Politica

Di Battista: gli ultimi in questa Italia sono diventati fantasmi

La scuola deve essere pubblica, deve essere "statale, cioe' sostenuta dallo Stato. La sanita' pubblica va valorizzata e non come oggi che e' piu' conveniente rivolgersi alla sanita' privata. L'acqua deve essere pubblica". Cosi' a Teramo, l'esponente del Movimento 5 Stelle, Alessandro Di Battista, che dal palco si e' scagliato contro la corruzione e ha parlato della necessita' di una banca pubblica di investimenti. Rivendicando il taglio degli stipendi da parte dei cinque stelle, Di Battista ha poi sottolineato l'importanza dei privati e dell'imprenditoria: "Ci tagliamo gli stipendi per darli ai privati", ha detto. E poi: "Crediamo nella cultura della legalita'. Dobbiamo educare i figli ad essere bravi e non furbi". Di Battista ha parlato della collusione dei partiti con il sistema dei finanziamenti e della differenza con il Movimento 5 Stelle: "So che questa forza ha due, tre regolette che mi inducono a essere ottimista". Ha fatto poi appello alla "donazione libera" e a questo punto una signora si e' avvicinata al palco offrendogli una forma di pecorino d'Abruzzo. "Tangenti enogastronomiche - ha scherzato Di Battista - le prendo tutte". "E' buono anche sulla pasta? - ha chiesto alla signora - la prossima volta porti anche quello stagionato". "Schieratevi, schieriamoci. Non e' facile in un paese democristiano come questo, ma io non camperei occupandomi solo degli affari miei", ha aggiunto Di Battista ribadendo che "la politica non e' una professione. Due mandati e a casa. Io vi dico solo venite con noi, dateci una mano, anche in rete".

"Ci dispiace per il Paese, se e' ridotto cosi' e' anche colpa del sistema mediatico. Dal dibattito sono scomparsi i terremotati, gli ultimi in questa Italia sono diventati fantasmi". Cosi', alla stampa, Alessandro Di Battista, a Teramo in sostegno ai candidati Cinque Stelle alle elezioni. Di Battista, alle domande dei cronisti sui mancati stanziamenti sul cratere sismico abruzzese ha risposto: "Dovreste chiederlo al governatore d'Abruzzo, che saltella da una poltrona all'altra - ha detto di Battista - non si e' candidato al Senato? Questa regione ha tanti problemi. Dovrebbe affrontarli e non saltare da una poltrona all'altra", riferendosi al presidente della Regione Luciano D'Alfonso, candidato al Senato con il Pd. "Il Palazzo si dedica solo alle legge elettorale. Gia' iniziano a dire che la prossima legislatura deve partire facendo una nuova legge elettorale". Cosi' Alessandro Di Battista a Teramo. "Io viaggio sempre in camper, per le piazze, c'e' sempre una grande partecipazione, quindi non so", aggiungendo che i cittadini, gli parlano "del lavoro e dei problemi reali che hanno a casa". "Soprattutto tante persone che hanno a casa un figlio, un parente disabile e che lo Stato ha abbandonato". Problemi rispetto ai quali "il Palazzo e' completamente distante". 

 Durante la visita a Teramo di Alessandro Di Battista non e' mancato un siparietto con i cittadini accorsi in piazza ad ascoltarlo. "Ero uno che votava a sinistra" dice l'esponente del Movimento Cinque Stelle. E ad un signore che ribatte lui risponde: "Scusami, hai ragione. Io ho votato Veltroni, scusami. Tu chi hai votato?". Dalla folla qualcuno fa il nome di Occhetto. "Uno ha votato Occhetto... manco me lo ricordavo Occhetto - commenta il pentastellato - ma tanto mo ce lo rimettono. Come Berlusconi, parla ancora di lire, tirera' fuori i sesterzi, i baiocchi romani...a Porta a Porta pensa di essere nel '94".

Leggi Tutto »

D’Alema: Il Partito Democratico mi sembra abbastanza in difficoltà

"Il Partito Democratico mi sembra abbastanza in difficolta'. C'e' questa pressione del ricatto del voto utile, utile non si sa bene a che cosa. C'e' una difficolta': sul Pd si indirizza il senso di scontento, se va oltre i demeriti non lo so perche' non faccio il moralista". Lo ha detto Massimo D'Alema a margine di un incontro elettorale di Liberi e Uguali ad Avezzano. "Chi ha governato non si e' reso conto di quanto fossero vasti il malessere sociale e il senso di protesta dei cittadini, che rischia di indirizzarsi a un voto distruttivo, ai Cinquestelle, ma Salvini lo e' perfino di più". Secondo D'Alema il Movimento "avra' un consenso maggiore di quello che viene percepito. Raccoglie un voto di protesta, un sentimento molto negativo tra le persone che ritengo legittimo, un senso di protesta verso tutto e tutti che si sfoga in quella direzione. E' un termometro del malessere, ma non e' la medicina, non da' le risposte. Il nostro sforzo - ha detto D'Alema - e' far emergere una proposta alternativa di cambiamento rispetto alle politiche di questi anni, orientata verso una maggiore giustizia sociale. Una politica che promuova il lavoro e i diritti dei cittadini, non l'odio contro gli immigrati o l'antipolitica".

"Il sistema Sanitario nazionale sta scricchiolando, e' sull'orlo di una crisi drammatica, se non si assumano 40 mila medici rapidamente, come ha gia' detto Grasso, non saremo piu' in grado di garantire il diritto alla salute dei cittadini", ha detto Massimo D'Alema. "La salute non si paga perche' e' un diritto fondamentale in un paese che invecchia e il bisogno di sanita' cresce, basta tagli alla spesa sanitaria ma bisogna investire sulla sanita' pubblica, rimuovendo anche il numero chiuso per le facolta' di medicina che rappresenta una strozzatura per il fabbisogno sanitario" ha detto D'Alema. "Il ticket e' una tassa sulla malattia, milioni di italiani hanno rinunciato a curarsi; quando si va in giro nei paesi del mezzogiorno si vedono le persone che non si curano piu' i denti perche' non hanno soldi, questa e' la realta' del Paese e' questa altro che stiamo tutti bene come dice il Governo di Roma"

"Rifiutiamo l'idea di immigrazione come criminalita'. Gli immigrati che vengono a lavorare in Italia sono tanti e producono il 12% della ricchezza del Paese, se li cacciamo tutti non si pagano le pensioni degli italiani, visto che rappresentano il 15% dei pagamenti dell'Inps". Cosi' Massimo D'Alema. "Dobbiamo consentire una quota ragionevole di immigrazione legale e riconoscere i loro diritti e combattere immigrazione clandestina con accordi con i paesi di origine. Il tema della sicurezza va oltre l'immigrazione". 

Leggi Tutto »

Benedetto Della Vedova a Pescara, incontro coi candidati di +Europa

Un’Italia di respiro europeo, proiettata all’interno di un’Europa libera, unita e democratica. È questo il concetto centrale del programma elettorale della lista + Europa con Emma Bonino, che sarà sviscerato domani, domenica 18 febbraio alle ore 11 all’Hotel Carlton di Pescara, dal sottosegretario agli Affari Esteri Benedetto Della Vedova e dai candidati abruzzesi alle prossime elezioni politiche.

Della Vedova, ispiratore della lista + Europa assieme a Emma Bonino e Riccardo Magi, sarà domani a Pescara con Piercamillo Falasca, leader e fondatore del movimento Forza Europa e candidato alla Camera dei deputati nel collegio plurinominale Bergamo – Albino. All’incontro partecipano i candidati Nico Di Florio, capolista alla Camera dei deputati nel collegio proporzionale Chieti – Pescara; Carlo Troilo, capolista al Senato nella circoscrizione Abruzzo; Maurizio Di Nicola, consigliere regionale di maggioranza in Abruzzo e candidato alla Camera dei deputati nel collegio proporzionale L’Aquila – Teramo.

«In questa campagna elettorale – sottolinea il candidato di + Europa alla Camera dei deputati Nico Di Florio – il dibattito politico italiano è sempre più condizionato dall’odio e dalla rabbia, mentre è diventata marginale la discussione sul futuro dell’Italia e dell’Europa. Mentre Paesi come la Francia e la Germania coltivano il disegno di un’Europa finalmente unita e democratica, grazie al rafforzamento dell’integrazione europea e alla costituzione degli Stati Uniti Europei entro il 2025, l’Italia invece discute di come affossare questo progetto sotto la spinta dai nazionalismi di destra e del Movimento 5 Stelle. Noi di + Europa, invece, ci poniamo in difesa del disegno europeista e difendiamo con forza l’Europa da coloro che intendono smantellarla. Per affrontare le grandi questioni del nostro tempo occorrono risposte più ampie, che può dare solo un’Italia più europea, all’interno di un’Europa libera, unita e democratica. Per avere più crescita, diritti, democrazia, libertà, opportunità, sicurezza e rispetto dell’ambiente, serve più Europa». 

Leggi Tutto »

Investimenti per 186 milioni per due linee ferroviarie

Il Governo nazionale, nell'ambito del piano di sviluppo delle infrastrutture ferroviarie in Abruzzo, ha ufficializzato l'incremento della dotazione finanziaria per complessivi 186 milioni da destinare a potenziamento ed elettrificazione della linea Terni-L'Aquila-Sulmona per 75 milioni e per il completamento del raddoppio della Pescara-Chieti per 111 milioni. Lo ha reso noto in conferenza stampa a L'Aquila il governatore abruzzese, Luciano D'Alfonso. Le due corpose assegnazioni, finanziate nella legge di bilancio 2018, sono state comunicate al governatore con una lettera del 15 febbraio scorso dell'amministratore delegato di Rfi, Maurizio Gentile. Il governatore ha anche annunciato l'assegnazione di 15 milioni per la progettazione del raddoppio della linea PESCARA-Roma, "un'opera piu' complessa della quale l'ultima volta parlo' Nino Sospiri nel 2001". A questo proposito e' stato ricordato che nel contratto di programma Mit-Rfi relativo alla velocizzazione della Roma-Pescara e' stato previsto un investimento di oltre un miliardo e mezzo di euro". Alla conferenza stampa hanno partecipato l'assessore regionale al Bilancio e alla Programmazione sanitaria, Silvio Paolucci, il direttore generale della Regione, Vincenzo Rivera, i consiglieri regionali Maurizio Di Nicola e Lorenzo Berardinetti. 

Leggi Tutto »

Rotondi: Bisogna fare muro su Forza Italia

Nuovo appello di Gianfranco Rotondi  all’incontro coi vertici nazionali dell’Anmic, svoltosi stamane a Pescara e dedicato ai temi della disabilità: "Non sprechiamo voti - ha detto il deputato di Forza Italia e segretario di Rivoluzione Cristiana, Gianfranco Rotondi - Bisogna fare muro su Forza Italia per darle la forza che ebbe la Dc: solo così si stabilizza un Paese, altrimenti esposto all’avventura dell’antipolitica. Il Movimento Cinquestelle - ha aggiunto Rotondi - è ad un passo dal governo, a causa del voto in libera uscita dal Pd; gli elettori moderati di destra e di sinistra - ha concluso - non disperdano il consenso e utilizzino Forza Italia per mettere in sicurezza il sistema Paese’.

Leggi Tutto »

Piste ciclabili, incontro Castricone – Luciani

Antonio Castricone, candidato PD alla Camera, e Antonio Luciani, sindaco di Francavilla al Mare,sono intervenuti sull'importanza della ciclopedonale sul lungomare cittadino: “Un tratto inserito nei complessivi ottocento chilometri della Ciclovia Adriatica”. 

L'opera, realizzata fra il 2016 e il 2017 è infatti inserita nei ben 820 chilometri della Ciclovia Adriatica che prevede un collegamento continuo da Lignano Sabbiadoro (Ud) al Gargano, nonché tratto importante della futura ciclabile che percorrerà tutta la costa abruzzese. La Ciclovia Adriatica è uno dei dieci itinerari della rete nazionale delle ciclovie turistiche, come previsto dalla legge di stabilità 2016 e dalla legge di bilancio 2017.

Di questo e dei temi elettorali hanno parlato oggi Antonio Castricone e Antonio Luciani, incontrando i cittadini a Francavilla. “Una bella passeggiata insieme ad una persona che quando c'è stato bisogno di un referente in Parlamento si è sempre fatta trovare, pronta a battersi per il territorio” così il sindaco di Francavilla al Mare. “Un percorso bellissimo, questo della ciclopedonale, frutto del lavoro del sindaco” ribatte Antonio Castricone.

“Noi siamo così, al di là dei social, seppur importanti. Riteniamo fondamentale incontrare le persone, guardarle negli occhi e stringerci la mano” hanno detto  il deputato e il sindaco.

“I numeri sul cicloturismo, poi, sono importanti - hanno aggiunto Antonio Castricone e Antonio Luciani -. In Europa genera addirittura un indotto economico di 44 miliardi, con 2 milioni di viaggi e 20 milioni di pernottamenti, secondo le rilevazioni dell'Enit. Senza dimenticare l'approvazione, nello scorso dicembre, della prima legge quadro sulla mobilità ciclistica, un momento importatissimo. Un legge che, come recita già nel suo primo articolo, ha l'obiettivo di promuovere l’uso della bicicletta come mezzo di trasporto sia per le esigenze quotidiane sia per le attività turistiche e ricreative”.

Leggi Tutto »

Sociale, circa 300 le domande presentate per accedere al reddito di inclusione

Sono circa 300 le persone che hanno presentato la domanda per ottenere il Rei, il reddito di inclusione, la misura di contrasto alla povertà erogata dall’Inps. «Dallo scorso 1 dicembre - ricorda il sindaco Francesco Maragno - anche nel nostro Comune, rivolgendosi all’Azienda Speciale, è possibile presentare l’istanza per accedere a questa importante tipologia di contributo. Il Rei non è solo un sostegno economico, una forma assistenzialistica fine a se stessa, ma rappresenta anche una progettualità volta alla reintegrazione e al reinserimento del cittadino nel tessuto economico e sociale».

Il REI si compone di un beneficio economico, erogato per mezzo di una carta di pagamento elettronica, mensilmente. Tale beneficio varia in base al numero dei componenti del nucleo familiare oltre che ovviamente della condizione economica. La carta REI consente prelievi negli ATM Postamat; fare acquisti tramite POS in tutti i supermercati, negozi alimentari, farmacie e parafarmacie abilitati; pagare le bollette elettriche e del gas presso gli uffici postali; e avere uno sconto del 5% sugli acquisti nei negozi e nelle farmacie convenzionate, con l'eccezione degli acquisti di farmaci e del pagamento di ticket. Quando l’INPS riconosce il beneficio, invia a Poste Italiane la disposizione di accredito. Poste emette la Carta REI e tramite lettera invita il beneficiario a recarsi presso qualunque ufficio postale abilitato al servizio per il ritiro. Prima di poter utilizzare la Carta, il titolare dovrà attendere il PIN, che gli verrà inviato in busta chiusa presso l'indirizzo indicato nella domanda.

«Dallo scorso mese di dicembre, i nostri sportelli - dichiara il commissario straordinario dell’Azienda Speciale Luca Cirone - sono stati letteralmente inondati di richieste. Sintomo questo, purtroppo, di una sempre crescente necessità da parte delle famiglie di forme di assistenzialismo. Le domande sono ora al vaglio dell’INPS, che verifica il possesso dei requisiti e in caso positivo riconosce il beneficio. Delle domande pervenute per il momento sono state analizzate circa il 30%. Una volta che l’INPS ci comunicherà gli esiti - dice ancora Cirone - sarà possibile entrare nel pieno della seconda parte della misura, quella più innovativa ed interessante, che consiste nella elaborazione di un progetto personalizzato di inclusione sociale e lavorativa, predisposto dall’Azienda Speciale. Proprio per fornire un servizio di qualità eccellente ai richiedenti abbiamo scelto di dedicare del personale specifico che si occupa della redazione di queste progettualità».

«I progetti che verranno redatti su misura per ciascun utente - conclude il sindaco Maragno - potranno essere un mezzo concreto ed efficace per ridare un giusto stimolo a quanti, per le difficoltà della vita, spesso si sentono scoraggiati. E’ la loro occasione per ricominciare».

Per presentare la domanda è possibile rivolgersi all’Azienda Speciale, nell’area inclusione, di Palazzo Baldoni, dal lunedì al venerdì, tranne il giovedì, dalle 9 alle 12. Lo sportello oltre a dare informazioni e a raccogliere le domande, fornisce anche assistenza nella compilazione delle domande. L’elaborazione dei progetti, invece, verrà gestita su appuntamento.

Leggi Tutto »

Incontro in Regione Abruzzo sul gasdotto Snam

Convocato e presieduto dal Sottosegretario d'Abruzzo Mario Mazzocca il secondo incontro incentrato sulla strategia congiunta per il ricorso amministrativo contro la costruzione della centrale Snam e la realizzazione del tratto Sulmona-Foligno del metanodotto. "Abbiamo unito le nostre forze - spiega Mazzocca -.Dall'incontro precedente, ci siamo confrontati per elaborare la strategia congiunta condividendola dapprima sul piano tecnico-amministrativo e poi sul piano giudiziario per quanto attiene la magistratura amministrativa. I ricorsi saranno differenziati e convergenti verso lo stesso obiettivo. Come di consueto, sono stato, sono e saro' a disposizione per incontrare le realta' associative locali interessate ed agevolarle in questo percorso". Presenti, oltre al Sottosegretario, la Dirigente Servizio Risorse del Territorio Regione Abruzzo Iris Flacco; l'avvocato Stefania Valeri, Responsabile del Servizio Avvocatura Regionale; il vice sindaco di Sulmona Mariella Iommi; i Presidenti di Legambiente e Wwf Giuseppe Di Marco, Luciano Di Tizio e Nicoletta Di Francesco; le associazioni ambientaliste Orsa Pro Natura Peligna con la Presidente Maria Clotilde Iavarone e Pro Natura Abruzzo con la Coordinatrice Piera Di Felice; Mario Di Marco, funzionario del Servizio demanio Civico della Regione Abruzzo; i legali Francesco Febbo (Wwf), Elisabetta Bianchi (Foro di Sulmona) e Sergio Della Rocca per conto dello Studio Legale Celotto, incaricato dal Comune di Sulmona.

Leggi Tutto »

Lorenzin: l’ospedale di Lanciano si fara’

 "E' perentorio, l'ospedale di Lanciano si fara'. Sono qui per vedere il sito dove sorgera'": E' quanto ha detto il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, leader di Civica Popolare, giunta in visita all'ospedale di Lanciano nell'ambito di una serie di incontri elettorali in Abruzzo. "Se fino a questo momento l'accordo di programma tra Regione Abruzzo e Ministero non e' stato firmato e' perche' il direttore generale della Programmazione sanitaria dello stesso ministero e' impegnato in Australia, e al suo rientro, appena sara' atterrato, l'accordo sara' firmato". La programmazione regionale per quanto riguarda il nuovo ospedale di Lanciano ha un costo di 89 milioni di euro e sorgera' su un monoblocco di 6 piani di cui uno interrato. La nuova struttura sanitaria sorgera' nella parte posteriore dell'attuale ospedale dove e' attualmente situata la pista di atterraggio dell'elisoccorso. 

"L'Abruzzo dopo le gravi calamita' naturali che l'hanno martoriata ha bisogno di nuovi ospedali sicuri al 100%. Ai gia' previsti nuovi ospedali di Lanciano, Vasto, Avezzano e Sulmona, abbiamo trovato risorse aggiuntive per il miglioramento degli ospedali di Penne e Teramo", ha aggiunto Lorenzin, che ha parlato anche di vaccini. 

"Vaccinarsi e' l'unica arma che abbiamo. Ai medici dico aiutateci a parlare con i cittadini. Questa e' una battaglia contro un nuovo medioevo e contro chi ha paura".

"Salvini dovrebbe essere sicuramente vaccinato contro un modo di fare politica che per prendere qualche voto in piu' mette veramente a rischio la salute delle persone". Cosi' il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, in un altro appuntamento elettorale a Teramo. "Come ci si vaccina dall'incapacita' e dagli estremisti che oggi sono nel Movimento 5 Stelle e nel centrodestra?" si e' chiesto retoricamente il ministro. "Noi con la Lega Nord di Salvini - ha detto la leader di Civica Popolare -, che ha fatto dell'antiscienza che mette in pericolo la salute dei cittadini con la sua politica, non abbiamo niente a che fare, e abbiamo dato vita a una forza politica della ragionevolezza per la stabilita' di questo paese contro gli estremisti, contro l'antipolitica". "Questa e' la campagna elettorale piu' brutta che abbia mai visto e mai fatto in vita mia: non si parla di economia, non si parla di lavoro, non si parla di politica estera, non hai la possibilita' di esprimere un'idea compiuta sui temi dell'agenda nostra, come ad esempio anche il sostegno della dignita' umana". 

 

Leggi Tutto »

Quagliariello presenta una bozza di testo unico per la ricostruzione

Una sorta di "testo unico sulle ricostruzioni post-terremoto", ovvero una legge organica che riguardi la gestione dell'emergenza e l'avvio della riparazione dei danni in un Paese, l'Italia, tutto a forte rischio sismico. A proporlo, nel corso di un incontro a L'Aquila, il senatore uscente Gaetano Quagliariello, ex ministro per le Riforme nel governo Letta, ricandidato con la coalizione di centrodestra nel collegio uninominale per il Senato L'Aquila-Teramo. "Con la fondazione che presiedo, Magna Charta, e con tanti esperti che provengono da tante universita' italiane, in particolare dal Politecnico di Torino abbiamo preparato questa sorta di testo unico di cui c'e' assolutamente bisogno", spiega. Sono quattro gli "aspetti strategici" citati da Quagliariello.

"Il primo, l'aggiornamento della conoscenza del rischio sismico, perche' le carte sono vecchie e in molti casi imprecise; il secondo, lo stato dei centri storici e anche la creazione di un fascicolo del fabbricato che possa essere una garanzia e che possa in qualche modo dare anche valore al bene. Perche' la casa deve tornare ad essere un bene e non un peso per gli italiani. In qualunque zona si trovi". Il terzo aspetto "riguarda anche il tentativo di reperire fondi privati per la ricostruzione, perche' in realta' bisogna fare i conti con il fatto che siamo un Paese sismico, che tutta l'Italia e' a rischio e che se ogni volta non ci prepariamo a questi eventi ma ogni volta li rincorriamo, i tempi si allungano, L'Aquila ne sa qualcosa, e le spese aumentano. Infine, un quarto aspetto fondamentale: l'educazione. Sull'esempio di altri Paesi, il Giappone, se c'e' un'educazione al rischio sismico si sa come affrontare una evenienza di questo tipo, si risparmiano vite umane".

Quagliariello dice la sua anche sulle assicurazioni dal rischio sismico sui fabbricati: "E' una strada da esperire, ma e' evidente che non puo' essere una strada che viene fatta pagare da chi ha avuto gia' tanti problemi anche sotto l'aspetto economico - premette - Sicuramente si potrebbe aprire un'immediata sperimentazione per quel che riguarda gli edifici pubblici. E questo e' un punto dolente della ricostruzione dell'Aquila". 

Leggi Tutto »