Politica

Paolucci: 1,5 milioni per le Terme romane e tempietti di Chieti

"I luoghi della Teate romana" è il progetto integrato di recupero e valorizzazione del teatro delle terme e dei cosiddetti tempietti romani di Chieti che beneficerà di un finanziamento da 1 milione 500mila euro con il Piano Strategico "Grandi progetti beni culturali 2019" del Ministero per i Beni e Attività Culturali. Lo annuncia l'assessore al Bilancio, della Regione Abruzzo, Silvio Paolucci. Un piano che prevede, per il 2019, un finanziamento complessivo di 65 milioni di euro. L'intervento nell'area archeologica del centro storico teatino è stato inserito, insieme con altre opere, tra cui la Pinacoteca di Brera, il Castello di Miramare e le Terme di Diocleziano, nello schema di Decreto del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibact) che sarà all'ordine del giorno della seduta della Conferenza unificata in programma domani a Roma. Nello specifico, sono previsti interventi di recupero e valorizzazione del complesso archeologico, in particolare del teatro delle terme e dei cosiddetti tempietti. La scheda tecnica allegata al provvedimento ricorda come l'antica città romana di Teate (oggi Chieti) sorgesse su un colle tra i fiumi Pescara e Alento. L'abitato si sviluppò notevolmente nel primo secolo avanti Cristo quando divenne municipio romano con il nome di Teate Marrucinorum. I resti archeologici più importanti, situati nella zona pubblica della città, furono proprio la Civitella, il teatro, le terme ed i templi romani. Soggetto attuatore dell'intervento è il Segretariato regionale per l'Abruzzo del Mibact. Secondo il cronoprogramma, i lavori dovranno concludersi entro il 2021. "Questo Piano strategico - ha spiegato Paolucci - si inserisce nel quadro delle politiche poste in essere dal Governo, che attribuiscono un ruolo centrale alle azioni di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale. La Regione Abruzzo ha colto subito questa opportunità, anche al fine di una più ampia e diversificata fruizione turistica, in ragione degli effetti attesi in termini di coesione economica, crescita ed occupazione".

Leggi Tutto »

Pescara, protesta in Consiglio comunale dei residenti delle case Ater sgomberate

Protesta, nella sala consiliare del Comune di Pescara durante la seduta di Consiglio, di una decina di residenti delle palazzine Ater di via Lago di Borgiano, sgomberate alcuni mesi fa per problemi di stabilita' ai numeri civici 14, 18 e 22. I manifestanti, in rappresentanza delle famiglie assegnatarie degli alloggi attualmente ospitate in alcuni alberghi della citta', hanno cominciato a urlare chiedendo di poter essere trasferiti in appartamenti. I lavori dell'assise civica, su decisione del presidente del Consiglio comunale Francesco Pagnanelli, sono stati sospesi. Gli inquilini delle case Ater sono esasperati, anche considerando i recenti furti commessi negli appartamenti lasciati liberi. I manifestanti sono stati poi ricevuti dal sindaco Marco Alessandrini.

Leggi Tutto »

Un premio per chi va al lavoro in bici a Pescara a difesa dell’ambiente

Un premio a chi domani, giovedi' 21 settembre, tra le 7:30 e le 9:30 a Pescara andra' al lavoro o a scuola in bicicletta, contribuendo a ridurre il traffico motorizzato e a migliorare la qualita' dell'aria. Lo assegnera' Fiab Pescarabici nell'ambito della 7/a edizione di "Bike to Work - al lavoro in bici". L'evento e' organizzato per la "Settimana Europea della mobilita' sostenibile" promossa ogni anno in Italia dalla Federazione italiana Amici della Bicicletta (Fiab). Quest'anno il conteggio dei ciclisti si fara' all'interno degli Stati generali della mobilita' urbana, calendario di attivita' promosse dal Comune di Pescara e rivolte al mondo del trasporto di persone e merci. Saranno allestiti 15 punti di rilevazione in citta', gestiti da 30 volontari che conteranno le migliaia di ciclisti in transito nelle due ore. Il conteggio dara' la dimensione degli spostamenti in bici, fornendo indicazioni utili a chi deve programmare piani e progetti per la mobilita'. Nelle precedenti edizioni sono stati contati mediamente 2.000/3.000 ciclisti urbani, con un'oscillazione dovuta alle condizioni del tempo del giorno prescelto: se e' incerto o fa particolarmente freddo al mattino il numero si riduce. Solo in caso di pioggia il conteggio verra' spostato al giorno successivo. In ogni caso, sabato 23 settembre, giornata dedicata allo "sharing mobility", Pescarabici illustrera' i risultati del conteggio, alla presenza dei volontari che hanno partecipato al rilevamento.

Leggi Tutto »

Pescara, convegno sul Masterplan

Definire e chiarire oltre ogni ragionevole dubbio la normativa e la procedura finanziarie riguardanti il Masterplan, per far si' che non ci siano ritardi nell'attuazione di un progetto cosi' importante da parte degli enti che si trovano nella condizione di soggetti attuatori. E' lo scopo primario del convegno, oggi alle 16:30 nella sala consiliare del Comune di Pescara, al quale parteciperanno i vertici della Corte dei Conti, della Ragioneria Generale dello Stato e del ministero della Coesione Territoriale e del Mezzogiorno, per fornire precisazioni relative al trasferimento delle risorse per l'ulteriore cantierizzazione delle azioni e degli interventi finanziati nel Masterplan Abruzzo. All'incontro sono stati invitati i massimi rappresentanti dei soggetti attuatori degli interventi previsti nel piano e i direttori regionali competenti. "I 77 macro-interventi che compongono il Masterplan Abruzzo/Patto per il Sud per complessivi 1,5 miliardi di euro - spiega il presidente della Regione Abruzzo, Luciano D'Alfonso - si sviluppano in 295 opere che, a ragione, sono ritenute strategiche per la crescita, la valorizzazione e la promozione del territorio abruzzese. Appare evidente come una risorsa economica cosi' importante, capace di risolvere problemi infrastrutturali che si protraggono da decenni e legati alla viabilita', all'ambiente, alla produzione industriale e agricola, alle risorse idriche e alla depurazione, alla salute, al trasporto pubblico locale, ai porti, ai beni monumentali, al turismo e alla cultura, non puo' restare ulteriormente ferma senza produrre gli effetti sperati, per i quali e' stata richiesta da questa Regione al Governo e ottenuta".

 

Leggi Tutto »

Gatti: ‘Governo regionale dica se la Fira serve o meno’

"Da ormai oltre un anno si rincorrono le piu' svariate ipotesi sul destino della Fira S.p.a. (Finanziaria Regionale Abruzzese), societa' partecipata maggioritariamente dalla Regione Abruzzo, e dei suoi 19 dipendenti. Lo scorso gennaio chi governa la Regione Abruzzo ne ipotizzo' una trasformazione in societa' in house, ma poi tutto si e' improvvisamente bloccato. Si e' giunti al mese di agosto per assistere alle rassicuranti dichiarazioni del consigliere delegato Camillo D'Alessandro sulla Fira che 'e' e sara' elemento essenziale e strategico per la Regione Abruzzo e per tutto il suo territorio'". Cosi', in una nota, il vice presidente del Consiglio d'Abruzzo Paolo Gatti (Fi). "Ci sarebbe pero' da capire come e soprattutto quando. Dopo un anno di latitanza e di clamorose giravolte - aggiunge Gatti - e' ormai tempo che il Governo regionale dica con chiarezza agli abruzzesi e ai dipendenti della Fira (che, per inciso, sono stati costretti alle ferie forzate e per i quali si ipotizza la cassa integrazione) se la Fira serve ed e' utile alla comunita' regionale, oppure se se ne vuole la chiusura, ed in ogni caso quale sara' il destino dei suoi 19 dipendenti". "Recarsi in questi giorni presso la stazione di Pescara in 'Fira Station' uno spazio di coworking, incubazione ed accelerazione inaugurato qualche anno fa, e' desolante, e rappresenta bene la fotografia delle incertezze e delle incapacita' decisionali di chi governa la nostra Regione da ormai tre anni e mezzo" conclude.

Leggi Tutto »

Indennità delle guardie mediche, scontro in Regione

"Una risoluzione che da sola non puo' produrre alcun effetto e che rappresenta solo un documento elettoralistico privo di qualunque valore a fini pratici, perche' non puo' andare a modificare decisioni assunte in altre sedi". Cosi' l'assessore regionale alla programmazione sanitaria Silvio Paolucci, commentando l'approvazione, avvenuta questa mattina in Commissione Sanita' al Consiglio regionale, di una risoluzione "che punta a sospendere - dice in una nota Paolucci - gli effetti della delibera di Giunta che ha bloccato l'erogazione dell'indennita' aggiuntiva ai medici di continuita' assistenziale ma serve solo a generare caos e false aspettative". "Il Consiglio regionale e' il massimo organo della Regione ed e' sovrano - spiega l'assessore - ma se davvero l'Assemblea vuole determinarsi diversamente rispetto alla decisione assunta dalla Giunta (sulla base di un decreto della Corte dei Conti), deve presentare non una risoluzione, ma un provvedimento amministrativo, seguendo tutto l'iter previsto dalle norme e dai regolamenti, oltre al rilascio dei necessari pareri delle strutture regionali. Solo cosi' l'atto e' idoneo a produrre effetti, con tanto di responsabilita' amministrativa e contabile in capo a coloro che ne votano l'approvazione". "Troppo semplice licenziare invece una semplice risoluzione, che non implica alcuna responsabilita' patrimoniale per i consiglieri regionali, lasciando la stessa solo in capo alla Giunta regionale e in particolare all'assessore alla sanita'. Il documento approvato oggi serve solo a generare caos e false aspettative nei medici e nell'opinione pubblica al fine di accrescere il proprio consenso personale". L'assessore ringrazia infine "le organizzazioni sindacali dei medici di medicina generale, che con le Asl e l'assessorato alla Sanita', stanno individuando - afferma nella nota - le forme legittime per restituire un'indennita' aggiuntiva dietro specifici obiettivi. Quanto al passato e' di tutta evidenza che saranno i giudici, dunque ne' giunta ne' consiglieri a definire la questione. E naturalmente, se i magistrati dovessero ritenere legittima quella indennita' definita nel 2006, siamo pronti a prenderne positivamente atto". 

La replica del Movimento 5 Stelle

"Visti i risultati di questo governo regionale, non ci stupisce che l'assessore Paolucci ignori la funzione degli atti, le prerogative delle opposizioni e i compiti dell'esecutivo regionale". Rispondono cosi', in una nota diffusa nel pomeriggio, il vicepresidente della commissione Sanita' del Consiglio regionale, Domenico Pettinari, e la consigliera Sara Marcozzi. "Ai sensi e per gli effetti dell'articolo 158 comma 7 del Regolamento del Consiglio Regionale, infatti - citano Pettinari e Marcozzi nella nota - 'il Presidente della Giunta regionale o membro dell'esecutivo delegato relaziona alla commissione competente sulle azioni poste in essere riguardo gli impegni assunti attraverso le risoluzioni approvate (...)'". "L'assessore Paolucci - concludono -, abbandonato persino dai componenti della sua maggioranza, non perda tempo in comunicati stampa privi di qualsivoglia fondamento e finalizzati a smarcarsi da responsabilita' tutte sue e del governo di cui fa parte, ma si adoperi per 'fare il governo' e relazionare gli abruzzesi tempestivamente sugli impegni assunti attraverso le risoluzioni"

La nota di Mauro Febbo

“Silvio Paolucci fa finta di non capire e non rispetta il ruolo del Consiglio regionale e dei suoi colleghi”. E’ quanto dichiara il Consigliere Mauro Febbo replicando alle dichiarazioni dell’assessore regionale alla programmazione sanitaria.
 
“Forse Paolucci non ha compreso che altre regioni in attesa della pronuncia della Corte dei Conti – prosegue Febbo - hanno sospeso l'indennità senza richiedere il rimborso ai medici professionisti che svolgono il loro lavoro. Indennità, peraltro, che secondo recenti decisioni spettano perché sono a “sostituzione” del rischio tutto a carico del medico. Credo che quello accaduto proprio oggi alla dottoressa violentata, in provincia di Catania, sia proprio da esempio”.
 
“Quindi – conclude Febbo – invito l'assessore a rispettare l’operato dei suoi colleghi e riportare il lavoro delle Commissioni a modificare Delibera di Giunta n.398/2017 visto che è sua la competenza”. 
 

Leggi Tutto »

Sclocco: per l’assistenza scolastica le risorse ci sono 

 "Sono felice quando i Comuni mi dicono che hanno a cuore i servizi sociali, compito della Regione e' predisporre il Piano sociale e compartecipare economicamente, i Comuni devono poi garantire l'assistenza. I 24 Ambiti Sociali, che comprendono tutti i comuni dell'Abruzzo, sono stati ascoltati numerose volte, da me e dai miei uffici. Tutti sanno che le risorse ci sono. In particolare l'Ambito Distrettuale Sociale 'Montagne Aquilane' lo abbiamo incontrato, da un anno a questa parte, almeno una volta al mese. Mi meraviglio che Paolo Federico, commissario dell'Ambito e anche sindaco, non abbia contattato direttamente la mia segreteria per chiedere un confronto, e lo abbia chiesto invece a mezzo stampa". Marinella Sclocco, assessore alle Politiche sociali della Regione Abruzzo, risponde cosi' al sindaco di Navelli secondo il quale il servizio di assistenza scolastica ai disabili "nella nuova programmazione sociale regionale non e' stato piu' considerato fondamentale". "Negli ultimi anni abbiamo veramente cambiato l'assetto delle politiche sociali, proprio in virtu' dei cambiamenti chiesti dai sindaci tramite gli Ambiti di riferimento - prosegue l'assessore - Peraltro sono sempre stata disponibile al confronto. Federico dovrebbe gia' sapere, sia in qualita' di sindaco sia di commissario insediatosi di recente, quello che abbiamo spiegato numerose volte a chi lo ha preceduto. La quota della Regione Abruzzo per i servizi sociali, 11 milioni, e' stata stata tutta versata, spero che anche i Comuni abbiano versato la loro, mentre quella dello Stato, 6 milioni circa, sara' disponibile nel mese di novembre, come accade da vent'anni, e proprio domani, in sede di Conferenza Stato-Regioni, sara' ufficialmente definita la ripartizione. Lui dovrebbe gia' aver avuto notizia della quota spettante all'Ambito, perche' noi, come Regione, avevamo fatto una proiezione". 

Leggi Tutto »

Raccolta Apparecchiature elettroniche, a Montesilvano il primo tavolo tecnico d’Italia

Prende il via dal Comune di Montesilvano, in collaborazione con il Comune di Chieti,  il progetto “Servizi ai Comuni 2017”, presentato a Roma nell’sede dell’Anci. Si è svolto questa mattina il primo degli incontri promossi da Ancitel Energia & Ambiente con il Centro di coordinamento Raee, che toccheranno 140 Comuni in tutta Italia, scelti tra i primi 200 per popolazione residente (48 nel Nord Italia, 34 nel Centro e 48 nel Sud e Isole).

Nella Sala Consiliare di Palazzo di Città, gli assessori all’Igiene Urbana Paolo Cilli, al Commercio Manola Musa, l’assessore al Comune di Chieti Alessandro Bevilacqua, anche collaboratore  Ancitel Energia & Ambiente per le tematiche ambientali e sull’economia circolare, Nicola Della Corina, referente di Formula Ambiente oltre ai referenti di Megalò, Il Centauro, ai distributori e agli installatori di apparecchiature elettroniche del territorio, hanno incontrato Alessandra Picini ingegnere di Ancitel Energia & Ambiente.

Obiettivo del tavolo tecnico, conoscere le diverse realtà territoriali e individuare le corrette strategie di gestione e le modalità attraverso le quali incrementare e migliorare ulteriormente la qualità della raccolta dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche.

«Una corretta gestione dei rifiuti differenziati -  afferma l’assessore all’Igiene Urbana Paolo Cilli -  necessita della sinergia e del coinvolgimento di tutti i soggetti che partecipano alla filiera. Tale incontro  è utile non solo per formare tutti coloro che sono coinvolti in questo processo, ma anche per acquisire informazioni relative al territorio per valutare il corretto funzionamento del sistema, individuare le criticità ed apportare miglioramenti. Proprio per efficientare il sistema, il nostro Comune ha avviato la ricerca di un immobile nel quale apriremo un centro di raccolta e del riuso, che agevolerà anche il lavoro di tutti coloro che devono conferire».

Come spiegato dall’ingegnere Picini, le normative prevedono premialità ai Comuni sulla base delle quantità dei Raee conferiti. L’iniziativa punta a studiare, per le diverse realtà territoriali una soluzione in grado di massimizzare la raccolta di Raee migliorando l’efficacia dei sistemi comunali di gestione di questa tipologia di rifiuti, e fornendo loro i necessari supporti informativi per poter pianificare ed ottimizzare la gestione dei Raee sul territorio.

«Questa mattina -  aggiunge l’assessore del Comune di Chieti, Alessandro Bevilacqua -  si è svolto un interessante seminario formativo sulla gestione dei Raee, alla presenza della responsabile Ancitel Energia & Ambiente di Roma per migliorare, alla luce della nuova normativa, la raccolta di tale tipologia di rifiuti, e coordinare migliori azioni per la gestione delle stesse apparecchiature elettroniche, partendo dai Comuni che hanno il dovere di promuovere un’attività di sensibilizzazione tra chi le vende e le ricicla».

Leggi Tutto »

Azione Politica, nasce in Abruzzo una forza liberale che vuole più imprese, società civile e sviluppo.

"Nasce in Abruzzo una forza liberale che vuole più imprese, società civile e sviluppo. Noi pronti alla svolta", commenta così Gianluca Zelli, coordinatore regionale di Azione Politica, a margine dell'incontro tenutosi venerdì a Pescara.

Azione Politica è un movimento politico indipendente, nato con l'obiettivo di ricostruire il Paese con una proposta politica nuova: nelle facce, ma soprattutto nelle idee. Una proposta politica che abbia a cuore un solo obiettivo: il bene del Paese. Una proposta politica liberale e popolare, federalista e riformista: che liberi gli italiani dal peso del fisco e della burocrazia, dall'insicurezza e dalla paura, con idee chiare, drastiche, senza compromessi. E che faccia tutto questo non per ideologia, ma per migliorare la vita alle persone. Per essere vincente, il centro-destra deve ripartire dai problemi delle persone, cercando soluzioni nuove alle sfide di oggi e di domani, dall’immigrazione all’impatto della tecnologia sulla società, dalla globalizzazione al rapporto tra Stato e cittadini. In questi mesi abbiamo iniziato un grande lavoro, insieme a centinaia di persone, per costruire un programma di governo: abbiamo organizzato la nostra struttura in gruppi di lavoro, su temi che vanno dalla giustizia, all’agricoltura, dall’energia alla semplificazione della pubblica amministrazione. Torniamo ad avere una Politica di qualità e competente, l'unica strada per il bene del nostro Paese.

Leggi Tutto »

La Commissione Salute apre la settimana del Consiglio regionale

La settimana politica dell’Emiciclo inizia martedì 19 settembre alle ore 10.00 con la convocazione della seduta della Commissione “Salute, Sicurezza Sociale, Cultura, Formazione e Lavoro” per esaminare i seguenti progetti di legge: “Agenzia Sanitaria regionale ASR Abruzzo – esame del Bilancio di previsione 2017 - 2019”, “Azienda per il Diritto agli Studi Universitari di Chieti – esame del Bilancio di previsione 2017 – 2019 ”, “Modifiche alla Legge regionale 12 novembre 1997, n. 32 sulla Medicina dello sport e la tutela sanitaria delle attività sportive”. Verrà inoltre discussa la risoluzione sulla “Sospensione dell’erogazione dell’indennità per la disciplina dei rapporti tra i medici di medicina generale ed il Servizio sanitario nazionale” in cui sarà audita la Dirigente regionale Maria Crocco. E’ inoltre prevista l’audizione del rappresentante dell’Associazione “Insieme si può”, Franco Caramanico e della Responsabile del “Comitato per la difesa dei piccoli ospedali”, l’Avvocato Rita Tabacco per illustrare le motivazioni tecnico-giuridiche per la riconversione dell’ospedale di Guardiagrele in ospedale per acuti a vocazione medico geriatrica. Martedì 19 settembre alle ore 12.00 si prosegue con la convocazione della Commissione Consiliare “Territorio, Ambiente e Infrastrutture” con il seguente ordine del giorno: Parere sulla delibera di giunta regionale recante “ Realizzazione della seggiovia esaposto ad ammorsamento automatico denominata "Fontari - Campo Imperatore” nuovo impianto da realizzarsi, in sostituzione sullo stesso tracciato della omonima seggiovia quadriposto, in località Campo Imperatore del Comune di L'Aquila, da parte del Centro Turistico Gran Sasso S.P.A. di L'Aquila”. Mercoledì 20 alle ore 12.00 è convocata la Commissione Agricoltura per esaminare una serie di provvedimenti legislativi: sulla “Riorganizzazione e finanziamento delle Associazioni Pro-Loco”, sul “Riconoscimento, la valorizzazione e la promozione dei cammini abruzzesi”, sulle “Misure a sostegno delle imprese e dell’occupazione sul territorio regionale e di contrasto alle delocalizzazioni produttive”. Inoltre verranno auditi sul calendario venatorio 2017/2018 e sullo stato dell’istruttoria dei Piani economici di gestione dei patrimoni agro-silvo-pastorali, l’Assessore Dino Pepe ed il Dirigente Antonio Di Paolo. Giovedì 21 settembre alle ore 9.30 è convocata la Commissione di Vigilanza che sul tema degli affidamenti in house della TUA, audirà il Delegato ai Trasporti Camillo D’Alessandro, i rappresentanti sindacali della Cgil, Cisl, Uil, Cisl e Sandro Chiacchiaretta - Presidente ANAV. Sempre giovedì, alle ore 10.00, segue la convocazione della Commissione Consiliare “Bilancio” che esaminerà il progetto di legge di iniziativa della Giunta Regionale sul “Bilancio di previsione 2017-2019 dell’Agenzia Regionale per la tutela dell’ambiente

Dopo la pausa estiva torna a riunirsi l’Assemblea regionale abruzzese nella seduta di Consiglio prevista all’Aquila il prossimo giovedì 21 settembre. Il Palazzo dell’Emiciclo, dalle dodici, ospiterà Consiglieri e Giunta regionale per affrontare un ordine del giorno ricco di argomenti. In apertura di seduta si lavorerà sull’interrogazione del Consigliere Domenico Pettinati (M5S) in merito alla “Interruzione della Strada provinciale 20 – tratto Pianella/Cartiera”, a seguire le interpellanze di Ranieri (M5S) su “Situazione della Divisione Villa Alba di Canistro e irregolarità nell’assistenza agli ospiti”, di Olivieri (Abruzzo Civico) su “Abbassamento repentino dei valori di Escherichia Coli nelle acque del Litorale di San Salvo”, dei Consiglieri di opposizione Febbo, Sospiri, Gatti e Di Dalmazio su “Politiche forestali regionali. Eventi incendi”, di Bracco (SI) su “Attività antincendio boschivo e roghi nel Parco Nazionale della Majella e nel Parco Nazionale del Gran Sasso” e di Gatti (FI) su “Fondi destinati al rilancio del piano per lo sviluppo dei servizi socio-educativi per la prima infanzia”.  I progetti di legge in discussione riguardano le seguenti tematiche: “Istituzione delle botteghe del baratto e incentivi alla loro apertura”, “Norme per la valorizzazione e promozione dei ristoranti tipici dell’Abruzzo”, “Modifica alla legge regionale in materia di assegnazione e gestione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica e per la determinazione dei relativi canoni di locazione”. Il Consiglio regionale, nella stessa seduta, dovrà eleggere i componenti della Commissione regionale per la realizzazione delle pari opportunità, i nuovi membri del Collegio per le garanzie statutarie e il Garante delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personali. Chiudono l’ordine del giorno le seguenti risoluzioni: a firma dei Consiglieri Marcozzi, Mercante, Pettinari e Ranieri su “Istituzione di una giornata della memoria atta a commemorare i meridionali morti in occasione dell’unificazione italiana”, a firma dei Consiglieri Iampieri e Febbo su “Tutela dei magistrati onorari”, a firma del Consigliere Olivieri su “Pubblicazione elenco avviso Pubblico Housing Sociale”, a firma del Consigliere Mazzocca su “Piano delle Aree”, a firma del Consigliere Smargiassi su “Decreto di soppressione reparti di Polizia Stradale”, a firma del Consigliere Pietrucci su “Percorso metanodotto SNAM e centrali dei compressione e spinta della città di Sulmona sui comuni dei crateri sismici Centro Italia e di tutta l’area sismica dell’Appennino”.

Leggi Tutto »