Politica

Sanità, piano di 71 assunzioni e nomina 9 primati Asl L’Aquila

Saranno 71 le assunzioni (di cui 8 già effettuate), tra stabilizzazioni e nuovi ingressi, programmati dalla direzione Asl1 della provincia di L'Aquila che saranno portate a termine tra gennaio e marzo. Si tratta di una massiccia immissione di personale a cui si aggiungerà la nomina di 9 primari nei vari ospedali della provincia, destinati a dare nuovo impulso a tutta l'attività  all'interno dell'azienda. Lo ha annunciato oggi il direttore generale dell'azienda sanitaria Rinaldo Tordera. Col nuovo piano delle assunzioni 2018 sono stati già assunti 8 medici: 4 per la  Tin (terapia intensiva neonatale) dell'ospedale di L'Aquila e 4 per i servizi di base (1 medico ciascuno al Serd di L'Aquila e di Avezzano, al distretto sanitario di L'Aquila e al Noc, il servizio deputato ai controlli delle strutture private).  Ulteriore personale medico sarà assunto tramite bandi di mobilità, già avviati, da destinare ai seguenti servizi e reparti: anestesia e rianimazione (2), ematologia (2), medicina trasfusionale (2) e medicina legale (1 ).  Il piano di potenziamento dell'organico prevede inoltre, entro il 31 gennaio prossimo, l'attivazione del bando per la stabilizzazione di 60 infermieri e  l'assunzione di 14 ostetriche, di 14 tecnici di radiologia, di 6 fisioterapisti e di 6 logopedisti. Anche l'organico degli amministrativi beneficerà di nuove 16 unità: 10 assistenti amministrativi e 6 collaboratori amministrativi, il cui iter sarà perfezionato nel primo trimestre dell'anno corrente. 9 concorsi per primari. I concorsi, i cui iter sono stati già avviati, serviranno a nominare i direttori dei seguenti reparti e servizi: ortopedia di L'Aquila, ortopedia di Avezzano, chirurgia generale di Sulmona, chirurgia vascolare di Avezzano, cardiologia Avezzano, radiologia Avezzano, pronto soccorso di Avezzano. In questo lotto rientra inoltre  la nomina del nuovo direttore del Siesp (servizio igiene, sanità ed epidemiologia pubblica) e di quello provinciale di psichiatria. 

Leggi Tutto »

Elezioni Regionali: Marsilio, comprendo delusione di Di Stefano 


"Per certi verso comprendo anche umanamente il momento difficile, di delusione, di Fabrizio Di Stefano che ha coltivato per mesi il sogno e l'ambizione di poter essere il presidente della Regione. Aveva anche tutte le caratteristiche e i titoli di poter presentare legittimamente la sua candidatura". Lo afferma candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, commenta le dichiarazioni rilasciate ieri da Fabrizio Di Stefano che si è ritirato dalla competizione elettorale non lesinando, però, critiche al centrodestra e allo stesso Marsilio. "Apprezzo il fatto che non si voglia prestare a strumentalizzazioni e a fare l'utile idiota della sinistra, come accaduto altrove, dove candidature alternative, ma marginali e opposte al centrodestra, servono solo ad aiutare i nostri avversari a vincere e a dare all'Abruzzo un triste destino di declino, come sta avvenendo in questi anni".

"Le critiche di Di Stefano? Questo è un mio dovere, ovvero dimostrare con programmi e fatti di essere all'altezza di questa candidatura, di poter rappresentare davvero quel segnale di cambiamento che l'Abruzzo aspetta e di convincere anche così chi magari ha dubbi. Per questo faccio un appello ai dubbiosi, agli amici di Fabrizio Di Stefano, a valutare la qualità delle nostre idee, a dare anche contributi per formare una squadra sempre più forte per governare l'Abruzzo del futuro".

Leggi Tutto »

Acerbo scrive ai Prefetti per chiedere l’election day

Rifondazione Comunista scrive ai Prefetti per le elezioni regionali in Abruzzo previste il 10 febbraio prossimi e il mancato election day. Il segretario nazionale Maurizio Acerbo spiega ai rappresentanti del Governo che la data del 10 febbraio ''disattende quanto previsto dalla legge nazionale (art. 7 DL 98/2011 come convertito con la legge 111 del 15 luglio 2011) che prevede l'Election day, non è stata al momento modificata da un intervento del governo che pure sarebbe tenuto a far rispettare una precisa norma vigente. Il mancato accorpamento della data con quelle delle Elezioni Europee e amministrative del 26 maggio p.v. comporterà per la nostra Regione una maggiore spesa di almeno 6 milioni di euro'. Acerbo prosegue affermando che ''Si aggiunge a questa elementare considerazione la preoccupazione rispetto alle difficoltà che si possono e già si stanno determinando rispetto all'esercizio dei diritti democratici causata dalle condizioni meteorologiche tipiche del periodo dell'anno scelto. In questi giorni assistiamo in molti comuni montani della nostra Regione (es. Pizzoferrato dove oggi la scuole sono rimaste chiuse) ad una situazione resa difficile dalla neve che paralizza il normale funzionamento delle scuole e dei Comuni. Vari sindaci hanno espresso pubblicamente la loro preoccupazione"

Leggi Tutto »

Marsilio visita i comuni dell’Alto Sangro

"Ho trovato amministratori di diversi paesi dell'altro Sangro pronti a fare squadra per aumentare il benessere di questi territori. Ho trovato operatori turistici capaci di alimentare l'economia locale con spirito imprenditoriale, capacita' e lungimiranza. L'Abruzzo che lavora, l'Abruzzo che produce e' anche da queste parti". Ad affermarlo e' il candidato presidente del centrodestra Marco Marsilio impegnato in questi giorni nella campagna elettorale che lo sta portando in giro per l'Abruzzo e che oggi lo ha visto fermarsi ad incontrare i sindaci dei Comuni di Alfedena, Rivisondoli e Roccaraso nell'Alto Sangro. Luoghi che, ha lasciato intendere, potrebbero essere un volano per il turismo di qualita' sul territorio. "Ho avuto modo di scoprire realta' che devono essere conosciute ben oltre i confini regionali e nazionali- ha infatti sottolineato Marsilio- Abbiamo dei tesori immensi che partono dalle bellezze naturali e trovano compimento nelle iniziative che amministratori e imprenditori mettono in atto al fine di migliorare l'attrattiva turistica". Poi l'attacco al governo regionale uscente concentrato, ha detto Marsilio, sulla "autoreferenzialita'"

 "Ora- ha aggiunto- sono in tanti a chiedere capacita' di ascolto sulle problematiche e sulle iniziative che possono coinvolgere e migliorare il comprensorio sciistico dell'Alto Sangro.Non sono paesi in concorrenza tra loro, ma complementari. Penso al comune di Alfedena che si e' specializzato nello sci da fondo e nel triathlon, oppure al comune di Rivisondoli dove sono stati realizzati sportivi dedicati al calcio e all'atletica, capaci di attirare turisti e appassionati non solo nei mesi invernali ma anche in quelli estivi. Roccaraso e Pizzalto hanno impianti sciistici da fare invidia a quelli delle Alpi. Dobbiamo solo creare sinergie tra la classe politica e gli attori del territorio per aumentare ulteriormente questa capacita' attrattiva". "Gli amministratori locali - si legge nella nota del candidato - hanno, ancora una volta, puntato il dito sulle difficolta' nella fruizione dei servizi, a cominciare da ospedali e tribunali che si vogliono sopprimere causando difficolta' di non poco conto". Una visita, quella agli impianti, anticipata nella mattinata dalla visita alla casa di riposo Il Focolare di Scontrone dove Marsilio ha voluto portare il suo saluto

Leggi Tutto »

Martina: dall’Abruzzo un messaggio importante di riscossa

"Per noi è fondamentale che dall'Abruzzo parta un messaggio importante di riscossa, di ripartenza, credo che l'Abruzzo abbia bisogno di essere governato dagli abruzzesi, che non servano estremisti e che invece serva la forza di una personalità come Giovanni Legnini, con un progetto civico, largo e aperto come quello che lui sta interpretando". Così il segretario uscente del Pd, Maurizio Martina, ricandidato alla segreteria nazionale, parlando all' Aquila a margine di un evento elettorale, del centrosinistra, governo regionale uscente, che si presenta alle regionali del prossimo 10 febbraio con candidato alla presidenza, l'ex vicepresidente del Csm, Giovanni Legnini, non presente alla manifestazione del Pd per impegni legati alla compilazione delle liste. "Siamo tutti con lui - ha continuato Martina - con lo spirito che è quello di lavorare con la comunità locale, per questo territorio che ha bisogno di trovare in figure come quella di Legnini punti di riferimento per il proprio futuro".

Martina ha sottolineato poi che "c'è bisogno, quando si affronta una tornata elettorale, di dare una prospettiva, è importante per una comunità indicare novità, assumere impegni e fare un lavoro serio dove conta la qualità del progetto, le persone che seriamente si mettono a disposizione in questa sfida, invito veramente i cittadini a misurare la differenza, anche di tono, di contenuti e stile, tra chi ha a cuore il futuro dell'Abruzzo e chi magari passa qualche ora nei territori avendo più a cuore la poltrona a Roma"

In Abruzzo il Pd scenderà in campo alle elezioni regionali del prossimo 10 febbraio con un simbolo variato. Lo conferma il segretario uscente dal Pd, Maurizio Martina, ricandidato alla segreteria nazionale, parlando all'Aquila a margine di un evento elettorale a sostegno del candidato del centrosinistra, Giovanni Legnini.

Leggi Tutto »

Montesilvano, impianto antiallagamento in via Umbria, via ai lavori

Volgono al termine i lavori di sistemazione e arredo urbano in via Sangro e via Umbria. In particolare le opere previste dall’appalto (per un totale di 400 mila euro), riguardano la realizzazione del sistema di acque meteoriche e la contestuale sistemazione stradale, compreso l’arredo urbano. Ora i lavori su via Umbria necessitano di posizionare un impianto che permetta la raccolta delle acque bianche. A monte del collettore rivierasco, in prossimità dell’incontro tra via Umbria e via Aldo Moro, si deve installare una vasca per accumulo (da 15 mila litri, volume di 15 metri cubi) e un sistema di sollevamento mediante due elettropompe. La vasca sarà collegata alle tubazioni esistenti e al collettore rivierasco.

La strada, in un quartiere residenziale che presenta diversi passi carrai, avrà finalmente anche un marciapiede, con una larghezza di un metro e mezzo, che restringerà la corsia di marcia.

«E’ uno dei tanti interventi che stiamo realizzando per risolvere il problema degli allagamenti», spiega l’assessore ai Lavori pubblici, Valter Cozzi, «Un problema che la città si porta dietro da decenni e che è dovuto, anche, all’urbanizzazione dei decenni precedenti. Nessuno ha la bacchetta magica per eliminare completamente questa emergenza ma con una serie di lavori mirati stiamo cercando di dare una risposta a tanti cittadini che, giustamente, chiedono il nostro impegno di amministratori a risolvere problemi. Di certo non ci fermiamo dopo aver provveduto agli adeguamenti idraulici su via Piemonte, via Maremma e sulle traverse di via Emilia, nella zona del lungomare».

Leggi Tutto »

Fabrizio Di Stefano: non partecipo alla competizione elettorale

"Al termine della riunione con i componenti del gruppo di lavoro Civiche per l’Abruzzo, sono arrivato alla decisione, condivisa da tutti, di abbandonare la competizione elettorale". Lo scrive in una nota Fabrizio Di Stefano. 

"Il progetto partito ormai due anni fa, ha vissuto momenti a mio avviso esaltanti, permettendomi di trovare persone di altissima qualità che si erano volontariamente messe a disposizione per redigere un programma che più che un documento politico, rappresentava un vero e proprio progetto di rilancio per l’Abruzzo, frutto di un lunga analisi sulle criticità strutturali del sistema regione e delle possibili soluzioni, progetto che abbiamo presentato a molti settori della società abruzzese ed unanimemente apprezzato. Tracciando un percorso, che se realizzato, avrebbe potuto dare grandi prospettive alla nostra Regione. Oggi, alla luce delle scelte fatte dal centrodestra, la competizione dei partiti del centrodestra affrontata con le sole liste civiche, i cui componenti non finirò mai di ringraziare per la stima, la fiducia e l’affetto che mi hanno dimostrato, è un progetto che non potrà essere realizzato", si legge ancora nella nota di Di Stefano.

"Per coerenza abbiamo continuato fino ad oggi perché ritenevamo e riteniamo che la vera sfida sarà quella dell’11 febbraio, quando chi riuscirà vincitore dalla tornata elettorale, dovrà raccogliere la disastrosa eredità lasciata dal Governo D’Alfonso, dimostrando di avere capacità, idee e passione per poterlo fare. Cose che personalmente non ho visto negli altri candidati, dei quali, non ancora leggo una riga riguardante il loro programma. Ed allora proprio perché non voglio essere additato a responsabilità non mie, accusato di aver spostato il baricentro della competizione, ho deciso di non partecipare personalmente alla stessa, e di assistere ad essa come un qualunque cittadino abruzzese, attento a seguire i programmi e gli impegni, sostenendo qualche amico che eventualmente si candiderà a ruolo di consigliere. Abbiamo infatti deciso, che vista questa mia scelta, ognuno potrà sentirsi libero di fare le valutazioni che riterrà opportune, candidandosi eventualmente dove meglio si sentirà di farlo. Ad ognuno di loro, certamente, non mancherà il mio appoggio personale. La passione politica non finisce e non si esaurisce in un passaggio elettorale, ma, per chi ci crede, ci accompagna per tutta la vita", scrive ancora Di Stefano.

"Il progetto Civiche per l’Abruzzo resta in piedi, lo trasformeremo in associazione che affiancandosi alla  Fondazione Cantiere Abruzzo da me presieduta, avrà come obiettivo non solo quello di essere presente in tutti i prossimi passaggi elettorali amministrativi abruzzesi", conclude Di Stefano.

Leggi Tutto »

Trasporto pubblico, Marsilio: servono mezzi efficienti e moderni

"E' inconcepibile che nel 2019 studenti e lavoratori non possano poter utilizzare il trasporto pubblico a causa di mezzi obsoleti e fatiscenti. Quanto si è verificato nella Marsica alla riapertura delle scuole, dopo le vacanze natalizie, quanto denunciato dai genitori di alcuni studenti è veramente grave. L'obiettivo di una regione moderna è anche quello di ridurre il traffico veicolare privato e promuovere l'utilizzo di mezzi pubblici. Ma questi devono funzionare ed essere puntuali". Il candidato presidente alla Regione Abruzzo, Marco Marsilio, in visita oggi nei paesi della Marsica, ha preso posizione sugli episodi di cronaca che hanno visto protagonisti lavoratori pendolari e studenti, i quali sono stati impossibilitati a raggiungere uffici e scuole a causa del mancato passaggio dei bus. "Una situazione grave che investe anche i lavoratori della Tua, l'azienda regionale di trasporti, che devono essere messi nelle condizioni di poter utilizzare mezzi moderni ed efficienti, senza mettere a repentaglio la loro incolumità personale e quella di coloro che trasportano", ha aggiunto Marco Marsilio. Una volta in Regione il problema dei trasporti verrà affrontato in maniera puntuale, proprio per evitare che questi episodi di cronaca continuino a essere la normalità quotidiana. 

Leggi Tutto »

Ricostruzione, colloqui Chiola-Crimi per i Comuni fuori cratere

Due colloqui telefonici, il 28 dicembre 2018 e ieri, 6 gennaio, fra il rappresentante dell'Area Omogenea n. 5 Lanfranco Chiola, sindaco di Cugnoli, e il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio per la Ricostruzione Abruzzo Sisma 2009, Vito Crimi, sulla questione dell'istruttoria e attività conseguenti in riferimento alle pratiche afferenti ai Comuni 'Fuori Cratere' sisma Abruzzo 2009. Lo fa sapere lo stesso Chiola rendendo noto che "dal primo gennaio gli Sportelli Decentrati-Utr di Frontiera Comuni 'Fuori Cratere' sono chiusi e i cittadini che hanno subito danni alle abitazioni, seriamente preoccupati per il futuro della ricostruzione, chiedono aggiornamenti ai quali purtroppo le amministrazioni locali non possono dare risposta". Il sottosegretario Crimi, riferisce il sindaco Chiola in una nota, "sta seguendo la situazione della ricostruzione e ha assicurato che il governo provvederà con il primo provvedimento utile affinché la situazione si risolva e torni al più presto alla normalità. Ringrazio il sottosegretario Crimi - scrive Chiola, sindaco del Comune capofila - per aver preso in considerazione la questione dei Comuni 'Fuori Cratere' e per le misure che, grazie al suo lavoro, sono in corso di predisposizione per far ripartire la ricostruzione del nostro territorio".

Leggi Tutto »

Un milione di euro per il centro Trisi, approvato il progetto esecutivo

Risoluzione del degrado dell’edificio spogliatoi e dei campi da gioco, con il rifacimento dei manti e l’impermeabilizzazione e il risanamento delle costruzioni più degradate, per un importo complessivo di un milione di euro. E’ l’imponente progetto esecutivo che il Comune ha varato per il centro sportivo Trisi. Nella struttura, che conta 14 campi di cui otto coperti, inoltre, si punterà a incentivare oltre agli sport che tradizionalmente vi trovano spazio (tennis, calcio a 5, basket, volley, pattinaggio) anche il paddle tennis, una disciplina che sta conquistando legioni di praticanti in tutta Europa. In Spagna, per fare un solo esempio, il paddle tennis è ormai il secondo sport mentre a Roma ci sono già 400 impianti in cui è possibile praticarlo. Montesilvano, dunque, si pone all’avanguardia ancora una volta, visto che il centro Trisi sarà uno dei primi in Abruzzo a dare uno spazio adeguato alla nuova disciplina

«E’ un intervento molto importante», spiega l’assessore ai Lavori pubblici, Valter Cozzi, «non solo per la cifra impegnata di un milione di euro grazie al mutuo stipulato con il Credito sportivo e che sarà restituito dal Comune in 15 anni senza nessun aggravio degli interessi. I lavori, infatti, riguarderanno il rifacimento di 12 campi da gioco e delle coperture, la realizzazione di nuovi impianti di illuminazione a led, l’impermeabilizzazione della copertura degli spogliatoi, il risanamento di muri e pavimenti interni e l’adeguamento degli impianti degli spogliatoi. Daremo un nuovo volto all’impianto di via San Gottardo che, costruito negli anni Ottanta, necessitava di un approfondito restyling».

In particolare, il rifacimento dei campi da gioco, escludendo il campo 1 (oggetto già di altri interventi) riguarderà tutti i manti, con sostituzione della pavimentazione multistrato a base di resine acriliche per i campi da tennis a uso professionale. Per quanto riguarda il campo 12 (scoperto) che sarà dedicato al paddle è prevista la realizzazione di una struttura perimetrale (è la caratteristica di questo nuovo sport che prevede che la palla possa rimanere in gioco pur uscendo dal campo e toccando le pareti esterne). Questa sarà costituita da vetri temperati di 10 millimetri di spessore, resistente a 36 chilogrammi al centimetro. Molto importante, infine, è anche la dotazione di impianti di illuminazione con riflettori a led che consentono una visibilità più elevata e un enorme risparmio energetico (e quindi una riduzione notevole delle bollette).

Leggi Tutto »