Sport

Pescara, primo allenamento per Muntari

Una settimana decisiva, questa, per il Pescara che dopo la sconfitta contro il Napoli, dovra' assolutamente cercare di battere domenica all'Adriatico con il Sassuolo. Una gara, quella con gli emiliani particolare anche perche' all'andata i biancazzurri, sconfitti per 2-1 sul campo, poi ottennero dal giudice sportivo il 3-0 a tavolino per l'utilizzo irregolare, da parte dei nerazzurri, dell'attaccante Antonino Ragusa. A parlare a nome della squadra e' stato oggi il capitano dei biancazzurri, Memushaj che ha commentato anche il trasferimento in biancazzurro dell'ex centrocampista di Milan e Inter Muntari: "Con il suo arrivo si rinforza il centrocampo. Ci dara' una grande mano e con lui saremo anche piu' esperti. Purtroppo per la classifica che ci vede ultimi non e' stata sottolineata come forse si doveva la prestazione di Napoli. E' un momento difficile. Siamo a fare i conti con tante situazioni sfavorevoli. Ci sono stati tanti infortuni ma questo non deve essere un alibi per noi. Bisogna cambiare assolutamente rotta, ci vogliamo salvare a tutti i costi e ci crediamo". Questo pomeriggio sotto una fitta pioggia hanno effettuato il primo allenamento agli ordini del tecnico Oddo, il ghanese ex Milan e Inter Muntari, e il giovane di proprieta' della Juventus Grigoris Kastanos.

Rey Manaj intanto è ufficialmente un giocatore del Pisa. Il club toscano comunica di aver acquisito il diritto alle prestazioni sportive dell'attaccante Rey Manaj. Il giocatore albanese, classe 1997, Manaj arriva con la formula del prestito dall’Inter: in questa prima parte di stagione ha vestito la maglia del Pescara collezionando 12 presenze (2 reti) in serie A. Con la maglia dell’Inter Manaj è sceso in campo in 4 occasioni dopo aver vissuto una importante esperienza in Lega Pro a Cremona: con i grigiorossi 23 presenze e 2 reti. Con la Nazionale maggiore dell’Albania ha collezionato 3 presenze (1 gol segnato), dopo aver percorso tutta la trafila nelle rappresentative giovanili. Il giocatore è già a disposizione dello staff tecnico.

Leggi Tutto »

Pescara, ceduto Forte al Carpi

Il Pescara sempre molto attivo sul mercato. La societa' biancazzurra ha infatti operato ufficialmente oggi la cessione a titolo temporaneo, del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Luca Forte (23),che passa dal Teramo calcio, dove ha militato nella prima parte di stagione, al Carpi sino al 30 giugno 2017 con opzione del diritto di riscatto a favore della squadra emiliana. Intanto dopo le ultime nevicate in mattinata e' stato spalato il campo del centro sportivo Poggio degli Ulivi di Citta' S. Angelo per permettere alla squadra di Oddo di poter riprendere gli allenamenti in vista della gara di domenica all'Adriatico con il Sassuolo.

Leggi Tutto »

Il Napoli sconfigge il Pescara 3-1

Il Napoli ci mette quattro minuti a disinnescare il Pescara al 'San Paolo'. Dopo un primo tempo pigro, in apertura di ripresa il micidiale uno-due di Tonelli e Hamsik mette a posto le cose. Nel finale tris del solito Mertens. Il rigore di Caprari in pieno recupero (dopo una simulazione di Mitrita) e' buono solo per le statistiche. La squadra di Sarri sale a 41 punti e tiene dietro Lazio e Milan (che comunque deve recuperare una partita). Biancazzurri inchiodati a 9 punti. I partenopei nel primo tempo sonnecchiano, invischiati nel pressing a tutto campo degli ospiti, che scendono in campo senza i due volti nuovi della difesa Bovo e Stendardo. C'e', invece, Gilardino. Le defezioni (Gyomber, Campagnaro, Zampano, Manaj, Bahebeck e Pepe per citarne alcune) costringono Oddo a schierare Benali e Verre come esterni a tutta fascia nel 3-5-2 ma la sua squadra tiene comunque il campo con ordine, mentre sul fronte opposto il tridente veloce Insigne-Mertens-Callejon si muove poco senza palla e le occasioni latitano. Quella piu' pericolosa capita sui piedi di Hamsik all'8'. Il capitano azzurro se la costruisce da solo: dribbling secco su Benali al limite e rasoterra di poco sul fondo.

Tra gli ospiti la sorpresa e' Alessandro Bruno, 33 anni, una vita in B e Lega Pro e titolare al San Paolo, che detta i tempi del gioco e si butta su tutti i palloni. Per il resto, poco o nulla da segnalare: un destro insidioso di Insigne deviato in angolo dalla schiena di Zuparic, un paio di incursioni a destra di Callejon e, poco prima del duplice fischio, due punizioni alte di Insigne e Caprari. Solo un'invenzione o un calcio piazzato possono sbloccare una partita cosi' complicata per i campani. E cosi' e': dopo appena due minuti dal rientro in campo Jorginho mette al centro una punizione dalla sinistra, Tonelli indisturbato non sbaglia di testa davanti a Bizzarri. Tredicesima rete su palla inattiva subita quest'anno dalla squadra di Oddo. Al 4' tocco sotto di Zielinski a scavalcare la difesa, Hamsik tutto solo non sbaglia il piatto mancino al volo da due passi. Raddoppio peraltro nato da una gran parata di Bizzarri in uscita su Callejon. Sarri si sara' fatto sentire negli spogliatoi, il Napoli sembra trasformato. Brivido per Reina al 21': Strinic si addormenta, sul suo passaggio troppo corto si avventa come un falco Gilardino che fallisce la chance per riaprire il match. A parte questo sussulto, pero', la partita scivola via senza grossi patemi per la banda di Sarri. Callejon al 28' sbaglia ancora un'occasione per arrotondore, Mertens sfiora il tris da fuori area, Jorginho ci va ancora piu' vicino centrando la traversa con un collo pieno in perfetta coordinazione: altra decisiva deviazione di Bizzarri. Insigne (33') cerca ancora la via della rete con una giocata da calcetto (dribbling in area e tocco con la punta) per festeggiare la 150^ presenza in A con i partenopei prima di essere sostituito con Giaccherini. Dai e dai, il 3-0 arriva: Mertens prima sfiora il palo con un destro dal limite, poi si infila come lama nel burro nella difesa ospite deviando comodamente da un metro l'assist al bacio di Allan. Gli ospiti, spariti gia' dopo il 2-0, restano a guardare fino al triplice fischio. O quasi: in pieno recupero Mitrita si guadagna un rigore su Hysaj con una simulazione evidente (al replay), Gavillucci ci casca e Caprari rende il passivo meno pesante dal dischetto.

Dopo appena due minuti dal rientro in campo Jorginho mette al centro una punizione dalla sinistra, Tonelli indisturbato non sbaglia di testa davanti a Bizzarri. Tredicesima rete su palla inattiva subita quest'anno dalla squadra di Oddo. Lo spumante e' 'stappato', il Napoli affonda: al 4' tocco sotto di Zielinski a scavalcare la difesa, Hamsik tutto solo non sbaglia il piatto mancino al volo da due passi. Raddoppio peraltro nato da una gran parata di Bizzarri in uscita su Callejon. Sarri si sara' fatto sentire negli spogliatoi, il Napoli sembra trasformato. Brivido per Reina al 21': Strinic si addormenta, sul suo passaggio troppo corto si avventa come un falco Gilardino che fallisce la chance per riaprire il match. A parte questo sussulto, pero', la partita scivola via senza grossi patemi per la banda di Sarri. Callejon al 28' sbaglia ancora un'occasione per arrotondore, Mertens sfiora il tris da fuori area, Jorginho ci va ancora piu' vicino centrando la traversa con un collo pieno in perfetta coordinazione: altra decisiva deviazione di Bizzarri. Insigne (33') cerca ancora la via della rete con una giocata da calcetto (dribbling in area e tocco con la punta) per festeggiare la 150^ presenza in A con i partenopei prima di essere sostituito con Giaccherini. Dai e dai, il 3-0 arriva: Mertens prima sfiora il palo con un destro dal limite, poi si infila come lama nel burro nella difesa ospite deviando comodamente da un metro l'assist al bacio di Allan. Gli ospiti, spariti gia' dopo il 2-0, restano a guardare fino al triplice fischio. O quasi: in pieno recupero Mitrita si guadagna un rigore su Hysaj con una simulazione evidente (al replay), Gavillucci ci casca e Caprari rende il passivo meno pesante dal dischetto.

 

Leggi Tutto »

Dal 17 al 20 gennaio al PalaRoma torna il Trofeo di San Sebastiano 2017

Prende il via martedì 17 gennaio il Trofeo di Calcio a 5  “San Sebastiano 2017”, il torneo organizzato dal Gruppo Sportivo Polizia Municipale città di Montesilvano, giunto alla sua diciassettesima edizione, in onore di San Sebastiano Martire, Santo Patrono dei “Vigili Urbani d’Italia”.

«Il Trofeo di San Sebastiano -  spiega l’assessore alla Polizia Locale Valter Cozzi -  è divenuto negli anni un appuntamento importante per la città nonché di rilievo nazionale. Questa diciassettesima edizione sarà peraltro arricchita da una partecipazione addirittura internazionale, con la presenza  del Gruppo Sportivo dello Sportovní Klub Policie di Praga». Oltre alla compagine della Repubblica Ceca, al PalaRoma di Montesilvano fino al 20 gennaio saranno protagonisti la squadra dei Carabinieri, il Gruppo Sportivo Polizia Municipale città di Montesilvano e la Rappresentativa Italiana A.S.P.M.I. (Associazione Sportiva Polizie Municipali d’Italia). L’incontro Carabinieri vs G.S. Polizia Municipale Montesilvano, del 17 gennaio alle 18:00, sarà la partita inaugurale del torneo. Seguirà la sfida Sportovní Klub Policie – Praha vs Rappresentativa Italiana ASPMI. La finale si disputerà il 20 gennaio con inizio alle ore 16:00.

Fanno parte della squadra Abruzzese: Di Teodoro Alberto (P) – Foglia Nando (K) – Di Vincenzo Fabio – Albertini Marco – Di Fiore Paolo – Speranza Marco – Bonanni Francesco – Fedele Armando – Visioni Roberto – Trave Dino (P) – Cilli Nicolino – Stefano Ferrante – Cesaroni Corrado, allenatore  Roberto Marzoli. Lo staff: Castorani Pasquale – Castorani Giancarlo – Di Ridolfi Luca, Dott. Lezzerini Luigi ed il massaggiatore Fusco Ciro. Nella scorsa edizione, il Gruppo Sportivo P.M. Montesilvano, si è aggiudicato l’ambito Trofeo, battendo in finale la Rappresentativa Italiana ASPMI. Inoltre a novembre 2016, al PalaSpeca di San Benedetto del Tronto, si è aggiudicata la Coppa Italia di Calcio a 5, organizzata dall’ ASPMI, battendo in finale il Gruppo Sportivo di Castellammare di Stabia.

Leggi Tutto »

Oddo: per noi è un periodaccio

Alla vigilia della proibitiva gara di domani al San Paolo, e' tornato a parlare oggi, al centro sportivo Poggio degli Ulivi di Citta' Sant'Angelo, il tecnico del Pescara Massimo Oddo che, prima della partenza per la Campania, non ha potuto evitare di parlare dell'emergenza assenze soprattutto nel reparto arretrato.

"Ho solo tre difensori a disposizione che sono Coda, Crescenzi e Stendardo, e per questo ho deciso di aggregare alla prima squadra i giovani Delli Carri, Maloku e Pompetti che e' un classe 2000. Fortunatamente Fornasier e' disponibile e lo porteremo con noi, per il resto ne' Cubas ne' Zuparic potranno essere convocati. Gli infortuni - ha detto Oddo - fanno purtroppo parte del gioco del calcio. Questo per noi e' un periodaccio. Ci sono nove infortunati di cui cinque con traumi riportati da scontri di gioco. Dobbiamo fare di necessita' virtù". Nonostante una rosa ridotta ai minimi termini, l'allenatore degli abruzzesi spiega quello che cerchera' di fare la sua squadra, anche perche' impostare una gara in difesa sarebbe un suicidio.

"Non si puo' pensare di andare a Napoli a chiudersi. Andremo a giocarcela cercando di essere bravi nelle ripartenze e attenti quando ci attaccheranno". L'ultima battuta del tecnico pescarese in conferenza stampa e' stata per l'ultimo arrivato: "Alberto Gilardino e' il giocatore che ci e' mancato fino a questo momento. Una pedina importante per questa squadra"

Leggi Tutto »

Pescara, nuovo infortunio per Campagnaro

Non ci sara' a Napoli per giocare contro la sua ex squadra. L'argentino del Pescara Hugo Campagnaro, che era uscito ieri pomeriggio dal campo, pochi minuti dopo l'inizio dell'amichevole con il Teramo, e' tornato a fare i conti con un problema al polpaccio destro. Nel pomeriggio di oggi sono stati resi noti i risultati degli esami strumentali che hanno evidenziato una lesione muscolare. Il 36enne giocatore biancazzurro saltera' anche la gara casalinga con il Sassuolo. Per Oddo e' emergenza difesa, con il reparto ridotto ai minimi termini. Oltre allo squalificato Biraghi, a Napoli mancheranno anche i difensori Gyomber, Zampano, Vitturini e Bovo. Potrebbe essere recuperato, ma solo per la panchina Fornasier. Sta rientrando a Pescara il croato Dario Zuparic dopo il mancato trasferimento ai turchi del Kasimpasa. Sara' il tecnico Massimo Oddo a decidere per una sua eventuale convocazione per la gara del S. Paolo dove dovrebbe esordire il baby Maloku.

Leggi Tutto »

Pescara, presentato l’argentino Cubas

Andres Cubas, centrocampista centrale 20enne, arrivato in Abruzzo nel mercato di gennaio, e' stato presentato questo pomeriggio al centro sportivo Poggio degli Ulivi, prima dell'amichevoli fra i biancazzurri e il Teramo. Seguito nei mesi scorsi dalla Juventus, Cubas e' pronto a dare una mano alla squadra di Massimo Oddo: "Dopo le vacanze di Natale si e' parlato della possibilita' di venire a Pescara e non ci ho pensato due volte. Spero di giocare tanto e aiutare il Pescara a conquistare la salvezza. Non penso alla Juve. Il mio primo obiettivo e' far bene con i biancazzurri. Arrivo in un campionato difficile come quello italiano ma per me e' anche una grande opportunita'". Piu' che all'ex biancazzurro Torreira, a cui e' stato accostato, Cubas si ispira al pescarese doc Marco Verratti. "E' un grande giocatore. Torreira l'ho visto giocare poco. Verratti e' un campione come lo e' stato Gattuso".

A Pescara Cubas ritrova i connazionali Bizzarri e soprattutto Campagnaro. "Hugo l'ho conosciuto di persona qui a Pescara. Ho visto tante sue partite in televisione. Gioca da tanti anni in Italia e conosce bene il vostro calcio". Cubas e' in attesa del transfert. "Spero arrivi prestissimo. Io sono pronto per giocare se il mister lo riterra'". Giocare domenica al S. Paolo nello stadio che ha consacrato il suo connazionale piu' illustre, Diego Armando Maradona sarebbe davvero un sogno. Transfert permettendo.

Leggi Tutto »

Infortunio per Francesco Zampano

Infortunio per Francesco Zampano. Il calciatore - informa la societa' abruzzese - a seguito di un fortuito scontro di gioco, si e' sottoposto ieri a esami strumentali che evidenziano una distorsione alla caviglia sinistra con una previsione di stop quantificabile in 15 giorni piu' rivalutazione

Leggi Tutto »

Pescara, amichevole col Teramo

Sara' il Teramo l'avversario del Pescara nel match che si disputera' domani pomeriggio alle 14.30 al centro sportivo Poggio degli Ulivi di Marina di Citta' S. Angelo (Pescara). Lo ha comunicato questa mattina la societa' biancazzurra. Contro i biancorossi di Lamberto Zauli, militanti nel girone B di Lega Pro, Massimo Oddo fara' le prove generali in vista della gara di campionato in programma domenica 15 gennaio alle 15 al S. Paolo di Napoli. Previsto anche l'impiego dell'ultimo arrivato, il 20enne centrocampista argentino Andres Cubas (ex Boca Juniors) che e' pero' in attesa del transfert.

Leggi Tutto »

Il ct Ventura a Pescara, colloquio con Oddo e Sebastiani

Mattinata pescarese per il Ct della Nazionale Italiana Giampiero Ventura che questa mattina alle 11 e' arrivato presso il centro sportivo Poggio degli Ulivi di Citta' S. Angelo per assistere all'allenamento dei biancazzurri, intrattenendosi a colloquio con l'allenatore biancazzurro Massimo Oddo e il presidente Daniele Sebastiani, e visitando poi la struttura in cui si allenano, oltre alla prima squadra, le formazioni giovanili della societa' adriatica. Successivamente il commissario tecnico dell'Italia Ventura, accompagnato dal patron biancazzurro ha visitato il Convitto del Pescara di via Arrone, dove alloggiano i ragazzi delle squadre minori non residenti in Abruzzo.

"Piacevolmente sorpreso dal Pescara". E' il giudizio del ct azzurro Gian Piero Ventura, che nel suo tour fra le sedi delle squadre di serie A ha fatto tappa oggi in Abruzzo. "Ho visto strutture importanti che sicuramente aiutano a far crescere i giovani e offrono la giusta tranquillita' per il lavoro quotidiano della prima squadra, con foresterie, campi di allenamento, palestre. Non mi aspettavo tutto questo", confessa Ventura che concede una battuta sulla delicata situazione di classifica della squadra di Oddo: "devo dire che gli ultimi acquisti da parte del Pescara con Bovo, Stendardo, Gilardino, possono dare quel qualcosa in piu' sotto il profilo dell'esperienza, sicuramente venuta meno in questa prima parte di campionato. Sono convinto che non sia detta ancora l'ultima parola e che da qui alla fine il Pescara puo' ancora sperare". E sui tanti giovani biancazzurri chiosa: "li conosco bene, tanto che gia' ne ho convocati tre e che fanno parte di quel progetto importante che stiamo cercando di attuare soprattutto con le pre convocazioni nazionali volto alla valorizzazione di tutti quei giovani talenti italiani".

Leggi Tutto »