Politica

Presentato Abruzzo Open Day Summer 2018

"Abruzzo Open Day Summer 2018" è stato presentato dall'assessore al Turismo, Giorgio D'Ignazio, dal direttore del Dipartimento, Francesco Di Fillippo, e dal corrdinatore delle DMC, Claudio Ucci, è un programma caratterizzato da oltre ottanta eventi che animeranno il territorio delle quattro province abruzzesi per tutto il mese di giugno. 

Si spazia da manifestazioni sportive immerse nella natura per le famiglie ed i bambini, ad un viaggio sensoriale nel gusto e nei sapori dell'enogastronomia locale, alla scoperta della ricca filiera di prodotti provenienti da "mare e monti", passando per i laboratori di cucina che  sveleranno i piccoli segreti che rendono la tradizione culinaria abruzzese così speciale ed apprezzata nel mondo. E ancora le escursioni all'aria aperta nella magia di scenari mozzafiato come quello della Costa dei trabocchi o quello dell'altopiano di Campo Imperatore.

Tanti i momenti dedicati alla cultura ed alla scoperta del prezioso patrimonio artistico regionale, interessanti ed originali i  percorsi tematici dedicati alla meditazione, al benessere, alla ricerca di una rinnovata spiritualità,  lontani dal trambusto cittadino, totalmente immersi nella natura incontaminata dei parchi, per sperimentare il turismo "wilderness".

"La parola chiave è destagionalizzazione - ha spiegato l'assessore D'Ignazio - che, nel nostro caso, ha significato anticipare l'offerta turistica puntando su un periodo, a cavallo tra i mesi di maggio e giugno, in cui non si è ancora nel vivo della bella stagione ma che può ugualemnte regalare sorprese assai gradite a turisti autoctoni ma anche a visitatori provenienti da fuori".

 

Le esperienze racchiuse in questa edizione 2018 di "Abruzzo Open Day", la terza in assoluto, si caratterizzano per la loro eterogeneità.

 

Leggi Tutto »

Parco Sirente-Velino, Berardinetti: Chiuchiarelli è il nuovo commissario

Igino Chiuchiarelli è il nuovo commissario dell'Ente Parco regionale Sirente Velino. A 40 giorni dalle dimissioni di Annabella Pace, con decreto del presidente della Giunta regionale d'Abruzzo è stato nominato l'attuale responsabile dell'ufficio Parchi e Riserve del Servizio Governo del territorio, Beni ambientali, Aree protette e Paesaggio.

Soddisfazione è stata espressa dall'assessore ai Parchi e alle Riserve, Lorenzo Berardinetti, per il quale è stato fondamentale essere riusciti a trovare una soluzione a una situazione di emergenza che vedeva il Parco senza una governance che assicurasse la gestione dell'Ente.

"Sono sicuro - ha dichiarato Berardinetti - che la scelta fatta va nella giusta direzione della continuità e della competenza. Il nuovo Commissario vive da sempre all'interno del territorio del Parco e ne conosce tutti i punti di forza e di debolezza. Saprà dare nuovo smalto e freschezza alla gestione di quest'area protetta che racchiude un enorme potenziale ambientale e naturalistico da valorizzare, fino all'approvazione delle legge di riordino e alla costituzione dei nuovi organi direttivi. Ha il pieno appoggio della Regione per far sì che l'Ente diventi un fiore all'occhiello nel panorama dei parchi naturali regionali".

La scelta di Chiuchiarelli è stata condivisa anche dal presidente della Comunità del Parco, il sindaco di Fagnano, Francesco D'Amore il quale ha trovato "subito sintonia con il nuovo commissario che peraltro avevo già avuto modo di conoscere. Ho ribadito a lui le problematiche più cogenti, presenti soprattutto nella Valle Subequana, e ho avuto una condivisione di intenti importante. Il Commissario mi ha manifestato la volontà di studiare congiuntamente gli obiettivi a breve e medio tempo e quindi organizzerò una giornata con tutti i sindaci della Comunità del Parco per definire un programma comune".

Chiuchiarelli, da sempre attento alla valorizzazione delle aree naturali protette in una visione moderna che non sia solo tutela e conservazione è già pronto a mettersi al lavoro. "

Leggi Tutto »

Crescita Digitale nella Regione Abruzzo

La Giunta regionale d'Abruzzo ha approvato un provvedimento riguardante la "Crescita Digitale nella Regione Abruzzo" attraverso la sottoscrizione del I Atto Integrativo all'Accordo di Programma Quadro che fa seguito all'Accordo di Programma sottoscritto il 4 settembre 2015.

Il documento "Primo Atto Integrativo all'Accordo di Programma Quadro sulla Crescita digitale della Regione Abruzzo" prevede il potenziamento dei servizi cloud e della sicurezza del Centro Tecnico Regionale, 1'adeguamento dei servizi regionali alle piattaforme nazionali quali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale con accesso ai contributi regionali per cittadini e imprese, servizi sanitari elettronici), PAGOPA (Pagamenti elettronici) e ITALIA LOGIN (Catalogo Nazionale dei Servizi Informatici, ad esempio pagamento bollo auto, contenziosi, valutazioni di impatto ambientale, autorizzazioni regionali di vario genere, nonché gestione di pratiche per i Comuni quali Imu, asili nido, buoni pasto, trasporti comunali), il potenziamento dei servizi per le imprese attraverso lo Sportello Unico Attività Produttive ed Edilizie, l'ottimizzazione e il miglioramento della fruibilità dei servizi in ambito sanitario (attivazione del Fascicolo sanitario elettronico) e lo sviluppo di servizi di e-government (semplificazione dei processi amministrativi).

Il potenziamento della rete geodetica regionale GNSS, oltre a incrementare significativamente la qualità del dato, consentirà anche una ricostruzione più fedele dei movimenti tellurici e franosi che stanno interessando la nostra regione. L'evoluzione del sistema open data regionale, invece, ha l'obiettivo di diffondere ai cittadini e alle imprese il maggior numero di informazioni pubbliche e garantire i più alti livelli di trasparenza amministrativa.

Attraverso l'intervento sul data base territoriale regionale saranno prodotti gli aggiornamenti dei dati relativi agli stati informativi della viabilità, dell'edificato e della rete dei sottoservizi che andranno a implementare il set di dati già disponibili. L'integrazione delle procedure informatiche e la semplificazione amministrativa hanno l'obiettivo di sviluppare e ampliare gli strumenti e le modalità di interazione e comunicazione fra Pubblica amministrazione e comunità locali per consentire a cittadini e imprese di interagire attraverso un unico canale telematico di accesso. La copertura finanziaria degli interventi di cui al presente Atto Integrativo ammonta a 7 milioni di euro ed è assicurata dalle risorse stanziate nel POR-FESR Abruzzo 2014- 2020, Asse II - Azione 2.2.2. 

Leggi Tutto »

Vertice in Regione Abruzzo sull’acqua del Gran Sasso

Il vicepresidente della Giunta regionale, Giovanni Lolli, ha convocato per il prossimo 25 giugno all'Aquila una riunione del tavolo istituto dalla Regione a tutela dell'acqua del Gran sasso e per garantire che non ci siano interferenze tra le falde acquifere della Montagna abruzzese che riforniscono i versanti aquilani e teramani e le attività di strada Parchi Spa, concessionaria delle autostrade A/24 e A/25 e dei laboratori di fisica nucleare del Gran Sasso, in particolare sugli esperimenti di questi ultimi. Lolli ha anche reso noto in tarda serata di aver inviato una lettera a Strada Parchi e ai Laboratori di fisica nucleare con la quale si lancia un "ultimatum affinché entro il prossimo 19 giugno vengano presentati i progetti di messa in sicurezza richiesti nell'ultima riunione del tavolo nel febbraio scorso". In caso contrario, Lolli ha sottolineato che le due società verranno "messe in mora e per questo scatterà un piano alternativo". "Con il ministero dell'Ambiente, l'Istituto superiore di Sanità e l'Ispra - ha dichiarato Lolli - abbiamo adottato linee per avere garanzie che non ci fossero interferenze con l'acqua da parte delle due realtà e poi abbiamo chiesto un progetto, ciascuno per la sua parte, non proprio esecutivo ma con tutti gli elaborati. Dovevano essere consegnati in tempi brevi, invece dopo circa cinque mesi e nonostante le sollecitazioni -prosegue Lolli - ci sono arrivare bozze, documenti incompleti che non rispecchiando quanto da noi richiesto, non riteniamo esaustivi. Se entro il 19 non arriveranno progetti bollinati e protocollati con tanto di cartografie, attueremo una strategia diversa che prevede la messa in mora. Ne abbiamo già parlato con l'avvocatura regionale".

Nei mesi scorsi sono state roventi le polemiche sul pericolo di inquinamento delle falde acquifere del Gran Sasso. La questione della sicurezza dell'acqua è tornata d'attualità dopo la nota del comitato mobilitazione per l'acqua del Gran Sasso che ha reso pubblica una relazione a firma del professore Guercio, esperto incaricato dall'istituto di fisica nucleare, loro consegnata da un anonimo, nella quale non ci sono tutele sulla sicurezza dell'acquifero. Nella nota, il comitato si chiede "se la relazione sia stata discussa o meno nell'ambito del tavolo regionale. In ogni caso per noi è un documento che, se originale, sarebbe da respingere al mittente". A tale proposito, Lolli si è stato molto chiaro: "Non abbiamo documenti completi e ufficiali, non sono a conoscenza di quanto fatto recapitare al comitato mobilitazione per l'acqua, quindi se questi ultimi li reputano insufficienti, hanno ragione perché sono relazioni parziali e incomplete". Lolli nello scorso mese di novembre aveva annunciato "una operazione complessa e costosa" per la messa in sicurezza dell'acqua del Gran Sasso: in attesa del varo di questo grande progetto ha istituito il tavolo con i soggetti pubblici e privati coinvolti e sottoscritto un protocollo d'intesa Strada dei parchi e laboratori del Gran Sasso affinché tutte le procedure che avvengono all'interno del laboratorio e della galleria autostradale quando vengono usati materiali che possono in qualche modo interferire o essere pericolosi devono avere un'autorizzazione in più dalla Regione".

Leggi Tutto »

Palazzo dell’Emiciclo torna a disposizione dell’Assemblea legislativa

Palazzo dell’Emiciclo torna a disposizione dell’Assemblea legislativa e degli abruzzesi. La sede del Consiglio regionale, gravemente danneggiata dal sisma del 2009, verrà riconsegnata alla città dell’Aquila venerdì 22 giugno alle ore 16.00. “Si tratta della prima riconsegna di un Palazzo monumentale con finalità di edificio pubblico che avviene dal sisma aquilano –afferma il Presidente Giuseppe Di Pangrazio -  I lavori inoltre si caratterizzano per l’importante lavoro di restauro conservativo e per le innovative soluzioni antisismiche che lo rendono tra i primi in Italia e Europa ad essere dotato di un moderno sistema di isolamento sismico alla sua base. Finalmente un Palazzo simbolo dell’Aquila torna nella disponibilità della città con nuovi spazi sociali e culturali che i cittadini possono condividere con l’Assemblea legislativa.” La giornata prevede un programma di incontri istituzionali e di manifestazioni. Venerdì mattina, all’Emiciclo, alle ore 8.30 si riunisce il Gruppo di lavoro Calre sulle “Calamità Naturali” coordinato dal Presidente Giuseppe Di Pangrazio. Alle ore 9.30, sempre all’Emiciclo, si riunisce l’Assemblea Plenaria della Conferenza dei Presidenti delle Assemblee Legislative. Alle ore 11, si terrà un importante convegno di livello internazionale sullo studio delle “Calamità Naturali”. Il programma del convegno prevede i saluti istituzionali e l’intervento del divulgatore scientifico e geologo Mario Tozzi. A seguire gli interventi del Presidente Giuseppe Di Pangrazio (Coordinatore del Gruppo di Lavoro Calre “Calamità Naturali”), di Angelo Borelli (Capo Dipartimento Protezione civile), di Mario Mazzocca (Sottosegretario della Giunta regionale dell’Abruzzo con delega alla protezione civile), di Giorgio Perini (Rappresentante permanente d’Italia presso UE), di Alessandra Faggian (Professore Ordinario di Economia, Direttrice dell'Area di Scienze Sociali e Prorettrice con delega alla Ricerca presso il Gran Sasso Science Institute), di Giovanni Pitari (Università degli Studi di L’Aquila – Dipartimento di Scienze fisiche e chimiche), di Gianluca Valensise (Dirigente di ricerca Dipartimento Terremoti -Istituto Nazionale Geofisica e Vulcanologia), di Marcello Buccolini (Direttore del Dipartimento di Ingegneria e Geologia Università degli Studi di Chieti-Pescara), di Pietro Gargiulo (Università degli Studi di Teramo, Facoltà Scienza Politiche). Alle ore 16.00 è in programma la cerimonia di inaugurazione di Palazzo dell’Emiciclo con il taglio del nastro, l’inno d’Italia cantato dal tenore Mariani Aleandro e il “Recital” di Simone Cristicchi (Attore, cantautore , scrittore e Direttore Teatro Stabile d’Abruzzo). La giornata prosegue con i saluti istituzionali nella nuova sala “Ipogea” e dalle ore 17.30 sarà possibile ai presenti visitare il Palazzo.

Leggi Tutto »

Abruzzo Open Day Summer 2018

L'assessore al Turismo, Giorgio D'Ignazio, ha indetto per le 10.30 di domani, venerdì 8, a Pescara, nella sede della Regione di viale Bovio (sala Filomena Delli Castelli - piano terra), la conferenza stampa di presentazione di "Abruzzo Open Day Summer 2018". All'incontro con i giornalisti sarà presente anche il direttore del Dipartimento Turismo, Cultura e Paesaggio, Francesco Di Filippo

Leggi Tutto »

Masterplan, si firma l’atto di concessione per intervento a Castel di Sangro

Sarà siglato nella giornata di domani, venerdì 8, l'atto di concessione tra Regione Abruzzo - Dipartimento Turismo, Cultura e Paesaggio, ed il Comune di Castel di Sangro in qualità di soggetto attuatore in relazione all'intervento di completamento del Centro Turistico Integrato di Castel di Sangro  dell'importo di 8 milioni di euro, a valere sui fondi della Delibera CIPE n.26/2016 (FSC 2014/2020). 
L'opera, inserita nel Masterplan Abruzzo - Patti per il Sud - è relativa alla realizzazione di una struttura polifunzionale avente prevalente destinazione a piscina.
Ad apporre le firme sull'atto saranno Giancarlo Zappacosta, dirigente pro tempore del Servizio Sport e Emigrazione, in qualità di "Responsabile incaricato" dell'intervento strategico oggetto di concessione, ed il sindaco dell'amministrazione comunale di Castel di Sangro, Angelo Caruso. Si tratta di un atto che prende le mosse dal Patto sottoscritto in data 17 maggio 2016, a L'Aquila, tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri e la Presidenza della Regione Abruzzo con il quale sono stati definiti gli accordi per l'attuazione degli interventi prioritari e sono state individuate le aree di intervento strategiche per il territorio. Nello specifico, la Regione Abruzzo ha individuato gli obiettivi primari degli assi di intervento finalizzati al miglioramento e completamento delle infrastrutture viarie, ferroviarie, portuali ed aeroportuali, al recupero e miglioramento ambientale, al risanamento dei fiumi e del territorio, alla mitigazione del rischio di dissesto idrogeologico, allo sviluppo delle aree produttive e dei poli culturali, alla valorizzazione della ricerca, al recupero di edifici storici, allo sviluppo economico/ambientale della Montagna, al fine di dare un forte impulso alla valorizzazione delle eccellenze ambientali, culturali, industriali e di ricerca già presenti sul territorio e attrarre nuovi investimenti nazionali ed esteri.

Leggi Tutto »

Consiglio regionale, la seduta del 12 giugno

Il Consiglio regionale dell'Abruzzo torna a riunirsi martedì 12 giugno alle 11 nella sala consiliare "Sandro Spagnoli" dell'Emiciclo. L'ordine del giorno prevede l'esame di una serie di documenti politici: a firma del consigliere Luciano Monticelli sull'attuazione del "Masterplan Prisma", a firma del consigliere Mauro Febbo sulla delibera di giunta regionale 49/2017 avente ad oggetto "Ipotesi di accordo decentrato integrativo in materia di criteri per la utilizzazione dei contributi in favore del personale della Giunta Regionale per attività culturali, assistenziali e ricreative", a firma del consigliere Domenico Pettinari sul "Distretto sanitario di Montesilvano", a firma del consigliere Febbo sugli "Interventi di valorizzazione e sviluppo turistico integrato con recupero dei borghi delle aree interne ", a firma del consigliere Mauro Di Dalmazio sulle "Norme per il riconoscimento del caregiver familiare", a firma del consigliere Pietro Smargiassi sulla "Situazione della fabbrica Pilkington di San Salvo". Si prosegue con l'esame del progetto di legge di "Modifica alle norme per l'assegnazione e la gestione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica e per la determinazione dei relativi canoni di locazione", subito dopo è prevista l'elezione del Garante delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale.

L'ordine del giorno prosegue con l'esame di ulteriori progetti legislativi: "Modifiche alla legge recante l'istituzione e la disciplina del Consiglio delle Autonomie Locali", e il progetto di legge sulla "Istituzione del Garante Regionale dell'Infanzia e l'Adolescenza". Si prosegue con il provvedimento amministrativo che reca l'approvazione del "Piano Strategico del Turismo 2017/2019", a seguire il progetto di legge che modifica la "Legge sulla valorizzazione dell'apicoltura nella Regione Abruzzo", il provvedimento amministrativo riguardante il "Programma triennale della viabilità regionale 2008-2010", il progetto di legge che modifica le "Norme per l'elezione del Consiglio regionale e del Presidente della Giunta regionale". I lavori continuano con l'elezione del componente del collegio delle Garanzie statutarie e dei componenti della Commissione regionale per le pari opportunità. In coda all'ordine del giorno una serie di progetti di legge: "Disposizioni in materia di riduzione del trattamento economico dei Consiglieri regionali", "Fondo di dotazione 2018 ex articolo 4 legge regionale 28 aprile 2000, n. 77", "Modifiche alla legge regionale in materia di promozione e tutela dell'attività di panificazione", "Disposizioni urgenti di protezione civile per il sostegno finanziario delle attività antincendio boschivo" e "Disposizioni in favore del Consorzio di Bonifica Centro, Istituzione del fondo di rotazione".

Leggi Tutto »

In Abruzzo si vota in 31 municipi, sono 88 i candidati

Sono in totale 31 i comuni chiamati al voto il 10 giugno per eleggere i sindaci (88 i candidati) e per il rinnovo delle assemblee municipali (1.500 circa gli aspiranti amministratori locali). In regione, gli aventi diritto al voto sono circa 175 mila. Teramo e Silvi, sono gli unici comuni (il primo e' capoluogo di provincia) con popolazione superiore ai 15mila abitanti per i quali e' previsto il doppio turno, nell'eventualita' di mancato raggiungimento in prima battuta del quorum.  A Teramo sono 7 gli aspiranti a sindaco, sparsi in 17 liste. Giandonato Morra, il candidato del centrodestra (6 liste), dovra' fare a meno di Mauro Di Dalmazio, che corre con una lista propria. Per il centrosinistra a correre per la poltrona di primo cittadino, Gianguido D'Alberto, mentre Giovanni Cavallari con la lista "Bella Teramo" e' appoggiato dalla lista civica "Alleanza Civica per Teramo". Gli altri candidati sono Cristiano Rocchetti, (Movimento Cinque Stelle), Alberto Covelli (liste civiche Popolari con Teramo e Abruzzo Insieme) e Paola Cardelli (lista civica Sinistra per Teramo). Quattro sono invece i candidati a sindaco per la citta' di Silvi, appoggiati da 10 liste. Si tratta di Simona Astolfi (M5s), Andrea Scordella, (centrodestra), l'uscente Francesco Comignani, (centrosinistra), Antonio Del Vecchio, ex alleato di Comignani, che corre con il Movimento Civico "Silvi in Comune" e "Giovani in Comune". Gli altri comuni in provincia di Teramo dove il 10 giugno e' previsto il voto sono: Alba Adriatica, Atri, Castilenti, Civitella del Tronto, Controguerra, Montorio al Vomano, Nereto, Notaresco. Nella provincia dell'Aquila si vota in sette comuni, quello piu' grande San Benedetto dei Marsi. Gli altri sono Scanno, Oricola, Massa d'Albe, Lucoli, Castellafiume e Barete. A San Benedetto dei Marsi, sfida tra Quintino D'Orazio (primo cittadino uscente), l'ex sindaco Paolo Di Cesare, e Fabrizio Cerasa, consigliere comunale uscente d'opposizione. A Scanno sfida a due per la poltrona di sindaco, tra Giovanni Mastrogiovanni ("Dritti al cuore-idee in movimento per Scanno"), e Amedeo Fusco (Scanno Insieme). 

A Chieti si torna a votare a Fallo, Frisa, Pizzoferrato, Torino di Sangro, Villa Santa Maria. A Fallo si ricandida il primo cittadino uscente con la lista Fallo in Movimento, Alfredo Pierpaolo Salerno, in carica dal 2013. Tentano di indossare la fascia tricolore anche Luigi Mantelli (Siamo Fallo) e Carmine Vatieri (Insieme per Fallo). A Frisa, il sindaco uscente e' Rocco Di Battista, che sta concludendo il suo secondo mandato consecutivo e cerca di conquistare il terzo, appoggiato dalla lista Frisa Unita. Il suo sfidante e' Nicola Labbrozzi (Frisa cambia lealmente). A Pizzoferrato Palmerino Fagnilli, appoggiato dalla lista Paese mio, cerca il secondo mandato. In cerca della poltrona di sindaco anche Carmine Tarantini (Uniti per Pizzoferrato) e Gianni Lupo (Nuovo progetto). A Torino di Sangro, la sindaca Silvana Priori, in carica dal 2013, si ricandida con la lista Rinnovamento democratico. Suo sfidante e' Nino Di Fonso, appoggiato dalla lista Torino di Sangro nel cuore. Infine a Villa Santa Maria, prova a conquistare il secondo mandato l'attuale primo cittadino Giuseppe Finamore, in carica dal 2013, che si ricandida con la lista Villalternativa. Il suo sfidante e' Nicola Tantimonaco, alla guida della lista Con Villa Santa Maria. A Pescara si vota in 9 Comuni: Bussi sul Tirino, Cepagatti, Loreto Aprutino, Nocciano, Pianella, Pietranico, Roccamorice, San Valentino in Abruzzo Citeriore, Turrivalignani. A Bussi sfida tra Salvatore Lagatta (Rifondazione comunista) e Giuseppe Pino De Dominicis (Pd); A Cepagatti in 4 corrono per lo scranno piu' alto: Domenico Di Meo (Cepagatti unita) Gino Canto' (Cepagatti C'e'), Daniele Fiucci (Movimento 5 Stelle), Claudio Orsini (Riconquistare l'Italia. Fronte sovranista italiano). A Pianella corrono: Sandro Marinelli (Progetto futuro), Gianni Filippone (Pianella vicina), Federica Fedele (Movimento 5 Stelle). A San Valentino in Abruzzo Citeriore in lizza: Antonio D'Angelo (Obiettivi: solidarieta' e sviluppo) e Antonio D'Ottavio (Solo passione). A Roccamorice concorrono all'elezione a primo cittadino, Italia Pietrangelo (Roccamorice nel cuore) e Alessandro D'Ascanio (Azione, liberta' e progresso). Sfida a due anche a Turrivalignani: Gianni Placido (Uniti per ricominciare) e Maria Grazia Del Fuoco (Uniti per rinnovare). Corsa a tre invece a Loreto Aprutino: Gabriele Starinieri (Progresso e tradizione), Antonello Delle Monache (In Comune) e Remo Giovannetti (Cittadini per Loreto). A Nocciano per lo scranno piu' alto corrono: Lorenzo Mucci (Partecipa al cambiamento), Vincenzo Palumbo (Patto per Nocciano) e Maurizio Di Gregorio (Nocciano piu'). Infine a Pietranico la sfida e' tra Francesco Del Biondo (Uniti con continuita'), Fabrizio Francescone (La nuova svolta), Santino Catena (Voliamo tutti insieme) ed infine Enrico Rossi (Pietranico futuro). 

Leggi Tutto »

Montesilvano, l’assessore Cilli precisa su via Crati

«Siamo consapevoli che l’introduzione della modalità della raccolta porta a porta sia un cambiamento radicale delle abitudini dei cittadini. Ma siamo altrettanto sicuri degli ottimi risultati che questa metodologia di conferimento e raccolta raggiunge a livello ambientale e di decoro cittadino. Lo abbiamo constatato a Montesilvano Colle, dove abbiamo raggiunto percentuali di differenziata che hanno superato il 75% e dove non vi sono più discariche abusive a cielo aperto». Lo dichiara l’assessore all’Igiene Urbana Paolo Cilli che sottolinea:  «Si tratta di risultati eccezionali che sicuramente potranno essere raggiunti anche nelle zone del PP1 e al confine sud con Pescara, dove abbiamo introdotto la nuova tipologia di raccolta. D’altro canto abbiamo ottenuto un significativo incremento anche su tutto il territorio, dove finalmente abbiamo superato il 30% di differenziata andando a raddoppiare la percentuale di rifiuti avviati a recupero, dal nostro insediamento ad oggi.  Purtroppo, però, -  dice ancora Cilli  - constatiamo una scarsa collaborazione da parte di alcuni montesilvanesi, ma spessissimo anche dai turisti proprietari di seconde case, che pur di non adeguarsi alle nuove regole imbrattano e danneggiano il decoro di interi quartieri. Stiamo implementando i controlli e intendiamo inasprire le sanzioni nei confronti di chi abbandona i propri rifiuti, ignorando completamente le regole del vivere civile. Questa mattina, come già stabilito nei giorni scorsi, abbiamo fatto un sopralluogo insieme all’amministratrice del condominio di via Crati, dove purtroppo assistiamo a quotidiani episodi di abbandono rifiuti, con orribili conseguenze per il decoro urbano di una delle strade della nostra città». Stamani infatti l’assessore Cilli insieme al responsabile di Formula Ambiente, Nicola Della Corina e all’ufficio tecnico hanno incontrato l’amministratore del condominio che si trova in via Crati.  «La rimozione dei contenitori in altre aree della città è stata un ottimo deterrente per tutti quegli incivili che incuranti delle regole, conferiscono i rifiuti senza rispettare la normativa. Abbiamo quindi stabilito, d’accordo con l’amministratore di condominio di spostare i cassonetti in uno spazio riservato ad uso esclusivo dei condomini. Siamo certi che in questo modo eviteremo che gli incivili continuino ad imbrattare una delle aree turisticamente principali della città. Via Crati, via Livenza infatti in estate vedono un grandissimo afflusso di turisti che trascorrono le loro vacanze negli appartamenti della zona sud di Montesilvano. Ora che abbiamo preso questa decisione, insieme all’amministratrice del condominio -  dice ancora Cilli - non tollereremo ulteriori infrazioni che mettono a repentaglio il decoro urbano e la salute degli stessi cittadini. Sanzioneremo tutti i trasgressori, inclusi quei condomini che dovessero rendersi responsabili di episodi di tale gravità. Non è giusto che i cittadini rispettosi delle regole di buon senso debbano subire le conseguenze di chi, invece, non rispetta nemmeno se stesso. A fine mese -  ricorda Cilli -  inaugureremo anche il primo centro di raccolta che stiamo realizzando in via Inn, così come ben presto avvieremo anche le opere per la realizzazione del centro del riuso in via Nilo, un luogo dove poter conferire oggetti e materiali che per qualcuno hanno esaurito la loro funzionalità, ma per altri possono ancora essere riutilizzabili. I cittadini non avranno davvero più scuse per abbandonare rifiuti dove capita, perché stiamo dando loro tutti gli strumenti giusti per fare una  corretta raccolta differenziata e lavorare con noi con impegno e attenzione per consegnare ai nostri giovani una Montesilvano più bella, pulita e sostenibile».

Leggi Tutto »