Economia

Infortuni in agricoltura in calo in Abruzzo

In Abruzzo sono 1306 gli infortuni che si sono verificati nei campi nei primi dieci mesi del 2016, con un calo del 3% rispetto allo stesso periodo del 2015. Un dato che conferma un trend che, negli ultimi 5 anni, ha visto diminuire del 21% (dal 2011 al 2015) il numero degli incidenti in agricoltura (elaborazione Coldiretti Abruzzo su dati Inail). I numeri sono emersi nel corso del convegno “Impresa Qualità Reddito: nuove norme sul lavoro agricolo” che si è svolto oggi pomeriggio a L’Aquila nell’auditorium Sericchi della Banca Biperalla presenza di istituzioni, amministratori, magistrati ma anche tanti agricoltori arrivati da tutto Abruzzo. Presente l'assessore regionale alle Politiche agricole Dino Pepe, mentre per Coldiretti il direttore regionale Giulio Federici, oltre ai presidenti Chiara Ciavolich, Emanuela Ripani e Sandro Polidoro. Un incontro promosso da Coldiretti in collaborazione con l’Osservatorio nazionale sulla criminalità in agricoltura per fare il punto del lavoro nei campi, ma non solo dal punto di vista infortunistico e di sicurezza. Il convegno - in cui, tra i tanti spunti di riflessione, a margine è stato anche sottolineato che la diminuzione degli infortuni è collegata alla maggiore professionalità raggiunta dalle aziende negli ultimi anni - è stata principalmente l’occasione per approfondire le nuove norme contenute nella recentissima Legge 199/2016 che disciplina e regolamenta il lavoro in agricoltura anche prevedendo pene più severe e rigorosi controlli “in materia di contrasto ai fenomeni del lavoro nero, dello sfruttamento del lavoro in agricoltura e di riallineamento retributivo nel settore agricolo”. Una normativa complessa, come è stato evidenziato nel corso del convegno, ma anche un “importante tassello nel percorso di trasparenza e legalità che deve essere alla base del lavoro dell’impresa agricola” e che in Abruzzo ridisegna diritti e doveri per oltre 2500 aziende agricole assuntrici di manodopera, anche extracomunitaria.

Secondo Coldiretti Abruzzo “pene severe e rigorosi controlli sono necessari perché l’illegalità determina una concorrenza sleale nei confronti delle aziende che lavorano onestamente ma è anche necessaria una grande azione di responsabilizzazione di tutta la filiera, dal campo alla tavola, per garantire che dietro a tutti gli alimenti – italiani e stranieri - ci sia un percorso di qualità che riguarda l’ambiente, la salute e il lavoro, con una equa distribuzione del valore del bene alimentare che non penalizzi né l’impresa che lavora onestamente né il lavoratore”.

E in proposito, basta pensare a prodotti importati che arrivano sulle tavole degli italiane ogni giorno quali banane, cacao, caffè e olio di palma sui quali pesa addirittura l’ombra dello sfruttamento minorile e la cui provenienza dovrebbe essere monitorata con pià attenzione anche per non finanziare indirettamente fenomeni illeciti. Da qui la necessità per Coldiretti Abruzzo di andare oltre e di “affiancare alla legge 199 una stretta legislazione sulle frodi alimentari affinchè si arrivi a rafforzare sempre di più il rapporto di fiducia tra produttori e consumatore”.

Premessa da cui, evidenziando i numerosi risvolti della nuova normativa e allargando la riflessione al concetto più generico di frode nel settore alimentare, si sono succeduti i contributi di Fabrizio Di Marzio (consigliere Corte di Cassazione) e le relazioni di Cataldo Motta, Procuratore della Repubblica di Lecce; Romano Magrini, Capo area Politiche del lavoro Coldiretti; Maria Antonietta Fusco, Dirigente Servizio Affari Dipartimentali Regione che ha riportato l’attenzione sull’Abruzzo presentando il lavoro svolto nell’ambito del tavolo tecnico partenariale regionale sul lavoro irregolare con particolare riferimento al protocollo di intesa su cui si è soffermato anche l'assessore regionale Dino Pepe, che ha ribadito l'importanza di un settore più trainante per l'economia italiana e abruzzese, evidenziando come l'attenzione normativa che viene posta a tutti i livelli - nazionale e regionale - dimostri che la trasparenza  la legalità insieme alla tutela del made in Italy siano strumenti indispensabili per rafforzare la distintività delle nostre produzioni.

Leggi Tutto »

Prorogato il bando per il rilancio della Valle Peligna

La Giunta regionale dell'Abruzzo ha prorogato il bando per le iniziative di localizzazione, ampliamento e ammodernamento di unità industriali, per promuovere la competitività del sistema produttivo ed occupazionale della Valle Peligna. Il vice presidente della Regione Abruzzo Giovanni Lolli (proponente della delibera) ha spiegato che "i relativi investimenti dovranno essere conclusi entro il termine del 30/06/2017 per permettere la rendicontazione del Par Fsc 2007/2013. "Nonostante il bando consenta l'avvio degli interventi prima della stipula del contratto", ha detto il vice Presidente della Giunta regionale, "alcuni dei beneficiari hanno trovato ostacoli nell'ottenimento della concessione dei finanziamenti bancari necessari ad assicurare la copertura finanziaria dell'investimento". "I beneficiari - ha proseguito Lolli - avevano manifestato già nella fase di negoziazione l'esigenza di proroga del termine di ultimazione dell'investimento. Gli interventi di rilancio della Valle Peligna", ha concluso Lolli, "sono ritenuti strategici poichè operano in una area interna in grave crisi industriale; appare quindi opportuno determinare le migliori condizioni per consentire il completamento degli stessi e l'avvio delle relative attività industriali e occupazionali"

Leggi Tutto »

‘Christmas Village’ a Pescara per gli acquisti al Porto Turistico

Inaugurato al Porto Turistico Marina, il 'Christmas Village' di Pescara che restera' aperto fino al 24 dicembre, ospitando la casa di Babbo Natale, il mercatino al coperto e tanto intrattenimento tra musica, danza, cori natalizi e rappresentazioni fiabesche. Un'iniziativa frutto del comune lavoro della Camera di Commercio di Pescara e del Marina, con la collaborazione di Publidea. Protagonista indiscusso del villaggio, sara' Babbo Natale in persona, che con la sua casa piena di doni si dedichera' ai piu' piccoli, in un'atmosfera da favola. Un tragitto guidato, al coperto e riscaldato, condurra' alla casa di Babbo Natale, nella quale i bambini potranno consegnare le letterine, ritirare i loro doni, aggiudicarsi divertenti gadget, giocare e scattare fotografie. Nel mercatino coperto, inoltre, 20 stand espositivi ospiteranno esercenti di diversi settori, rigorosamente a tema. Oggi il taglio del nastro e l'evento 'Auguri di Natale', alla presenza di alcuni rappresentanti del Pescara Calcio.

Leggi Tutto »

Quattro aziende in lizza per la Santa Croce

Sono quattro le aziende che hanno risposto al bando per la concessione della sorgente Sponga di Canistro lanciato dalla Regione Abruzzo, in scadenza alle ore 12 odierne. Lo fa sapere la dirigente del settore Servizio Risorse del Territorio e Attivita' Estrattive, Iris Flacco. Due dei quattro nomi sono emersi: si tratta della Aqua srl e della italiana Beverage, quest'ultima del gruppo Colella, societa' che controlla la Santa Croce spa che aveva la concessione prima del nuovo bando e che ha in atto un pesante contenzioso con la Regione. Le altre due non si conoscono non essendo stato apposto il mittente nel plico di presentazione della domanda. Nelle scorse settimane nel corso del braccio di ferro il vice presidente della Regione con delega alle Attivita' produttive, Giovanni Lolli, aveva parlato dell'interessamento di grossi player del settore. Sul bando pesa il pronunciamento del Tar al quale si e' rivolta per denunciare illegittimita' la santa croce, proprietaria dello stabilimento di Canistro e del marchio nazionale di acqua minerale; i giudici amministrativi hanno ordinato alla regione di accettare le domande ma di sospenderne l'apertura e l'esame fissando l'udienza per la sospensiva il prossimo 21 dicembre. La Regione deve quindi attendere quella data prima di poter programmare l'insediamento della commissione e l'iter che dovra' portare alla scelta del nuovo gestore. Il Tar, al quale si era rivolto il comune di Canistro, aveva gia' annullato il bando circa un anno e mezzo fa. All'esito del bando sono interessati i 75 dipendenti della Santa Croce che sono in  mobilita' che nei prossimi mesi verranno licenziati. 

Leggi Tutto »

Progetto ‘Insieme per sviluppo locale’ tra i comuni della Marsica

Un progetto per il potenziamento dell'economia marsicana e' stato presentato stamane nel corso di una conferenza stampa presso il comune di Avezzano. " Insieme per lo sviluppo locale", questo e' il nome dell'iniziativa, e' rivolta a giovani e ad imprenditori della zona che avranno a disposizione un ufficio per il reperimento dei fondi europei. I comuni aderenti al progetto sono Avezzano, Carsoli, Collelongo, Magliano dei Marsi, Massa d'Albe e Tagliacozzo. "La coesione territoriale e ed il gioco di squadra - ha sostenuto il sindaco di Avezzano, Giovanni Di Pangrazio - sono i pilastri su cui si basa questo modello di programmazione dello sviluppo locale che mira a creare azioni comuni per incrementare sia la competitivita' delle aziende sia i livelli occupazionali e la relativa stabilita sociale". Dalla nascita dell'ufficio unico di programmazione sono gia' state individuate iniziative che sono state ammesse al finanziamento di bandi europei, statali e regionali.

Alla conferenza hanno preso parte anche gli alunni dell'istituto tecnico economico Galileo Galilei di Avezzano e numerosi sindaci della Marsica aderenti al progetto. "In vista della conclusione della prima fase di attivita' dell'Ufficio Unico di Progettazione - ha detto il sindaco di Tagliacozzo, Vincenzo Giovagnorio - e' stato fatto un bilancio di quanto attuato finora da tale struttura. Contestualmente - ha specificato - e' stata avviata la pianificazione della "fase 2" del progetto in cui l'attivita' dell'Ufficio dovra' trarre impulso direttamente dagli Enti aderenti, mediante proprie risorse umane da dedicarvi, al fine di intercettare ulteriori fondi comunitari utili per la crescita dell'Abruzzo ed in particolare dei Comuni aderenti all'iniziativa"

Leggi Tutto »

Abruzzo innovazione turismo, bilancio positivo

L'Abruzzo 'promosso' in turismo hi-tech. Dai sistemi di booking innovativi e personalizzati, al channel manager, fino alla sperimentazione di un nuovo modello di riconoscimento facciale attraverso telecamere per governare i varchi di accesso agli impianti di sci di risalita ma anche parchi a tema, campeggi, villaggi, strutture e attrezzature sportive fino a una applicazione per l' invio dei dati relativi alle presenze nelle strutture ricettive. Questo il bilancio di 'Abruzzo innovazione turismo', nella gestione dei fondi strutturali Por Fesr 2007-2013, che ha ricevuto il via libera dell'Autorita' di audit e controllo della Regione. "Il riconoscimento - spiega il presidente di Abruzzo  Innovatur, Dario Colecchi - ha ulteriormente certificato che l' Abruzzo ha le carte in regola per candidarsi a diventare una delle Regioni benchmark in questo percorso". Nel settennato di gestione dei fondi, il Polo di innovazione per il turismo (54 imprese e 19 partner istituzionali in rappresentanza di circa 2000 imprese) ha realizzato progetti per 2,7 milioni di euro. "Studi e analisi di ogni tipo ci dicono con chiarezza che oggi il web e' decisivo nelle scelte del turista", sottolinea Colecchi che aggiunge: "Abruzzo Innovatur non e' stato solo il 'laboratorio' del turismo hi-tech della regione ma e' stato un vero e proprio incubatore di progetti che permettono oggi all' Abruzzo di essere piu' attrattivo e che facilitano l'accesso a nuovi mercati, anche internazionali". Tra le iniziative che puntano a coniugare sostenibilita' e sviluppo, c'e' 'Abruzzo Innovatur 2020', progetto pilota che mira a definire linee guida, modelli e strumenti innovativi di rigenerazione territoriale e urbana e che ha come cofinanziatori anche partner come Ance e Confindustria. Con la collaborazione dell'architetto Mario Cucinella e dello studio legale Lipani-Catricala', sono stati messi a punto il Libro Bianco sulla rigenerazione territoriale urbana e l'Agenda strategica degli interventi. Sul fronte dei progetti di ricerca da segnalare il 'Sae', Sicurezza, ambiente e sviluppo, attuato nel comprensorio turistico dell' Alto Sangro per migliorare il tasso di sicurezza degli impianti di trasporto. 

Leggi Tutto »

Attività storiche, Falcone: “Pronti a rinnovare il progetto”

«Anche quest'anno la nostra Amministrazione conferirà il riconoscimento di attività storiche a quelle realtà costruite da commercianti, imprenditori e artigiani che hanno scritto la storia della città». E' quanto dichiara il consigliere Carlandrea Falcone, presidente della Commissione Commercio che annuncia le tempistiche relative all'emanazione dell'avviso pubblico che nel 2017 consentirà le individuazioni delle attività storiche che verranno premiate nel prossimo luglio.
«Tra la fine di gennaio e gli inizi di febbraio - dice Falcone - pubblicheremo l'avviso pubblico, necessario alla partecipazione alla cerimonia di conferimento. Potranno presentare la loro istanza i negozi con un'attività non inferiore ai 30-40 anni, anche con differenti gestioni, purché abbiano mantenuto lo stesso settore merceologico. L'anzianità comporta la consegna di una targa argentata per le attività con un esercizio compreso tra i 30 e i 39 anni e una targa con effetto dorato per le attività dai 40 anni in su. Lo scorso anno abbiamo conferito il riconoscimento a 60 commercianti. Le attività che nel 2016 hanno ricevuto la targa da 30 anni e nel frattempo dovessero aver raggiunto il traguardo dei 40 potranno ripresentare la loro domanda. Ad ogni modo tutti i dettagli verranno esplicitati nel nuovo bando. Stiamo valutando - conclude Falcone - inoltre l'inserimento di menzioni speciali per dare un ulteriore segnale alle attività che con passione, impegno e spesso anche tanta fatica e sacrificio proseguono le loro attività, evolvendosi con il tempo ma restando sempre un punto fermo nella tradizione della città».

Leggi Tutto »

Attivo il collegamento da Lanciano a Bologna

La societa' abruzzese di trasporti, Tua, rende noto che, da lunedi' 28 novembre, e' stato ripristinato il servizio autobus per Bologna da Lanciano e Ortona. "Con il ripristino di questo servizio - spiega il direttore della divisione gomma di Tua, Antonio Montanaro - la nostra rete di collegamenti si allarga ulteriormente verso nord per andare incontro alle richieste dell'utenza abruzzese". Gli studenti universitari avranno a disposizione un collegamento per quattro giorni a settimana e per chi si sposta per lavoro o turismo puo' disporre di un servizio diretto in piu'. La corsa e' no-stop e viene effettuata con un mezzo di ultima generazione che offre, tra l'altro, impianto Hi-Fi, wireless e presa di corrente 220 v. Il servizio garantisce il raggiungimento del capoluogo emiliano e il rientro a Lanciano e a Ortona in giornata e si effettua nei giorni di lunedi', venerdi', sabato e domenica. I titoli di viaggio sono acquistabili anche on-line con carta di credito o da rete Sisal. . 

Leggi Tutto »

Gal Costa Trabocchi procede a ritmo spedito

Entra nel vivo la progettazione del Piano di Sviluppo Locale del Gal Costa dei Trabocchi, incentrato sulla valorizzazione della filiera agroalimentare e del turismo sostenibile lungo la costa teatina. Ieri si e' insediato il comitato di pilotaggio, l'organismo voluto da Roberto Di Vincenzo, amministratore unico della societa' di gestione e presidente della Camera di Commercio di Chieti, capofila del progetto. Il comitato e' composto da 11 nomi di alto profilo, in rappresentanza dei 52 soci, in larga parte esponenti delle forze imprenditoriali del territorio.

Leggi Tutto »

Lavori@mo per L’Aquila,incontro sindaco-associazione

Aspetti tecnici e giuridici connessi all'imminente gara per il Contact Center dell'Inps sono stati approfonditi in un incontro tra il sindaco di L'Aquila Massimo Cialente ed il presidente dell'associazione Lavori@mo per L'Aquila, nata a novembre scorso per lo Sviluppo e per il Lavoro, promossa dai lavoratori dei Contact Center, settore che con i suoi 1.800 addetti costituisce il maggiore polo occupazionale della citta'. Il Sindaco ha assicurato il suo impegno a favore dell'iniziativa dell'associazione ed ha annunciato una sua richiesta di incontro al Ministero del Lavoro e al Presidente dell'Inps Tito Boeri per richiedere la corretta applicazione della clausola sociale finalizzata a tutelare tutti gli occupati nel Contact Center Inps dell'Aquila ed a mantenere gli standard qualitativi del servizio pubblico. Il Presidente ha posto particolare attenzione al costo connesso alla sostituzione di ogni singolo operatore del servizio in caso del loro licenziamento e conseguente assunzione di un nuovo lavoratore.

Si tratta mediamente di 38.000 euro per operatore che sarebbe paradossalmente a totale carico dello stesso Inps. Su questo aspetto l'Associazione ha preannunciato la diffusione pubblica di uno schema esplicativo dettagliato che illustra il possibile dispendio di risorse pubbliche a fronte del mantenimento del medesimo numero di occupati. 

Leggi Tutto »