Politica

Pescara, affidati i lavori per il ponte di legno

Affidati a Pescara i lavori per i lavori di riqualificazione del ponte ciclopedonale sul fiume Pescara. Per il vice sindaco Blasioli: "A breve dall'apertura del Flaiano avremo anche l'8 attraversamento sul fiume". La consegna dei lavori e' stata firmata oggi. Secondo i dati diffusi dall'amministrazione e' il ponte di legno della Provincia che, in virtu' di una convenzione verra' ristrutturato dal Comune. Alla firma erano presenti oltre al vice sindaco e assessore ai Lavori Pubblici Antonio Blasioli, l'ingegner Giuliano Rossi e il geometra Di Rienzo per il Comune di Pescara e l'incaricato della ditta aggiudicataria Gran Sasso Costruzioni Srl, Alessandro Trasatti. "In una giornata che segna l'effettiva entrata in funzione del Ponte Flaiano, consegniamo i lavori alla ditta Gran Sasso Costruzioni Srl per un importo di 40.690,86 euro piu' IVA - cosi' il vice sindaco e assessore ai Lavori Pubblici Antonio Blasioli - L'impresa avra' 60 giorni di tempo per effettuarli, ma all'atto della firma si e' detta certa di poterli terminare con anticipo, in 30/40 giorni alla fine dei quali avremo quello che diventa di fatto l'ottavo attraversamento del fiume Pescarapresente in citta'. A seguire i lavori sara' l'ingegner Roberto Raci che per conto della Provincia ha gia' sovrinteso alla realizzazione dell'opera danneggiata dai vandali e rimasta impraticabile perche' insicura fino ad oggi. Dalla giornata di lunedi' si cominceranno a togliere le travi di larice alpino che si sono rovinate a seguito degli atti vandalici, la superficie di 530 metri quadri sara' sostituita da doghe metalliche, resistenti sia agli agenti atmosferici che a eventi di altra natura mentre le travi verranno riutilizzate per la struttura". 

Leggi Tutto »

Via Ariosto, Maragno: “Impegno comune per l’integrazione ma nel rispetto delle regole”

Incontro costruttivo e cordiale questa mattina in Comune tra il sindaco Francesco Maragno, l’assessore alla Polizia Locale Valter Cozzi, Emilia Di Nicola segretaria generale Cgil di Pescara, Patrick Goubadia, responsabile regionale Immigrazione per la Cgil, Kader Konate, membro dell’associazione ALIS (Associazione Lavoratori Immigrati Senegalesi) e Corrado De Dominicis della Caritas diocesana Pescara - Penne.

Nel corso della riunione è emersa la volontà congiunta di organizzare incontri e predisporre progetti che consentano la piena integrazione degli extracomunitari che da anni hanno deciso di stabilirsi a Montesilvano. Il sindaco ha posto l’accento sul tassativo rispetto delle regole per poter attivare una collaborazione seria e costruttiva, anche alla luce dei fatti che hanno portato allo sgombero delle due palazzine di via Ariosto e degli eventi che si sono susseguiti.

«L’integrazione si fa rispettando le regole, a cominciare da quelle basilari di civile convivenza del Paese ospitante – ha puntualizzato il sindaco Maragno -. Oggi più che mai è necessario uno sforzo comune per raggiungere risultati apprezzabili. In questo anche la comunità senegalese deve dimostrare il proprio impegno concreto. L’operazione di sgombero dello scorso 31 maggio, vogliamo ricordare, si è resa necessaria a causa di carenze igienico – sanitarie e strutturali rilevate dalla Asl e dai Vigili del Fuoco,  per tutelare la sicurezza degli stessi inquilini degli appartamenti. I mesi che sono intercorsi tra la firma dell’atto di sgombero, lo scorso novembre, e l’operazione sono stati caratterizzati da numerosi incontri, con diversi interlocutori e rappresentanti della comunità senegalese proprio per mettere tutti in condizione di trovare nuove sistemazioni. Ci siamo attivati, ben prima dell’intervento di sgombero per individuare soluzioni alternative, dedicando particolare attenzione ai nuclei familiari e alle persone con situazioni di difficoltà. Abbiamo anche proposto ricoveri temporanei alle persone sfrattate: alcuni hanno accettato le sistemazioni individuate, mentre purtroppo tanti altri hanno preferito non offrire alcuna collaborazione, rifiutando le proposte ricevute. Ora -  conclude il sindaco -  non possono più essere tollerati episodi di irregolarità, di violazione di legge o anche solo di mancato rispetto  delle regole di buon senso. L’auspicio è che attraverso la disponibilità e le proposte di collaborazione avanzate sia dalla CGIL che dall’associazione ALIS, si possa trovare una nuova e più fruttuosa chiave di dialogo e cooperazione, aperta anche ad altre associazioni, sensibili alla soluzione del problema».    

Leggi Tutto »

D’Alfonso: 8 progetti per Delrio, 15 milioni per la Pescara-Roma

Sono otto gli interventi strategici per potenziare il patrimonio delle infrastrutture abruzzesi nel dossier che il presidente della Regione Abruzzo Luciano D'Alfonso ha consegnato al ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Graziano Delrio, oggi a Pescara, per l'inaugurazione del ponte Flaiano. Gli interventi individuati dal presidente Luciano D'Alfonso sono: il miglioramento della ferrovia Pescara-Roma, la semplificazione amministrativa per attivare con celerità la manutenzione e il dragaggio dei porti regionali, il potenziamento dell'aeroporto di Pescara, maggiori fondi per la manutenzione delle strade provinciali e comunali, il trasferimento della gestione di alcuni collegamenti viari di rango provinciale alla competenza di Anas, l'istituzione in Abruzzo di zone economiche speciali, la manutenzione dei tratti di autostrade regionali, in particolare interventi destinati a ponti e viadotti, e il reperimento di fondi per la nuova caserma del Comando provinciale dei carabinieri di Pescara. "È una giornata importante e straordinaria per Pescara e l'Abruzzo - ha detto il presidente Luciano D'Alfonso nel corso dell'incontro avvenuto nella sala consiliare di Pescara con il ministro Delrio, alla presenza dei sindaci abruzzesi -. Abbiamo consegnato al ministro l'agenda delle priorità che vede in testa, tra i vari interventi, l'investimento per il potenziamento della ferrovia Pescara-Roma (15 milioni per il progetto esecutivo) e la candidatura della nostra regione a ospitare le zone economiche speciali, nel quadro del riordino dell'autorità portuali. Noi abbiamo le carte in regola. Infine - ha concluso D'Alfonso - ho proposto di valorizzare il piano viario regionale che stiamo portando avanti con Anas". Nella sala consiliare del Comune di Pescara si sono alternati gli interventi di rappresentanti del mondo imprenditoriale, sindacale e universitario, tra i quali Nicola Mattoscio (presidente di Saga, società di gestione dell'aeroporto d'Abruzzo), Luciano D'Amico (rettore dell'Università degli Studi di Teramo), Agostino Ballone (Confindustria Abruzzo), Rita Innocenti (segreteria regionale di Cgil) e Gianluca Carota (Cna Abruzzo), prima della conclusione dei lavori del ministro Graziano Delrio. 

Leggi Tutto »

Pescara, il centrodestra anticipa l’inaugurazione del Ponte Flaiano

Taglio del nastro e contro-inaugurazione del nuovo Ponte Flaiano, questa mattina in via Gran Sasso a Pescara, da parte degli esponenti del centrodestra cittadino. Alla stessa ora, in Comune, il centrosinistra era impegnato in una conferenza stampa per presentare la cerimonia di inaugurazione ufficiale, in programma domani sera. "Siamo qui per fare un'operazione verita', perche' l'idea del ponte risale al 2001, quando la giunta di centrodestra guidata da Carlo Pace inseri' l'opera nel Piano Urbano della Mobilita' - rivendica il capogruppo di Forza Italia in Comune, Marcello Antonelli, nella conferenza stampa svoltasi sulla sponda nord del ponte, insieme all'ex sindaco Luigi Albore Mascia, al capogruppo di Pescara Futura Carlo Masci, al consigliere regionale di Forza Italia Lorenzo Sospiri e ad altri esponenti del centrodestra pescarese -. In seguito si insedio' la giunta D'Alfonso, che porto' avanti le procedure fino al 2008, quando torno' il centrodestra al governo della citta', facendo approvare in Consiglio comunale la delibera con la quale si dispose l'efficacia degli atti di approvazione della variante per consentire la costruzione del Ponte Nuovo". Secondo Antonelli il merito per la realizzazione del ponte va dunque assegnato al centrodestra. "La giunta D'Alfonso ci aveva lasciato un progetto irrealizzabile, visto che il Genio Civile aveva ordinato una serie di prescrizioni, a partire dalla messa in sicurezza degli argini, per la quale non c'era copertura finanziaria - rimarca il capogruppo di Forza Italia in Comune -. Siamo stati noi a trovare i finanziamenti in Regione e a portare avanti l'intera procedura, con i costi che nel frattempo erano lievitati da 9 milioni ad oltre 13 milioni di euro".

Leggi Tutto »

Pescara, comitati e associazioni chiedono alla Regione più risorse per l’ospedale

Comitati e associazioni per la difesa dell'ospedale di Pescara chiedono  alla Regione di incrementare i fondi per il personale sanitario operante nella struttura, cosi' da poter meglio rispondere alle esigenze dei cittadini, considerando che il nosocomio del capoluogo adriatico e' quello che in Abruzzo eroga il maggior numero di prestazioni. Antonio Ciofani, della Consulta Clinica per l'ospedale di II livello, ha spiegato l'obiettivo della conferenza stampa di oggi a Pescara: "Fa seguito al Consiglio Comunale di qualche giorno fa perche' il tutto e' iniziato con la problematica che riguarda gli ospedali di II livello. Sulla base del decreto ministeriale 70, l'Abruzzo dovrebbe averne due. Uno dei due secondo noi, nel contesto dell'area metropolitana Abruzzo sud, dovrebbe essere a Pescara, unico ospedale ad avere i requisiti di legge che parlano, tra l'altro, di almeno 70mila accessi l'anno di degenti al pronto soccorso. Al Santo Spirito di Pescara abbiamo 98mila accessi che nessuno ospedale ha in Abruzzo (L'Aquila 46mila, Teramo 42mila, Chieti 63mila). Inoltre il nosocomio ha il maggior numero di discipline ad alta intensita'. Manca solo la cardiochirurgia che si voleva spostare da Chieti a Pescara. Non e' un fatto di campanile - prosegue Ciofani - perche' e' interesse della collettivita' avere un ospedale di II livello attrezzato. Anche uno studio della Bocconi - pubblicato su Il Sole 24 ore - dice che l'ospedale di riferimento di II livello in Abruzzo deve essere localizzato a Pescara". "Per questo riteniamo che le istituzioni non diano un eccessivo peso all'ospedale di Pescara. L'ospedale deve avere una dotazione di materiale finanziario e personale maggiore perche' effettua il maggior numero di prestazioni rispetto agli altri della regione".

Leggi Tutto »

Non ci saranno apparentamenti al ballottaggio a L’Aquila

Non ci saranno apparentamenti tecnici da parte dei due candidati sindaco al ballottaggio alle elezioni dell'Aquila, quello del centrosinistra, Americo Di Benedetto, e quello di centrodestra, Pierluigi Biondi. Le decisioni sono state prese con largo anticipo rispetto?alla scadenza di sabato prossimo. Di Benedetto ha ottenuto il 47,08% dei voti a fronte del 50,96% delle liste, Biondi il 35,84% a fronte del 33,66% dei partiti. Intanto l'Ufficio Centrale ha terminato le operazioni di scrutinio della sezione n. 72 (Musp di Gignano) che nello spoglio di domenica notte non aveva terminato il lavoro per difficolta' tecniche, essendo costretto a consegnare schede e verbali allo stesso organismo nominato dal tribunale de L'Aquila. Si completa cosi' lo scrutinio con l'ufficialita' dei risultati negli 81 seggi del Comune de L'Aquila. Come si legge in una nota del Comune, i risultati sono stati contraddistinti da 301 voti al candidato del centrosinistra Americo Di Benedetto, dai 175 voti di quello di centrodestra Pierluigi Biondi. Poi: Fabrizio Righetti 18, la civica Carla Cimoroni 48, Claudia Pagliariccio (Casapound) 3, l'altro civico Nicola Trifuoggi 13 e Giancarlo Silveri (Riscatto Popolare) 27

Leggi Tutto »

Rapino (Pd):competenza è unica ricetta anti-populismo

"Buona amministrazione e competenza sono l'unica ricetta per contrastare i populismi. Attendiamo il ballottaggio". Lo afferma in una nota il segretario del Pd regionale, Marco Rapino, commentando i risultati delle comunali. "E' ancora presto e dobbiamo attendere i ballottaggi di alcune citta' importanti per la nostra regione come L'Aquila e Avezzano ma, comunque - dice - possiamo ritenerci soddisfatti dei risultati positivi raggiunti". "A L'Aquila Di Benedetto supera il 47% sfiorando di poco la vittoria al primo turno e la lista del Partito Democratico raggiunge un risultato eccezionale. Ad Avezzano andremo al ballottaggio con un risultato al primo turno pari al 44% e Luciano Di Lorito, sindaco uscente di Spoltore (PESCARA), viene riconfermato al primo turno con oltre il 60%. Tante le riconferme a partire da Tollo con Angelo Radica e Giuliano Teatino con Andreacola Nicola, mentre il Pd avanza in Provincia dell'Aquila. Questi dati dimostrano che i nostri sindaci uscenti hanno riottenuto la fiducia degli elettori e che la buona amministrazione e la competenza rappresentano, oggi, l'unica ricetta per contrastare i populismi". "La nostra proposta politica e amministrativa e' stata scelta dagli elettori, il nostro partito ha raccolto consensi per l' impegno profuso in questi anni e il caso dell'Aquila parla da se'", continua il segretario. "Dieci anni di amministrazione Cialente, il lavoro amministrativo svolto, la capacita' della nostra classe dirigente politica di mantenere alta l'attenzione sul capoluogo abruzzese mettendo in piedi un progetto concreto per il futuro della citta' e una campagna elettorale esemplare del nostro candidato sindaco Americo Di Benedetto, sono stati elementi premiati dai cittadini e prima ancora sono stati riconosciuti da questi". "Dove ci sono stati dei problemi - aggiunge Rapino - raddoppieremo il nostro impegno, andremo avanti sulla linea del rinnovamento e ci impegneremo per costruire un progetto politico e amministrativo migliore. Nei prossimi giorni continueremo a lavorare, come sempre fatto, tenendo in considerazione, come prima cosa, il bene dei cittadini. Solo su questo e sul nostro senso di responsabilita' verra' valutata l'ipotesi di collaborazioni future". Infine conclude: "Un grazie va a tutti gli elettori che hanno scelto di andare a votare e di partecipare alle elezioni amministrative delle loro citta', un momento importante per la nostra democrazia". 

Leggi Tutto »

Sclocco, avviso per la formazione di giovani diplomati

Aumento dell'offerta formativa rivolta a giovani in relazione alle esigenze delle aziende che operano sul territorio regionale. E' l'obiettivo principale del nuovo avviso "Sviluppo e qualificazione dei percorsi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore" pubblicato sul portale della Regione all'indirizzo https://app.regione.abruzzo.it/avvisipubblici/ifts e sul portale lavoro all'indirizzo https://www.abruzzolavoro.eu/patto-per-lo-sviluppo-dellabruzzo/sv iluppo-e-qualificazione-dei-percorsi-ifts/. L'avviso finanzia massimo 4 percorsi di istruzione e formazione (Ifts), per una spesa massima di 400 mila euro, che avranno il compito di agevolare l'inserimento dei giovani nel mondo del lavoro con l'acquisizione di competenze che sono individuate in relazione alle filiere produttive. "In questo modo - spiega l'assessore all'Istruzione Marinella Sclocco - da una parte avviciniamo la scuola alle esigenze delle imprese abruzzesi che sono alla ricerca di giovane personale qualificato e dall'altro aiutiamo il giovane ad individuare un percorso tecnico fatto di competenze". I percorsi sono di durata annuale e sono finalizzati al conseguimento dei certificati di specializzazione tecnica superiore. Tali percorsi dovranno essere caratterizzati da una stretta connessione con i fabbisogni dei sistemi produttivi locali, in continuita' con l'istruzione e la formazione professionale iniziale e avranno a riferimento le specializzazioni tecniche superiori che costituiscono le figure di riferimento a livello nazionale e i relativi standard minimi formativi, in modo da corrispondere alla richiesta di competenze tecnico-professionali provenienti dal mondo del lavoro, specie dalle piccole e medie imprese e dai settori interessati da innovazioni tecnologiche e dalla internazionalizzazione dei mercati. "Ci rivolgiamo - aggiunge l'assessore Sclocco - ai giovani o adulti in possesso di diploma di istruzione secondaria superiore o diploma professionale che vivono e vogliono lavorare in Abruzzo. Saranno loro a voler chiedere di aderire al percorso di formazione che verra' predisposto dall'organismo di formazione". E proprio per gli organismi di formazione, il bando prevede che essi possono essere anche associazioni temporanee di scopo che devono essere costituite: da un organismo di formazione con sede nella provincia in cui e' previsto l'intervento, istituzioni scolastiche, universita' o dipartimenti universitari, imprese o loro associazioni. L'avviso scade venerdi' 14 luglio 2017. 

Leggi Tutto »

Teramo, i dissidenti prendono tempo

"Oggi sono qui senza la giunta perche' voglio vedere se c'e' una maggioranza. Io dico che entro il fine settimana ci sara' un esecutivo e sara' una Giunta a sette. Qualcuno mi dira' che mi contraddico, che fino al mese scorso sostenevo la necessita' di una giunta a nove. Sono pronto a fare mea culpa anche su questo, a fare gli straordinari. Sono pronto a rivedere le mie idee per il bene di questa citta', dove sono nato e dove cresceranno i miei figli. Qui c'e' una crisi politica e spero di risolva per il bene di una citta' che non merita un commissario". Sono le parole del sindaco di Teramo, Maurizio Brucchi, nel primo Consiglio dopo la revoca delle dimissioni. In prima convocazione, la settimana scorsa, il Consiglio non si era infatti aperto per l'assenza di tutti i consiglieri di maggioranza, decisione strategica per guadagnare un'altra settimana nella speranza di risolvere la crisi. "Mi fa piacere vedere dopo tanto 21 consiglieri seduti ad ascoltare quello che ho da dire" ha detto il primo cittadino rivolto alla maggioranza, invitando sia i dissidenti sia quelle forze perse nel corso del tempo a garantire la prosecuzione dell'attivita' politico amministrativa. "Se oggi ci sono qui 21 consiglieri seduti ad ascoltarmi e' perche' in questi giorni ho lavorato per il bene della citta'. Spero che con i vari distinguo ognuno di voi abbia riflettuto su cosa significherebbe per una citta' terremotata l'arrivo del commissario".

Il commissario, almeno in quella che fu l'iniziale maggioranza del sindaco di Teramo, Maurizio Brucchi, sembra non volerlo nessuno. Ma dopo il discorso del primo cittadino in Consiglio comunale, il dato politico e' che, al momento, nulla sembra cambiato. Perche', se i due dissidenti Vincenzo Falasca e Alfredo Caccioni, alla fine, prendono tempo, gli ex maggioranza Angelo Puglia e Guido Campana della lista civica 'al centro per Teramo' e Raimondo Micheli di Fdi-An confermano di restarne fuori. Anche se Campana e Micheli assicurano che voteranno quei provvedimenti che riterranno importanti per la citta'. E' questa la chiosa del Consiglio comunale odierno, dove il sindaco si e' presentato senza Giunta annunciando il nuovo esecutivo a sette per il fine settimana.

"Per il momento mi prendo ancora qualche giorno di riflessione - ha detto Caccioni - voglio prima vedere la Giunta a sette e chi ci sarà". Se Brucchi avra' o meno i numeri per andare avanti, dunque, lo si sapra' solo dopo la presentazione della nuova Giunta, che probabilmente avverra' sabato.

Leggi Tutto »

Montesilvano, bando per il Garante dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza

«Bullismo, dipendenze, violenze. Sono solo alcuni dei pericoli, spesso nascosti, che vivono oggi i bambini e gli adolescenti. Tutte problematiche che non vengono colte a causa di quella solitudine nella quale i ragazzi si chiudono. Per questi motivi abbiamo istituito una figura appositamente dedicata a queste tematiche, che ascolti i giovani e programmi interventi di sensibilizzazione ma anche di soluzione ai delicati problemi che possono coinvolgere i piccoli montesilvanesi. Si tratta del Garante dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza». Lo annuncia l’assessore alla Pubblica Istruzione Maria Rosaria Parlione. Per individuare tale figura il Comune di Montesilvano ha emanato un avviso pubblico volto a reperire i curricula necessari al conferimento di tale incarico. Il Garante ha il compito di vigilare sull’applicazione delle convenzioni Onu sui diritti dell’Infanzia e su quella di Strasburgo. Promuove azioni volte a incrementare la conoscenza dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza; promuove la partecipazione e l’ascolto di bambini e adolescenti; segnala all’autorità giudiziaria le situazioni di presunta violazione dei diritti dell’infanzia. L’Ufficio del Garante si propone come luogo neutro di ascolto dei soggetti pubblici e privati, Enti e singoli con l’obiettivo di facilitare i rapporti tra i soggetti che a qualsiasi titolo si occupano di tematiche inerenti all’infanzia e adolescenza. Convoca almeno due volte l’anno un incontro con i rappresentanti delle principali istituzioni cittadine corresponsabili della cultura e della tutela dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.  Il Garante, che resterà in carica, gratuitamente, per 3 anni dovrà avere maturato esperienza nel campo delle scienze giuridiche, psicologiche, sociali o pedagogiche, o in attività sociali ed educative.

Le domande di partecipazione dovranno essere presentate in busta chiusa, all’Ufficio protocollo, a mano, a mezzo raccomandata o a mezzo di agenzia di recapito entro le 13 del 28 giugno. La domanda, redatta secondo il modello allegato dovrà contenere il curriculum formativo, la proposta tecnica/organizzativa inerente le modalità di espletamento dei compiti attribuiti al Garante. Le istanze verranno valutate dal dirigente insieme ad un’apposita commissione, mediante attribuzione di un punteggio. 20/100 punti per il titolo di studio; 50/100 punti per le esperienze professionali; 30/100 punti per la proposta tecnica.

Leggi Tutto »