Politica

D’Alfonso: alta riabilitazione per l’ospedale di Popoli

Il futuro dell'ospedale di Popoli è l'alta riabilitazione, il nosocomio abruzzese diventerà infatti Centro di riferimento regionale per la riabilitazione, ma ospiterà anche attività chirurgica in elezione programmata cioè non d'urgenza. Per l'immediato, intanto, si pensa di potenziare il pronto soccorso, in difficoltà per le carenze di organico, e di incrementare il numero dei posti letto di riabilitazione ridotti anche in virtù della situazione post-sisma. E' quanto emerso, questa mattina, a Pescara, in Regione Abruzzo, nel corso di due riunioni presiedute dal presidente della Giunta regionale, Luciano D'Alfonso. Alla prima hanno preso parte anche il direttore generale della Asl di Pescara, Armando Mancini, l'assessore ai Lavori pubblici, Donato Di Matteo, il parlamentare Antonio Castricone, il direttore regionale del Dipartimento Salute, Angelo Muraglia, il direttore dell'Agenzia sanitaria regionale, Alfonso Mascitelli, rappresentanti dell'amministrazione comunale di Popoli ed il direttore di riabilitazione, Carlo Antonio D'Aurizio mentre alla seconda, incentrata sul destino del polo chirurgico, sono intervenuti i direttori delle Unità operative interessate.

Leggi Tutto »

Carenza di infermieri a Sant’Omero, il sindacato annuncia possibile sciopero

Fallito il tentativo di conciliazione per la vertenza aperta dal Nursind sulle condizioni lavorative del personale infermieristico del reparto di medicina dell'Ospedale di Sant'Omero, il sindacato preannuncia la possibilita' di nuove azioni di protesta, senza escludere di arrivare allo sciopero del personale. La decisione e' arrivata al termine dell'incontro in Prefettura del 9 gennaio, in cui non e' stato trovato nessun accordo. "Dopo un'ampia discussione sulle motivazioni che hanno indotto questa organizzazione sindacale a dichiarare lo stato di agitazione, il NurSind ha presentato le sue proposte per superare le attuali criticita' nel reparto di medicina di Sant'Omero - sottolinea il segretario provinciale del Nursind Giuseppe De Zolt - l'aumento del personale infermieristico e ausiliario o, in alternativa, la diminuzione dei posti letto. I rappresentanti dell'azienda durante il confronto non hanno aggiunto elementi nuovi, limitandosi a ribadire l'assegnazione all'unita' operativa di due nuovi infermieri che non sono affatto sufficienti per colmare la carenza evidenziata". Carenza che, scrive il sindacato, a fronte di una pianta organica che prevede 16 infermieri e 12 Oss per 32 posti letto, si concretizza in solo 12 infermieri (comprese le due nuove assegnazioni e due part-time) e 8 Oss (di cui 4 con contratto in scadenza il 28 febbraio 2017).

"Tre unita' infermieristiche sono in maternita': quindi i due infermieri assegnati non basterebbero neanche a sopperire alla loro momentanea assenza" aggiunge il sindacato, che stigmatizzando l'assenza all'incontro del direttore generale e del direttore sanitario "i riserva di intraprendere prossimamente azioni di protesta che possono prevedere anche lo sciopero del personale, sempre nel rispetto della normativa vigente

Leggi Tutto »

Multimodal Hub Sharing, il Comune di Montesilvano partecipa al Programma di mobilità sostenibile del Ministero dell’Ambiente

Il Comune di Montesilvano ha presentato la domanda di partecipazione al “Programma sperimentale Nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro”, approvato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

«In un’ottica di condivisione di risorse e idee  - spiega l’assessore ai Lavori Pubblici, Valter Cozzi – il nostro Comune si è unito a quelli di Spoltore, Francavilla al Mare, Città Sant’Angelo e San Giovanni Teatino -  per partecipare a questo programma che può rappresentare un’opportunità non solo di incentivare la mobilità sostenibile, ma anche di sviluppare la vocazione turistica dell’intera area metropolitana».

Il Programma prevede “il finanziamento di progetti, predisposti da uno o più enti locali e riferiti ad un ambito territoriale con popolazione superiore a 100.000 abitanti, diretti ad incentivare iniziative di mobilità sostenibile, incluse progettualità di piedibus, di car-pooling , di car-sharing, di bike-pooling e di bike-sharing, la realizzazione di percorsi protetti per gli spostamenti, anche collettivi e guidati, tra casa e scuola, a piedi o in bicicletta, di laboratori e uscite didattiche con mezzi sostenibili, di programmi di educazione e sicurezza stradale, di riduzione del traffico, dell'inquinamento e della sosta degli autoveicoli in prossimità degli istituti scolastici o delle sedi di lavoro, anche al fine di contrastare problemi derivanti dalla vita sedentaria. Tali programmi possono comprendere la cessione a titolo gratuito di «buoni mobilità» ai lavoratori che usano mezzi di trasporto sostenibili”. La richiesta di co - finanziamento presentata dal gruppo di Comuni, di cui l’Ente montesilvanese è partner capofila, ammonta a 571.560 €.

«Con Multimodal Hub Sharing -  afferma ancora Cozzi -  sarà possibile riqualificare spazi urbani dedicati a sistemi di interscambio modale eco efficienti e sostenibili, in grado di garantire in un’unica area servizi di trasporto alternativi, ad energia rinnovabile. La zona individuata sul nostro territorio è quella dei Grandi Alberghi, punto nodale nell’accoglienza turistica della nostra città. Attraverso il progetto, potremo dunque razionalizzare ed efficientare le infrastrutture ed i servizi relativi al trasporto pubblico locale tra la costa e la collina, mettendoci in sinergia, attraverso un protocollo d'intesa con i 4 Comuni di Francavilla al Mare, Spoltore, Città Sant’Angelo e San Giovanni Teatino».

Leggi Tutto »

Spending review, Di Pangrazio illustra i tagli alle spese

Un risparmio che arrivera' a 10 milioni di euro in dieci anni con un taglio del 33%: questo il traguardo raggiunto dall'operazione spendig review al Consiglio regionale d'Abruzzo, tra le prime regioni, nel 2012, a togliere i vitalizi per i consiglieri regionali. A presentare i dati il presidente del Consiglio regionale, Giuseppe Di Pangrazio nella conferenza stampa annuale organizzata a Palazzo dell'Emiciclo all'Aquila. "Non parliamo solo di tagli agli sprechi ma soprattutto di razionalizzazione della spesa", ha spiegato Di Pangrazio, sottolineando la crescita della qualita' legislativa e il calo del contenzioso. "Nel 2016 - ha riferito il presidente del Consiglio regionale d'Abruzzo, dove la maggioranza e' di centrosinistra - sono state approvate 50 leggi, di cui due impugnate dal Governo, contro le 42 approvate nel 2015 di cui sette impugnate. Per quanto riguarda il capitolo risparmio, in particolare dal 2009 alla proiezione del 2019 il risparmio e' attestato a poco piu' di 9 milioni di euro mentre nell'ultimo periodo, in continuita' con la linea strategica della passata legislatura, dal 2014 con una proiezione al 2019 il taglio della spesa si attesta a oltre un milione e mezzo. Spiccano le spese di rappresentanza passate da 65mila del 2013 a 19mila del 2016. Di Pangrazio ha sottolineato il lavoro di presidenza per fare del Consiglio regionale d'Abruzzo una "casa di vetro per i cittadini" con il parcheggio utilizzato anche da altri lavoratori del centro storico, una biblioteca pubblica e la donazione della ex sede della Presidenza al Gran Sasso Institute. Per il capitolo conciliazione, il Corecom ha registrato 5.600 ricorsi nel 2016 contro i 5.300 dell'anno precedente, con 4.649 istanze chiuse con esito positivo. Un Consiglio sempre piu' social con 1.303 notizie pubblicate e un totale di 11.150 accessi diretti, 140 mila visualizzazioni twitter e 500mila contatti Facebook. Infine le criticita', una su tutte il rapporto con la Corte dei Conti: "Tra gli obiettivi 2017 - ha concluso Di Pangrazio - l'attivazione di un rapporto di collaborazione preventiva"

L'attivita' istituzionale del Consiglio regionale nel 2016 e' inoltre caratterizzata da un numero considerevole di sedute: sono 199 quelle delle Commissioni consiliari (di cui 142 con audizioni) e 39 le sedute della Conferenza dei Capigruppo. L'attivita' legislativa dell'anno appena trascorso si e' inoltre contraddistinta anche per un rigorosa attivita' di delegificazione, segno di ulteriore attenzione per la manutenzione del corpus legislativo regionale. La semplificazione normativa ha condotto alla predisposizione di Testi Unici: quello sul Commercio che e' gia' stato approvato e quello sull'Urbanistica Regionale che e' in corso di elaborazione. E ancora il fronte risparmi: a partire dalla programmazione 2015, la prima successiva all'insediamento della vigente legislatura, sono stati stabiliti chiari indirizzi strategici da parte dell'Ufficio di Presidenza, che hanno determinato conseguentemente la riduzione del fabbisogno finanziario. Da ultimo, il bilancio per l'annualita' 2017 e per il triennio 2017/2019, recentemente approvati con valore autorizzativo della spesa, confermano il virtuoso risparmio che portera' il costo del Consiglio regionale nel 2019 ad essere pari a 24,2 milioni di euro. I tagli in totale ammontano al 33% dal 2009 al 2019. "Sono dati positivi che dimostrano come il Consiglio abbia lavorato e prodotto norme di qualita'", ribadisce il presidente Di Pangrazio sottolineando che "il taglio dei costi iniziato nella precedente Legislatura e' proseguito senza indugi, nello sforzo di consegnare agli abruzzesi una struttura amministrativa efficiente e leggera nella convinzione che la politica debba vivere vicino ai cittadini".

Di Pangrazio ha infine concluso presentando gli obiettivi che nel 2017 l'Istituzione regionale ha messo nell'agenda delle priorita': la revisione di alcune norme del Regolamento interno per i lavori del Consiglio regionale per assicurare rapidita' e certezza nei lavori dell'aula e delle Commissioni, una maggiore collaborazione con le strutture della Giunta per quelle attivita' che richiedono sinergie come la formulazione di Testi Unici di settore nonche' la verifica contabile delle coperture delle leggi, instaurare un piu' proficuo rapporto con la Sezione di controllo della Corte dei Conti ai fini della Relazione annuale

p. di fel.

Leggi Tutto »

Abbandono dei rifiuti, Maragno: “Tolleranza zero contro gli incivili”

«Con l’inizio del nuovo anno, stiamo proseguendo a ritmi serrati l’intensa attività volta ad individuare e sanzionare tutti quegli incivili che con atti selvaggi ed irrispettosi danneggiano il decoro della città e ancor di più nuocciono ai montesilvanesi stessi». A parlare è il sindaco di Montesilvano Francesco Maragno in merito alle azioni messe in atto dall’Amministrazione nel contrasto a chi abbandona i rifiuti in città. «Solo nel 2016, grazie al sistema delle fototrappole -  ricorda il primo cittadino – abbiamo individuato oltre 50 persone che hanno abbandonato rifiuti ingombranti lungo le strade di Montesilvano, trattandole come discariche a cielo aperto. Sono state dunque comminate circa 16.000 euro di sanzioni. Molte delle contravvenzioni sono state notificate a residenti di Comuni limitrofi che hanno scelto di sfigurare la nostra città abbandonando i loro rifiuti. Un anno, quello appena trascorso, durante il quale abbiamo incrementato i controlli. Questa stessa direzione -  dice ancora il sindaco -  la seguiremo nel corso del 2017, proseguendo in tale linea durissima contro tutti gli incivili. Stiamo valutando inoltre di inasprire le sanzioni, con la speranza di debellare un triste fenomeno che non può e non deve appartenere ad una società civile e rispettosa».

Ultima azione, in ordine di tempo, ha visto la Polizia Locale di Montesilvano impegnata nell’individuazione di un incivile che oltre un mese fa ha abbandonato circa 40 pneumatici lungo via De Gasperi.

«Diverse settimane fa -  spiega l’assessore alla Polizia Locale, Valter Cozzi -   abbiamo amaramente scoperto un enorme quantitativo di pneumatici usurati che erano stati abbandonati lungo via De Gasperi. Abbiamo immediatamente fatto analizzare, dalla nostra Polizia Locale, le immagini scattate dal sistema delle fototrappole. Tuttavia non è stato possibile leggere la targa del veicolo. Sono scattate così delle indagini che hanno condotto all’individuazione del responsabile. Tale vicenda potrebbe avere risvolti, non solo amministrativi, ma anche penali».

Per programmare il ritiro dei rifiuti ingombranti è possibile contattare il numero verde 800 195315 dal lunedì al sabato dalle 8 alle 12. Per informazioni l'Ati composta da Formula Ambiente e dalla Sapi ha messo a disposizione il numero telefonico 085 8620552, quello di fax 085 8620741 o la mail: montesilvano@formulambiente.it.

Leggi Tutto »

Nuovo rinvio per le elezioni provinciali di Pescara

Ancora un rinvio, a causa del maltempo, per le elezioni per il Consiglio provinciale di Pescara. Gia' slittate da domenica a domani, a causa della tanta neve caduta nei giorni scorsi nel Pescarese e del ghiaccio, le elezioni sono state nuovamente differite e si svolgeranno sabato 14 gennaio. "Domani si sarebbero dovute svolgere le elezioni per il Consiglio Provinciale di Pescara, gia' differite a causa dell'ondata di maltempo che ha colpito la provincia - afferma il presidente dell'ente, Antonio Di Marco - tuttavia il persistere dei recenti eventi meteorologici impongono di procedere ad un ulteriore differimento delle elezioni. Oggi ho firmato il provvedimento che dispone che le elezioni elettorali si svolgano sabato 14 gennaio, dalle ore 8 alle 20, nella sala Tinozzi del Palazzo della Provincia. I sindaci sono pregati di notificare la nuova data ai propria consiglieri".

Leggi Tutto »

Regione Abruzzo, in pensione in 169

Sono 169 dipendenti della Regione Abruzzo andati in pensione con i requisiti anti riforma Fornero al 31 dicembre 2016. E adesso ci sarà il via all'iter per nuove assunzioni. Questa mattina una rappresentanza dei neo pensionati è stata ricevuta, a Pescara, nella sala "Filomena Delli Castelli", per un saluto ed un ringraziamento dal presidente della Giunta regionale, Luciano D'Alfonso. La Regione Abruzzo ha messo in atto il provvedimento dopo aver chiuso il quadro dei trasferimenti di personale dalle Province dopo la Riforma Delrio. Il presidente D'Alfonso ha ringraziato gli ex dipendenti per il lavoro svolto in tanti anni di servizio, è per ognuno di loro ha lasciato aperta la porta di una possibile collaborazione con un supplemento di riconoscimento sull'esempio dei volontari della Protezione civile.

Leggi Tutto »

Riqualificazione delle periferie, pubblicata la graduatoria dei progetti

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.4 del 5 gennaio 2017 il decreto della presidenza del Consiglio dei Ministri del 6 dicembre 2016 con il quale e' stata approvata la graduatoria del Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle citta' metropolitane e dei Comuni capoluogo di provincia. Il progetto presentato dall'amministrazione comunale di Pescara ha ricevuto 65 punti classificandosi al 46esimo posto su un totale di 120 progetti presentati.

Il bando della Presidenza del Consiglio ha messo sul piatto 500 milioni di euro, 18 milioni per i capoluoghi per riqualificazione urbana e delle periferie. "Dalla partnership che ne e' nata, sono arrivati progetti che ci hanno consentito una posizione ottima in classifica e la possibilita' di promuovere da un lato la mobilita' ciclabile, poi la viabilita', la riqualificazione urbana e interventi di natura sociale", afferma Del Vecchio. Risorse, sottolinea, che valgono come moltiplicatore, perche' gli interventi progettati arrivano a un monte di investimenti pari a 58 milioni di euro, di cui: 18 milioni in fondi statali, 2.310.000 milioni con risorse comunali, 300.000 euro di fondi Fas e 37.513.984 di risorse private. Nel dettaglio dei 18 milioni ci sono 1.055.000 per la mobilita' ciclabile (completamento rete ciclabile in varie zone); 6.118.000 euro per la viabilita' (Tiburtina, San Donato, Via Pantini e PUMS); per la riqualificazione urbana 6.827.000 euro (a Zanni, Borgo Marino, Fontanelle, San Donato, Citta' della Musica e Lungofiume); i rimanenti 4 milioni sono destinati ad interventi sociali. Tutto il programma si regge su progetti conformi al Prg, specie quelli di Fontanelle, che con il recupero di tutti i piani terra delle abitazioni Ater per persone disabili risponde ad una doppia richiesta e a San Donato, dove nascera', come ha proposto l'istituto Volta un incubatore occupazionale per giovani, un laboratorio per creare occupazione e opportunita'.

Leggi Tutto »

Il nuovo consiglio provinciale di Teramo

Il risultato delle elezioni di secondo livello per il rinnovo del consiglio provinciale di Teramo ha rotto l'equilibrio nella distribuzione della vecchia assise: il centrosinistra conquista sette consiglieri, il centrodestra cinque, perdendone uno rispetto alle elezioni del 2014. Al passo indietro della lista della coalizione che governa il Comune di Teramo, per la cui organizzazione si erano spesi alla vigilia il deputato di Ncd, Paolo Tancredi, e il vicepresidente del Consiglio regionale d'Abruzzo, il forzista Paolo Gatti, fa riscontro il successo della lista 'La Casa dei Comuni', una delle due di centrosinistra e sostenuta dal presidente della Provincia, Renzo Di Sabatino - eletto nel 2014 e in carica fino al 2018 -: ad essa vanno cinque consiglieri, mentre due sono quelli eletti dalla seconda lista, che faceva riferimento alla segreteria provinciale del Pd. Del consiglio uscente gli unici confermati sono i consiglieri di Teramo, Maurizio Verna, e l'assessore delegato alla viabilita', Mauro Scarpantonio per il centrosinistra e il sindaco di Penna Sant'Andrea, Severino Serrani per il centrodestra che tra l'altro e' l'unico primo cittadino nel nuovo consiglio. Tre le donne elette, due per la maggioranza e una all'opposizione, rispettivamente Ambra Foracappa, consigliere comunale di Alba Adriatica, e Federica Vasanella di Giulianova, e Linda Angela Di Francesco, consigliere a Silvi. Gli altri eletti di maggioranza sono Giuseppe Cantoro (Pineto), Mario Nugnes (Roseto), Mirko Rossi (Mosciano); quelli dell'opposizione Alberto Covelli (Teramo), Federico Agostinelli (Campli) e Domenico Pavone (Atri)

Leggi Tutto »

Sociale, De Martinis: “Inizia un nuovo percorso con l’associazione Misericordia di Montesilvano”

«Un esempio di cittadinanza attiva. Una realtà associativa che ha scelto di mettere al servizio della collettività, in collaborazione con il Comune, attività, professionalità e servizi in favore soprattutto delle categorie svantaggiate o in difficoltà». Così l’assessore alle Politiche Sociali annuncia un nuovo progetto che interesserà tutto il 2017. «Abbiamo ricevuto una interessante proposta dall’Associazione Misericordia di Montesilvano che ha deciso di fornire alla collettività una ricca serie di attività. Abbiamo valutato molto positivamente questa proposta, chiaro simbolo di quei valori di partecipazione e sussidiarietà ai quali crede fortemente la nostra Amministrazione. Abbiamo dunque deciso di condividere la realizzazione di questo progetto, riconoscendo all’associazione una somma di 6.000 euro che servirà a supportare l’associazione nell’acquisto di un’autoambulanza».

I servizi proposti sono quelli di pronto soccorso ed intervento locale in casi di calamità; opere di assistenza agli emarginati e ai più deboli; supporto agli indigenti; assistenza a malati, anziani e bisognosi, nonché la realizzazione di un servizio in bici serale con 2 defibrillatori anche sulle spiagge locali.

«Il nostro territorio può contare su realtà associative valide e con grandi professionalità che possono collaborare concretamente con il nostro Ente e supportarci così con efficacia e competenza in progetti che hanno rilievo e sono di impatto positivo sulla collettività».

Leggi Tutto »