Cronaca

Tir si ribalta sulla A25

Un autoarticolato si e' ribaltato, stamane, a causa del ghiaccio, sull'autostrada A25 Roma-Pescara, all'altezza del casello di Magliano Dei Marsi. L'autista, e' stato trasportato in ospedale per le cure del caso e non e' in gravi condizioni. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Avezzano che hanno proceduto al recupero del camion finito fuori carreggiata dopo aver sfondato le barriere di sicurezza. Sul posto e' intervenuta anche una pattuglia della polizia stradale

Leggi Tutto »

Caso meningite ad Avezzano, forma rara ma non contagiosa

E' stata colpita da una rara forma di meningite (Listeria monocytogenes) la cinquantunenne della Valle Roveto che ieri mattina e' stata ricoverata all'ospedale di Avezzano. Lo ha reso noto la Asl Avezzano-L'Aquila-Sulmona che in una nota specifica che questo tipo di meningite "non e' contagiosa e non c'e' rischio di trasmissione della malattia ad altre persone venute a contatto con la paziente". Le condizioni della donna, trattata con terapia antibiotica, sono gravi ed e' in prognosi riservata.

Leggi Tutto »

Via San Gottardo, Cilli: “Sanata la perdita d’acqua”

«Abbiamo sanato la rottura individuata in una tubazione e che aveva causato una perdita d’acqua  lungo via San Gottardo e via San Pio da Pietrelcina». Ad annunciarlo è l’assessore alle manutenzioni Paolo Cilli. «La perdita d’acqua nelle scorse settimane aveva generato le preoccupazioni di alcuni residenti -  ricorda l’assessore -. Abbiamo dunque avviato una prima fase di analisi e di studio per individuare il punto esatto di rottura della tubazione. Abbiamo promosso infatti sopralluoghi con vigili del fuoco, condomini e ovviamente con i nostri tecnici. Avvalendoci della collaborazione della ditta Tecnologiepm abbiamo eseguito una perlustrazione, anche con l’ausilio di telecamere ad alta tecnologia, nei canali dei sottoservizi, individuando così  il punto esatto dove intervenire».

Nel corso del lavoro è stata ripulita tutta la tubazione dai detriti presenti, ed è stata realizzata una riparazione utilizzando un cemento osmotico, ossia impermeabile.

«La struttura del Comune -  dice ancora l’assessore Cilli  - è organizzata per intervenire tempestivamente in caso di guasti di questa natura. Ovviamente le migliori sentinelle sul territorio di Montesilvano sono sempre i cittadini che, comunque, auspichiamo siano sempre vigili, come più volte hanno dimostrato, per collaborare con i nostri dipendenti segnalando anomalie al fine di rendere più virtuoso il risultato finale».

Leggi Tutto »

Home Care Premium, passa all’Azienda sociale l’erogazione dei servizi a Montesilvano

E’ l’Azienda Sociale a proseguire nel progetto Home Care Premium, l’iniziativa attiva sul territorio di Montesilvano, grazie ad un bando ed un successivo finanziamento erogato dall’INPS.

«A maggio 2015 -  ricorda l’assessore alle Politiche Sociali, Ottavio De Martinis – grazie all’ottenimento del finanziamento di oltre 170.000 euro assegnato al nostro Comune con la partecipazione all’avviso pubblico INPS -  gestione ex I.N.P.D.A.P, abbiamo avviato questo progetto di assistenza domiciliare, rivolto a dipendenti e pensionati pubblici, ai loro coniugi conviventi o ai loro familiari di primo grado, non autosufficienti, residenti a Montesilvano. Si tratta di 62 utenti, ai quali sono stati forniti servizi quali assistenza educativa, socio sanitaria e di sollievo».  Le attività del progetto, che in taluni casi prevede anche un rimborso erogato direttamente al beneficiario, per l’assistenza fornita da una badante, sono state condotte mediante una convenzione sottoscritta tra il Comune di Montesilvano e la cooperativa Solidalia Onlus. A partire dal 1 gennaio 2017, i servizi di assistenza vengono forniti direttamente dall’Azienda Sociale.

«Le famiglie beneficiarie di questo importantissimo progetto -  afferma l’assessore -  stanno continuando a ricevere l’assistenza dagli stessi operatori socio sanitari ed educatori sino ad oggi coinvolti, così da garantire la continuità e rinsaldare quel rapporto di fiducia che si è instaurato tra gli operatori e le persone che vengono assistite. Il coordinamento di tutte le attività è curato dagli assistenti sociali dell’Azienda Speciale. Il progetto è stato già prorogato sino a giugno 2017. Siamo in attesa dell’emissione di un nuovo bando a cui la nostra Amministrazione parteciperà, convinta dell’importanza di cogliere tutte le opportunità per garantire servizi qualitativamente elevati in favore di tutti i cittadini, con un occhio di riguardo nei confronti di chi vive quotidianamente condizioni di disagio e di difficoltà».

Per informazioni è possibile rivolgersi allo sportello dell’Azienda Sociale tutte le mattine dal lunedì al venerdì (giovedì escluso) dalle 9 alle 13 e il giovedì dalle 15:30 alle 17:30 o telefonando allo 0854481353 o ancora inviando una mail a homecare@aziendasociale.it

Leggi Tutto »

Pescara, artificieri intervengono su pacco sospetto piazzato davanti a una banca

Psicosi attentati a Pescara, con intervento della Polizia e degli artificieri per la presenza di un pacco sospetto davanti alla filiale della Deutsche Bank di via del Santuario, in zona Colli. Dopo le procedure di sicurezza, e' stato accertato che nel pacco c'erano rifiuti vari. A segnalare al 113 la presenza di una scatola con sopra un circuito elettrico - solo successivamente si e' appurato che si trattava di parte di un vecchio joystick - sono stati i dipendenti della banca. Arrivati sul posto gli uomini della squadra Volante e gli artificieri della Polizia di Stato, l'area e' stata transennata fino alla conclusione delle operazioni. Solo pochi giorni fa, sempre a Pescara, gli artificieri erano intervenuti in via Spaventa, per una valigia sospetta in strada. Alla fine si trattava di un campione di pannello fotovoltaico, dimenticato probabilmente da un rappresentante.

Leggi Tutto »

Grandi rischi bis, depositati i motivi dell’assoluzione di Bertolaso

Sono state depositate le motivazioni del processo Grandi rischi bis.  Secondo il giudice, "una volta appreso il contenuto delle dichiarazioni rassicuranti rese dal suo vice", Bertolaso doveva "farsi carico di smentirlo attraverso un intervento ufficiale volto a informare la popolazione aquilana" ma un'accusa di questo tipo "non e' stata sottoposta al decisivo vaglio dibattimentale e non ha mai formato oggetto di alcun tipo di contraddittorio tra le parti" né c'è "il benche' minimo riferimento" nel capo di imputazione.

"La serena e non preconcetta lettura della telefonata (tra Guido Bertolaso e Daniela Stati, ndr) esclude in modo incontrovertibile l'esistenza di qualsiasi nesso di causalita' tra quanto affermato da Bertolaso e i successivi tragici accadimenti del 6 aprile 2009", si legge nelle 18 pagine depositate lo scorso 1 dicembre, il giudice del tribunale dell'Aquila, Giuseppe Grieco, con le quali è stato assolto l'ex capo dipartimento della Protezione civile Guido Bertolaso nell'ambito del cosiddetto processo Grandi rischi bis.

Nel procedimento Bertolaso era accusato di omicidio colposo plurimo e lesioni, in particolare per aver organizzato una "operazione mediatica perche' vogliamo rassicurare la gente", come disse in un'intercettazione, convocando la riunione di esperti del 31 marzo 2009, a cinque giorni dalla scossa sismica distruttrice. Per il giudice Grieco "soltanto una lettura preconcetta e non serena delle parole pronunciate da Bertolaso puo' condurre a una diversa interpretazione di quel colloquio" con l'assessore Stati. "Soltanto partendo dal pregiudizio dell'esistenza di un suo retropensiero - insiste la sentenza - puo' ritenersi che l'imputato, al di la' del significato letterale delle espressioni usate, abbia inteso indurre la sua interlocutrice a riportare alla popolazione notizie tranquillizzanti in ordine al rischio di una scossa sismica di forte intensita'". Nel procedimento principale i sette esperti della Commissione grandi rischi sono stati a loro volta processati per aver rassicurato la gente e sottovalutato il rischio sismico che c'era, condannati in primo grado, ma poi assolti in Appello e Cassazione, tranne l'ex numero 2 di Bertolaso, Bernardo De Bernardinis, condannato in via definitiva a due anni di carcere

 

 

Leggi Tutto »

Anziano cade nel camino in casa a Casalbordino

Incidente domestico a Casalbordino in contrada Difesa Vecchia dove un anziano e' caduto nel camino. Ha chiamato i soccorsi la moglie. Sul posto sono giunti i sanitari del 118 che, constatata la gravita' delle ustioni, hanno disposto il trasferimento nell'ospedale di Pescara. L'anziano ha riportato ustioni di terzo grado sul 70 per cento del corpo. E' ricoverato nel reparto di Rianimazione, in prognosi riservata

Leggi Tutto »

Confesercenti Pescara chiede un intervento anti abusivismo nel parcheggio in centro

"Urge un intervento anti-abusivismo nel parcheggio centrale di Pescara": chiaro nella sua richiesta all'amministrazione comunale il presidente di Confcommercio Raffaele Fava, alla vigilia dell'avvio dei saldi di fine stagione nel capoluogo adriatico. "Almeno una pattuglia di Polizia municipale - dice - deve perlustrare stabilmente l'area". "Dilagano i parcheggiatori abusivi, ormai saliti a numeri insostenibili". "Questo intervento - dice Fava - e' indispensabile fin dalle prime ore di domani, in quanto ci auguriamo che nelle vie del centro si riversino migliaia di consumatori che devono poter svolgere i loro acquisti nella massima sicurezza, senza dover pagare ulteriori ticket abusivi". "Nell'area di risulta - sottolinea il presidente di Confesercenti - ogni singola via e' presidiata da una quantita' insostenibile di parcheggiatori abusivi a tutte le ore e tutti i giorni della settimana. L'abusivismo va contrastato in ogni sua forma e ci appelliamo direttamente al sindaco ed al nuovo questore".

Leggi Tutto »

Strada Parchi, A24-A25 annuncia neve sulle tratte interne

Strada dei Parchi SPA consiglia ai viaggiatori, in una nota, "di non mettersi in viaggio sulle autostrade A24 ed A25, salvo che motivi di urgenza e dopo essersi informati sulle effettive situazioni meteorologiche in corso e sulle reali condizioni della circolazione in autostrada". "A24-A25: neve nelle tratte interne a partire dalle prime ore della mattina di domani. Possibile fermo dei mezzi superiori alle 7,5 tonnellate" si legge in una nota diffusa nel pomeriggio in cui si aggiungono i consigli ai viaggiatori: "Il Dipartimento della Protezione Civile (D.P.C.) ha diramato un avviso di condizioni metereologiche avverse che prevede 'nevicate su Marche, Abruzzo, settori orientali del Lazio, inizialmente al di sopra dei 500 - 700 metri, in progressivo abbassamento nel corso della giornata fino al livello del mare, con apporti al suolo da deboli a moderati". "Il ns. previsore Himet Srl, de L'Aquila, prevede sulle autostrade A24 ed A25 nei prossimi due giorni per le Regioni Abruzzo e Lazio: per domani giovedi' 05.01.2017: Mattina: possibilita' di precipitazioni a carattere nevoso su tutta la tratta autostradale ad eccezione di Roma - Castel Madama e Castel Madama - Carsoli. Inizio delle precipitazioni intorno alle 6:00 del mattino ad iniziare dal versante orientale abruzzese in estensione alle zone interne nel corso della mattinata, quota neve inizialmente intorno ai 500-300 m in diminuzione nel corso della mattinata intorno ai 200-100 m, cumulate ovunque comprese tra i 2-10 cm in 6h. Venti moderati/forti dai quadranti orientali; Pomeriggio/sera: possibilita' di precipitazioni a carattere nevoso su tutta la tratta autostradale ad eccezione di Roma - Castel Madama e Castel Madama - Carsoli. Quota neve compresa tra i 100-0 m. cumulate ovunque compresa tra i 2-10 cm in 6h. Gli accumuli maggiori sono previste nelle tratte tra Gran Sasso Est -Colledara, Pescina - Pratola Peligna e Pratola Peligna - Torre de Passeri. Venti moderati/forti dai quadranti orientali; Notte: possibilita' di precipitazioni a carattere nevoso su tutte le tratta autostradale ad eccezione di Roma - Castel Madama e Castel Madama - Carsoli. Quota neve compresa tra i 100-0 m. cumulate ovunque compresa tra i 2-12 cm in 6h. Gli accumuli maggiori sono previsti nelle tratte tra Gran Sasso Est -Colledara, Pescina - Pratola Peligna e Pratola Peligna - Torre de' Passeri. Venti moderati/forti dai quadranti orientali. Forti gelate ovunque; per dopodomani venerdi' 06/01/2017: Mattina: possibilita' di precipitazioni a carattere nevoso su tutte le tratta autostradale ad eccezione di Roma - Castel Madama e Castel Madama - Carsoli. Quota neve compresa tra i 100-0 m. cumulate ovunque comprese tra i 5-12 cm in 6h. Gli accumuli maggiori sono previsti nelle tratte tra Gran Sasso Est -Colledara , Pescina - Pratola Peligna e Pratola Peligna - Torre de Passeri. Venti moderati/forti dai quadranti orientali. Forti gelate ovunque; Pomeriggio/sera: possibilita' di precipitazioni a carattere nevoso su tutte le tratta autostradale ad eccezione di Roma - Castel Madama e Castel Madama - Carsoli. Quota neve compresa tra i 100-0 m. cumulate ovunque comprese tra i 5-10 cm in 6h. Gli accumuli maggiori sono previsti nelle tratte tra Gran Sasso Est -Colledara, Pescina - Pratola Peligna e Pratola Peligna - Torre de Passeri. Venti moderati/forti dai quadranti orientali. Forti gelate ovunque; Notte: precipitazioni a carattere nevoso sull'intera tratta autostradale, ad eccezione delle tratte Roma - Castel Madama e Castel Madama - Carsoli, quota neve intorno ai 100-0 m, cumulate ovunque comprese tra i 5-7cm in 6h. Venti moderati/forti dai quadranti orientali. Forti gelate ovunque". "Come stabilito dal Piano Operativo condiviso con la Polizia Stradale e con le Prefetture territorialmente competenti e in funzione dell'effettiva evoluzione dei fenomeni nevosi - e' un altro passo della nota della societa' Strada dei Parchi diffusa questo pomeriggio - potrebbero essere attivati provvedimenti di regolazione del traffico con il fermo dinamico dei mezzi superiori a 7,5 tonnellate ed il loro accumulo. Inoltre, si raccomanda prudenza ai conducenti e si invitano i Viaggiatori ad adottare particolari misure precauzionali: dotare il veicolo di catene a bordo o di pneumatici da neve; partire con piccoli generi di conforto a bordo in particolare se si viaggia con bambini; non ingombrare la corsia di emergenza e favorire il passaggio dei mezzi operativi e di soccorso; adeguare lo stile di guida alle condizioni della strada e mantenere opportune distanze di sicurezza dai mezzi che precedono; porre la massima attenzione ai messaggi dei cartelli a messaggio variabile; ascoltare Isoradio (103.3), RTL 102.5 o altre emittenti dedicate per gli aggiornamenti sulla effettiva evoluzione dei fenomeni meteorologici, al fine di poter scegliere eventuali percorsi alternativi".

Leggi Tutto »

Efficienza del sistema sanitario italiano, Piemonte in testa

E' il Piemonte la regione italiana in testa per efficienza del sistema sanitario italiano, strappando la prima posizione al Trentino Alto Adige, mentre la Calabria si conferma la regione "piu' malata" del paese. In totale sono quattro le realta' territoriali definite "sane", nove le aree "influenzate" e ben sette le regioni "malate". Crolla il Lazio che precipita di ben 10 posizioni rispetto all'anno precedente, collocandosi nell'area delle regioni "influenzate". Escono, inoltre, dall'area delle realta' sanitarie d'eccellenza, Umbria e Liguria. Al Sud la migliore perfomance spetta al Molise che guadagna sei posizioni lasciando l'area dei sistemi sanitari locali piu' sofferenti. E' quanto emerge dall'IPS, l'Indice di Performance Sanitaria realizzato, per il secondo anno consecutivo, dall'Istituto Demoskopika. Nel 2016, secondo l'istituto, circa 10 milioni di italiani, pari al 17,6%, hanno rinunciato a curarsi per le lunghe liste di attesa o perche', non fidandosi del sistema sanitario della regione di residenza, non hanno potuto affrontare i costi della migrazione sanitaria ritenuti troppo esosi. Lo studio realizzato da Demoskopika si basa su sette indicatori: soddisfazione sui servizi sanitari, mobilita' attiva, mobilita' passiva, spesa sanitaria, famiglie impoverite a causa di spese sanitarie out of pocket, spese legali per liti da contenzioso e da sentenze sfavorevoli, costi della politica. Poco meno di una famiglia su due (47,1%) in Italia ha rinunciato a curarsi nel 2016. Tra i fattori principali figurano i "motivi economici" e le lunghe liste di attesa rispettivamente nel 17,4% e nel 12,8% dei casi. E, ancora, il 6,7% del campione intervistato ha dichiarato di non curarsi "in attesa di una risoluzione spontanea del problema" o, addirittura, per "paura delle cure" come nell'1,5% dei comportamenti rilevati. L'"impossibilita' di assentarsi dal luogo di lavoro", inoltre, ha rappresentato un valido deterrente per il 4,8% dei cittadini.

Da ultimo, il federalismo sanitario - secondo quanto emere dalla ricerca - non sembra giovare alla salute degli italiani. Il 3,9%, in particolare, pari a circa 2,4 milioni di italiani, ha dichiarato l'impossibilita' ad occuparsi della propria salute o di quella di qualche suo familiare perche' "curarsi fuori costa troppo, non fidandosi del sistema sanitario della regione in cui vive". A caratterizzare l'area dei sistemi sanitari piu' virtuosi ben quattro realta' del Nord. A guidare la graduatoria, in particolare, il Piemonte che con un punteggio pari a 492,1, conquista la vetta, spodestando il Trentino Alto Adige che, pur collocandosi nell'area delle regioni con un sistema sanitario "d'eccellenza" con 403,9 punti, ha registrato una retrocessione di tre posizioni rispetto all'anno precedente. La Lombardia, con 450,5 punti, mantiene saldamente la sua seconda posizione immediatamente seguita sul podio dall'Emilia Romagna con 438 punti. Nel gruppo, ben piu' consistente, delle regioni "influenzate" si collocano ben nove realta': oltre al Lazio che, con 318,1 punti, si posiziona in coda all'area perdendo ben 10 posizioni rispetto all'anno precedente, si piazzano Valle d'Aosta (375,4 punti), Toscana (370,7 punti), Marche (364,7 punti), Umbria (351,8 punti), Molise (347,2 punti). E, ancora, Veneto (336,3 punti), Liguria (335,9 punti) e Friuli Venezia Giulia (319,6 punti). Sono tutte del Sud, infine, le regioni che contraddistinguono l'area dell'inefficienza sanitaria: Sardegna (277,9 punti), Basilicata (272,1 punti), Abruzzo (269,1 punti) e Campania (259,3 punti). Nelle ultime tre postazioni delle realta' sanitarie piu' "malate" si posizionano Puglia (243,3 punti), Sicilia (234,5 punti) e Calabria (223,8 punti)

Leggi Tutto »