Sport

Zeman si aspetta il riscatto con il Brescia

Dopo la sconfitta di Empoli, il Pescara e' chiamato al riscatto nella gara interna di domani pomeriggio all'Adriatico contro il Brescia dell'ex Pasquale Marino. Questa mattina in conferenza stamp il tecnico pescarese Zdenek Zeman ha analizzato il momento dei suoi ragazzi. "Prendo atto delle decisioni - ha detto il boemo in merito al caso del portiere di riserva Pigliacelli - che sono state prese. Voi (dice rivolgendosi ai giornalisti) poi avete fatto un casino dicendo che si e' rifiutato di andare in panchina ma non e' stato cosi'. Sono scelte mie, poi posso sbagliare ma tocca a me prendere queste decisioni. Non chiudo le porte a nessuno, ma mi aspetto un atteggiamento diverso. Fa parte di una squadra e deve comportarsi come gli altri. Nel calcio sbagliano in tanti, ma non voglio mettere tutti contro il ragazzo, non sarebbe giusto". Poi il discorso scivola sul match di domani: "Contro il Brescia abbiamo vinto in Coppa ma ora loro sono molto diversi da allora. Sono una buona squadra e possono ambire a qualcosa di importante. Marino lo conosco da quando era un ragazzo, l'ho seguito e ha fatto molto bene. Ora qualche esonero magari lo ha reso piu' attento rispetto al passato". Finalmente l'infermeria va svuotandosi. Zeman puo' tirare un sospiro di sollievo: "Siamo in 23, nessuno ha problemi fisici e quindi possono giocare tutti. E' convocato Antonino come secondo portiere. Kanoute' aveva qualche problema fisico a Empoli, adesso sta meglio. Brugman ha fatto bene, per domani in quel ruolo si vedra'. Campagnaro lo considero, ha una carriera importante e ha carisma su tutta la squadra. Ma non e' ancora pronto per giocare, domani non ci sara'".

Leggi Tutto »

Pescara Calcio a 5 respinge le dimissioni di Fulvio Colini

 Il Pescara Calcio a 5 ha comunicato di aver respinto le dimissioni presentate ieri sera da mister Fulvio Colini, che resta dunque alla guida della prima squadra. Nonostante tutte le vicissitudini che hanno interessato il club a partire da Gara 1 della serie Scudetto, con squalifiche di diversi mesi per il campo di gioco, dirigenti ed atleti, dopo la maxi rissa seguita al match giocato in Abruzzo con la Luparense lo scorso giugno, la societa' adriatica, prima tra le italiane nel Ranking Uefa, e fra le piu' vincente nei confini nazionali nell'ultimo lustro, ha deciso di continuare con il tecnico romano che ieri sera si era dimesso, motivando la sua decisione "per non mettere ulteriore pressione al club che da un anno a questa parte e' stato falcidiato da piu' situazioni. Le 12 giornate di squalifica, vale a dire meta' campionato, non mi consentono di dare risposte concrete alla societa' in merito a quello che accade in campo e fuori. I rapporti con la societa' sono rimasti ottimi, ma la mia e' una presa di coscienza - aveva detto ieri sera Colini - di una situazione della quale mi assumo le mie responsabilita'".

Leggi Tutto »

Teramo basket mette sulle maglie il logo del Wwf

La nuova avventura che unisce il Teramo Basket 1960 (serie B maschile) e il WWF è stata presentata, questa mattina, in una conferenza stampa che si tenuta a Pescara, in Regione, alla presenza del Sottosegretario con delega all'Ambiente, Mario Mazzocca.  

Sulla maglia della squadra, che milita nella Serie B della Lega Nazionale Pallacanestro, campeggerà per tutta la stagione 2017/18 il panda, simbolo della più conosciuta e diffusa associazione ambientalista a livello mondiale, con la scritta "Difendi la natura abruzzese". 

Un incontro nato dalla comune volontà di mettere insieme due valori importanti come l'attività sportiva e la tutela dell’ambiente, ma anche dal desiderio di valorizzare un territorio come quello abruzzese tra i più ricchi di biodiversità a livello europeo. "La Regione non può che guardare a questa iniziativa con grande simpatia - ha commentato Mazzocca - non soltanto perchè l'Abruzzo è la terra dei Parchi e delle aree protette ma soprattutto perchè la tutela del territorio e la valorizzazione dell'ambiente rappresenta una delle priorità della nostra azione di Governo. La presenza del logo del WWF Italia sulle magliette della Teramo basket - ha proseguito - non fa altro rafforazare questa vocazione e mi auguro sia foriera di risultati sempre più brillanti per il team teramano al pari delle altre formazioni abruzzesi". Alla conferenza stampa hanno partecipato il presidente della Teramo basket, Ermanno Ruscitti, il vice presidente del WWF Italia, Dante Caserta, ed il presidente regionale del WWF, Luciano Di Tizio.

Leggi Tutto »

Verratti fissa gli obiettivi per la prossima stagione

Marco Verratti quest'estate è stato vicino a lasciare il Psg per il Barcellona. In un'intervista a L'Equipe, il centrocampista ex Pescara, fissa gli obiettivi per la prossima stagione: "Magari firmerò un rinnovo. La gente pensa che gioco al Psg per i soldi, ma i soldi li puoi guadagnare pure altrove. Se fossi partito quest'estate in club pronti a spendere 100 milioni per comprarmi, avrei guadagnato di più. Neymar ha fatto così con City o Chelsea, e ha scelto il Psg per il progetto. Per me è lo stesso". Poi Verratti racconta della separazione con il suo storico agente Donato Di Campli, per entrare poi nella cerchia di Raiola: "Raiola lo conoscevo perché era l'agente di Ibrahimovic. La sola cosa che gli ho detto era di non finire più sui giornali. Ha esperienza e buoni rapporti con i club. E mi è stato consigliato da Zlatan. Nel calcio e fuori ogni volta che ho ascoltato Zlatan ho fatto la scelta giusta. E' stato un periodo davvero complicato, non mi aspettavo un'estate così. Sono successe molte cose che non ho apprezzato, anche da parte di persone vicine a me che hanno pensato a loro e non a me". Poi parla della trattativa con il Barcellona, con cui Di Campli, ha trattato fino al raggiungimento di un accordo, stabilendo un prezzo di 100 milioni e un'idea precisa di ingaggio. Il Psg però si è opposto: "Ai dirigenti - racconta Verratti - ho chiesto allora che mi spiegassero cose che non avevo capito. La verità è che la scorsa stagione abbiamo vissuto momenti complicati. Non eravamo all'altezza. Ci chiedevano di vincere tutto e c'erano molte squadre più forti di noi. Non parlo di giocatori, ma di altro. Per la prima volta mi sono chiesto se dovevo continuare qui". "Sono ambizioso e mi sono posto delle domande - continua il centrocampista - Quando però mi sono chiarito con il nuovo d.s., ho deciso di restare. Non sono rimasto per Neymar e Mbappé. In quel momento non sapevo che avrebbero firmato per il Psg". 

Leggi Tutto »

Pescara batte Avellino 2-1

Un Pescara molto concreto conquista in rimonta i tre punti in casa con l'Avellino. La gara nei primi minuti e' avara di contenuti, con le due formazioni piuttosto imprecise in fase d'impostazione. Il Pescarainizia al piccolo trotto, mentre gli irpini ne approfittano e intorno al quarto d'ora iniziano ad imbastire la manovra. Due minuti piu' tardi infatti l'Avellino approfitta di un errore di Kanoute' sulla linea mediana e affonda con Asencio che a tu per tu con Fiorillo centra il palo dopo una deviazione di Perrotta. Al 20' invece e' Ardemagni a impensierire Fiorillo in semirovesciata, ma il portiere pescarese e' reattivo e disinnesca in tuffo. E' solo il preludio al gol perche' al 22' l'Avellino sblocca la gara con un gran destro a giro di Bidaoui che dall'out di sinistra infila la sfera sotto il sette. Il Pescara dopo lo svantaggio inizia a creare qualche trama in piu' e puntualmente centra il gol del pareggio con Mancuso, molto scaltro a finalizzare un bell'affondo di Zampano dalla destra, che mette a sedere il suo diretto avversario e serve sul dischetto del rigore l'ex Sambenedettese. La ripresa viaggia sugli stessi ritmi del primo tempo con il Pescara che ci prova pero' subito con Benali, assistito da Brugman in triangolazione, ma Radu fa gli straordinari e devia in calcio d'angolo. Al 23' occasione ghiotta per il Pescara con Zampano, che raccoglie una deviazione di Radu e spara il pallone in curva a porta totalmente sguarnita. Dopo una fase di stallo, al 37' la squadra di Zeman trova il vantaggio con Pettinari che interrompe il suo digiuno dopo cinque partite, sfruttando un tiro sporco di Mancuso che lo serve sul dischetto del rigore. Dopo 7' di recupero e attimi concitati, il direttore di gara decreta la fine dell'incontro, incoronando cosi' il Pescara. 

PESCARA (4-3-3): Fiorillo 6.5; Zampano 6.5, Bovo 6, Perrotta 6, Mazzotta 6 (47'st Crescenzi sv); Palazzi 6.5, Kanoute' 5 (18'st Valzania 6), Brugman 6; Mancuso 6.5, Pettinari 6.5, Benali 5.5 (34'st Del Sole sv). In panchina: Pigliacelli, Balzano, Ganz, Coda, Elizalde, Fornasier, Capone, Carraro. Allenatore: Zeman 6.5 AVELLINO (4-4-2): Radu 5.5; Ngawa 5.5, Suagher 5.5, Kresic 5.5, Rizzato 6 (40'st Castaldo sv); Molina 6 (24'st Laverone 5.5), D'Angelo 5.5, Di Tacchio 6, Bidaoui 6.5; Asencio 6 (30'st Camara' sv), Ardemagni 6. In panchina: Iuliano, Pozzi, Pecorini, Marchizza, Moretti, Falasco, Gliha, Lasik, Paghera. Allenatore: Novellino 6 ARBITRO: Chiffi di Padova 6 RETI: 22'pt Bidaoui, 29'pt Mancuso, 37'pt Pettinari NOTE: Spettatori: 7.978 di cui 4.914 abbonati. Ammoniti: Kanoute', D'Angelo, Laverone, Ngawa. Angoli: 8-4 per il PESCARA. Recupero: 1'pt e 5'st. 

Leggi Tutto »

Calcio a 5, positivo al controllo antidoping il portiere del Pescara Capuozzo

La Prima Sezione del Tna, in accoglimento dell’istanza proposta dalla Procura Nazionale Antidoping, ha provveduto a sospendere in via cautelare l’atleta Antonio Capuozzo (tesserato FIGC) riscontrato positivo alla sostanza Stanozololo Metaboliti a seguito di un controllo disposto da Nado Italia al termine della Manifestazione “Campionato Serie A 5, Feldi Eboli – Pescara C5” svoltasi a Eboli il 2 ottobre 2017.

Leggi Tutto »

Daniele Sebastiani nuovo presidente del Trofeo Matteotti

Grandi novita' in casa del Trofeo Matteotti, la classica di ciclismo pescarese che si rilancia con una nuova data nel calendario dell'Uci. Daniele Sebastiani, patron del Pescara Calcio, e' il nuovo presidente del Trofeo; succede a Renato Ricci, patron uscente e ora presidente onorario della manifestazione ciclistica che cambia data e dal 2018, per la 71/a edizione, si correra' non piu' a luglio, ma il 23 settembre, come prova pre-mondiale e subito dopo il Memorial Pantani. "Sebastiani ha avuto il Matteotti per merito. Non c'e' stato nessun passaggio di denaro perche' il Matteotti non si vende. Nel 2019 - ha detto Ricci - spero si possa correre nella Nuova Pescara". "Il Matteotti ha portato sulle strade di Pescara e Montesilvano grandi corridori - ha detto Sebastiani - Ricci e gli organizzatori hanno fatto tanti sacrifici per tenere viva questa manifestazione. Ma le cose cambiano e quest'anno sara' una pre-mondiale. Tanti vorranno venire a correre da noi e speriamo di portare grandi squadre e grandi corridori".

Leggi Tutto »

Colpo esterno del Pescara contro il Parma

 Stop interno per il Parma che dopo tre risultati utili di fila cade 1-0 in casa contro il Pescara. Decisiva la rete di Brugman a cinque minuti dalla fine che consente alla squadra di Zeman di riscattare la sconfitta dell'ultima giornata contro il Cittadella. Gli abruzzesi salgono così a 13 punti scavalcando proprio i ducali, che restano fermi a 11. Poco dopo il quarto d'ora i padroni di casa sfiorano il vantaggio con Baraye, che si fa rimontare da Palazzi proprio al momento di battere a rete. Al 37' tentativo di tacco di Pettinari: Frattali si salva in qualche modo negando il vantaggio agli ospiti. Nella ripresa Pescara di nuovo aggressivo con Zampano, che in un paio di situazioni crea scompiglio nell'area di rigore emiliana. Il Parma si fa notare con un paio di tentativi di Dezi e Di Gaudio (Fiorillo è attento). Quando la gara sembra indirizzata verso lo 0-0, gli abruzzesi segnano il gol vittoria al 40' con Brugman, servito da Mancuso per il più facile dei gol. Inutile l'assedio finale della squadra di D'Aversa.

Leggi Tutto »

La ginnasta russa Dina AVERINA ospite della società Armonia d’Abruzzo

La ginnasta russa Dina AVERINA, campionessa mondiale, ospite della società Armonia d’Abruzzo, parteciperà al Campionato Italiano di serie A1di ginnastica ritmica.

Dopo le olimpiadi 2016, vinte dalla ginnasta russa Margarita MAMUN che si è poi ritirata dal mondo della ginnastica, Dina è subentrata nel Team Russo come 1° ginnasta, dandone conferma  vincendo il Campionato Mondiale 2017 che si è svolto per la prima volta in Italia a Pesaro e precedendo in classifica la sorella gemella Arina.
L’Armonia d’Abruzzo milita nella serie “A” dal 1994 e ha conquistato per 7 volte il titolo di Campione d’Italia di cui 6 consecutivi, dal 2008 al 2013, avvalendosi della collaborazione di ginnaste straniere come Natalia Lipkoskaia, Diana Popova, Yulia Barsukova (Campionessa Olimpica a Sidney), Iva Tepeshanova, Elena Tkacenko, Carolina Tkalina, Inna Zhukova, Margarita Mamun, Marina Durunda, Melitina Staniouta e, quest’anno, Dina Averina. L’intensa e proficua attività di preparazione delle ginnaste in seno alla Società ha portato l’Armonia d’Abruzzo ad essere designata come Polo Tecnico Federale nel 2001 e Centro Tecnico Federale nel 2003.

 

Il medagliere della società conta di 177 medaglie:

  • 40 medaglie d’oro: una ai Mondiali di Baku 2005, una agli Europei di Torino 2008, due World Cup/Gran Prix, sette ai campionati Italiani di seria A1, dieci agli assoluti, undici ai campionati italiani di categoria, sei alla specialità e due in serie C;

  • 75 medaglie d’argento: una alle Olimpiadi di Atene 2004 con Fabrizia D’Ottavio, sei ai Mondiali, tre agli Europei, nove al Gran Prix, sei in serie A, trentatrè agli assoluti, una al Criterium Giovanile,  quattordici ai campionati di categoria, una alla Specialità e una in serie C;

  • 62 bronzi: due ai Mondiali, tre agli Europei, nove ai Gran Prix, tre alle Gymnasiade, quattro in serie A, venti agli assoluti, due al Criterium Giovanile, tredici alla Categoria, tre alla Specialità, due d’insieme, una in serie C

Anche quest’anno la società cercherà di aggiudicarsi per l’ottava volta il titolo di Campione d’Italia con la seguente formazione: Dina Averina, Caterina Allovio, Alice Capozucco, Eva Swahili Gherardi, Federica Pettinelli, Alessia Russo, Alessia Surricchio sotto la direzione della tecnica Germana Germani membro di supporto tecnico della F.G.I. presso il Centro Tecnico Nazionale a Pescara nonché Giudice Internazionale di II Livello.

 

 

Leggi Tutto »

Zeman medita cambiamenti nella formazione

Conferenza stampa pre-gara anticipata di un giorno in casa Pescara, con il tecnico Zdenek Zeman che ha parlato della gara che i biancazzurri giocheranno sabato al "Tardini" di Parma. Zeman e' anche un ex per essere stato tecnico dei parmensi nel 1987 per sette giornate, prima di essere esonerato. Un Pescara non ancora simile alle idee del suo allenatore che resta pero' fiducioso per il futuro: "Il campionato e' molto equilibrato e con il tempo, saremo un'altra squadra. Dobbiamo abituarci ancora a fare le cose che proviamo durante la settimana. Io non sono preoccupato. So che ho una squadra con poca esperienza che deve abituarsi a giocare in serie B". Su eventuali variazioni da apportare all'indice da far scendere in campo, e sull'avversario di turno, Zeman ha poi aggiunto: "Sabato non so se cambiero' qualcosa. Devo avere delle motivazioni per cambiare. Ganz e' a disposizione e devo valutare se puo' essere piu' utile di Pettinari. Mancuso e' ok, ma non so quanti minuti possa garantire. Il Parma e' una squadra esperta, gioca un calcio adatto alla serie B. Fanno tanti gol su calcio piazzato e sono anche abituati a stare in categorie superiori, non hanno grandi ritmi ma sono bravissimi a gestire la partita". Per la sfida di dopodomani in Emilia, con un allenamento ancora a disposizione, il boemo non ha ancora sciolto le riserve sui convocati. Fuori causa a Parma Bovo, Campagnaro e Proietti. Tornera' a disposizione Capone assente domenica scorsa per gli impegni con la nazionale. Ok Perrotta e Mancuso, e anche Coda dopo l' influenza. 

Leggi Tutto »