Politica

Sclocco: non rinnego il percorso fatto

"Non rinnego neanche un secondo il percorso fatto. Neanche un secondo - esordisce cosi' l'assessore regionale di LeU, Marinella Sclocco, commentando i risultati del voto - le antenne tese sui territori ci avevano fatto capire, chiaramente e piu' di un anno fa, che le politiche di quel centrosinistra non davano alcuna risposta alle persone, che c'era un vento diverso ed una voglia forte di stravolgere tutto". "Abbiamo per questo iniziato un percorso diverso - spiega Sclocco - sperando di contenere l'emorragia, di dire almeno al popolo di sinistra, che l'alternativa c'era ed era Liberi e Uguali. Io sono di sinistra, non posso rinnegare i miei valori e diventare altro - continua - abbiamo fondato un movimento di sinistra perche' per me e per molti di noi quella e' la visione piu' giusta e in soli 3 mesi siamo andati alle elezioni. Con molti tumulti, ma abbiamo fatto le liste e la campagna elettorale: una campagna bella, fatta sui territori, una campagna vera. Mai un passo indietro rispetto a questo progetto e un grande sostegno ai candidati che si sono impegnati a dare e a costruire in cosi' breve tempo un'alternativa e delle risposte chiare per raggiungere l'obiettivo di ridare una casa a quanti sembravano averla perduta". E ancora: "Quando la politica non riesce piu' a dare risposte - conclude l'assessore LeU - si radicalizza e ritornano forze estremistiche che attecchiscono laddove i problemi sono piu' gravi. Perche'? Perche' queste forze si mascherano da potenza decisionista, che millanta risposte forti ai problemi e che ora, vedremo, se riuscira' a dare davvero soluzioni. Lo spero perche' ho a cuore la mia Italia. Le nostre sono e saranno sempre risposte di sinistra, costruite sui diritti e sulle comunita' e non sui muri, e sono certa che se anche il percorso si allunga, da li' dobbiamo ripartire. E lo faremo

Leggi Tutto »

Camera, eletto Andrea Colletti nel collegio di Pescara

L'avvocato Andrea Colletti del Movimento 5 Stelle conferma la sua elezione alla Camera, superando nel collegio di Pescara il candidato del centrodestra Guerino Testa. 

 

COLLETTI ANDREA 67.001 41,3 - MOVIMENTO 5 STELLE 64.299 41,3 TESTA GUERINO 55.323 34,1 - FORZA ITALIA 22.163 14,2 - LEGA 21.292 13,7 - FRATELLI D'ITALIA CON GIORGIA MELONI 8.286 5,3 - NOI CON L'ITALIA - UDC 1.236 0,8 ALLEGRINO ANTONELLA 27.796 17,1 - PARTITO DEMOCRATICO 21.769 14,0 - +EUROPA 2.962 1,9 - CIVICA POPOLARE LORENZIN 1.534 1,0 - ITALIA EUROPA INSIEME 578 0,4 MARTELLI IVANO 4.437 2,7 - LIBERI E UGUALI 4.178 2,7 GALLERATI FRANCA 2.561 1,6 - POTERE AL POPOLO! 2.456 1,6 CAVALIERO LAURA 1.504 0,9 - CASAPOUND ITALIA 1.439 0,9 MARCOTULLIO GIOVANNI 1.436 0,9 - IL POPOLO DELLA FAMIGLIA 1.376 0,9 PACE LORENZO 920 0,6 - PARTITO COMUNISTA 874 0,6 D'ERCOLE BEATRICE 646 0,4 - ITALIA AGLI ITALIANI 632 0,4 BLASIOLI FABIO PIETRO 376 0,2 - 10 VOLTE MEGLIO 348 0,2 SALIS PAOLA 305 0,2 - PARTITO VALORE UMANO 291 0,2 

Leggi Tutto »

Avezzano, il Sindaco scioglie la Giunta comunale

 Il sindaco di Avezzano, Gabriele De Angelis, ha sciolto la Giunta comunale, composta dal vicesindaco Emilio Cipollone, e dagli assessori Crescenzo Presutti, Felicia Mazzocchi, Fabrizio Ridolfi, Kathia Alfonsi, Guido Gatti e Angela Salvatore. La scelta arriva in seguito all'applicazione della sentenza del Consiglio di Stato che ha disposto una nuova composizione del Consiglio Comunale e che ha modificato l'assetto politico-amministrativo mettendo l'attuale sindaco in minoranza. "Rinnovo ai miei assessori l'incondizionata stima personale e professionale - ha detto il sindaco - li ringrazio per il lavoro portato avanti in questi mesi. Il provvedimento e' finalizzato a verificare la possibilita' di prosecuzione del mandato amministrativo". Nel frattempo, il sindaco ha anche annunciato che mercoledi', alle 12, nella sala consiliare del Comune di Avezzano, terra' una conferenza stampa per la formalizzazione delle dimissioni annunciate nei giorni scorsi. 

Leggi Tutto »

Elezioni, ecco i Ministri promossi e quelli bocciati dal voto

Promozioni e bocciature eccellenti tra i ministri che si presentavano nei collegi uninominali. Stop per il ministro dell'Interno Marco Minniti nel collegio Camera di Pesaro, terzo con il 27,89 per cento con 246 sezioni su 301 scrutinate. Stessa situazione per la ministra della Difesa Roberta Pinotti, al 26,72 per cento nel collegio Senato di Genova, con 424 sezioni scrutinate su 566. Solo secondo nel collegio Camera di Ferrara il titolare dei Beni culturali Dario Franceschini, al 29,12 quando mancano da scrutinare soltanto due delle 330 sezioni. Staccano direttamente il biglietto per Montecitorio, senza dover quindi aspettare il recupero nel proporzionale, il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan, che a Siena è al 36,18 per cento, quando sono state scrutinate 279 sezioni su 293; il titolare delle Infrastrutture Graziano Delrio, in corsa a Reggio Emilia, che si attesta al 35,9 per cento con 180 sezioni su 205 scrutinate; il ministro per lo Sport Luca Lotti, al 40,54 per cento nel collegio di Empoli con 9 sezioni delle 260 complessive da scrutinare; la ministra della Salute Beatrice Lorenzin, che a Modena ottiene il 36,9 per cento con lo spoglio ultimato in 234 sezioni su 275. Stop invece nel collegio uninominale Camera di Sassuolo per il ministro della Coesione territoriale Claudio De Vincenti, terzo al 27,64 per cento con una cinquantina di sezioni ancora da scrutinare. In ritardo anche la ministra dell'Istruzione, Valeria Fedeli, che nel collegio Senato di Pisa insegue con il 31,58 per cento la candidata del centrodestra Rosellina Sbrana, che si attesta al 33,21 per cento, quando per ultimare lo spoglio mancano ancora 69 delle 502 sezioni

Leggi Tutto »

Elezioni, Pezzopane: colpo storico contro il Pd

 "Il Partito Democratico subisce un arresto storico, un colpo storico: e' un risultato drammatico a livello nazionale. A livello regionale avvertivo un forte distacco, una rabbia nei confronti del Partito Democratico di Renzi, una rabbia a volte talmente profonda da non riuscire a risolverla: E questa rabbia non ha trovato soluzione, e' diventata voto di protesta e voto di rifiuto contro il Partito Democratico e contro Renzi". Lo ha detto la senatrice Stefania Pezzopane (Pd) commentando l'esito delle elezioni.

Leggi Tutto »

Di Matteo chiede le dimissioni di D’Alfonso

 "Il risultato del Pd e del centrosinistra in Abruzzo e' stato piu' negativo di quelle che potevano essere le previsioni e del risultato nel Paese, e per questo credo che il presidente della Regione D'Alfonso abbia un'unica strada che e' quella delle dimissioni per lanciare un segnale di serieta' dopo la sconfitta, dando dimostrazione di umilta' e di coerenza di fronte a questi risultati". Lo ha detto l'assessore regionale Donato Di Matteo, commentando i risultati delle elezioni in Abruzzo in chiave centrosinistra. "Questo e' il risultato figlio - ha detto ancora Di Matteo - di chi ha governato con arroganza la Regione. E' stata sbagliata l'impostazione perche' non si capito quale e' il ruolo dell'amministratore regionale e oggi ne paghiamo le conseguenze con una sciagura a livello politico". 

Leggi Tutto »

Pagano: D’Alfonso dovrebbe dimettersi

 "Forza Italia si riconferma il primo partito della coalizione di centrodestra in Abruzzo. Siamo stati competitivi e devo dire che il centrodestra oggi in Abruzzo e' competitivo e oggi il centrodestra e' pronto ad affrontare le elezioni regionali con la convinzione di vincerle". Lo ha detto il coordinatore regionale di Forza Italia Nazario Pagano che ha poi parlato dei riflessi del risultato elettorale sulla Giunta Regionale: "Io credo che D'Alfonso che si e' candidato al Senato, se eletto come penso, credo che sia giusto e opportuno che si dimetta. Nella vita politica funziona cosi'. Se ti candidi per fare una cosa e poi ad un certo punto per tue scelte rinunci a fare quello che stavi facendo prima e che ti hanno demandato a fare i cittadini, e' giusto che ti dimetta senza soluzioni levantine per tentare di tenere in piedi una Giunta che si tiene in piedi con lo scotch".

 "In Abruzzo Forza Italia e' il secondo partito, e' sopra alla Lega di tre punti, in controtendenza nazionale al Senato, un po' meno alla Camera, ma comunque superiore. Lo ritengo un risultato lusinghiero". Cosi' il coordinatore regionale di Forza Italia, Nazario Pagano, che e' candidato al proporzionale al senato, sulla cui elezione e' solo in attesa dell'ufficializzazione. "Questa onda anomala del M5S - spiega ancora Pagano - c'e' stata anche in Abruzzo anche se non in tutta la Regione, ma noi l'abbiamo contenuta. Certo ci sono luci ed ombre. E le luci sono sopratutto le affermazioni nette nel collegio dell'Aquila con Antonio Martino e nel collegio del senato L'Aquila-Teramo con Gaetano Quagliariello. Forza Italia resta trainante nel centro destra avendo avuto un risultato migliore della Lega, e questo sara' importante, in vista della competizione delle regionali". Alla domanda se con questa tornata si chiude definitivamente l'era di Silvio Berlusconi, l'ex presidente del consiglio regionale abruzzese spiega che "Berlusconi e' stato padre fondatore di un grande movimento politico, con milioni e milioni di voti in oltre vent'anni, ora ha 81 anni ed e' naturale che si apre una nuova stagione per la creazione di un grande partito liberale". Per Pagano, poi, "e' fantapolitica l'ipotesi di un governo tra Lega e M5s. La Lega e' nel centrodestra, governa con noi in molte amministrazioni locali, ha sottoscritto un programma comune. Dovra' essere senza alcun dubbio il centrodestra a trovare i numeri per governare questo paese, dove si diffonde la disaffezione e il voto di protesta, soprattutto al sud dove il M5s ha ottenuto i risultati migliori".

Leggi Tutto »

Allarme Cgil, la Asl L’Aquila ogni anno perde 100 posti di lavoro 

"La carenza di personale e' divenuta ormai assolutamente insostenibile nella Asl n. 1 di Avezzano Sulmona L'Aquila, dove ogni anno si perdono 100 posti di lavoro con conseguenze drammatiche sui livelli essenziali di assistenza e sull'organizzazione del lavoro". E' la denuncia in una nota della segreteria funzione pubblica della Cgil della provincia dell'Aquila, nelle persone di Francesco Marrelli, Anthony Pasqualone, Angela Ciccone. "Con l'attuale dotazione organica da un lato si continua a non rispettare la vigente normativa sui riposi obbligatori, con conseguente stress lavorativo e mancato rispetto delle mansioni dei lavoratori e dall'altro non si rispettano i Livelli Essenziali di Assistenza - si legge ancora nella nota. La Cgil ritiene che "al fine di ridare slancio e rendere efficace ed efficiente il Servizio Sanitario nella Provincia dell'Aquila, che ricordiamo rappresenta il 50% dell'intera regione, e' necessario ricominciare ad effettuare investimenti sul territorio che necessariamente devono partire da investimenti sul personale attraverso un processo di stabilizzazione dei lavoratori precari, attraverso l'attivazione di nuove procedure concorsuali e mediante la eliminazione del blocco del turnover - conclude la nota nella quale si sottolinea anche che nelle altre Asl sono stati avviati concorsi. 

Leggi Tutto »

Montesilvano, Maragno: 165 sanzioni tra clienti e prostitute nel 2017

Prosegue l’azione di contrasto al fenomeno della prostituzione messa in atto dall’Amministrazione Maragno. «Oltre all’attività di sanzionamento nei confronti di coloro che purtroppo alimentano il mercato della prostituzione - spiega il sindaco Francesco Maragno - la Polizia Locale sta utilizzando lo strumento, messo a disposizione dal Decreto Minniti. Nelle ultime settimane infatti, sono state elevate oltre 3.000 euro di sanzioni nei confronti dei “clienti” ed emessi sette ordini di allontanamento nei confronti delle prostitute. Lo strumento del “Daspo urbano” è una ulteriore modalità che ci consente di fronteggiare un fenomeno che ha radici molto lontane e profonde, che stiamo contrastando per mezzo di un’azione capillare. In tutto il 2017 - ricorda il sindaco - sono state elevate ben 165 sanzioni tra clienti e prostitute, per un ammontare di oltre 63.100 euro. Anche nel 2018 abbiamo rinnovato la convenzione che sottoscriviamo, ormai da tre anni, con la Comunità Papa Giovanni XXIII, che mira a supportare le donne vittime del racket della prostituzione a trovare il coraggio di liberarsi da questa schiavitù. L’idea - specifica Maragno – è quella di contrastare il fenomeno della prostituzione, scoraggiando i clienti, per mezzo dell’attività di sanzionamento, ma anche agendo su queste donne che vengono sfruttate, spiegando loro che esistono tante possibilità di ricostruirsi una nuova vita».

Ogni settimana, un gruppo composto da 4 o 5 volontari perlustra il territorio avvicinando le ragazze vittime di schiavitù, conquistando la loro fiducia e prospettando loro un futuro diverso, lontano dalle violenze alle quali sono sottoposte. In tutto il 2017 sono state effettuate 45 uscite settimanali, 430 contatti di cui 55 primi contatti, con ragazze per la maggior parte di età compresa tra 18 e 24 anni.

«Voglio esprimere il mio apprezzamento - conclude il primo cittadino - ai volontari della Comunità e alla Polizia Locale che sta conducendo un’intensa attività di controllo, volta al ripristino della sicurezza dei cittadini e alla tutela del decoro urbano».

Leggi Tutto »

Transazione per i lavori al palazzo di Giustizia di Pescara

È stato firmato oggi a Pescara l'atto di transazione fra Comune di Pescara, il concessionario Consorzio Sapro e l'impresa esecutrice dei lavori ATI Astaldi Spa (capogruppo mandataria), Matarrese Spa, Salini Costruzioni Spa e Toto Spa (mandanti), per comporre il contenzioso in corso da vari decenni sui lavori di realizzazione del Palazzo di Giustizia di Pescara. La transazione comporterà un risparmio di 2.602.012,64 milioni di euro per le finanze comunali. A questo vantaggio si aggiungerà l'accollo da parte del Consorzio Sapro ed ATI Astaldi dei lavori di rifacimento dei rivestimenti esterni del Palazzo, con la sostituzione delle attuali lastre, il cui distacco ha sinora precluso la possibilità di collaudare l'opera, conferendole la piena agibilità. La transazione è stata contestualmente illustrata in presenza del sindaco Marco Alessandrini, il presidente della Regione Abruzzo all'epoca dell'apertura del Palazzo di Giustizia sindaco di Pescara, nonché Gabriele Paolo, Direttore del Consorzio Sapro, Marco Foti, direttore generale Astaldi, di Paola Di Marco, a capo dell'Avvocatura comunale, i consulenti esterni, avvocati prof. Osvaldo Prosperi e avvocato Carlo Montanino, il dirigente del Settore Patrimonio Pierpaolo Pescara. 

Leggi Tutto »