In Breve

Chieti, pazienti di Ginecologia trasferite in altro corpo dell’ospedale

A seguito delle forti scosse di terremoto avvertite anche a Chieti questa mattina, e' stato deciso di trasferire temporaneamente le pazienti ricoverate nel reparto di Ginecologia e Ostetrica dell'ospedale di Chieti dal corpo C al corpo B. "Pur non essendo state riscontrate crepe, lesioni o danni in generale, abbiamo preso tale decisione per dare maggiore tranquillita' alle pazienti", spiega il direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti, Pasquale Flacco. "Le pazienti - aggiunge Flacco - occupavano i letti del 13-¦ e 14-¦ livello del corpo C che, com'e' noto, viene progressivamente svuotato a seguito di un accertamento, eseguito da tecnici incaricati dalla Regione Abruzzo qualche anno fa, che ne ha messo in dubbio le garanzie di stabilita' da un punto di vista sismico. Nell'unita' operativa questa mattina ci sono stati momenti di forte paura a causa delle scosse avvertite in modo netto dalle degenti e dal personale, spaventati dal timore di trovarsi in un luogo vissuto come poco sicuro. Al fine, dunque, di riportare tranquillita', la Direzione aziendale ha optato per il trasferimento delle circa 15 ricoverate al 12-¦ livello del corpo B, in attesa di effettuare ulteriori verifiche con il supporto di organismi tecnici competenti in materia".

Leggi Tutto »

Tollo da 3 giorni senza luce, abitanti esasperati

Dopo tre giorni senza energia elettrica, gli abitanti di Tollo, uno dei tanti comuni della provincia di Chieti colpiti dall'eccezionale ondata di maltempo, sono esasperati. E il primo e' il sindaco, Angelo Radica, che da lunedi' si e' messo in moto sullo spazzaneve, con i tecnici comunali, per cercare di alleviare i disagi dei circa 4mila concittadini, ma attende ancora l'arrivo dei generatori chiesti ieri all'Enel. "Oggi, come e' comprensibile, alcuni cittadini mi hanno preso a male parole" dichiara il sindaco. Le circa duemila utenze del paese sono senza corrente dalle 8 di lunedi' scorso e, dice il sindaco, solo il 60% della popolazione ha un caminetto in casa. Con il paese sotto un metro di neve. Su Facebook nel primo pomeriggio Radica aveva scritto: "Cio' che sta succedendo con l'energia elettrica e' inammissibile. Io da lunedi' mattina chiamo Enel ogni ora. Ieri mi hanno detto che era complicato fare la riparazione. Ho chiesto di portarmi tre generatori". Che ora pare siano in viaggio e dovrebbero arrivare presto, assicurano dall'Enel, viabilita' permettendo. "Abbiamo avuto due emergenze sanitarie - racconta il sindaco - di malati dipendenti dalle macchine. Alla fine abbiamo chiesto per loro due generatori portatili alla Croce Rossa e alla Protezione Civile. Ora io andro' in giro con il megafono per informare i cittadini della situazione". Oltre all'energia elettrica manca anche l'acqua nelle frazioni Colle Cavalieri e Sabatiniello.

Leggi Tutto »

Intrappolati dalla neve,salvati nell’aquilano dalla Finanza

Ad Aringo, frazione di Montereale, sono rimasti intrappolati dentro casa per tutta la giornata cercando disperatamente di uscire fuori ma il figlio da solo non ha potuto fare nulla per aiutare la madre invalida e anziana costretta a letto. A salvarli due uomini della Guardia di Finanza e della Protezione civile Abruzzo che dopo aver creato un piccolo sentiero con le pale scavando nella neve alta oltre un metro e mezzo, sono riusciti a raggiungere i due e a portarli in salvo. Sia madre che figlio sono stati accompagnati nella tensostruttura di Montereale dove saranno assistiti e rifocillati

Le squadre dei vigili del fuoco sono arrivate a Campotosto, nell'Aquila, una delle località più vicine all'epicentro delle nuove scosse di terremoto registrate oggi nel Centro Italia. I vigili, si legge nel profilo Twitter, hanno recuperato da sotto le macerie un bambino e la mamma, entrambi vivi ma in ipotermia. E' in corso "elitrasporto in ospedale con Drago54", spiegano.

Leggi Tutto »

Città Sant’Angelo crolla la copertura della tribuna dello stadio

Crollata, a causa del maltempo, la copertura della tribuna dello stadio comunale 'Leonardo Petruzzi' di Citta' Sant'Angelo. La tettoia, realizzata in legno lamellare e inaugurata nel 2011, e' venuta giu' dopo che i tiranti hanno ceduto sotto al peso della neve. La struttura, in contrada Alzano, e' chiusa al pubblico e l'area e' stata messa in sicurezza. Nella cittadina angolana situazione piuttosto critica a causa dell'ondata di maltempo. Al momento in quattromila sono senza corrente elettrica e ci sono anche problemi per quanto riguarda l'acqua corrente. Nei punti piu' alti di Citta' Sant'Angelo la neve ha raggiunto il metro e 20.

Leggi Tutto »

Comune di Penne delibera stato d’emergenza

La giunta comunale di Penne ha deliberato lo stato di emergenza e di calamita' naturale per via dei danni provocati dalla neve e dall'interruzione di energia elettrica che ha coinvolto tutto il territorio comunale. Il sindaco di Penne, Mario Semproni, ha sospeso (con ordinanza) anche per i giorni di mercoledi' e giovedi', 18 e 19 gennaio, le attivita' didattiche delle scuole di ogni ordine e grado nel territorio comunale, nonche' dell'asilo nido comunale di via Guido Rossa. Chiusi anche i cimiteri comunali e parchi. La decisione e' stata assunta a seguito delle abbondanti nevicate delle ultime ore. "Siamo in ginocchio, abbiamo danni ovunque e frazioni ancora isolate nonostante il duro lavoro e il piano neve scattato gia' dalle prime ore della scorsa notte", ha detto il sindaco Mario Semproni.

Leggi Tutto »

Chiusi gli uffici regionali a L’Aquila

Il direttore generale della Regione Abruzzo, Cristina Gerardis, in una nota, ha comunicato che nella giornata di domani, giovedi' 19 gennaio, gli uffici regionali delle sedi dell'Aquila rimarranno chiusi in forza di ordinanza del prefetto dell'Aquila. Mentre gli uffici di Pescara verranno sottoposti a verifica speditiva da parte di ingegneri nella prima mattinata di domani; pertanto, i dipendenti, potranno accedere agli uffici a partire dalle 10:30, orario in cui presumibilmente le verifiche saranno terminate. Anche gli uffici dell'Aquila, nella giornata di domani, e in vista dell' apertura del giorno successivo (salvo sopravvenienze), saranno sottoposti ad analoghi controlli

Leggi Tutto »

Roseto, chiusa chiesa Ss Annunziata ed evacuato il Comune

L’amministrazione comunale di Roseto in una nota ricorda i numeri per le urgenze:

085 8995192 fino alle ore 22

328 8604694 anche durante tutta la notte.

Dopo la scossa di terremoto delle 11,15 gli amministratori sono andati in diverse zone del territorio rosetano per controllare la situazione. Il sisma ha causato danni anche alla chiesa Santissima Assunta. Il sindaco Sabatino Di Girolamo, il vicesindaco Simone Tacchetti, l’assessore Nicola Petrini, sono immediatamente andati per un sopralluogo, ed è stato deciso a titolo cautelativo di chiudere la chiesa fino al compimento di più approfonditi esami. Nel contempo il Comune è stato evacuato dai dipendenti presenti, sempre a titolo cautelativo; rimangono gli amministratori e alcuni dipendenti necessari per il funzionamento del Coc.

 

Leggi Tutto »

Città Sant’Angelo, crolla parte del tetto della chiesa di San Bernardo

Crollata, sotto al peso della neve, parte del tetto della chiesa di San Bernardo, nel centro storico di Citta' Sant'Angelo. La struttura era stata danneggiata dal terremoto del 2009 e da allora era chiusa. Il cedimento odierno non ha provocato feriti. Il sindaco, Gabriele Florindi, parla di una situazione "disastrosa" nella cittadina: "Non smette di piovere, frane su frane, zone allagate, migliaia di persone senza luce e problemi nell'approvvigionamento idrico a causa di una rottura alla condotta principale". Sotto monitoraggio il fiume Saline, al confine con Montesilvano, e il torrente Piomba. Il primo cittadino smentisce categoricamente "alcune bufale circolate sui social, secondo cui sarebbe crollata la torre campanaria".

Leggi Tutto »

Il sindaco di Penne scrive a Gentiloni per chiedere aiuto

Il sindaco di Penne Mario Semproni ha inviato una lettera al presidente del Consiglio Paolo Gentiloni per segnalare ''la drammatica situazione del nostro Comune: non riusciamo piu' a intervenire con le nostre risorse. Abbiamo bisogno di aiuto, serve l'intervento dell'Esercito, della Protezione Civile Nazionale. Siamo senza luce e riscaldamento da 48 ore, abbiamo problemi con l'ospedale e i dializzati. Penne non e' un paesetto, ma un centro importante di 13 mila abitanti. Siamo stremati - dice il sindaco - la gente e' nel panico e continua a nevicare. Aiutateci per favore'

Leggi Tutto »