravo, sta lavorando bene e ha la squadra dalla sua parte". Il presidente del Pescara, Daniele Sebastiani, ribadisce la fiducia della societa' in Massimo Oddo, che resta sulla panchina degli abruzzesi, terz'ultimi in classifica, anche dopo il pareggio casalingo di ieri con il Cagliari. "Il Pescara ha una sola strada per cercare di salvarsi, quella di continuare a giocare a calcio, troveremo un attaccante - spiega il numero uno del Pescara a 'Tutti Convocati', su Radio24 - Se mi salvo faccio spogliare qualche bella ragazza di Pescara. Il nostro calcio? E' giusto fare delle riforme importanti, il prodotto calcio si vende meno in Italia perche' bisogna alzare la qualita'. In Inghilterra il Leicester vince il campionato, in Italia questa cosa non potrebbe mai succedere". Sebastiani fa pubblicamente i complimenti al suo ex pupillo, risultato decisivo ieri nel successo del Milan sul Crotone: "Sono felicissimo, il ragazzo se lo merita e sono contento per Galliani e per il dottor Berlusconi. Se potevamo trattenerlo? Quando hai il giocatore che vuole scegliere e decidere dove andare, ci puoi fare poco". Infine, sul campionato, Sebastiani ammette che "sono simpatizzante juventino ma, per la bellezza del campionato, mi piacerebbe se lo vincesse un'altra squadra"

Leggi Tutto »

Pari in extremis del Pescara col Cagliari

 Con una rete in pieno recupero di Caprari il Pescara beffa il Cagliari, 1-1 il finale, nello scontro salvezza giocato all'Adriatico. Ottima la gara dei sardi passati in vantaggio nel primo tempo ma costretti a giocare in 10 per l'espulsione di Di Gennaro gia' dal 34' del primo tempo. Poco o nulla da recriminare per i padroni di casa che nonostante la superiorita' numerica non sono riusciti a sfondare il muro difensivo sardo fino al secondo minuto di recupero della ripresa. L'inizio di gara stenta a decollare e per assistere alla prima vera occasione da rete bisogna attendere il 7', con Di Gennaro che, direttamente da calcio di punizione, trova la testa di Ceppitelli che non impatta bene il pallone ma grazie alla deviazione di Fornasier si guadagna un calcio d'angolo. Due minuti dopo, i padroni di casa si risvegliano improvvisamente dal torpore di inizio gara e Pepe, autore di una discesa palla al piede di piu' di 30 metri, serve Caprari che defilato stoppa il pallone e prova la conclusione immediata di sinistro ma la mira non e' delle migliori e Storari non deve impegnarsi per evitare la rete. Il Cagliari amministra bene il possesso del pallone ma la manovra offensiva sterile dei sardi permette al Pescara di rendersi nuovamente pericoloso in ripartenza ancora con Pepe che, al 20', prova a sorprendere Storari con una conclusione velenosa che si spegne di pochissimo a lato facendo tirare un sospiro di sollievo all'estremo avversario. Scampato il pericolo, il Cagliari prova a scuotersi e, al 24', Di Gennaro verticalizza per Borriello che stoppa il pallone e di sinistro batte Bizzarri per lo 0-1.

 Incassato lo svantaggio, l'undici di Oddo si riversa letteralmente nella meta' campo dei sardi che in affanno, al 34', restano in dieci per l'espulsione di Di Gennaro, autore di un brutto fallo su Verre che costringe Doveri ad ammonire per la seconda volta il capitano della squadra sarda. Nella seconda frazione di gioco, la squadra di Oddo prova ad approfittare della superiorita' numerica alzando vistosamente il proprio baricentro ma e' bravo e ben organizzato il Cagliari che concede solo al 14' la prima occasione da rete: Brugman si improvvisa rifinitore e dalla trequarti serve Gyomber che puntuale colpisce di testa ma senza inquadrare la porta difesa da Storari. Alla ricerca del pareggio la pressione degli abruzzesi diventa incessante e, al 17', su corner battuto da Pepe, Pettinari conclude di testa ma il pallone finisce alto sopra la traversa. Il forcing degli abruzzesi e' ammirabile per l'intensita' profusa dagli uomini di Oddo che al 30' fanno venire i brividi all'estremo difensore sardo: dal vertice sinistro dell'area di rigore, Pepe scocca un sinistro tagliente che fa la barba al palo strozzando in gola l'urlo di gioia del Pescara. Sull'onda del nervosismo l'undici di casa da vita a un vero e proprio assalto all'area di rigore degli avversari che alzano delle vere e proprie barricate per impedire il pareggio ma in pieno recupero, al 47', Biraghi dalla sinistra lascia partire l'ennesimo traversone che viene letto male dalla retroguardia sarda che lascia libero Caprari di concludere a rete per la rete dell'1-1 definitivo che chiude la gara. "Sono molto contento per il punto conquistato e credo che il pareggio sia il risultato piu' giusto. Nella prima frazione di gara stavamo giocando molto bene ma loro hanno fatto gol alla prima possibilita' che abbiamo concesso con Borriello. Dopo l'espulsione di Di Gennaro tutto e' diventato molto difficile perche' quando trovi una squadra che si chiude come ha fatto il Cagliari non e' mai facile e noi siamo andati in grande difficolta' riuscendo pero' nel nostro intento". Cosi' l'allenatore del Pescara, Massimo Oddo, ai microfoni di 90' Zona Mista, dopo il pareggio contro il Cagliari per 1-1."Fortunatamente abbiamo trovato il pareggio con Caprari che per noi oltre che utile e' molto significativo - ha poi continuato -.Adesso dobbiamo continuare a lottare e stringere i denti. Siamo in difficolta' mentale perche' ci manca la vittoria ma noi dobbiamo continuare a lavorare perche' e' l'unica strada da percorrere per raggiungere il nostro obiettivo e speriamo che un po' di fortuna giri anche dalla nostra parte". In conclusione, Oddo poi spiega lo sfogo avuto in settimana dopo la sconfitta in coppa italia contro l'Atalanta. "Io mi sono molto arrabbiato per l'atteggiamento avuto dalla mia squadra durante l'impegno di coppa perche' ho temuto che il gruppo non stesse bene ma con la reazione avuta oggi ho capito di aver interpretato male". 

Leggi Tutto »

Oddo carica i suoi per la gara col Cagliari

"Quella di domani con il Cagliari sara' una partita difficilissima, forse la piu' difficile che potesse capitarci in questo momento. La nostra forza dovra' essere quella di avere chiaro in mente quali sono i nostri limiti. Sara' fondamentale non perdere. Abbiamo bisogno di punti. A me domani della prestazione non importera' nulla. Voglio undici cani in campo e una prestazione mentale importante". Queste le parole del tecnico pescarese Massimo Oddo rilasciate questo pomeriggio alla vigilia della gara di domani all'Adriatico con gli isolani. Dopo le ultime sconfitte in campionato, e il ko di Coppa Italia con l'Atalanta, Oddo si aspetta una pronta reazione da parte della sua squadra. "Contro il Cagliari non sara' la partita della salvezza. Certo dovremmo fare punti ma nel calcio puo' succedere di tutto. Sappiamo che comunque si tratta di 90' importanti. Noi non siamo retrocessi. Siamo quattro squadre che si giocano la serie A. Facciamo finta di essere in un campionato a quattro, e che siamo secondi a tre punti dalla prima. Cosi' cambia qualcosa nella testa. Il morale - ha spiegato il tecnico abruzzese - fa tutto e noi dobbiamo fare qualunque cosa per invertire la rotta. Se la societa' mi rinnova la fiducia, vuol dire che si vuole fare qualcosa di importante tutti insieme". Per la sfida con i rossoblu', Oddo dovra' fare a meno degli infortunati Campagnaro, Coda, Mitrita e Bahebeck. Al centro della difesa ballottaggio Gyomber-Fornasier. In attacco quasi certo l'impiego di Simone Pepe.

Leggi Tutto »