Politica

Vertice sul futuro del porto di Pescara con Giampieri

Rilancio e valorizzazione, attraverso una strategia condivisa, del porto di Pescara. E' stato il tema principale della riunione che si e' svolta questa mattina nella sede della Guardia Costiera, dove hanno partecipato il presidente della giunta Luciano D'Alfonso, il presidente dell'Autorita' di sistema portuale del Mare Adriatico Centrale, Rodolfo Giampieri, il direttore marittimo della Guardia Costiera, Enrico Moretti, il sindaco Marco Alessandrini, il presidente di Tua, Luciano D'Amico, e i rappresentanti della marineria pescarese. Il presidente Luciano D'Alfonso, nel suo intervento, ha elencato le iniziative che sono state assunte e programmate per il rilancio del porto di Pescara. Tra i punti principali ci sono l'approvazione del piano regolatore portuale (deliberato dopo 49 anni di attesa) e considerato la stella polare dell'intero progetto di valorizzazione dell'area, i lavori del taglio della diga foranea (esecutivi dopo dieci anni e una spesa prevista di 3 milioni e 500mila euro), il dragaggio del porto e, non per ultimo, interventi infrastrutturali (per 15 milioni di euro) mirati a migliorare la viabilita' interna e la sicurezza degli operatori marittimi.

Sono state infine collaudate e accese oggi le telecamere, installate sette anni fa, per il monitoraggio delle aeree portuali del porto di Pescara collegate con la sala operativa della Guardia Costiera, e programmata la progettazione di parabordi per evitare incidenti ai mezzi marittimi in manovra nel porto canale. 

Leggi Tutto »

D’Alfonso: alta riabilitazione per l’ospedale di Popoli

Il futuro dell'ospedale di Popoli è l'alta riabilitazione, il nosocomio abruzzese diventerà infatti Centro di riferimento regionale per la riabilitazione, ma ospiterà anche attività chirurgica in elezione programmata cioè non d'urgenza. Per l'immediato, intanto, si pensa di potenziare il pronto soccorso, in difficoltà per le carenze di organico, e di incrementare il numero dei posti letto di riabilitazione ridotti anche in virtù della situazione post-sisma. E' quanto emerso, questa mattina, a Pescara, in Regione Abruzzo, nel corso di due riunioni presiedute dal presidente della Giunta regionale, Luciano D'Alfonso. Alla prima hanno preso parte anche il direttore generale della Asl di Pescara, Armando Mancini, l'assessore ai Lavori pubblici, Donato Di Matteo, il parlamentare Antonio Castricone, il direttore regionale del Dipartimento Salute, Angelo Muraglia, il direttore dell'Agenzia sanitaria regionale, Alfonso Mascitelli, rappresentanti dell'amministrazione comunale di Popoli ed il direttore di riabilitazione, Carlo Antonio D'Aurizio mentre alla seconda, incentrata sul destino del polo chirurgico, sono intervenuti i direttori delle Unità operative interessate.

Leggi Tutto »

Nuovo rinvio per le elezioni provinciali di Pescara

Ancora un rinvio, a causa del maltempo, per le elezioni per il Consiglio provinciale di Pescara. Gia' slittate da domenica a domani, a causa della tanta neve caduta nei giorni scorsi nel Pescarese e del ghiaccio, le elezioni sono state nuovamente differite e si svolgeranno sabato 14 gennaio. "Domani si sarebbero dovute svolgere le elezioni per il Consiglio Provinciale di Pescara, gia' differite a causa dell'ondata di maltempo che ha colpito la provincia - afferma il presidente dell'ente, Antonio Di Marco - tuttavia il persistere dei recenti eventi meteorologici impongono di procedere ad un ulteriore differimento delle elezioni. Oggi ho firmato il provvedimento che dispone che le elezioni elettorali si svolgano sabato 14 gennaio, dalle ore 8 alle 20, nella sala Tinozzi del Palazzo della Provincia. I sindaci sono pregati di notificare la nuova data ai propria consiglieri".

Leggi Tutto »

Regione Abruzzo, in pensione in 169

Sono 169 dipendenti della Regione Abruzzo andati in pensione con i requisiti anti riforma Fornero al 31 dicembre 2016. E adesso ci sarà il via all'iter per nuove assunzioni. Questa mattina una rappresentanza dei neo pensionati è stata ricevuta, a Pescara, nella sala "Filomena Delli Castelli", per un saluto ed un ringraziamento dal presidente della Giunta regionale, Luciano D'Alfonso. La Regione Abruzzo ha messo in atto il provvedimento dopo aver chiuso il quadro dei trasferimenti di personale dalle Province dopo la Riforma Delrio. Il presidente D'Alfonso ha ringraziato gli ex dipendenti per il lavoro svolto in tanti anni di servizio, è per ognuno di loro ha lasciato aperta la porta di una possibile collaborazione con un supplemento di riconoscimento sull'esempio dei volontari della Protezione civile.

Leggi Tutto »

Riqualificazione delle periferie, pubblicata la graduatoria dei progetti

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.4 del 5 gennaio 2017 il decreto della presidenza del Consiglio dei Ministri del 6 dicembre 2016 con il quale e' stata approvata la graduatoria del Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle citta' metropolitane e dei Comuni capoluogo di provincia. Il progetto presentato dall'amministrazione comunale di Pescara ha ricevuto 65 punti classificandosi al 46esimo posto su un totale di 120 progetti presentati.

Il bando della Presidenza del Consiglio ha messo sul piatto 500 milioni di euro, 18 milioni per i capoluoghi per riqualificazione urbana e delle periferie. "Dalla partnership che ne e' nata, sono arrivati progetti che ci hanno consentito una posizione ottima in classifica e la possibilita' di promuovere da un lato la mobilita' ciclabile, poi la viabilita', la riqualificazione urbana e interventi di natura sociale", afferma Del Vecchio. Risorse, sottolinea, che valgono come moltiplicatore, perche' gli interventi progettati arrivano a un monte di investimenti pari a 58 milioni di euro, di cui: 18 milioni in fondi statali, 2.310.000 milioni con risorse comunali, 300.000 euro di fondi Fas e 37.513.984 di risorse private. Nel dettaglio dei 18 milioni ci sono 1.055.000 per la mobilita' ciclabile (completamento rete ciclabile in varie zone); 6.118.000 euro per la viabilita' (Tiburtina, San Donato, Via Pantini e PUMS); per la riqualificazione urbana 6.827.000 euro (a Zanni, Borgo Marino, Fontanelle, San Donato, Citta' della Musica e Lungofiume); i rimanenti 4 milioni sono destinati ad interventi sociali. Tutto il programma si regge su progetti conformi al Prg, specie quelli di Fontanelle, che con il recupero di tutti i piani terra delle abitazioni Ater per persone disabili risponde ad una doppia richiesta e a San Donato, dove nascera', come ha proposto l'istituto Volta un incubatore occupazionale per giovani, un laboratorio per creare occupazione e opportunita'.

Leggi Tutto »

Il nuovo consiglio provinciale di Teramo

Il risultato delle elezioni di secondo livello per il rinnovo del consiglio provinciale di Teramo ha rotto l'equilibrio nella distribuzione della vecchia assise: il centrosinistra conquista sette consiglieri, il centrodestra cinque, perdendone uno rispetto alle elezioni del 2014. Al passo indietro della lista della coalizione che governa il Comune di Teramo, per la cui organizzazione si erano spesi alla vigilia il deputato di Ncd, Paolo Tancredi, e il vicepresidente del Consiglio regionale d'Abruzzo, il forzista Paolo Gatti, fa riscontro il successo della lista 'La Casa dei Comuni', una delle due di centrosinistra e sostenuta dal presidente della Provincia, Renzo Di Sabatino - eletto nel 2014 e in carica fino al 2018 -: ad essa vanno cinque consiglieri, mentre due sono quelli eletti dalla seconda lista, che faceva riferimento alla segreteria provinciale del Pd. Del consiglio uscente gli unici confermati sono i consiglieri di Teramo, Maurizio Verna, e l'assessore delegato alla viabilita', Mauro Scarpantonio per il centrosinistra e il sindaco di Penna Sant'Andrea, Severino Serrani per il centrodestra che tra l'altro e' l'unico primo cittadino nel nuovo consiglio. Tre le donne elette, due per la maggioranza e una all'opposizione, rispettivamente Ambra Foracappa, consigliere comunale di Alba Adriatica, e Federica Vasanella di Giulianova, e Linda Angela Di Francesco, consigliere a Silvi. Gli altri eletti di maggioranza sono Giuseppe Cantoro (Pineto), Mario Nugnes (Roseto), Mirko Rossi (Mosciano); quelli dell'opposizione Alberto Covelli (Teramo), Federico Agostinelli (Campli) e Domenico Pavone (Atri)

Leggi Tutto »

Sociale, De Martinis: “Inizia un nuovo percorso con l’associazione Misericordia di Montesilvano”

«Un esempio di cittadinanza attiva. Una realtà associativa che ha scelto di mettere al servizio della collettività, in collaborazione con il Comune, attività, professionalità e servizi in favore soprattutto delle categorie svantaggiate o in difficoltà». Così l’assessore alle Politiche Sociali annuncia un nuovo progetto che interesserà tutto il 2017. «Abbiamo ricevuto una interessante proposta dall’Associazione Misericordia di Montesilvano che ha deciso di fornire alla collettività una ricca serie di attività. Abbiamo valutato molto positivamente questa proposta, chiaro simbolo di quei valori di partecipazione e sussidiarietà ai quali crede fortemente la nostra Amministrazione. Abbiamo dunque deciso di condividere la realizzazione di questo progetto, riconoscendo all’associazione una somma di 6.000 euro che servirà a supportare l’associazione nell’acquisto di un’autoambulanza».

I servizi proposti sono quelli di pronto soccorso ed intervento locale in casi di calamità; opere di assistenza agli emarginati e ai più deboli; supporto agli indigenti; assistenza a malati, anziani e bisognosi, nonché la realizzazione di un servizio in bici serale con 2 defibrillatori anche sulle spiagge locali.

«Il nostro territorio può contare su realtà associative valide e con grandi professionalità che possono collaborare concretamente con il nostro Ente e supportarci così con efficacia e competenza in progetti che hanno rilievo e sono di impatto positivo sulla collettività».

Leggi Tutto »

Elezioni provinciali di Chieti rinviate

Rinviate a domenica 15 gennaio le elezioni alla Provincia di Chieti fissate per domani, 8 gennaio. E' ha quanto ha stabilito oggi il presidente Mario Pupillo con il decreto presidenziale n. 8. "Il rinvio si e' reso inevitabile - spiega Pupillo - a causa delle copiose nevicate che hanno interessato l'intero territorio provinciale rendendo problematica, se non impossibile, la regolare partecipazione al voto da parte dei sindaci e dei consiglieri interessati"

Circa mille gli elettori interessati al voto per la Provincia di Chieti rinviato da domani al 15 Gennaio. Alla base del rinvio, sollecitato da diversi sindaci, l'eccezionale nevicata che si e' abbattuta su gran parte del territorio provinciale: da un lato vi sono le prevedibili difficolta' per gli elettori di poter raggiungere Chieti per esprimere il voto, visto che e' allestito un unico seggio elettorale; dall'altro, c'e' la necessita', come sottolineato dallo stesso presidente della Provincia Mario Pupillo, "di non distogliere gli amministratori locali dagli impegni e dai problemi che stanno fronteggiando nei rispettivi Comuni proprio a causa delle nevicate''. Nelle ultime ore era stata anche la lista ''Insieme per la Provincia'', costituita per la maggior parte dai sindaci del Chietino, e chiedere il rinvio delle elezioni causa maltempo.

Leggi Tutto »

Provinciali Chieti, Sinistra Italiana annuncia l’astensione

Sinistra Italiana ha annunciato l'astensione in occasione delle elezioni, il prossimo 8 gennaio, per il rinnovo del Consiglio provinciale di Chieti, ente a guida centrosinistra con il presidente Mario Pupillo, sindaco di Lanciano. Le elezioni vedono in campo tre liste di candidati: l'una di centrosinistra, una di ispirazione Ncd che si autodefinisce ''partito dei sindaci'', l'altra sostenuta da Forza Italia e Udc. Le ragioni dell'astensione sono state illustrate in una conferenza stampa da tre consiglieri comunali di Si: Enrico Raimondi di Chieti, Franco Caramanico di Guardiagrele e Alfonso Di Tullio di Pollutri, presente l'ex coordinatore provinciale di Sel Silvio De Lutiis. Sinistra Italiana non votera' e in ogni caso non appoggera' la lista di centrosinistra sostanzialmente per due motivi: primo perche' non condivide la riforma Delrio ''che ha esautorato i cittadini del diritto al voto mentre il Governo ha tagliato i fondi non consentendo alle Province di chiudere i bilanci''. E soprattutto perche', e' l'accusa di Sinistra Italiana a livello locale ''negli incontri con gli esponenti del centro sinistra si e' parlato solo di posti e non si e' parlato minimamente di programmi. Siamo per l'astensione - hanno ripetuto gli esponenti di Si - ma siccome non siamo una caserma lasciamo liberta' ai singoli''.

Leggi Tutto »