Cronaca

Strada Parchi, A24-A25 annuncia neve sulle tratte interne

Strada dei Parchi SPA consiglia ai viaggiatori, in una nota, "di non mettersi in viaggio sulle autostrade A24 ed A25, salvo che motivi di urgenza e dopo essersi informati sulle effettive situazioni meteorologiche in corso e sulle reali condizioni della circolazione in autostrada". "A24-A25: neve nelle tratte interne a partire dalle prime ore della mattina di domani. Possibile fermo dei mezzi superiori alle 7,5 tonnellate" si legge in una nota diffusa nel pomeriggio in cui si aggiungono i consigli ai viaggiatori: "Il Dipartimento della Protezione Civile (D.P.C.) ha diramato un avviso di condizioni metereologiche avverse che prevede 'nevicate su Marche, Abruzzo, settori orientali del Lazio, inizialmente al di sopra dei 500 - 700 metri, in progressivo abbassamento nel corso della giornata fino al livello del mare, con apporti al suolo da deboli a moderati". "Il ns. previsore Himet Srl, de L'Aquila, prevede sulle autostrade A24 ed A25 nei prossimi due giorni per le Regioni Abruzzo e Lazio: per domani giovedi' 05.01.2017: Mattina: possibilita' di precipitazioni a carattere nevoso su tutta la tratta autostradale ad eccezione di Roma - Castel Madama e Castel Madama - Carsoli. Inizio delle precipitazioni intorno alle 6:00 del mattino ad iniziare dal versante orientale abruzzese in estensione alle zone interne nel corso della mattinata, quota neve inizialmente intorno ai 500-300 m in diminuzione nel corso della mattinata intorno ai 200-100 m, cumulate ovunque comprese tra i 2-10 cm in 6h. Venti moderati/forti dai quadranti orientali; Pomeriggio/sera: possibilita' di precipitazioni a carattere nevoso su tutta la tratta autostradale ad eccezione di Roma - Castel Madama e Castel Madama - Carsoli. Quota neve compresa tra i 100-0 m. cumulate ovunque compresa tra i 2-10 cm in 6h. Gli accumuli maggiori sono previste nelle tratte tra Gran Sasso Est -Colledara, Pescina - Pratola Peligna e Pratola Peligna - Torre de Passeri. Venti moderati/forti dai quadranti orientali; Notte: possibilita' di precipitazioni a carattere nevoso su tutte le tratta autostradale ad eccezione di Roma - Castel Madama e Castel Madama - Carsoli. Quota neve compresa tra i 100-0 m. cumulate ovunque compresa tra i 2-12 cm in 6h. Gli accumuli maggiori sono previsti nelle tratte tra Gran Sasso Est -Colledara, Pescina - Pratola Peligna e Pratola Peligna - Torre de' Passeri. Venti moderati/forti dai quadranti orientali. Forti gelate ovunque; per dopodomani venerdi' 06/01/2017: Mattina: possibilita' di precipitazioni a carattere nevoso su tutte le tratta autostradale ad eccezione di Roma - Castel Madama e Castel Madama - Carsoli. Quota neve compresa tra i 100-0 m. cumulate ovunque comprese tra i 5-12 cm in 6h. Gli accumuli maggiori sono previsti nelle tratte tra Gran Sasso Est -Colledara , Pescina - Pratola Peligna e Pratola Peligna - Torre de Passeri. Venti moderati/forti dai quadranti orientali. Forti gelate ovunque; Pomeriggio/sera: possibilita' di precipitazioni a carattere nevoso su tutte le tratta autostradale ad eccezione di Roma - Castel Madama e Castel Madama - Carsoli. Quota neve compresa tra i 100-0 m. cumulate ovunque comprese tra i 5-10 cm in 6h. Gli accumuli maggiori sono previsti nelle tratte tra Gran Sasso Est -Colledara, Pescina - Pratola Peligna e Pratola Peligna - Torre de Passeri. Venti moderati/forti dai quadranti orientali. Forti gelate ovunque; Notte: precipitazioni a carattere nevoso sull'intera tratta autostradale, ad eccezione delle tratte Roma - Castel Madama e Castel Madama - Carsoli, quota neve intorno ai 100-0 m, cumulate ovunque comprese tra i 5-7cm in 6h. Venti moderati/forti dai quadranti orientali. Forti gelate ovunque". "Come stabilito dal Piano Operativo condiviso con la Polizia Stradale e con le Prefetture territorialmente competenti e in funzione dell'effettiva evoluzione dei fenomeni nevosi - e' un altro passo della nota della societa' Strada dei Parchi diffusa questo pomeriggio - potrebbero essere attivati provvedimenti di regolazione del traffico con il fermo dinamico dei mezzi superiori a 7,5 tonnellate ed il loro accumulo. Inoltre, si raccomanda prudenza ai conducenti e si invitano i Viaggiatori ad adottare particolari misure precauzionali: dotare il veicolo di catene a bordo o di pneumatici da neve; partire con piccoli generi di conforto a bordo in particolare se si viaggia con bambini; non ingombrare la corsia di emergenza e favorire il passaggio dei mezzi operativi e di soccorso; adeguare lo stile di guida alle condizioni della strada e mantenere opportune distanze di sicurezza dai mezzi che precedono; porre la massima attenzione ai messaggi dei cartelli a messaggio variabile; ascoltare Isoradio (103.3), RTL 102.5 o altre emittenti dedicate per gli aggiornamenti sulla effettiva evoluzione dei fenomeni meteorologici, al fine di poter scegliere eventuali percorsi alternativi".

Leggi Tutto »

Efficienza del sistema sanitario italiano, Piemonte in testa

E' il Piemonte la regione italiana in testa per efficienza del sistema sanitario italiano, strappando la prima posizione al Trentino Alto Adige, mentre la Calabria si conferma la regione "piu' malata" del paese. In totale sono quattro le realta' territoriali definite "sane", nove le aree "influenzate" e ben sette le regioni "malate". Crolla il Lazio che precipita di ben 10 posizioni rispetto all'anno precedente, collocandosi nell'area delle regioni "influenzate". Escono, inoltre, dall'area delle realta' sanitarie d'eccellenza, Umbria e Liguria. Al Sud la migliore perfomance spetta al Molise che guadagna sei posizioni lasciando l'area dei sistemi sanitari locali piu' sofferenti. E' quanto emerge dall'IPS, l'Indice di Performance Sanitaria realizzato, per il secondo anno consecutivo, dall'Istituto Demoskopika. Nel 2016, secondo l'istituto, circa 10 milioni di italiani, pari al 17,6%, hanno rinunciato a curarsi per le lunghe liste di attesa o perche', non fidandosi del sistema sanitario della regione di residenza, non hanno potuto affrontare i costi della migrazione sanitaria ritenuti troppo esosi. Lo studio realizzato da Demoskopika si basa su sette indicatori: soddisfazione sui servizi sanitari, mobilita' attiva, mobilita' passiva, spesa sanitaria, famiglie impoverite a causa di spese sanitarie out of pocket, spese legali per liti da contenzioso e da sentenze sfavorevoli, costi della politica. Poco meno di una famiglia su due (47,1%) in Italia ha rinunciato a curarsi nel 2016. Tra i fattori principali figurano i "motivi economici" e le lunghe liste di attesa rispettivamente nel 17,4% e nel 12,8% dei casi. E, ancora, il 6,7% del campione intervistato ha dichiarato di non curarsi "in attesa di una risoluzione spontanea del problema" o, addirittura, per "paura delle cure" come nell'1,5% dei comportamenti rilevati. L'"impossibilita' di assentarsi dal luogo di lavoro", inoltre, ha rappresentato un valido deterrente per il 4,8% dei cittadini.

Da ultimo, il federalismo sanitario - secondo quanto emere dalla ricerca - non sembra giovare alla salute degli italiani. Il 3,9%, in particolare, pari a circa 2,4 milioni di italiani, ha dichiarato l'impossibilita' ad occuparsi della propria salute o di quella di qualche suo familiare perche' "curarsi fuori costa troppo, non fidandosi del sistema sanitario della regione in cui vive". A caratterizzare l'area dei sistemi sanitari piu' virtuosi ben quattro realta' del Nord. A guidare la graduatoria, in particolare, il Piemonte che con un punteggio pari a 492,1, conquista la vetta, spodestando il Trentino Alto Adige che, pur collocandosi nell'area delle regioni con un sistema sanitario "d'eccellenza" con 403,9 punti, ha registrato una retrocessione di tre posizioni rispetto all'anno precedente. La Lombardia, con 450,5 punti, mantiene saldamente la sua seconda posizione immediatamente seguita sul podio dall'Emilia Romagna con 438 punti. Nel gruppo, ben piu' consistente, delle regioni "influenzate" si collocano ben nove realta': oltre al Lazio che, con 318,1 punti, si posiziona in coda all'area perdendo ben 10 posizioni rispetto all'anno precedente, si piazzano Valle d'Aosta (375,4 punti), Toscana (370,7 punti), Marche (364,7 punti), Umbria (351,8 punti), Molise (347,2 punti). E, ancora, Veneto (336,3 punti), Liguria (335,9 punti) e Friuli Venezia Giulia (319,6 punti). Sono tutte del Sud, infine, le regioni che contraddistinguono l'area dell'inefficienza sanitaria: Sardegna (277,9 punti), Basilicata (272,1 punti), Abruzzo (269,1 punti) e Campania (259,3 punti). Nelle ultime tre postazioni delle realta' sanitarie piu' "malate" si posizionano Puglia (243,3 punti), Sicilia (234,5 punti) e Calabria (223,8 punti)

Leggi Tutto »

Asl Pescara, nuove date per vaccinazioni contro la meningite

Dopo i recenti casi di meningite sono aumentate sensibilmente le richieste di vaccinazione contro questa malattia: per questo motivo la Asl di Pescara ha previsto ulteriori sedute straordinarie di vaccinazione che saranno eseguite dal lunedi' al venerdi' dalle 15 alle 17.30 presso la stanza n. 8 situata al primo piano del Poliambulatorio del Presidio Ospedaliero di Pescara in Via Fonte Romana n. 8 (di fianco al Laboratorio Analisi). Le prenotazioni, necessarie per eseguire la vaccinazione, dovranno essere effettuare contattando il numero telefonico 085/4253969 secondo il seguente calendario: giovedi' 5 gennaio 2017, dalle 9 alle 12 e dalle 14.30 alle 16.30; da lunedi' 9 a venerdi' 13 gennaio 2017, dalle 9 alle 12

Leggi Tutto »

In arrivo ondata di gelo e neve sull’Abruzzo

A partire dalle prime ore di domani arriveranno, anche sull'Abruzzo, intense masse d'aria gelida di matrice artico-continentale, determinando un'intensa fase di maltempo caratterizzata da forti venti di bora (raffiche localmente superiori ai 70-90 Km/h), mareggiate, temperature in generale e sensibile diminuzione (anche di oltre 12-14 gradi rispetto ai valori attuali) e precipitazioni che, date le basse temperature previste, risulteranno a prevalente carattere nevoso su tutto il territorio regionale, anche in pianura e lungo la fascia costiera. Ad annunciarlo e' Abruzzometeo.

In particolare, si prevedono nevicate a carattere di bufera sulle zone collinari, alto-collinari, pedemontane e montuose che si affacciano sul versante adriatico, ma fenomeni nevosi non risparmieranno l'aquilano, la Marsica e, in particolar modo la Valle Peligna. Previsti accumuli anche in pianura con conseguenti situazioni di disagio, localmente anche lungo le aree costiere, ma gli accumuli saranno ben piu' rilevanti sulle zone collinari e montuose, maggiormente esposte a questo tipo di circolazione.

Il maltempo proseguira' nelle giornate di venerdi' e sabato con nevicate e gelo intenso, tant'e' che anche lungo i litorali difficilmente le temperature riusciranno a salire al disopra dello zero, specie in caso di precipitazioni. Un graduale miglioramento e' previsto a partire dalla giornata di domenica anche se continuera' a fare molto freddo e ci saranno gelate diffuse, anche in pianura e lungo la fascia costiera con probabili situazioni di disagio e pericolo per la circolazione stradale e autostradale.

Sull'Abruzzo a partire da stanotte e' previsto un graduale peggioramento delle condizioni atmosferiche a partire dal teramano e dal settore costiero con rovesci e possibilita' di temporali, in estensione verso le restanti zone nel corso della mattinata di giovedi'. Le nevicate, che inizialmente cadranno a quote collinari o alto-collinari, tenderanno progressivamente ad abbassarsi fino al livello del mare entro la serata-nottata di giovedi' e i fenomeni saranno accompagnati dai un deciso rinforzo dei venti di bora con forti raffiche soprattutto sul settore orientale, costiero e sulle zone montuose

Leggi Tutto »

Allarme meningite, ambulatori affollati nel Chietino per le vaccinazioni

Ambulatori affollati in tutta la provincia di Chieti contro lo spettro meningite da meningococco. Circa 500 persone sono state vaccinate nelle sole giornate di lunedi' 2 e martedi' 3 gennaio scorsi nei centri vaccinali dell'Azienda sanitaria locale Lanciano Vasto Chieti. Un notevole afflusso di cittadini sensibilizzati in seguito agli ultimi casi di meningite registrati in Italia, una malattia rispetto alla quale - dice la Asl - non vi e' alcuna epidemia in atto e alcuna emergenza sanitaria. I casi, come ha spiegato il ministero della Salute, sono stati 178 nel 2016, "nella norma attesa, in linea con i numeri degli ultimi anni". Anzi, si e' registrato un calo rispetto all'anno precedente. Nell'ultimo quadriennio ci sono stati 36 decessi da meningococco di tipo C su 65 milioni di abitanti. "Cio' non toglie - spiega la responsabile del Servizio igiene epidemiologia e sanita' pubblica (Siesp) della Asl, Ada Mammarella - che abbiamo sempre promosso e offerto le vaccinazioni, ed e' dunque corretta la volonta' delle persone di fare prevenzione. Certo, in questi giorni prevale la paura, che non si puo' fermare, ma con pazienza e professionalita' i nostri operatori stanno accogliendo gli utenti, consegnano materiale informativo e vaccinano dopo avere spiegato loro le caratteristiche della patologia e i vaccini offerti. Chiediamo pero' ai cittadini di non ammassarsi a centinaia presso i nostri centri, non ha senso e non e' utile a nessuno, e di avere pazienza. Consigliamo di prenotare, telefonicamente ai numeri indicati sul sito della Asl (Prevenzione / Centri di vaccinazione) o, ancora meglio, recandosi di persona nelle nostre sedi. Ci scusiamo se non sempre saremo in grado di rispondere perche' gli operatori, dato l'afflusso in atto, se sono impegnati a vaccinare non possono parlare al telefono. Se i tempi per le vaccinazioni non sono immediati, dato che il Siesp gestisce tutta la profilassi primaria a favore della popolazione, c'e' da stare tranquilli perche', e' bene ribadirlo, non vi e' alcuna epidemia in atto". Le richieste di vaccinazione sono aumentate sensibilmente un po' in tutto l'Abruzzo. A Pescara la Asl ha previsto sedute straordinarie di vaccinazione.

Leggi Tutto »

Giulianova, scoperti 8 chili e mezzo di droga nascosta in una camera da letto

Avevano nascosto in camera da letto otto panetti di marijuana per un totale di 8 chili e mezzo di droga, oltre a due pistole finte. E cosi' per due albanesi e un aquilano, domiciliati a Giulianova, e' scattato l'arresto in flagranza per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. A mettergli le manette i Carabinieri del nucleo investigativo della Compagnia di Teramo, che da un paio di giorni avevano notato la presenza di due albanesi in compagnia dell'italiano che giravano per Giulianova. Uno dei due albanesi tempo fa era gia' stato arrestato dai militari perche' trovato in possesso di eroina in provincia di Ascoli Piceno, e cosi' i Carabinieri hanno deciso di procedere ad un servizio di osservazione nel corso del quale, ieri sera, hanno notato i tre fermarsi in una traversa della nazionale, a Giulianova.

A quel punto i militari hanno continuato a seguirli fino all'appartamento in cui risiedevano, rinvenendo all'interno dell'abitazione droga e pistole finte. Dopo l'arresto i tre sono stati trasferiti a Castrogno in attesa dell'udienza di convalida davanti al gip. Sono comunque in corso ulteriori accertamenti per verificare se le due pistole finte siano state utilizzate per commettere altri reati.

Leggi Tutto »

In Abruzzo aumentano lievemente gli stranieri residenti

Gli stranieri residenti in Abruzzo sono passati da 86.245 del 2014 a 86.363 del 2015. Si è registrato in questa maniera un incremento di 118 unita': dato, quest'ultimo, che in sostanza segna una battuta d'arresto alla crescita degli stranieri e comporta una flessione del numero di residenti. A renderlo noto e' il ricercatore Aldo Ronci. In valori percentuali gli stranieri in Abruzzo sono cresciuti dello 0,14% valore pari a circa la meta' di quello nazionale che e' stato dello 0,23%. In Abruzzo il rapporto tra stranieri e popolazione e' stato del 6,51% di gran lunga piu' basso dell'8,29% italiano. I cinque gruppi piu' numerosi di stranieri sono i romeni con 27.003 (31%), gli albanesi con 12.752 (15%), i marocchini con 7.314 (8%), i macedoni con 4.874 (6%) e i cinesi con 4.263 (5%). La provincia che vede la presenza del maggior numero di stranieri e' L'Aquila con 24.183 unita'; segue Teramo con 23.957, Chieti con 20.584 e Pescara con 17.639. Variazioni degli stranieri nelle province abruzzesi Le variazioni del numero degli stranieri nelle province abruzzesi sono state del tutto disomogenee, L'Aquila (-174) e Pescara (-114) hanno subito una flessione, Teramo (+17) e' rimasta stabile mentre Chieti (+389) e' cresciuta. La distribuzione degli stranieri a livello provinciale tra i quattro gruppi nazionali piu' numerosi evidenzia una presenza di ben otto nazionalita'.

Tra i gruppi piu' numerosi l'unico ed essere presente i tutte e quattro le province e' quello romeno che varia dagli 8.233 di Chieti ai 4.949 di Pescara. I gruppi piu' consistenti tra i quattro gruppi nazionali piu' numerosi non presenti in tutte e quattro le province sono: a Teramo gli albanesi con 5.007 unita' e i cinesi con 2.562 occupati per la gran parte nell'industria manifatturiera; all'Aquila i marocchini e i macedoni che con 3.964 e 2.718 si concentrano soprattutto nella Marsica dove lavorano nell'agricoltura; a Pescara gli ucraini con 1.510 e i senegalesi con 1.160; a Chieti i polacchi con 709 unita'. Nel 2015, nei comuni con piu' di 15.000 abitanti, gli stranieri crescono a Vasto (+329; +15,13%), Avezzano (+153; +4,44%), Silvi (+27; +2,24%), San Salvo (+21; +1,29%), Giulianova (+20; +1,45%), Roseto (+11; +0,62%), Spoltore (+1; +0,14%); rimangono stabili a Montesilvano; decrescono a Sulmona (-64; -4,16%), Martinsicuro (-101; -4,03%), Francavilla (-32; -2,04%), Lanciano (-25; -1,73%) ed Ortona (-16; -1,44%). La crescita piu' elevata, sia in valore assoluto che in valore percentuale, e' stata registrata a Vasto, mentre Sulmona registra il peggior risultato in valore percentuale e il secondo peggior risultato in valore assoluto.

p.d.f

Leggi Tutto »

Caso di meningite a Sulmona, migliorano le condizioni dell’anziano

E' lievemente migliorato ma resta in prognosi riservata e in gravi condizioni il paziente di 84 anni di Sulmona, ricoverato dal 28 dicembre scorso nel reparto di Rianimazione dell'ospedale peligno per aver contratto meningite pneumococcica. Lo comunica tramite l'ufficio stampa della Asl Avezzano, Sulmona L'Aquila, lo staff del reparto di terapia intensiva.

"Il lieve miglioramento delle condizioni dell'uomo, rispetto a ieri, riguarda l'aspetto neurologico", affermano dalla Asl. "Il paziente continua ad essere assistito nelle funzioni vitali con le modalita' previste dai protocolli. Si ribadisce che il tipo di meningite che ha colpito il paziente di Sulmona - concludono dalla Asl - non ha nulla a che fare con le altre forme della patologia, causate da meningococco, registrate in Toscana e in altre regioni, che sono invece di natura contagiosa e necessitano di profilassi nei confronti delle persone che vengono a contatto col malato"

Leggi Tutto »

Solidarietà e sport, dal 4 al 6 gennaio torna la Befana del Vigile a Montesilvano

Si rinnova anche quest’anno l’evento "Solidarietà e Sport", organizzato dal Corpo  di Polizia Locale di Montesilvano. «Insieme al gruppo sportivo, gli operatori della Municipale portano avanti con dedizione e grande spirito di solidarietà questa iniziativa  -  dichiara l’assessore alla Polizia Locale Valter Cozzi -  che, con il trascorrere degli anni, è divenuta un tradizionale appuntamento con la cittadinanza che, con grande senso di altruismo, contribuisce ad aiutare le persone meno fortunate».

Da mercoledì 4 a venerdì 6 gennaio, i vigili urbani, insieme alla tradizionale "Vecchietta", dotati di ufficio mobile e gazebo saranno davanti il parcheggio antistante l’esercizio commerciale OASI di Montesilvano dalle 8:30 alle 20, per raccogliere derrate da devolvere in beneficenza alla mensa dei poveri di Montesilvano di Via Lanciano, nell’ambito del consueto appuntamento con la “Befana del Vigile”.

«In questi sedici anni di iniziative solidali e sportive il Corpo ha dato aiuto a circa 30 associazioni no-profit dislocate sul territorio regionale e nazionale – ricorda l’assessore Cozzi -. Ad oggi sono state devolute circa  160 tonnellate di derrate alimentari e 77.000 euro, raccolti con il contributo di cittadini e grazie agli sponsor delle iniziative».

Sempre nell’ambito di “Solidarietà e Sport”, dal 17 a 20 gennaio si terrà il Trofeo "San Sebastiano 2017". Il quadrangolare internazionale di calcio a 5 riservato alle Forze di Polizia avrà protagoniste le squadre dello Sportovní Klub Policie proveniente dalla città di Praga, l’Arma dei Carabinieri, la Rappresentativa A.S.P.M.I. (Associazione Sportiva Polizie Municipali d'Italia) ed il Gruppo Sportivo Polizia Municipale Città Montesilvano. Gli incontri si disputeranno presso il PalaRoma. La finalissima si terrà venerdì 20 gennaio, giorno dei festeggiamenti di San Sebastiano santo patrono dei “Vigili Urbani d'Italia”.

Leggi Tutto »

Auto travolge pedone, grave 47enne

Un cittadino cinese di 47 anni, e' ricoverato in prognosi riservata nel reparto di Ortopedia dell'ospedale di PESCARA per le lesioni riportate dopo essere stato investito da un'automobile a Citta' Sant'Angelo. L'incidente e' avvenuto ieri sera, in viale Matrino, al confine con Silvi (Teramo). Il 47enne era uscito di casa per andare a buttare i rifiuti, quando, mentre attraversava la strada, e' stato travolto da un'auto condotta da un uomo di 68 anni. Secondo una prima ricostruzione il cinese non si trovava sulle strisce pedonali. Subito soccorso, e' stato trasportato in ospedale; ha riportato fratture multiple.

Leggi Tutto »