Politica

Pescara, Confcommercio contraria alle domeniche ecologiche per ridurre lo smog

No alle domeniche ecologiche "o ad altri provvedimenti di facciata inutili a risolvere il problema smog e dannosi per il commerciO". Questo quanto afferma in una nota il presidente della Confcommercio PescaraFranco Danelli sottolineando che "ancora una volta, dopo il tentativo scongiurato nell'imminenza del Natale, apprendiamo con sconcerto che il Comune di Pescara avrebbe intenzione di varare provvedimenti di limitazione al traffico veicolare per ridurre il problema dello smog. Ripetiamo che domeniche ecologiche, targhe alterne o provvedimenti similari sono solo provvedimenti di facciata fatti per dimostrare di avere fatto qualcosa o per accontentare qualche associazione ma assolutamente inutili per risolvere il problema inquinamento".

"Siamo invece favorevoli - dice Danelli - ad incrementare le corse dei Bus Navetta gratuiti per favorire coloro che intendono lasciare l'auto nei parcheggi di scambio, tra cui il parcheggio della stazione, ad attivare corse di bus elettrici sulla strada parco, a favorire le piste ciclabili sicure da realizzare sui marciapiedi eliminando quelle pericolose sulla strada. Ribadiamo che Pescara e' una citta' a vocazione commerciale che vive sulle attivita' del commercio, del turismo e dei servizi, attivita' che non possono essere mortificate da decisioni improvvisate e non concordate con i portatori di interesse". Il presidente di Confcommercio Pescara torna poi a elencare le misure che da sempre l'associazione ha proposto per la mitigazione della questione polveri sottili: - abbassamento del livello del riscaldamento negli uffici pubblici a 18 gradi, promuovendo al contempo la sostituzione degli impianti a gasolio con sistemi meno impattanti e contestuale invito alla cittadinanza a tenere il livello del riscaldamento sotto i 20 gradi; - attuazione di un programma sistematico di lavaggio delle strade dalle quali si alzano le polveri sottili depositate dagli impianti di riscaldamento; - maggiore efficienza ambientale del trasporto pubblico, attraverso utilizzo di bus elettrici; - attuazione di un piano integrato della mobilita' che preveda un piano del traffico, dei parcheggi e dei trasporti con istituzione continuativa dei bus navetta dal parcheggio della Stazione.

Leggi Tutto »

L’Aquila, riscoperta la facciata di palazzo dell’Emiciclo

A quasi due anni dall'inizio dei lavori, avviati l'11 gennaio 2016, dopo il terremoto, è stata riscoperta in questi la facciata del complesso di Palazzo dell'Emiciclo, sede del Consiglio regionale dell'Abruzzo, a L'Aquila. Lo comunica l'associazione di imprese che sta portando avanti il restauro. "I lavori strutturali sono ultimati e l'installazione di tutti gli isolatori è terminata; sono stati realizzati i nuovi solai; ai piani superiori è conclusa la disposizione interna delle tramezzature e la schermatura degli impianti tecnologici". Ultimata anche la realizzazione strutturale della sala ipogea, uno dei punti di forza del progetto che occupa circa 600 metri quadrati che sarà anche sala per il Consiglio regionale, dotata di 186 posti a sedere, e sala convegni-auditorium con 250 posti. Nato sulle basi di una chiesa seicentesca, poi affiancata da un monastero, il palazzo è opera dell'architetto Carlo Waldis. Si presenta con un ricco portico di stile ionico a forma semicircolare. Il piano superiore, di stile corintio, posa su una larga terrazza. 

Leggi Tutto »

Rifiuti di Roma, riunione in Regione Abruzzo

Riunione lampo, nella sede della Regione Abruzzo a Pescara, del tavolo operativo che dovra' valutare la questione dell'eventuale trasferimento di un ulteriore quantitativo di rifiuti dal Comune di Roma in Abruzzo. Hanno partecipato il presidente della Regione, Luciano D'Alfonso, il sottosegretario alla presidenza della Giunta, con delega all'Ambiente, Mario Mazzocca, e il segretario particolare del presidente, Enzo Del Vecchio. Durato circa mezz'ora l'incontro era propedeutico ad approfondimenti che la Regione dovra' fare nei prossimi giorni. "Devo ricordare che l'Abruzzo gia' dal 2015 opera in soccorso di Roma, con un accordo di programma stipulato con la Regione Lazio per trattare 180 tonnellate al giorno nell'impianto Aciam di Aielli" aveva detto Mazzocca confermando, inoltre, che prima di Natale dalla Regione Lazio "e' pervenuta un'ulteriore richiesta per vedere se c'era la possibilita' di trattare circa 100 tonnellate al giorno di rifiuti provenienti dall'ambito di Roma Capitale"

Leggi Tutto »

Lanciano avrà una scuola dell’infanzia ecosostenibile

Una scuola dell'infanzia in legno, su un unico piano, ideata con i piu' moderni criteri antisismici e produzione di energia elettrica con pannelli fotovoltaici, ampie vetrate, disposta in direzione sud-est per sfruttare al meglio la luce naturale: e' quella prevista dal progetto presentato oggi dal sindaco di Lanciano, Mario Pupillo, e dall'assessore all'Istruzione, Giacinto Verna. Costera' un milione 100 mila euro, somma proveniente da fondi comunali. A febbraio il bando di gara, a giugno previsto l'inizio lavori. "Pensiamo di completare la scuola, che ospitera' 90 bambini - ha spiegato Pupillo - per l'anno scolastico 2019-2020. Sorgera' su un terreno comunale di 630 metri quadri. Per noi rappresenta un prototipo di scuola moderna e totalmente sicura come esempio per l'intero comprensorio". L'edificio, progettato dallo Studio Ucci Architetti di Lanciano, verra' coibentato con lana di roccia, i pannelli fotovoltaici produrranno 15 kw di energia. All'interno verra' realizzata una piazza dove i bambini potranno svolgere attivita' comuni. Ci sara' anche un giardino di 16 metri quadri con alberi. "Questa scuola - ha aggiunto Pupillo - risponde alle nuove esigenze per fornire nuovi servizi di eccellenza e al passo coi tempi dal punto di vista della ecosostenibilita' ambientale e sicurezza per i bambini e lavoratori. Per la sicurezza delle scuole cittadine abbiamo progetti per 5 milioni di euro, di cui 3,2 gia' finanziati",

Leggi Tutto »

Chieti, finanziato progetto anti violenza 

Il Comune di Chieti e' stato ammesso ad un finanziamento di circa 35 mila euro da parte del Dipartimento per la Salute e il Welfare della Regione Abruzzo nell'ambito del progetto 'Antigone' finalizzato al sostegno e all'implementazione delle attivita' del Centro Antiviolenza Alpha e della Casa Rifugio a indirizzo segreto per donne e minori vittime di violenza. Lo rende noto l'assessore alle Pari Opportunita' Emilia De Matteo. "Nel corso dell'ultimo anno il Centro Antiviolenza Alpha ha visto aumentare le richieste d'aiuto e la presa in carico delle donne vittime di violenza - dice la De Matteo - grazie anche all'attivita' di costante collaborazione con la Rete Istituzionale cittadina, realizzata a seguito della firma del Protocollo istituzionale avvenuta il 30 aprile 2015. Le richieste di aiuto sono, infatti, aumentate del 40% e, in alcuni casi, provengono anche da fuori regione. Il dato piu' rilevante e' relativo alla violenza psicologica pari al 26%; seguono la violenza fisica (24%) e quella economica (17%) mentre e' in progressivo aumento lo stalking (22%). Il 65% di maltrattamenti e abusi avviene per mano del marito, il 31% del compagno mentre il 2% dall'ex marito-partner, il restante 2% avviene per mano di un familiare. Il maltrattante ha, dunque, le chiavi di casa". Il progetto finanziato si pone diversi obiettivi fra i quali dare continuita' e migliorare l'attivita' di accoglienza e di sostegno delle donne nonche' di prevenzione e cura in relazione ai fenomeni di violenza di genere o intra familiare, implementare i percorsi di sostegno psico-sociale alle donne vittime di violenza, promuovere, insieme alle donne, un'autonomia personale e sociale finalizzata alla costruzione di un nuovo progetto di vita affiancate da personale qualificato, diffondere la cultura della non violenza attraverso convegni, seminari e incontri formativi durante l'attuazione del progetto, offrire risposte giuridiche alle problematiche legate al diritto di famiglia mediante consulenze legali alle donne in situazioni di violenza di genere o intra familiare, prendere in carico donne e minori in situazione di violenza intra-familiare e violenza assistita. 

Leggi Tutto »

Musei d’Abruzzo, oltre 120 mila visitatori nel 2017

Nei musei d'Abruzzo 122.718 visitatori e incassi per 116.619 euro nel 2017. Sono i dati, ancora provvisori, diffusi dal Mibact, ministero dei Beni e delle attivita' culturali e del turismo, che per l'Italia ha registrato un incremento, rispetto al 2016, di circa 5 milioni di visitatori e 20 milioni di euro di incassi. Questa la classifica dei musei statali abruzzesi per numero di visitatori: Castello Piccolomini di Celano (L'Aquila) 22.703; Museo Casa Natale di Gabriele D'Annunzio a PESCARA16.663; Museo Archeologico Nazionale d'Abruzzo di Villa Frigerj a Chieti 16.051; Museo Nazionale d'Abruzzo a L'Aquila 11.621; Museo Archeologico La Civitella a Chieti 10.070; Abbazia di Santo Spirito a Morrone a Sulmona 4.461. Tra i luoghi della cultura a ingresso gratuito in Abruzzo l'Abbazia di San Clemente a Casauria, in provincia di Pescara, e' stata visitata da oltre 14.000 persone. Seguono l'area archeologica di Amiternum, nella provincia de L'Aquila, con oltre 7.700, e il Santuario dell'Ercole Curino a Sulmona (L'Aquila) con 6.735 ingressi.

Leggi Tutto »

Rifiuti da Roma, D’Alfonso chiede chiarezza

 "Noi vogliamo conoscere le quantità, i tempi e quello che si sta facendo per riorganizzare il ciclo dei rifiuti a Roma. Cioè quanto deve durare questa solidarietà che noi vogliamo mettere in campo e soprattutto qual è lo sforzo straordinario che sta facendo Roma per non trovarsi permanentemente nell'emergenza. All'interno di questa cornice, poiché non siamo al mercato tra soggetto istituzionale e soggetto istituzionale, precisiamo anche i valori economici". Così Luciano D'Alfonso, presidente regione Abruzzo in merito all'ipotesi che l'Abruzzo accolga l'eccesso di rifiuti di Roma. "Noi intanto - sottolinea D'Alfonso - siamo abituati a fare le istruttorie, tenendo da conto che non stiamo parlando di fesserie, né per quanto riguarda la città di Roma, che rappresenta un valore per la collocazione turistica e culturale non solo del Lazio ma dell'intera Italia, nè per quanto riguarda l'Abruzzo che deve decidere di accogliere".

Leggi Tutto »

Febbo: D’Alfonso e Mazzocca dicano verità sulla gestione dei rifiuti

"Il Governo regionale a guida D'Alfonso faccia immediatamente piena luce e soprattutto dica tutta la verita' su quantita', qualita', tipologia, sulla collocazione e sulla lavorazione dei rifiuti che la nostra Regione si accinge ad accogliere da Roma per destinarli nei vari centri di stoccaggio. Non vorrei che l'incapacita' amministrativa dei Cinque Stelle si trasformasse in occasione ghiotta di business selvaggio e incontrollato a discapito dei nostri impianti e del nostro Piano rifiuti". Questo il commento del Consigliere regionale di Forza Italia Mauro Febbo. "All'indomani dell'approvazione in Consiglio regionale del nuovo Piano Rifiuti, a meta' dicembre scorso - spiega Febbo - avevo gia' lanciato l'allarme sull'enorme e ingiustificata quantita' di rifiuti che l'Abruzzo si accingeva ad accogliere dalla Citta' di Roma, con il silenzio assenso del Movimento 5 Stelle locale (e quello ancora piu' 'complice' dei cosiddetti ambientalisti) mentre il delegato alle Politiche ambientali, il sottosegretario Mario Mazzocca, aveva liquidato il mio intervento come 'chiacchiere da bar". 

Leggi Tutto »

Montorio al Vomano, si dimettono 7 consiglieri e un assessore

Aleggia lo spettro del commissariamento a Montorio al Vomano, dove si sono dimessi cinque consiglieri del gruppo di maggioranza "Si puo' fare Montorio e frazioni 2.0" Angela Di Giammarco, Eleonora Cimini, Sergio Rossi e Giancarlo Foglia e Agnese Testa (quest'ultima con ruolo anche di assessore) e l'assessore Alfonso Di Silvestre. Dimissioni alle quali sono seguite, poco dopo, quelle dei consiglieri del gruppo di minoranza Montorio Democratica Angelo di Donatantonio e Margherita Formicone, che hanno portano a 7 il totale dei consiglieri dimissionari. Di fatto la maggioranza piu' uno del consiglio comunale. Tutto ruota, adesso, attorno al fatto che le dimissioni dei sette non sarebbero state presentate contestualmente. Da qui il confronto tra l'amministrazione e il Prefetto per sciogliere ogni dubbio sul futuro dell'amministrazione. "La strada probabilmente sara' quella del commissariamento - sottolinea il sindaco Gianni Di Centa - essendo di fatto nell' impossibilita' di fare la surroga. Scriveremo comunque al Prefetto e vedremo se ci sono altre strade da seguire e la possibilita' di andare avanti". Amministrazione appesa ad un filo, dunque, con gli ormai ex rappresentanti della maggioranza che hanno affidato le proprie motivazioni ad una nota in cui accusano il sindaco di aver tradito lo spirito dell'originario progetto, di ispirazione civica. Tradimento che si sarebbe concretizzato "con la campagna di tesseramento diretta e indiretta nel Partito Democratico finalizzata a soppiantare la dirigenza del circolo comunale nel congresso che si e' tenuto ad ottobre 2017, al fine di garantirsi, presumibilmente, una continuita' dell'impegno amministrativo nell'ambito dello stesso partito". Quello stesso Pd, sottolineano gli ex consiglieri di maggioranza, dal quale lo stesso Di Centa era uscito sbattendo la porta. Una situazione a fronte della quale il gruppo dimissionario avrebbe atteso fino a oggi sperando "in un ravvedimento e nella possibilita' che il progetto civico potesse andare avanti". Ravvedimento che non sarebbe arrivato. E se nel dimettersi non hanno cercato il coinvolgimento della minoranza, parte di quest'ultima li ha seguiti autonomamente. 

Leggi Tutto »

‘La Raggi dichiari l’emergenza ed una Regione come la nostra ha il dovere di dare una mano ‘

"La Raggi dichiari l'emergenza ed una Regione come la nostra ha il dovere di dare una mano alla Capitale (come gia' accade ed accaduto in passato), ma se fanno pure i sostenuti dicendo che loro non hanno problemi allora non vi e' necessita' dell'Abruzzo, quindi ognuno si tiene i propri rifiuti". Ad affermarlo e' il consigliere regionale abruzzese del Pd, Camillo D'Alessandro. "Tuttavia mi chiedo - riprende D'Alessandro - cosa sarebbe accaduto a parti inverse? Se per caso a governare Roma ci fossimo noi, mentre alla Regione i 5Stelle, i vari esponenti locali, i vari Pettinari? Ci vuole leale collaborazione tra Istituzioni - chiarisce D'Alessandro - tuttavia l'accoglienza ha senso solo in condizione di emergenza di un territorio, della Capitale, altrimenti perche' saturare i nostri impianti per incapacita' altrui? "

Un vertice tecnico amministrativo e' in programma domani in Regione Abruzzo tra il sottosegretario alla Presidenza della Giunta regionale con delega all'Ambiente, Mario Mazzocca, e il presidente della Regione, Luciano D'Alfonso, per valutare la questione del trasferimento dei rifiuti dal Comune di Roma in Abruzzo. Lo ha annunciato lo stesso Mazzocca sottolineando che saranno fatte "valutazioni politiche" sulla vicenda

Leggi Tutto »