Sport

Il Pescara si prepara al match col Bologna

Seduta di allenamento al mattino per il Pescara che domenica sara' di scena in casa del Bologna. Attivazione e seduta tattica per il gruppo, lavoro differenziato per Campagnaro e Stendardo, partitella a campo ridotto nel finale di giornata. Lavoro differenziato anche per Vitturini, rientrato dalla nazionale. Domani prevista seduta di allenamento al mattino presso il centro sportivo "Poggio degli Ulivi" a Citta' Sant'Angelo.

Leggi Tutto »

Il Pescara perde anche col Crotone

Con un eurogol di Tonev nella ripresa, il Crotone sbanca l'Adriatico e tiene vive le speranze di permanenza in serie A battendo un Pescara gia' retrocesso ma che non ha mai rinunciato a giocare. L'inizio del Crotone e' arrembante e al 9' va vicino al vantaggio con Trotta che, servito con una buona intuizione da Simy, dalla sinistra prova a sorprendere Fiorillo con un rasoterra velenoso: l'estremo pescarese e' ben piazzato e blocca. In grande affanno, l'undici abruzzese si lascia schiacciare dalla manovra avvolgente del Crotone che, al 22', prova a sbloccare il risultato con Nalini sugli sviluppi di un calcio d'angolo: conclusione al volo, palla fuori complice la deviazione di Verre. L'azione insistita degli uomini di Nicola non ha i risultati sperati e il Pescara , fino a quel momento in campo nelle vesti di comparsa, prova a far male ai calabresi e, al 36', la squadra di Zeman si presenta per la prima volta in zona offensiva con Bahebeck che, servito in profondita', calcia di punta senza pero' inquadrare la porta di Cordaz. L'occasione mancata scuote l'undici di Zeman che appena un minuto dopo va nuovamente vicina alla rete del vantaggio ancora con Bahebeck: provvidenziale Ferrari sull'uscita infelice di Cordaz.

L'avvio della ripresa e' tutta per la squadra di Nicola che, al 6', sfiora l'1-0: dalla destra, Rosi crossa per la testa di Simy che manca il pallone ma Trotta, ben appostato, si impossessa della sfera vagante e prova la conclusione verso la porta di Cordaz: la mira dell'ex Sassuolo non e' affatto buona e il pallone finisce addirittura in fallo laterale. Al 15', il Pescara prova a interrompere il dominio territoriale degli ospiti e Bovo, dalla media distanza, ci prova con una conclusione potente ma poco precisa che non impegna Cordaz. Alla disperata ricerca della vittoria che non segnerebbe del tutto le speranze di salvezza, il Crotone si riversa nella meta' campo abruzzese e, al 26', dal limite dell'area, Tonev calcia di destro direttamente verso la porta di Fiorillo col pallone che si infila sotto l'incrocio per il meritato vantaggio dell'undici di Nicola che chiude di fatto la partita. Anche se Genoa ed Empoli vincono, il Crotone dimostra di esserci ancora. Il Pescara , che chiude in 10 per l'espulsione di Benali, saluta sempre piu' mestamente la serie A.

 

"Muntari non l'ho mandato in campo perche' non si e' allenato, non per ragioni ambientali. Io non devo giocare con i simboli". Cosi' Zdenek Zeman, al termine di Pescara-Crotone, in merito all'esclusione di Sulley Muntari. "Muntari ha tutta la mia solidarieta' - ha proseguito Zeman - Prima e' stata presa una decisione sbagliata e poi si e' cercato di recuperare".

 

 

Leggi Tutto »

Aspettando il Giro d’Italia: ciclopedalata da Montenero di Bisaccia a Vasto

 

Aspettando il Giro è l’evento di punta del ciclismo legato al Giro d’Italia numero 100 tra Abruzzo e Molise alla vigilia della nona tappa da Montenero di Bisaccia al Blockhaus. Si continua a lavorare alacremente allo scopo di offrire il miglior spettacolo nella giornata di sabato 13 maggio grazie ad un comitato organizzatore ad hoc che comprende il Velo Club Ortona, il Ciclo Club Vasto, la Vastese Inn Bike, l’Audax Vasto e la Montenero Bike.

 La mattina del 13 maggio si comincerà con la manifestazione a carattere cicloturistico sotto l’egida del comitato regionale FCI Abruzzo: ritrovo alle 8:00 in Piazza Garibaldi a Montenero di Bisaccia, partenza alle 9:30 pedalando ad andatura controllata in un anello iniziale attorno Montenero, passaggio a Petacciato e sosta a Marina di Montenero presso il Centro Commerciale Costa Verde. Si continuerà per San Salvo Marina, San Salvo Paese, la marina di Vasto e un giro nella parte alta di Vasto con la carovana che si fermerà a Palazzo D’Avalos per la conclusione della pedalata. A ritemprare le fatiche dei partecipanti un ricco pasta party e le docce oltre ad usufruire del servizio navetta per il rientro a Montenero.

Il carnet di eventi legato al marchio Aspettando il Giro comprende con la Fiaccolata dell’Amicizia "dal Mare alla Montagna" dove Montenero incontrerà Pretoro in data giovedì 11 maggio. Venerdì 12 la Notte Rosa a Montenero di Bisaccia con spettacoli, musica e stand enogastronomici. Nel pomeriggio di sabato 13 a Vasto il campionato regionale duathlon sotto l’egida Uisp con il Trofeo Città del Vasto, il Group Cycling in Piazza Rossetti a cura di Giuseppe Basilico con la showgirl Valentina Recanati madrina di tutti gli eventi.

 

 

Leggi Tutto »

Annullata la squalifica di Muntari

Un esempio per l'Alto commissario Onu, da squalifica per i regolamenti del calcio. A questo paradosso ha posto rimedio la Corte sportiva d'appello della Figc, annullando il turno di stop inflitto a Sulley Muntari, protagonista domenica scorsa di un diverbio con l'arbitro Minelli. Quest'ultimo non era intervenuto mentre alcuni tifosi del Cagliari intonavano 'buu' razzisti contro il ghanese del Pescara. Muntari aveva prima protestato prendendosi un cartellino giallo, quindi aveva lasciato il campo senza autorizzazione. Secondo giallo ed espulsione, con conseguente squalifica inflitta dal giudice sportivo. Che ha invece assolto da ogni responsabilita' il club rossoblu': mancavano i presupposti normativi per la sanzione perche' quei cori sono stati intonati da un gruppo sparuto di tifosi (una decina, l'1% del settore incriminato). La 'rivolta' di Muntari ha avuto un'eco anche internazionale: gli inglesi lo hanno difeso, bacchettando l'Italia colpevole, a loro dire, di "fare poco contro il razzismo sui campi di calcio". Il caso e' finito addirittura sotto la lente dell'Onu.

Leggi Tutto »

Zeman: su Muntari è stata presa decisione di buon senso

Zdenek Zeman e' tornato a parlare del "caso" Muntari (al giocatore ieri sera e' stata revocata la squalifica di una giornata): "Credo che su questa vicenda abbia prevalso il buon senso. Questo potrebbe essere un precedente che puo' cambiare le cose. Visto che di questo caso si e' parlato in tutto il mondo, ritengo che sia stata una scelta conseguente, considerato anche il gesto eclatante di Muntari. Lui ha chiesto scusa ai compagni quando ha lasciato la squadra in dieci, ma era una cosa dovuta". Zeman ha raccontato che Muntari, avendo saputo della squalifica, aveva chiesto l'altro giorno un permesso al tecnico per tornate a Milano, dove vive. Permesso poi ieri sera revocato dopo l'annullamento della squalifica. Sulla partita di domani con il Crotone, il tecnico boemo ha aggiunto: "Spero che la mia squadra trovi gli stimoli giusti. Io schiero sempre i giocatori che stanno meglio. Non e' che se non giochi trovi motivazioni maggiori. Chi scende in campo vuol dire che ha lavorato bene in settimana. Gilardino non e' ancora pronto e non e' convocato".

"Sono stato trattato come un criminale. Come potevo essere punito quando ero io la vittima di un atto razzista?". E' lo sfogo di Sulley Muntari, all'indomani della revoca della Corte d'Appello Figc della squalifica di un turno. "E' come se qualcuno finalmente mi avesse ascoltato. E' un'importante vittoria per mandare un chiaro messaggio che non c'e' posto per il razzismo nel calcio, o nella societa' - ha detto il ghanese del Pescara al sito della Fifpro - gli ultimi giorni sono stati duri. Mi sentivo arrabbiato e isolato".

Leggi Tutto »

Zeman: mi spiace che abbia pagato solo Muntari per i fatti di Cagliari

Mi dispiace cha abbia pagato solo lui. Secondo me aveva ragione. Nel calcio ci son tante cose che non vanno e questa è una di quelle". Il tecnico del Pescara, Zdenek Zeman, si esprime così, ai microfoni di Striscia la Notizia, in merito alla squalifica per una giornata inflitta al suo giocatore Sulley Muntari, che ha abbandonato il campo nei minuti finali del match di domenica scorsa contro il Cagliari per protestare in seguito ai cori razzisti dei tifosi rossoblù nei suoi confronti. Il giudice sportivo non ha sanzionato la società sarda per lo sparuto numero di supporter che hanno intanto cosi razzisti contro il giocatore del Pescara. L'inviato del tg satirico ha intercettato anche Muntari, per consegnargli il Tapiro d'oro premio che non ha accettato andandosene senza parlare.

Leggi Tutto »

Sulley Muntari rifiuta il Tapiro d’oro

Sulley Muntari rifiuta il Tapiro d'oro, la cui tentata consegna andra' in onda questa sera a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20.40). Il 'Premio' satirico assegnato al giocatore ghanese del Pescaraperche' nell'ultima partita contro il Cagliari e' stato espulso dall'arbitro in seguito alla sua decisione di lasciare il campo per protesta dopo aver sentito i cori razzisti. Valerio Staffelli si e' recato al centro sportivo Poggio degli Ulivi di Citta' Sant'Angelo e ha dapprima incontrato l'allenatore Zdenek Zeman, che ha detto: ''Mi dispiace che abbia pagato solo lui. Secondo me aveva ragione. Nel calcio ci son tante cose che non vanno e questa e' una di quelle''. Quindi ha intercettato Muntari, il quale non ha accettato il premio e ha preferito tacere.

Leggi Tutto »

Pescara, tornano a disposizione Bahebeck e Biraghi

Penultimo match casalingo del campionato per il Pescara che domenica all'Adriatico sfidera' il Crotone. La squadra di Zeman, gia' retrocessa in B, e' reduce da tre sconfitte consecutive e nelle ultime nove giornate ha conquistato 2 punti. Contro i calabresi l'allenatore biancazzurro riavra' a disposizione Bahebeck e Biraghi, mentre non ci sara' Muntari fermato dal giudice sportivo dopo la triste storia di Cagliari. In dubbio Campagnaro, gli altri assenti saranno Stendardo e Vitturini. Nell'elenco dei convocati potrebbe esserci Gilardino che a causa dell'infortunio al ginocchio non scende in campo dal match con il Napoli dello scorso 15 gennaio. Probabile formazione (4-3-3): Fiorillo; Zampano, Bovo, Coda, Biraghi; Coulibaly, Bruno, Memushaj; Benali, Bahebeck, Caprari.

Leggi Tutto »

Malagò: Muntari? Serviva buonsenso,norma da cambiare

"Io posso forzare la mano facendo moral suasion e chiedere piu' buonsenso: errare e' umano, perseverare e' diabolico. Questo caso deve fare giurisprudenza e cambiare una norma che non e' giusta". Lo dice il presidente del Coni, Giovanni Malago', commentando la squalifica del calciatore del Pescara, Sulley Muntari, per aver lasciato il campo a seguito di cori razzisti arrivati dagli spalti del Sant'Elia di Cagliari. "La squalifica la giudico come un classico caso all'italiana - ha chiarito il numero uno dello sport italiano a margine della presentazione del Csio Piazza di Siena - di quelli da studiare all'Universita' per l'assurdita'. Le regole dicono che se un giocatore lascia il campo va squalificato, poi c'e' un'interpretazione di un giudice. Forse quelle regole andrebbero cambiate, perche' se un giocatore ritiene che l'arbitro non stia facendo il suo dovere nel fermare la partita, ci manca solo che oltre il danno ci fosse anche la beffa". Un caso che Malago' preferisce non accostare con il precedente di Boateng, che lascio' il campo in un'amichevole tra Pro Patria e Milan: "E' molto diverso il contesto, quella era un'amichevole questa una gara di Serie A".

Leggi Tutto »

Granfondo Mtb La Via dei Marsi: spazio agli amanti delle pedalate senza fretta

 

La Granfondo Mtb La Via dei Marsi-Sport e Avventura-Memorial Tiziano Masci giunge alla decima edizione ed è diventata un appuntamento da non mancare per la community della mountain bike  abruzzese, organizzata come sempre al meglio dall’Avezzano Cycling Team che lavora ancora sodo per la data del 14 maggio.

La gara regina è la granfondo di 49 chilometri in alternativa al percorso ciclosportivo di 28 chilometri. Per coloro che vorranno pedalare senza ardore agonistico e non avere a che fare con l’assillo del tempo massimo (in possesso di un certificato medico agonistico con la possibilità di acquistare una tessera giornaliera al costo d 15 euro aggiungendo poi le 20 euro di iscrizione alla gara), il percorso ciclosportivo è ricavato all’interno del Parco Regionale Sirente Velino, molto vario, interamente sterrato su strade forestali o prati per il 70% del tragitto con larghezza variabile da 2 a 3 metri e single track per il 30% nei boschi che toccano i territori di Antrosano, Castelnuovo, Forme, Massa D’Albe, Magliano dei Marsi ed Alba Fucens di Massa d'Albe altamente spettacolare per le soluzioni tecniche realizzate. I bikers dapprima devono compiere un tratto iniziale di lancio, nel centro cittadino di Avezzano per poi affrontare il percorso vero e proprio ed iniziare subito con l’ascesa de ”Le Ville” di Antrosano.

Dopo aver attraversato la provinciale che collega Avezzano ad Albe, si punta la collina di Castelnuovo con l’ascesa verso la pineta e dopo una breve discesa, si riprende a salire percorrendo la seconda salita importante denominate “delle pecore” che porta al valico di Fonte Capo la Maina, da dove si prosegue salendo fino ad arrivare alla sommità della Chiesetta degli Alpini di Forme. Discesa all’inizio veloce e successivamente tecnica che conduce ai prati di Forme con il posizionamento di un cancello orario (chiusura dopo due ore dal passaggio dei primi) per permettere ai ritardatari un rientro più agevole.

Successivamente si profila l’ultima fatica di giornata con il superamento di Alba Fucens, con l’attraversamento degli scavi archeologici e del suo anfiteatro riprendendo successivamente il vecchio  collaudato circuito ricavato all’ interno della “Collina Fucense”  definita l’incantevole “Balcone della Marsica”, il quale oltre a essere considerato un immenso patrimonio artistico e culturale ancora da esplorare ai non addetti ai lavori,  rappresenta un vero gioiello a più di 1000 metri d’altezza, è la meta ideale per quanti vogliono avventurarsi nello splendido territorio della Marsica.

La collina di Alba Fucens è situata sul margine Nord-Orientale dell’alveo del Fucino, ampio e fertile altopiano nel cuore dell’Abruzzo sovrastato dalla vetta del Monte Velino (2487 metri di altitudine) da qui di nuovo in discesa fino a raggiungere il Centro Merci della Marsica dove è situato l’arrivo e il polo logistico della manifestazione.

 

Leggi Tutto »