Politica

Fondi per 50 milioni per la rete irrigua del Fucino

Regione Abruzzo, Arap (l'Agenzia regionale attività produttive) e Consorzio di bonifica Ovest di Avezzano hanno firmato  a Pescara la convenzione che dà il via alla procedimentalizzazione del progetto, che prevede un investimento complessivo di 50 milioni di euro a valere sui fondi del Masterplan, per la realizzazione della rete irrigua a pressione nella piana del Fucino.

L'opera sarà a servizio di un'area di 9mila ettari, in cui insistono centinaia di imprese agricole che rappresentano il 25 per cento della produzione abruzzese, con 450 milioni di euro di Pil e circa 15mila occupati diretti e nell'indotto. Il finanziamento è destinato alla progettazione esecutiva, cantierabile e all'esecuzione di tutte le opere, che dovranno essere concluse entro la prima metà del 2022, così da risolvere i problemi di carenza idrica che si registrano in zona da decenni. Dal 1° marzo prossimo partiranno le procedure per la progettazione definitiva ed esecutiva, per le quali è previsto un tempo massimo di 240 giorni. Le gare d'appalto saranno bandite entro l'autunno, per consentire l'apertura dei cantieri all'inizio del 2019. Per la realizzazione delle opere, l'aggiudicatario avrà a disposizione 730 giorni, ai quali seguirà il collaudo e infine l'entrata in funzione dell'infrastruttura.

Leggi Tutto »

Vasto, il sindaco Menna distribuisce le deleghe

Dopo l'azzeramento delle deleghe di martedi' scorso, il sindaco di Vasto Francesco Menna ha attribuito gli incarichi alla nuova Giunta dopo averla integrata con l'ingresso nell'esecutivo del presidente del Consiglio Giuseppe Forte. "Un rimpasto necessario - ha dichiarato Menna - nel momento in cui Antonio Del Casale si e' trasferito in Veneto per lavoro. Una casella quella di Giunta importante, che andava riempita. Ho chiesto a Giuseppe Forte di aiutarci entrando a far parte della squadra di giunta contribuendo positivamente con la sua tenacia e la sua esperienza". Giuseppe Forte (vicesindaco) si occupera' di Urbanistica, Lavori pubblici e Cultura; Luigi Marcello: Sviluppo Economico, Servizi Civici e Patrimonio; Lina Marchesani: Politiche Sociali, Diritti e Risorse Umane; Gabriele Barisano: cura della citta' e sicurezza; Paola Cianci: Politiche ambientali e del Territorio e Politiche giovanili; Carlo Della Penna: Turismo, Grandi eventi e sport; Anna Bosco: istruzione, innovazione e Politiche comunitarie; il sindaco ha tenuto per se' la Pianificazione finanziaria, bilancio, societa' partecipate, Igiene e Sanita' e Protezione Civile

Leggi Tutto »

Grasso: il voto utile e’ quello che viene dato a noi

"Sono tornato in Abruzzo dove sono felice di poter portare avanti i valori della sinistra, quei valori che sono stati smarriti, appunto, dal Pd di Renzi. Noi di LeU portiamo avanti, diamo voce a quelli che sono i valori e i principi della sinistra; questo non puo' essere mai considerato un errore ma, anzi, un modo per ricostruire il Paese e la sinistra".  Lo ha detto Pietro Grasso a margine di un evento elettorale di Liberi e Uguali a Pescara. 

"Oggi abbiamo una notizia, quella che nemmeno Romano Prodi vota il Pd", ha aggiunto, "Qualcuno dice che noi andiamo a cercare il Movimento 5 Stelle nel bosco e troviamo Salvini, ma noi non cerchiamo il Movimento 5 Stelle, perche' da loro ci dividono temi che sono inconciliabili con i nostri, come quelli di immigrazione, diritti civili ed Europa. Inoltre non dimentichiamo che i Cinque Stelle hanno la regola di uno che vale uno - ha proseguito Grasso - quindi praticamente rinnegano la rappresentanza. Forse il Paese non ha memoria, c'e' un imprenditore che non e' neanche piu' al Senato, perche' dichiarato decaduto per i suoi reati, che firma contratti, nello stesso tavolino in cui l'ha firmato 25 anni fa", a proposito del nuovo 'contratto con gli italiani' firmato il 14 febbraio scorso da Silvio Berlusconi, durante il programma televisivo 'Porta a Porta' condotto da Bruno Vespa. "Il tavolino e' sempre lo stesso, il contratto e' sempre lo stesso - ha aggiunto Grasso - e il mancato mantenimento delle promesse sara' sempre lo stesso". 

"Qualcuno pensa di voler fermare il consenso che stiamo avendo sul territorio parlando di voto utile, ma il voto utile e' quello che viene dato a noi". Cosi' il leader di LeU, Pietro Grasso. "Il voto utile e' quello per LeU perche' noi rappresentiamo la voce della sinistra, la voce di cittadini e ideali che sono intramontabili".

Sulla nostra proposta di abolizione delle tasse universitarie, qualcuno ci ha criticato, dicendo che cosi' i ricchi non pagherebbero, ma i ricchi mandano i propri figli a studiare nelle universita' private e all'estero. Il problema vero e' che un operaio deve poter consentire al proprio figlio volenteroso di studiare e di potersi laureare, come fanno tanti, in Europa e in altri Paesi, dove c'e' gia' tutto cio'". Cosi' Pietro Grasso. "In Germania le tasse universitarie non si pagano - ha sottolineato il leader di LeU - e nei paesi scandinavi addirittura c'e' un contributo per i giovani che vogliono studiare, ai quali viene data anche la possibilita' di pagarsi l'alloggio quando l'universita' e' lontana dal luogo di residenza".

Leggi Tutto »

Della Vedova: crediamo negli Stati Uniti d’Europa

«Siamo di fronte a un cambiamento epocale e non ce ne stiamo rendendo conto: mentre la Francia e la Germania coltivano il disegno di un’Europa finalmente unita e democratica, grazie al rafforzamento dell’integrazione europea e alla costituzione degli Stati Uniti Europei entro il 2025, l’Italia invece si limita a discutere di come affossare questo progetto. Noi di + Europa vogliamo riportare l’Europa al centro del dibattito politico e, contemporaneamente, mettere l’Italia al centro dell’Europa federale». Lo ha detto Nico Di Florio, capolista alla Camera dei deputati nel collegio proporzionale Chieti – Pescara, durante l’incontro “Un programma per l’Europa con Benedetto Della Vedova”.

Il programma elettorale della lista + Europa con Emma Bonino è stato presentato oggi, domenica 18 febbraio, all’Hotel Carlton di Pescara, dal sottosegretario agli Affari Esteri Benedetto Della Vedova e dai candidati abruzzesi alle prossime elezioni politiche Nico Di Florio, capolista alla Camera dei deputati nel collegio proporzionale Chieti – Pescara; Carlo Troilo, capolista al Senato nella circoscrizione Abruzzo; e Maurizio Di Nicola, consigliere regionale di maggioranza in Abruzzo e candidato alla Camera dei deputati nel collegio proporzionale L’Aquila – Teramo.

«L’Unione Europea è il più grande esperimento di unione di popoli che l’umanità abbia mai conosciuto – sottolinea Nico Di Florio – sorprende come, in questa campagna elettorale, la più grande minaccia al disegno europeista arrivi proprio dall’Italia. Ormai attaccare l’Europa è diventato uno sport nazionale, non si comprende che separare l’Italia dall’Unione Europea voglia dire condannarla al fallimento. Il populismo è una pericolosa semplificazione di problemi complessi. Noi con estrema sincerità diciamo che se non si metterà mano al debito pubblico non ci sarà nessuna prospettiva di crescita per il nostro Paese e nessun futuro per i nostri figli».

«La nostra è una scelta netta – ha rimarcato Benedetto Della Vedova – crediamo nella creazione di una federazione leggera di Stati Uniti d’Europa che ci permetta di gestire al meglio temi come l’immigrazione, l’ambiente, la sicurezza, il fisco per i giganti del web, la privacy e la distribuzione del reddito. Nel 2017, stando nella moneta unica e grazie alle politiche e agli accordi commerciali della Ue, l’Italia ha registrato il record assoluto di esportazione, superando anche la Germania. Il divario di crescita con gli altri Paesi si sta riducendo e noi di + Europa scommettiamo sulla parte sana del Paese. Vogliamo creare le condizioni affinché l’Italia resti in Europa con un ruolo da protagonista, convinti che questo sia il nostro destino migliore».

Dal dibattito sull’Europa e sul ruolo dell’Italia all’interno dell’Ue, la discussione si è poi spostata in ambito locale. «Tra la fine dell'800 e gli inizi del 900 – ha spiegato Maurizio Di Nicola – un milione di abruzzesi furono costretti ad emigrare, sono convinto che l'Abruzzo non sia la terra della paura ma del coraggio e della solidarietà. Oggi che le nostre imprese regionali hanno ottimi numeri di export, +Europa è un’opportunità per loro e per far crescere il nostro benessere».

Leggi Tutto »

A Pescara parte il Centro Commerciale Naturale

 Il Centro Commerciale Naturale della citta' di Pescara diviene una realta'. "Pescara Shopping Village - dice il Comune, attraverso l'assessore alle attivita' produttive Giacomo Cuzzi - si sviluppa in 4 distretti: Pescara Centro, Pescara Sud, Pescara Colli e Pescara Nord. Il primo a partire e' il Distretto di "Pescara Centro", per la maggiore concentrazione di negozi e perche' ha gia' avviato un percorso in sinergia con tutta la filiera".

"Le cose scritte nei programmi elettorali vengono rispettate e diventano dei fatti - ha aggiunto Cuzzi in un incontro, oggi, con i giornalisti - dentro il quadrilatero del centro commerciale naturale con il primo stanziamento nel 2017 abbiamo promosso varie attivita'. Si parte da una regia unica, con un'offerta commerciale di qualita', promozione e marketing, eventi, nuovi strumenti da dedicare ai commercianti e ai fruitori, abbiamo studiato una App che ci consentira' di dare informazioni sull'ubicazione dei negozi, sulle offerte in corso, ma anche di mettere in comunicazione fruitori e commercianti per agevolare sconti e promozioni, per passare poi a segnaletica, vetrofanie, shopper, interventi sui negozi sfitti". 

Leggi Tutto »

Dragaggio Ortona, la replica del sindaco Castiglione

"Sulla questione dragaggio siamo di fronte a un accanimento nei confronti della citta' di Ortona ed e' una situazione molto seria, perche' a volte perdere un treno puo' arrecare un grave danno all'economia di un territorio". Lo ha detto il sindaco di Ortona, Leo Castiglione, nel corso della seduta del Consiglio comunale, in merito all'opposizione sollevata dall'Area Marina protetta Torre del Cerrano, rispetto alla conclusione della conferenza di servizi che autorizzava il versamento in mare dei materiali di dragaggio del porto di Ortona. "Rimandiamo al mittente tutti quei messaggi negativi, che vogliono fare apparire la citta' e i cittadini di Ortona come inquinatori che vogliono disfarsi di fanghi - ha proseguito Castiglione - I fanghi ce li teniamo noi su banchina, mentre qui parliamo di sedimenti che non possiamo mettere sulla spiaggia. La conferenza dei servizi ha gia' dato le risposte necessarie, rendendo chiara la qualita' ottima di quelle sabbie". Castiglione ha ricordato che "il progetto definitivo era stato approvato in Giunta, ma il giorno dopo, mentre stavamo firmando il contratto con la ditta, e' arrivata l'opposizione del Parco del Cerrano, che ha sospeso l'efficacia della decisione presa in conferenza dei servizi".

Leggi Tutto »

Di Battista: gli ultimi in questa Italia sono diventati fantasmi

La scuola deve essere pubblica, deve essere "statale, cioe' sostenuta dallo Stato. La sanita' pubblica va valorizzata e non come oggi che e' piu' conveniente rivolgersi alla sanita' privata. L'acqua deve essere pubblica". Cosi' a Teramo, l'esponente del Movimento 5 Stelle, Alessandro Di Battista, che dal palco si e' scagliato contro la corruzione e ha parlato della necessita' di una banca pubblica di investimenti. Rivendicando il taglio degli stipendi da parte dei cinque stelle, Di Battista ha poi sottolineato l'importanza dei privati e dell'imprenditoria: "Ci tagliamo gli stipendi per darli ai privati", ha detto. E poi: "Crediamo nella cultura della legalita'. Dobbiamo educare i figli ad essere bravi e non furbi". Di Battista ha parlato della collusione dei partiti con il sistema dei finanziamenti e della differenza con il Movimento 5 Stelle: "So che questa forza ha due, tre regolette che mi inducono a essere ottimista". Ha fatto poi appello alla "donazione libera" e a questo punto una signora si e' avvicinata al palco offrendogli una forma di pecorino d'Abruzzo. "Tangenti enogastronomiche - ha scherzato Di Battista - le prendo tutte". "E' buono anche sulla pasta? - ha chiesto alla signora - la prossima volta porti anche quello stagionato". "Schieratevi, schieriamoci. Non e' facile in un paese democristiano come questo, ma io non camperei occupandomi solo degli affari miei", ha aggiunto Di Battista ribadendo che "la politica non e' una professione. Due mandati e a casa. Io vi dico solo venite con noi, dateci una mano, anche in rete".

"Ci dispiace per il Paese, se e' ridotto cosi' e' anche colpa del sistema mediatico. Dal dibattito sono scomparsi i terremotati, gli ultimi in questa Italia sono diventati fantasmi". Cosi', alla stampa, Alessandro Di Battista, a Teramo in sostegno ai candidati Cinque Stelle alle elezioni. Di Battista, alle domande dei cronisti sui mancati stanziamenti sul cratere sismico abruzzese ha risposto: "Dovreste chiederlo al governatore d'Abruzzo, che saltella da una poltrona all'altra - ha detto di Battista - non si e' candidato al Senato? Questa regione ha tanti problemi. Dovrebbe affrontarli e non saltare da una poltrona all'altra", riferendosi al presidente della Regione Luciano D'Alfonso, candidato al Senato con il Pd. "Il Palazzo si dedica solo alle legge elettorale. Gia' iniziano a dire che la prossima legislatura deve partire facendo una nuova legge elettorale". Cosi' Alessandro Di Battista a Teramo. "Io viaggio sempre in camper, per le piazze, c'e' sempre una grande partecipazione, quindi non so", aggiungendo che i cittadini, gli parlano "del lavoro e dei problemi reali che hanno a casa". "Soprattutto tante persone che hanno a casa un figlio, un parente disabile e che lo Stato ha abbandonato". Problemi rispetto ai quali "il Palazzo e' completamente distante". 

 Durante la visita a Teramo di Alessandro Di Battista non e' mancato un siparietto con i cittadini accorsi in piazza ad ascoltarlo. "Ero uno che votava a sinistra" dice l'esponente del Movimento Cinque Stelle. E ad un signore che ribatte lui risponde: "Scusami, hai ragione. Io ho votato Veltroni, scusami. Tu chi hai votato?". Dalla folla qualcuno fa il nome di Occhetto. "Uno ha votato Occhetto... manco me lo ricordavo Occhetto - commenta il pentastellato - ma tanto mo ce lo rimettono. Come Berlusconi, parla ancora di lire, tirera' fuori i sesterzi, i baiocchi romani...a Porta a Porta pensa di essere nel '94".

Leggi Tutto »

D’Alema: Il Partito Democratico mi sembra abbastanza in difficoltà

"Il Partito Democratico mi sembra abbastanza in difficolta'. C'e' questa pressione del ricatto del voto utile, utile non si sa bene a che cosa. C'e' una difficolta': sul Pd si indirizza il senso di scontento, se va oltre i demeriti non lo so perche' non faccio il moralista". Lo ha detto Massimo D'Alema a margine di un incontro elettorale di Liberi e Uguali ad Avezzano. "Chi ha governato non si e' reso conto di quanto fossero vasti il malessere sociale e il senso di protesta dei cittadini, che rischia di indirizzarsi a un voto distruttivo, ai Cinquestelle, ma Salvini lo e' perfino di più". Secondo D'Alema il Movimento "avra' un consenso maggiore di quello che viene percepito. Raccoglie un voto di protesta, un sentimento molto negativo tra le persone che ritengo legittimo, un senso di protesta verso tutto e tutti che si sfoga in quella direzione. E' un termometro del malessere, ma non e' la medicina, non da' le risposte. Il nostro sforzo - ha detto D'Alema - e' far emergere una proposta alternativa di cambiamento rispetto alle politiche di questi anni, orientata verso una maggiore giustizia sociale. Una politica che promuova il lavoro e i diritti dei cittadini, non l'odio contro gli immigrati o l'antipolitica".

"Il sistema Sanitario nazionale sta scricchiolando, e' sull'orlo di una crisi drammatica, se non si assumano 40 mila medici rapidamente, come ha gia' detto Grasso, non saremo piu' in grado di garantire il diritto alla salute dei cittadini", ha detto Massimo D'Alema. "La salute non si paga perche' e' un diritto fondamentale in un paese che invecchia e il bisogno di sanita' cresce, basta tagli alla spesa sanitaria ma bisogna investire sulla sanita' pubblica, rimuovendo anche il numero chiuso per le facolta' di medicina che rappresenta una strozzatura per il fabbisogno sanitario" ha detto D'Alema. "Il ticket e' una tassa sulla malattia, milioni di italiani hanno rinunciato a curarsi; quando si va in giro nei paesi del mezzogiorno si vedono le persone che non si curano piu' i denti perche' non hanno soldi, questa e' la realta' del Paese e' questa altro che stiamo tutti bene come dice il Governo di Roma"

"Rifiutiamo l'idea di immigrazione come criminalita'. Gli immigrati che vengono a lavorare in Italia sono tanti e producono il 12% della ricchezza del Paese, se li cacciamo tutti non si pagano le pensioni degli italiani, visto che rappresentano il 15% dei pagamenti dell'Inps". Cosi' Massimo D'Alema. "Dobbiamo consentire una quota ragionevole di immigrazione legale e riconoscere i loro diritti e combattere immigrazione clandestina con accordi con i paesi di origine. Il tema della sicurezza va oltre l'immigrazione". 

Leggi Tutto »

Benedetto Della Vedova a Pescara, incontro coi candidati di +Europa

Un’Italia di respiro europeo, proiettata all’interno di un’Europa libera, unita e democratica. È questo il concetto centrale del programma elettorale della lista + Europa con Emma Bonino, che sarà sviscerato domani, domenica 18 febbraio alle ore 11 all’Hotel Carlton di Pescara, dal sottosegretario agli Affari Esteri Benedetto Della Vedova e dai candidati abruzzesi alle prossime elezioni politiche.

Della Vedova, ispiratore della lista + Europa assieme a Emma Bonino e Riccardo Magi, sarà domani a Pescara con Piercamillo Falasca, leader e fondatore del movimento Forza Europa e candidato alla Camera dei deputati nel collegio plurinominale Bergamo – Albino. All’incontro partecipano i candidati Nico Di Florio, capolista alla Camera dei deputati nel collegio proporzionale Chieti – Pescara; Carlo Troilo, capolista al Senato nella circoscrizione Abruzzo; Maurizio Di Nicola, consigliere regionale di maggioranza in Abruzzo e candidato alla Camera dei deputati nel collegio proporzionale L’Aquila – Teramo.

«In questa campagna elettorale – sottolinea il candidato di + Europa alla Camera dei deputati Nico Di Florio – il dibattito politico italiano è sempre più condizionato dall’odio e dalla rabbia, mentre è diventata marginale la discussione sul futuro dell’Italia e dell’Europa. Mentre Paesi come la Francia e la Germania coltivano il disegno di un’Europa finalmente unita e democratica, grazie al rafforzamento dell’integrazione europea e alla costituzione degli Stati Uniti Europei entro il 2025, l’Italia invece discute di come affossare questo progetto sotto la spinta dai nazionalismi di destra e del Movimento 5 Stelle. Noi di + Europa, invece, ci poniamo in difesa del disegno europeista e difendiamo con forza l’Europa da coloro che intendono smantellarla. Per affrontare le grandi questioni del nostro tempo occorrono risposte più ampie, che può dare solo un’Italia più europea, all’interno di un’Europa libera, unita e democratica. Per avere più crescita, diritti, democrazia, libertà, opportunità, sicurezza e rispetto dell’ambiente, serve più Europa». 

Leggi Tutto »

Investimenti per 186 milioni per due linee ferroviarie

Il Governo nazionale, nell'ambito del piano di sviluppo delle infrastrutture ferroviarie in Abruzzo, ha ufficializzato l'incremento della dotazione finanziaria per complessivi 186 milioni da destinare a potenziamento ed elettrificazione della linea Terni-L'Aquila-Sulmona per 75 milioni e per il completamento del raddoppio della Pescara-Chieti per 111 milioni. Lo ha reso noto in conferenza stampa a L'Aquila il governatore abruzzese, Luciano D'Alfonso. Le due corpose assegnazioni, finanziate nella legge di bilancio 2018, sono state comunicate al governatore con una lettera del 15 febbraio scorso dell'amministratore delegato di Rfi, Maurizio Gentile. Il governatore ha anche annunciato l'assegnazione di 15 milioni per la progettazione del raddoppio della linea PESCARA-Roma, "un'opera piu' complessa della quale l'ultima volta parlo' Nino Sospiri nel 2001". A questo proposito e' stato ricordato che nel contratto di programma Mit-Rfi relativo alla velocizzazione della Roma-Pescara e' stato previsto un investimento di oltre un miliardo e mezzo di euro". Alla conferenza stampa hanno partecipato l'assessore regionale al Bilancio e alla Programmazione sanitaria, Silvio Paolucci, il direttore generale della Regione, Vincenzo Rivera, i consiglieri regionali Maurizio Di Nicola e Lorenzo Berardinetti. 

Leggi Tutto »