In Breve

Malore fatale per l’imprenditore Antonio Pelino

Stava facendo ritorno da un'escursione in montagna quando si e' sentito male e non si e' piu' ripreso. Un infarto fulminante ha colto questa mattina intorno alle 11.30 Antonio Pelino, mentre tornava, in compagnia del cognato, da una passeggiata sul monte Plaia, nel comune di Introdacqua. Imprenditore molto apprezzato e conosciuto nel settore dolciario, tra i discendenti della famiglia dell'omonima azienda di confetti e fratello della senatrice Paola. Attualmente dirigeva un'altra azienda di confetti collegata all'azienda madre. Antonio Pelino aveva 65 anni. Era uomo di cultura e di sport. Aveva insegnato Economia nell'Universita' diPescara-Chieti ma anche in altri atenei. Aveva presieduto il Panathlon Club di Sulmona, rilevandone le sorti alla morte del padre Olindo.Aveva fondato un'associazione culturale, Ares, organizzatrice di diverse iniziative, convegni e pubblicazioni, in vista delle celebrazioni del Bimillenario Ovidiano. Sul posto si sono recati polizia e carabinieri, che dopo aver accertato la morte naturale dell'uomo, e dopo aver ascoltato il magistrato di turno, hanno riconsegnato la salma alla famiglia per la celebrazione dei funerali. 

Leggi Tutto »

Ipasvi Pescara, gli infermieri chiudono il 2016 con risultati importanti ma restano alcune criticità

“Il 2016 è stato un anno determinante poiché sono state tracciate le basi di un percorso che dovrà consolidare la professione infermieristica attraverso la valorizzazione e il riconoscimento della figura dell’infermiere e l’attivazione di nuovi modelli assistenziali per la nostra Provincia”. Lo ha detto Irene Rosini, presidente del collegio Ipasvi di Pescara che raccoglie 2.200 iscritti in città e provincia, tracciando un bilancio delle attività realizzate e delle sfide che attendono la professione in vista del 2017.
Nei 12 mesi appena trascorsi sono tantissimi i progetti di alto valore sociale declinati nelle piazze e le iniziative di sensibilizzazione portate avanti dall’Ipasvi, anche in collaborazione con il Cives (Coordinamento infermieri volontari di emergenza sanitaria), per sensibilizzare i cittadini e i rappresentanti del mondo delle istituzioni su tematiche delicate come quelle della donazione di organi e tessuti o sull’importanza di accorciare le liste di attesa per i trapianti. Un impegno a 360 gradi, iniziato con la giornata internazionale dell’infermiere, celebrata il 12 maggio in contemporanea in tutto il mondo, che ha visto gli iscritti Ipasvi scendere in piazza per distribuire opuscoli e materiale informativo sul progetto “Una scelta in Comune” che prevede la possibilità di sottoscrivere in vita, all’atto del rinnovo della propria carta d’identità, il consenso o la negazione alla donazione di organi e tessuti. La campagna “Salute e cittadini in emergenza e non, infermieri sempre in campo”, condotta con lo scopo di prevenire l’ipertensione e il rischio cardiovascolare nella popolazione adulta e iniziative ludiche per insegnare ai bambini i comportamenti corretti da adottare in caso di calamità, si aggiunge al patrocinio offerto alla onlus “Il risveglio di Manuela” per sostenere l'avvio e le attività del primo centro regionale del risveglio e di riabilitazione dal coma, previsto dal piano sanitario all'ospedale di Popoli. E poi le tante attività volte a promuovere la responsabilità infermieristica a fronte della nuova normativa vigente, la gestione delle emergenze intraospedaliere, attraverso la formazione ECM, anche nei presidi di Penne e Popoli.
Ma i due appuntamenti centrali del 2016 sono stati gli incontri, promossi dall’Ipasvi di Pescara, con i vertici regionali del mondo sanitario e i delegati nazionali che hanno consentito di portare a casa risultati importanti. “Grazie anche all’impegno assunto dall’assessore regionale alla Sanità Silvio Paolucci e dal direttore dell’agenzia sanitaria regionale Alfonso Mascitelli – ha evidenziato Irene Rosini – abbiamo avviato una riorganizzazione del sistema sanitario che coinvolgerà da vicino il mondo infermieristico. Quando si parla di sanità si deve sentire anche la nostra voce poiché ci occupiamo della presa in carico del paziente e garantiamo la continuità delle cure. Gli impegni riguardano la partecipazione attiva degli infermieri nel percorso diagnostico terapeutico assistenziale nell’agenzia sanitaria regionale, l’istituzione dei dipartimenti per le professioni sanitarie attualmente previsti nelle linee guida degli atti aziendali delle quattro Asl abruzzesi, l’implementazione degli ambulatori infermieristici nei distretti territoriali di base e il potenziamento di modelli assistenziali innovativi sul territorio”.
 
La presidente del collegio Ipasvi di Pescara Irene Rosini non nasconde tuttavia i problemi ancora aperti per il settore. “Le criticità sono ancora tantissime – spiega Rosini – come quelle del demansionamento, dovuto per la maggior parte dei casi all’assenza o carenza nelle strutture di personale di supporto all’assistenza e mancanza di personale infermieristico. Lavorare poi cronicamente con personale ridotto e con esigenze assistenziali sempre più alte porta inevitabilmente a erogare un’assistenza non all’altezza degli standard richiesti e delle aspettative dei cittadini. Le dirigenze e le autorità politiche finora hanno dimostrato attenzione e sensibilità, riconoscendo pubblicamente queste problematiche, ma adesso dovranno agire molto velocemente su questi aspetti in quanto la situazione sta diventando sempre più difficile e precaria”. 

Leggi Tutto »

Vasto, disposta l’autopsia per una donna morta dopo la dialisi

Sara' eseguita a Vasto presso l'obitorio dell'ospedale civile l'autopsia sul cadavere di Teresa Ottaviano, 65 anni di Montazzoli, deceduta ieri mentre stava facendo rientro a casa dopo aver effettuato il trattamento di dialisi nell'ospedale 'Veneziale' di Isernia. La donna, che viaggiava a bordo di un'auto della Protezione civile Valtrigno, ha all'improvviso reclinato il capo. L'autista ha chiesto l'immediato intervento del servizio 118, purtroppo i sanitari non hanno potuto che constatarne il decesso. Il procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Vasto, Giampiero Di Florio, ha disposto l'autopsia che verra' eseguita da Pietro Falco, direttore di Medicina legale dell'Asl 02 Lanciano-Vasto-Chieti, incaricato ad accertarne le cause.

Leggi Tutto »

Ratificata l’estinzione dei ‘derivati’ della Provincia di Teramo

Ristrutturazione del debito, con l'estinzione anticipata di due contratti di derivati (Sap) e la contestuale rinegoziazione di un prestito obbligazionario (Bop), due operazioni finanziarie compite nel 2005. La trattativa, oltre ad una semplificazione del portafoglio di debito provinciale avvenuta in seguito all'estinzione anticipata degli Swap, ha comportato un vantaggio finanziario stimabile, secondo l'Ente, sui 500 mila euro attraverso la rinegoziazione con la conversione del tasso d'interesse da variabile a fisso. Come spiegato sia dal presidente Renzo Di Sabatino sia dal consigliere delegato al Bilancio, Mauro Scarpantonio, molti enti pubblici italiani, negli anni passati, hanno fatto ricorso ai derivati "prodotti finanziari controversi" che hanno dato origine a numerosi contenziosi. "Piuttosto che avviare una controversia legale che sarebbe durata anni - ha dichiarato il presidente Di Sabatino - abbiamo avviato una contrattazione delicata e complessa che fortunatamente e' andata a buon fine". Il Consiglio, inoltre, ha approvato i debiti fuori bilancio per le somme urgenze attivate per gli interventi post terremoto"

Leggi Tutto »

Donato Monaco commissario straordinario per le discariche

In considerazione delle vicende che hanno fatto seguito alla sentenza della Corte di Giustizia dell'Unione europea che nel 2007 ha sanzionato l'Italia per non aver adempiuto agli obblighi imposti da direttive europee in materia di gestione dei rifiuti, il Consiglio dei Ministri - si legge nel comunicato di Palazzo Chigi sulla riunione odierna - ha conferito al dott. Donato Monaco, dirigente superiore del Corpo forestale dello Stato, i poteri straordinari di Commissario governativo per la gestione e la soluzione dell'emergenza legata alla mancata regolarizzazione di numerose discariche non conformi alle regole europee tuttora presenti nelle Regioni Abruzzo, Calabria, Campania, Lazio, Puglia, Sicilia, Toscana e Veneto. La decisione del Consiglio dei ministri è intervenuta dopo un'istruttoria condotta dal Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare che, dopo aver diffidato gli enti responsabili, decorsi infruttuosamente i termini previsti dalla legge per regolarizzare i siti, ha attivato oggi il potere sostitutivo previsto dalla legge n. 234 del 2012. Con questa decisione il Governo confida di concludere le attività di messa in sicurezza delle 58 discariche irregolari entro il primo semestre del 2017.

Leggi Tutto »

Montesilvano, ladre colte sul fatto dai carabinieri

Sono state sorprese da alcuni cittadini a forzare il portone di un condominio, due giovani - una di 25 e l'altra di 20 anni, e sono state arrestate dai Carabinieri, a Montesilvano. Vedendo le due, i residenti hanno subito lanciato l'allarme al 112 e sul posto sono intervenuti i militari dell'Arma della locale Compagnia, agli ordini del luogotenente Giovanni Rolando. Le due avevano cacciaviti e arnesi da scasso. Sono state accompagnate nel carcere di Chieti. L'accusa e' di tentato furto aggravato. Sempre i Carabinieri di Montesilvano stanno indagando su un furto commesso nella notte in una ditta che si occupa di materiali per l'edilizia: i malviventi, entrati con un telecomando clonato, sono riusciti a portare via trapani, martelli pneumatici e avvitatori.

Leggi Tutto »

Ciaspolata Astronomica a Pescocostanzo

Dopo una ciaspolata indimenticabile degusta il tuo aperitivo intorno al fuoco di un falò e tocca con mano le stelle e la Luna attraverso un telescopio.
lunedi 2 Gennaio 2017 vieni a Pescocostanzo a scoprire lo spettacolo della natura, fra i suoni, i profumi e i colori della notte con una speciale Ciaspolata Sotto le stelle.
La serata inizierà al tramonto, passeggiando con le ciaspole con cui assisteremo alla fioritura dei colori del crepuscolo sotto un paesaggio mozzafiato.
Quando le stelle inizieranno a brillare ci raccoglieremo intorno a un bel fuoco per scaldarci e degustare l’Aperitivo del Montanaro, deliziando il palato con prodotti tipici e specialità locali.
Ritrovo alle ore 18:00 presso gli impianti di risalita di Pescocostanzo difronte la scuola sci Pescocostanzo 3000

Leggi Tutto »

Protocollo tra Asl Chieti e Prefettura sull’accertamento di uso di droghe al volante

Per rendere piu' rapido, affidabile e tracciabile l'accertamento dell'eventuale assunzione di sostanze stupefacenti, psicotrope o alcoliche da parte di persone coinvolte in incidenti stradali, sul lavoro o di altra natura, la Asl Lanciano Vasto Chieti ha integrato la procedura interna sulla cosiddetta "catena di custodia" dei campioni biologici sottoposti ad analisi. Il nuovo documento e' frutto di una stretta collaborazione con la Prefettura e la Procura della Repubblica di Chieti, anche alla luce della nuova normativa che ha introdotto i reati di omicidio stradale e lesioni personali stradali.

L'iniziativa, esaminata gia' nel corso di un primo incontro tenutosi lo scorso 8 agosto, e' stata presentata venerdi' scorso in occasione di una riunione presieduta dal Prefetto, Antonio Corona, alla quale hanno preso parte rappresentanti delle Forze dell'Ordine, dalla Polizia Stradale e della Asl. Il Prefetto ha accolto con molto favore l'iniziativa illustrata dalla Asl, su proposta della Polizia Stradale, che prevede un articolato sistema di accertamenti sanitari ed e' estremamente importante per le Forze di Polizia, costituendo un utile strumento di contrasto ai reati commessi, in particolare, nell'ambito della circolazione stradale. Tra le novita', nel caso in cui l'esaminando neghi il suo consenso all'accertamento clinico tossicologico, la Polizia Giudiziaria procede direttamente a nominare il personale sanitario (medico o infermieristico) quale ausiliario di Polizia Giudiziaria ai fini dell'effettuazione del prelievo coattivo.

 

Leggi Tutto »

Consiglio Comunale, il resoconto della seduta del 28 dicembre a Montesilvano

Ammontano a quasi 37 mila euro i debiti fuori bilancio riconosciuti questa mattina in Consiglio Comunale di Montesilvano. Si tratta di alcune fatture non saldate e risalenti agli anni passati per un importo di quasi 27 mila euro. I restanti 10 mila circa, invece, sono il risultato di due accordi trasattivi a seguito di altrettanti decreti ingiuntivi di valore molto superiore.

L'assise ha provveduto inoltre ad approvare con 20 voti favorevoli, un contrario ed un astenuto l'ampliamento del cimitero comunale, destinando un'area di circa 2500 metri quadri a nuovi campi di inumazione. Con la delibera è stato dunque approvato il progetto preliminare al fine di apporre il vincolo preordinato all'esproprio. L'ampliamento verrà eseguito nel lato ovest. Le inumazioni che interesseranno l'area non saranno di durata superiore ai 5 anni, derivanti cioè dall'estumulazione di salme provenienti da loculi la cui concessione è scaduta. Via libera con 15 voti favorevoli e 5 astenuti all'acquisizione nel patrimonio comunale di un'area in via Nilo, derivante dalla dimissione della Ecoemme, la società in liquidazione che si occupava della gestione dei rifiuti in città.

I consiglieri hanno poi approvato con 14 voti a favore e 7 astenuti, il recesso del Comune di Montesilvano, dall'Unione dei Comuni dell'area urbana Chieti Pescara. UNICA nacque nel 2001 insieme ai Comuni di Bucchianico, Francavilla al Mare, Pianella, Cappelle sul Tavo e Torrevecchia Teatina. Nel 2002 si aggiunsero anche Spoltore e San Giovanni Teatino. Dal 2013 ne fanno parte solo Montesilvano e Spoltore, ma di fatto l'Unione non ha svolto alcun servizio associato. I due sindaci, dunque, hanno stabilito di recedere, stabilendo che gli effetti dello scioglimento decorreranno dal 1 gennaio.

Leggi Tutto »

Fdi-An Chieti non partecipa al voto delle Provinciali

Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale di Chieti ha annunciato che non prendera' parte alle elezioni per il rinnovo del Consiglio Provinciale di Chieti in programma il prossimo 8 gennaio dove sono tre le liste presentate una di centrosinistra, una di centrodestra e il cosiddetto 'partito dei sindaci'. Un no a quelle che vengono definite alle "elezioni farsa". E invita i consiglieri comunali che si riconoscono nel Partito, ''a lanciare un messaggio di forte preoccupazione a Governo e Parlamento non andando a votare l'8 gennaio 2017''. L'appello porta la firma del portavoce provinciale di Chieti di Fdi-An, Antonio Tavani.

Infine una riflessione politica: ''Nel momento in cui il Pd esce massacrato e diviso dall'esito e dalla campagna del 4 dicembre - conclude Tavani - quello che si ostina a auto-denominarsi centrodestra non riesce a fare altro che due liste, divise anch'esse, frutto di logiche che non appartengono ai bisogni e alle preoccupazioni per le Province-fantasma''.

Leggi Tutto »